Italia femminile: 37 convocate per un raduno di tre giorni a Parma

Ben quindici atlete non hanno ancora esordito in Nazionale

di giandomenico italia femminile

ph. Sebastiano Pessina

Andrea Di Giandomenico ha convocato 37 atlete per un raduno di tre giorni a Parma (dal 17 al 20 dicembre) dedicato all’Italia femminile, in vista del prossimo Sei Nazioni. Le Azzurre si ritrovano per la prima volta dopo il Test Match di novembre contro la Francia a Biella, perso 21-41 ma con un ottimo primo tempo. Oltre alle senatrici come capitan Barattin, Furlan, Sillari e Stefan, il coach romano ha chiamato ben quindici ragazze uncapped, mentre in nove hanno collezionato appena una presenza in Nazionale.

 

– Il calendario del Sei Nazioni 2018 femminile

 

“Questo raduno rientra nell’ottica del processo di rinnovamento della Nazionale Femminile – ha dichiarato Maria Cristina Tonna, coordinatrice del settore femminile italiano – Il Test Match giocato a novembre ha fornito ottime indicazioni per il futuro. In vista del Sei Nazioni sarà importante per noi valutare tante atlete per formare un gruppo coeso così come lo è stato negli anni scorsi”.

 

 

Sara BARATTIN (Iniziative Villorba Rugby) 77 caps – capitano

Elisa BONALDO (Rugby Colorno) 3 caps

Jessica BUSATO (Villorba Rugby) 1 cap

Giulia CAVINA (Rugby Cogoleto) – esordiente

Arianna CORBUCCI (Frascati Rugby Club 2015) – esordiente

Chiara Maria D’APICE (Montevirginio Mini Rugby) – esordiente

Anna DE ROSSI (Rugby Riviera 1975) – esordiente

Giordana DUCA (Frascati Rugby Club 2015) – esordiente

Giorgia DURANTE (Montebelluna Rugby 1977) – esordiente

Valeria FEDRIGHI (Rugby Riviera 1975) – 8 caps

Giada FRANCO (Rugby Colorno) – esordiente

Manuela FURLAN (Iniziative Villorba Rugby) – 61 caps

Giovanna FUSELLA (Rugby Belve Neroverdi) – esordiente

Lucia GAI (Stade Rennais) – 52 caps

Silvia GAI (Rugby Liceo Monti) – 1 cap

Gaia GIACOMOLI (Rugby Colorno) – 8 caps

Elisa GIORDANO (Valsugana Padova) – 27 caps

Annamaria GIZZI (Frascati Rugby Club 2015) – 1 cap

Carlotta GUERRESCHI (Cus Torino) – 1 caps

Isabella LOCATELLI (Rugby Monza 1949) – 16 caps

Maria Edvige LONGARON (I Puma Bisenzio Rugby) – esordiente

Veronica MADIA (Rugby Colorno) – 7 caps

Michela MERLO (Rugby Colorno) – esordiente

Aura MUZZO (Iniziative Rugby Villorba) – 1 cap

Miriam PAGANI (Rugby Como) – esordiente

Laura PAGANINI (Cus Milano Rugby) – esordiente

Eleonora RICCI (Umbria Rugby Ragazze) – 1 cap

Beatrice RIGONI (Valsugana Rugby Padova) – 22 caps

Claudia SALVADEGO (Valsugana Rugby Padova) – 1 cap

Elisa SALVATORE (Cus Torino) – esordiente

Camilla SARASSO (Cus Torino) – esordiente

Michela SILLARI (Rugby Colorno) – 39 caps

Emanuela STECCA (Benetton Treviso) – esordiente

Sofia STEFAN (Stade Rennais) – 33 caps

Silvia TURANI (Rugby Colorno) – 1 cap

Beatrice VERONESE (Valsugana Padova) – 1 caps

Federica VIOLI (Rugby Colorno) – esordiente

 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Italia femminile: svelati gli stadi per gli appuntamenti del ’18/’19

Le azzurre giocheranno tra Puglia, Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna

item-thumbnail

La piccola rivoluzione del rugby femminile italiano

La FIR vuole incentivare lo sviluppo del rugby femminile a quindici, e adotterà la formula X Rugby proposta da World Rugby

20 luglio 2018 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italia femminile: due test in Spagna a novembre?

Le azzurre potrebbero disputare un torneo a Valencia

19 giugno 2018 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Flavia Severin: la campionessa europea di pugilato che gioca e ama il rugby

Arrivare sul trono continentale della nobile arte passando per placcaggi e mischie. Ecco come si fa

15 giugno 2018 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Una carriera brillante, tra libri ed ovale: intervista a Michela Sillari

Abbiamo sentito l'utility back azzurra, che ci ha parlato di Sei Nazioni femminile e delle sue esperienze nel mondo di Ovalia

item-thumbnail

L’Italia femminile dopo il Sei Nazioni: parlano Barattin e Di Giandomenico

Il CT azzurro: "Esiste una scuola italiana di rugby che sa come affrontare le situazioni e allenare le giocatrici"