Benetton Treviso: Andrea Buondonno torna a Mogliano

L’ala 25enne lascia il Benetton e riparte dall’Eccellenza

ph. Benetton Rugby

ph. Benetton Rugby

Andrea Buondonno lascia il Benetton Treviso ed il Pro14 per tornare in Eccellenza con il Mogliano. Una decisione presa dall’ala 25enne per poter proseguire con l’attività rugbistica, nonostante le problematiche di salute degli ultimi anni. Lo stesso Giocatore ha spiegato nel dettaglio la sua situazione intervenendo sul sito ufficiale del club.

 

Arrivato al Benetton Rugby, la stagione scorsa, il mio obiettivo era quello di dimostrare il mio valore, lottare per questa maglia e realizzare il sogno, sfiorato qualche mese prima, di vestire la maglia azzurra della Nazionale. Ad un passo dal raggiungerlo, lo scorso novembre, ho avuto la prima recidiva della sindrome nefrosica, una patologia di cui mi ero dimenticato, contratta dopo una vaccinazione quando avevo 6 anni. Non mi sono perso d’animo, ed una volta terminate le cure, mi sono rimesso subito al lavoro con la stessa caparbietà e lo stesso desiderio di raggiungere i miei obiettivi.

 

Purtroppo la malattia si è ripresentata. Le conseguenze di una possibile terza recidiva, mi hanno spinto e costretto a rivalutare le mie priorità, a prendere atto ed accettare ciò che non può essere totalmente sotto il mio controllo e a rimescolare un po’ i sogni a breve e lungo termine della mia vita. I ritmi sportivi che in questo momento il mio corpo esige da me, credo che non mi consentano di esprimere e di colmare le aspettative di potenziale che lo staff del Benetton Rugby aveva visto in me: non vorrei essere o sentirmi un peso passivo per la squadra e la società.

 

Allo stesso tempo, non riesco a disgiungere l’idea di me e del mio domani dal rugby. Così ho pensato di continuare, sempre col massimo impegno, ma con ritmi sportivi più consoni al mio stato fisico attuale; questo mi permetterà anche di ricominciare gli studi di osteopatia, che avevo messo in stand-by per dedicarmi totalmente al rugby, e portare avanti così anche altri progetti che ho per il mio futuro. Ringrazio il Benetton Rugby per la gestione della situazione e per essermi stato vicino in momenti difficili. Ringrazio Mogliano per la grande opportunità che mi ha dato riaccettandomi in squadra in corso d’anno. Cercherò di dare il meglio a questa giovane squadra, cercando di ricambiare tutto ciò che in passato questa grande società ha fatto per me”, ha dichiarato il talento italiano, che in passato ha anche sfiorato la maglia azzurra.

 

Un ritorno, in corso d’opera, che, in quel di Mogliano, è stato accolto con grande piacere. Ne ha parlato, nel dettaglio, il direttore sportivo Silvio Orlando: “La società è molto felice per il ritorno di Andrea. Lo ringraziamo per aver scelto Mogliano in questa sua nuova parentesi di vita, e di averlo fatto senza chiedere nulla in cambio dal punto di vista economico. Ci auguriamo per lui che al più presto possa recuperare la migliore condizione fisica e conseguentemente dare il suo contributo aiutando i compagni nel proseguo del campionato. Un doveroso ringraziamento alla Benetton Treviso per aver consentito questo trasferimento”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Challenge Cup: Zebre-Worcester Warriors 26-36, gli inglesi si impongono a Parma

Gli emiliani cedono ai britannici conquistando comunque il punto di bonus offensivo

22 Gennaio 2022 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Coppa Italia, brividi al San Michele: Fiamme Oro in finale

Finisce 34-34 la sfida di Calvisano, con meta in pieno recupero dei cremisi per conquistare l'ultimo atto del torneo

22 Gennaio 2022 Campionati Italiani / Coppa Italia
item-thumbnail

Coppa Italia: la diretta streaming di Calvisano-Fiamme Oro

Sfida decisiva per definire la seconda finalista del torneo. Chi raggiungerà il Petrarca?

22 Gennaio 2022 Campionati Italiani / Coppa Italia
item-thumbnail

Galles: Richard Hibbard si ritira con effetto immediato

Uno dei giocatori più riconoscibili dell'ultimo decennio lascia il gioco

item-thumbnail

Challenge Cup: Zebre, la prima di Bergamaschi e la necessità di scuotersi

Quarta giornata di Coppa per i ducali, che ospitano Worcester alle 16.15