Rugby e integrazione: una partita speciale tra Tre Rose Nere e Diavoli Rossi Varese

Domenica a Varese si giocherà una partita tra due squadre composte da richiedenti asilo e stranieri

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Tre Rose Nere e i Diavoli Rossi Varese, due squadre regolarmente iscritte ai campionati di Serie C2 regionali piemontesi e lombardi, saranno le protagoniste di un match molto particolare che andrà in scena domenica 26 novembre allo stadio Aldo Levi di Varese. Sia la formazione di Casale Monferrato che quella varesina sono infatti composte soltanto da richiedenti asilo e stranieri, nell’ambito di un progetto multitecnico ideato da presidente delle Tre Rose Nere, Paolo Pensa, e seguito poi dal Rugby Varese e dal suo presidente Francesco Pierantozzi.

 

“Queste due realtà forniscono a circa settanta ragazzi, provenienti da Costa D’Avorio, Guinea, Mali, Nigeria, Liberia, Ghana, Albania, Perù, etc….la possibilità concreta di parlare di coesione tramite gesti veri, reali, lontano dalle polemiche urlate e strumentali – si legge nel comunicato diffuso per l’evento – Entrambe le squadre sono regolarmente iscritte ad un campionato FIR di Serie C, grazie alle deroghe sui tesseramenti, entrambe le squadre, tutte le domeniche si misurano con squadre normali, composte da ragazzi sicuramente più fortunati di loro. Entrambe le squadre finita la partita, com’è nella migliore tradizione rugbistica si siedono a tavola con gli avversari per il terzo tempo. Questo è un progetto che ha la speranza di poter aiutare i nostri atleti, tramite alfabetizzazione, rispetto delle regole, coesione, partecipazione, ed ha la certezza di poter educare noi alla convivenza”.

 

Il programma di domenica 26 novembre

14.30 Partita Diavoli Rossi Varese – Tre Rose Nere Casale Monferrato (stadio Aldo Levi, Varese)

16.15 Terzo Tempo

16.45 Conferenza Stampa

tre rose nere

Le Tre Rose Nere di Casale Monferrato

diavoli rossi varese

I Diavoli Rossi Varese

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Slow Motion #15: la cavalcata di Jordan Williams

La meta della settimana è un pezzo di bravura dell'estremo dei Dragons, che ha mandato a gambe all'aria la difesa del Leinster

18 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #14: allo Stade Toulousain piacciono le bollicine

Il Tolosa di Huget, Ntamack e Ramos torna protagonista nella nostra rubrica, dopo la splendida meta contro La Rochelle

11 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Racconti di rugby: la disciplina ferrea di Mike Brewer a L’Aquila

Ovvero: giocare per 40 minuti effettivi senza far mai cadere la palla a terra. Per Mazzantini&co. non fu proprio semplice

11 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

La nuova scuola aperta dai Saracens a Londra

Accoglierà 156 studenti che inizieranno la loro secondary school. È il primo club di rugby ad impegnarsi in un'iniziativa del genere

7 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #13: E se fosse meglio la Premiership?

Il passaggio di Danny Cipriani a Charlie Sharples è impossibile da ignorare: ecco la meta della settimana

4 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Il coach quasi novantenne che continua a vincere

Dunstan Henry ha 88 anni e ha perso il conto dei campionati vinti. Un uomo al servizio del gioco da oltre sessant'anni

4 settembre 2018 Terzo tempo