Eccellenza: due certezze, l’incognita Rovigo e il rush finale per playoff e salvezza

Calvisano e Petrarca non smettono di correre. Per il quarto posto il calendario sorride a Viadana e San Donà

ph. Angela Petrarelli

ph. Angela Petrarelli

Le uniche certezze del campionato di Eccellenza continuano ad essere il Calvisano e il Petrarca. I bresciani hanno piegato le resistenze di un San Donà che ben poco ha potuto contro la capolista e dominatrice della stagione, capace di strappare l’undicesimo punto di bonus su quattordici partite giocate anche senza il faro argentino Novillo, additato dalla maggior parte degli allenatori del torneo come la vera arma in più della squadra di Brunello. All’apertura non ha fatto rimpiangere il sudamericano un ottimo Matteo Minozzi, schierato eccezionalmente a numero dieci ed autore di un’altra prestazione convincente in un campionato davvero positivo per l’utility classe 1996. A Padova gli uomini di Cavinato hanno fatto un sol boccone del Reggio, confermandosi come la seconda forza del torneo e con le potenzialità per impensierire la corsa del Calvisano verso lo scudetto nel mese di maggio.

I risultati della quattordicesima giornata

 

Qual è la vera Rovigo?

Nonostante la vittoria di Piacenza abbia regalato l’accesso matematico ai playoff ai Bersaglieri, i campioni d’Italia continuano a non brillare e a soffrire più del dovuto per avere la meglio sugli avversari. Anche a Piacenza, i rodigini non hanno quasi mai dato l’impressione di poter gestire con tranquillità la sfida, ad eccezione del finale in cui i Lyons sono stati costretti a rintanarsi sulla propria linea di meta per difendere il bonus difensivo, riuscendovi. E le parole di Stefan Basson, a fine partita, rappresentano un avvertimento chiaro e tondo per tutta la squadra:  “Abbiamo commesso troppi errori e non siamo riusciti a segnare la meta del bonus – ha dichiarato l’estremo – Dovremo lavorare duramente per riuscire a fare una buona performance in questa ultima parte di campionato e nei play-off. Se vogliamo giocarci un posto in finale dobbiamo crescere tutti in qualità“. Anche perché al momento, in un’eventuale doppio turno di semifinale contro il Petrarca (quasi certo vista la classifica) i padovani partirebbero con i favori del pronostico rispetto ai rodigini, per i quali le ultime tre sfide di regular season diventano fondamentali a questo punto per trovare la quadratura del cerchio.

 

 

La corsa ai playoff…

Viadana ha ripreso San Donà al quarto posto, le Fiamme Oro hanno rilanciato le proprie ambizioni e Mogliano ha leggermente perso terreno dopo lo scontro diretto perso al Quaggia. Calendario alla mano, la vittoria degli uomini di Filippo Frati in Veneto potrebbe dare lo slancio decisivo per il rush finale ai gialloneri, che nelle ultime tre giornate dovranno affrontare i Lyons (in casa), la Lazio (fuori) e per finire Rovigo (in casa). Trittico simile anche per San Donà, che a differenza di Viadana riceverà in casa il Petrarca alla prossima giornata, in un match potenzialmente decisivo per dare linfa alle ambizioni di playoff della squadra di coach Zane Ansell. “Sono molto contento perché finalmente abbiamo raccolto il frutto dell’ottimo lavoro di queste settimane, cosa non avvenuta ne a Reggio ne contro il Calvisano – ha dichiarato coach Frati alla Gazzetta di Mantova – Finalmente abbiamo capitalizzato. Una vittoria che ci dà un grande morale”.

 

Sia per le Fiamme che per Mogliano, invece, la strada sembra essere decisamente più in salita. I poliziotti riceveranno Calvisano a Ponte Galeria e all’ultima giornata proprio Mogliano nell’unico scontro diretto in programma tra le quattro contendenti alle semifinali, mentre in mezzo è in programma la trasferta a Rovigo. La grande rimonta costruita nel secondo tempo del match contro la Lazio, però, potrebbe rappresentare un momento di svolta importante nel finale di stagione. E Umberto Casellato sembra esserne consapevole: “La combattività di questa squadra è uno dei suoi punti di forza […] Stiamo iniziando a raccogliere quel che abbiamo seminato finora e, in campionato, possiamo ancora dire la nostra: mancano ancora tre partite. Noi ci siamo ancora”.

 

Prima dell’ultima giornata da giocare a Ponte Galeria, Mogliano avrà invece due derby veneti in fila contro Rovigo (in trasferta) e contro il Petrarca (al Quaggia). Nel mezzo, i biancoblu dovrà affrontare in gara di andata e ritorno l’Enisej nelle finali della Qualifying Competition: un doppio impegno probante che prevederà anche la trasferta in Russia, contro una squadra ruvida e capace di vincere due sfide nei gironi di Challenge Cup. Per i veneti, insomma, il treno giusto potrebbe essere già passato proprio con la sconfitta per mano di Viadana, ma mister Eigner non perde le speranze: “Peccato per tanti motivi, ma sono contento perchè stiamo creando le basi per il futuro. Ora non facciamo conti, ci crediamo fino alla fine e proveremo a vincere ogni settimana.”

 

 

…e quella per la salvezza

Chi esce con le ossa meno rotte dal weekend è Piacenza, che strappa un punto di bonus difensivo fondamentale contro Rovigo e rosicchia qualcosa alla Lazio, ora a quattro lunghezze di distanza in classifica. Il calendario non volta completamente le spalle agli emiliani, che dovranno affrontare Viadana (in trasferta) e San Donà (in casa) prima della sfida potenzialmente decisiva contro Reggio all’ultima giornata. E la prestazione contro i rodigini non può che rafforzare le speranze di rimonta dei Lyons: “Oggi abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti – spiega l’ala Lorenzo Maria Bruno – Adesso dovremo vincere le ultime tre partite per provare ancora a portare a casa la salvezza. Oltre che a lottare con la Lazio dovremo fare la gara su noi stessi senza pensare all’avversario”.

 

Grande rammarico anche in casa Lazio. I biancocelesti erano volati fin sul 17-3 a fine primo tempo contro le Fiamme Oro, ma dal 34′ in poi i ragazzi di Montella non sono riusciti a segnare più un punto e hanno dovuto cedere il passo ad una squadra dalla cilindrata evidentemente superiore, senza nemmeno strappare il bonus difensivo. Partita completamente da dimenticare invece per Reggio, asfaltato dal Petrarca e forse già proiettato proprio allo scontro diretto contro la Lazio del prossimo 15 aprile al Mirabello, dove entrambe si giocheranno una grossa fetta di stagione. Per i capitolini ci saranno poi gli impegni contro Viadana e San Donà, mentre i Diavoli giocheranno prima a Calvisano per poi chiudere con la già citata sfida contro Piacenza. Escludendo la debacle di Padova, Reggio sembra essere la squadra più attrezzata del lotto per quanto fatto vedere finora in stagione e può contare su un tesoretto di sei punti di vantaggio sui Lyons, mentre la Lazio dal canto suo dovrà limitare i passaggi a vuoto nel corso degli ottanta minuti, oggetto di rimprovero da parte del presidente Biagini a fine partita: “Disattenzioni e cali di concentrazioni del genere si pagano a caro prezzo, come già accaduto in altre partite quest’anno”. Il destino della zona retrocessione, insomma, sembra essere soprattutto nelle mani degli stessi Lyons.

 

di Daniele Pansardi

 

classifica eccellenza

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

La classifica marcatori del Top12 (in aggiornamento)

Chi segna più mete e più punti nel massimo campionato italiano?

4 Dicembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12: gli highlights della quinta giornata

Tutte le migliori giocate di un turno di campionato che ha regalato diversi spunti d'interesse

2 Dicembre 2019 Foto e video
item-thumbnail

Top12: il Mogliano ferma il Petrarca e vince 19-9

Una meta di Crosato e il piede di Ormson trascinano i biancoblu. Per i padovani è il primo stop stagionale

1 Dicembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12: il Petrarca prova a riprendersi la vetta

I patavini vanno per il quinto successivo, ma il Mogliano non si presenta come il più abbordabile degli avversari

1 Dicembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12, 5^ giornata: in quattro al comando in attesa del Petrarca, i Medicei dilagano a Colorno

Rovigo e Fiamme Oro vincono allo scadere, mentre hanno vita facile Calvisano e Lazio. Domani il posticipo Petrarca-Mogliano

30 Novembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: programma e formazioni della quinta giornata di andata

Sfida in coda fra Colorno e Medicei, mentre le quattro squadre venete si sfidano fra loro

29 Novembre 2019 Campionati Italiani / TOP12