Conor O’Shea: a volte le scelte facili non sono quelle giuste

Il Commissario Tecnico spiega in conferenza stampa le scelte per domenica

COMMENTI DEI LETTORI
  1. arali 1 Febbraio 2017, 14:52

    logica chiara e sulla carta condivisibile, speraimo di restare attaccati abbastanza a lungo..

  2. narodnik 1 Febbraio 2017, 14:57

    riguardo alla chiusa,con ricambi del genere il tracollo puo’ arrivare prima dell ultimo quarto visto che i ricambi appunto non sono titolari….

  3. jazztrain 1 Febbraio 2017, 15:09

    A meno che i ricambi diano tutto e i titolari danno il colpo di grazia!

    🙂

  4. gian 1 Febbraio 2017, 15:11

    È evidente che ha un piano ben preciso e che ha fatto scelte che ritiene più adatte a tale piano, condivisibile allungare la panca forzando alcune scelte, speriamo che queste forzature non siano troppe e che paghino, almeno in parte

  5. kinky 1 Febbraio 2017, 15:12

    Aho…te credo che se guardi la panchina credi che abbiamo un ottima squadra….quelli so li titolari!

    • arali 1 Febbraio 2017, 16:27

      tu l’hai scritto e io l’ho pensato…sono i titolari che fanno venire qualche dubbio di qualità

  6. carpediem 1 Febbraio 2017, 15:22

    sono convinto che saranno 80 senza pause e scollamenti!
    OT: @REDAZIONE: dateci qualche buona notizia della U20 in Tv

  7. mamo 1 Febbraio 2017, 15:22

    “Le scelte facili non sono quelle giuste, a volte.”
    Leggo adesso queste dichiarazioni di COS e non posso che immaginare che quelli che davamo per scontati nel XV iniziale siano in questi giorni meno performanti degli altri, ferma l’ipotesi che nell’ultima mezz’ora si butta in campo forza, talento e rabbia.

    • gian 1 Febbraio 2017, 15:43

      Magari, semplicemente, il giocatore x è meno valido, in generale, del giocatore y, ma è più adatto a questo piano di gioco

  8. pesopiuma 1 Febbraio 2017, 15:37

    Formazione sorprendente. Però proprio per questo, se ho capito che tipo è, O’Shea crede davvero al sorpresone. Le partite oggi ad alto livello si giocano in 20-21, non più in 15, e la gestione di titolari e panchina rientra a pieno titolo nel piano di gioco.

  9. VANZANDT 1 Febbraio 2017, 15:47

    A me sembra che dica: nessuno ha posto assicurato a priori; a novembre ho visto da parte di alcuni giocatori l atteggiamento la dedizione che voglio per cui nonostante rientri importanti fiducia ha chi mi ha dato risposte; Favaro è non al top fisicamente; con il Galles spera che il 15 di partenza tenga botta x 50′ e poi inserisce i vari campagnaro ghiraldini minto insomma gente che può alzare il livello …. a me piace questo scombinare le carte vedremo se è una strategia ab cazzium ho se ha una sua logica vincente….non ci resta che aspettare domenica fermo restando che andiamo ad incontrare una squadre è vero un pò involuta ma fatta comunque di giocatori di gran talento mentre noi, non lo dobbiamo dimenticare, mandiamo in campo una squadra che 13 su 15 per un anno nei club passano il tempo a farsi spazzolare dagli avversari….. quindi bisogna essere obiettivi e sperare che i santini di cos catte venter facciano il miracoli …. nel caso succedesse bisognerebbe fare poi delle riflessioni più ampie su chi e come vengono guidate le franchigie

  10. mic.vit 1 Febbraio 2017, 15:48

    tutto chiaro…sotto c’è un piano di gioco e servono determinate pedine…finalmente abbiamo un ct che grazie alla rosa ed alle sue strategie può permettersi ragionamenti del genere…

  11. Danthegun 1 Febbraio 2017, 16:32

    Mi rincuora che questo ct abbia una sua visione e la frase “A volte le scelte facili non sono quelle giuste” è musica per le mie orecchie.
    Probabilmente quanto scritto nei commenti all’articolo precedente diventa ancora più probabile.
    COS guadra alla prestazione complessiva, i famosi 400 minuti, e non solo alla prestazione di domenica. Punta ovviamente a vincere ma l’obbiettivo è la prestazione. Non vuole crolli dopo il primo tempo e si tiene delle buone carte in panchina.
    Speriamo che la sua visione sia quella giusta. Sono fiducioso.

  12. Lazzaro 1 Febbraio 2017, 16:37

    La grossa novità è che c’è un piano ! Quindi spero nei primi quindici per rimanere coerenti al programma ( leggi attaccati con il punteggio ) e nei rimpiazzi, eventualmente, per consolidare il pronostico.

  13. fracassosandona 1 Febbraio 2017, 17:04

    Siamo tutti in luna di miele con COS.
    Avesse messo giù una formazione del genere brunel lo avremmo linciato.
    Con Zanusso a Treviso, oltre tutto.
    Siamo quelli che hanno battuto il Saf ma anche quelli che hanno perso in casa con Tonga.
    In ogni caso i cambi li voglio al 40′.
    Altra cosa: portati una terza in più che tanto i nostri trequarti non hanno modo di stancarsi.

    • mauro 1 Febbraio 2017, 17:44

      shhhhhhh, fa pian che i te sente.
      Fai come me prenditela con l’arbitro…

    • pesopiuma 1 Febbraio 2017, 17:45

      Però se siamo tutti in luna miele probabilmente è anche perchè le sue strategie appaiono più convincenti e sembra avere già individuato un programma di lavoro su breve, medio e lungo periodo, una prospettiva. Tutte sensazioni che il baffo dopo il secondo anno non ha più dato…poi che a volte brunel fosse criticato per partito preso, è abbastanza evidente.

      • frank 1 Febbraio 2017, 23:17

        Brunel ha iniziato ad essere criticato quando, dopo il 6N 2013 c’è stata l’involuzione e poi il tracollo, e soprattutto per certe scelte del cazzo, motivate ancora peggio.

        Altro che radiocomando!

    • Airone valle Olona 1 Febbraio 2017, 18:05

      Tranquillo che se tra qualche tempo non arriveranno risultati linceremo anche lui… 🙂
      Scherzi a parte nutro grande fiducia in lui e sembra avere una visione precisa di quello che vuole e la espone con gran chiarezza.
      Alcune scelte sono decisamente un azzardo ma se pagheranno il suo merito sarà ancor maggiore.

  14. andycri 1 Febbraio 2017, 17:58

    Qualche scelta proprio non la condivido (Bisegni) altre ci possono anche stare… ma, in luna di miele, si accetta tutto!!!

  15. VANZANDT 1 Febbraio 2017, 18:21

    Basta che la dia molto spesso e gioiosamente 🙂

  16. Jager 1 Febbraio 2017, 19:51

    Io vado controcorrente : chi ha detto che quelli che partono dalla panchina sono i titolari ?

    • fabiogenova 1 Febbraio 2017, 22:02

      Tra l’altro nell’intervista parla chiaro. Parlare di titolari è fuori luogo quando il ct fa capire che tutti avranno una chance proprio per creare profondità nella rosa. Piaccia o no, non giudicherò COS dal risultato del match, anche perchè si gioca contro gente non del tutto in forma, ma molto più forte di noi.

      • Jager 2 Febbraio 2017, 13:15

        Io mi soffermerei di più sulla qualità del gioco che verrà espressa

  17. carlo s 1 Febbraio 2017, 20:27

    caro Conor da qualsiasi parte la si guardi la scelta di lasciare in panchina Campagnaro e far giocare Bisegni all’ala è proprio una scelta sbagliata..
    Campagnaro ha fatto 5 mete nelle ultime 2 partite… non le sarà sfuggito..

    anche il comparto delle terze non mi convince, Parisse, Steyn e Mbandà non mi sembra che placchino molto… I gallaesi sono molto grossi e forti (sopratutto la linea arretrata) chi li ferma?
    serviva dal primo minuto uno come Minto o Favaro…

    Gori dal primo minuto, anche qui non concordo.

    Ma decide lei… è il suo lavoro e noi non al massimo critichiamo, abbia pazienza!!

    • abc123 2 Febbraio 2017, 07:00

      sei andato a vedere le statistiche dei placcaggi delle varie partite? Almeno uno dei 3 ha un numero di placcaggi doppio rispetto a tutti i compagni di squadra.. dire che non placchino è falso. dire che ci dispiace molto non avere Favaro è vero.

    • Dusty 2 Febbraio 2017, 11:35

      Secondo te COS fa giocare Bisegni perchè suo amico ? Ma dai…

  18. ermy 2 Febbraio 2017, 07:59

    A me pare che sia tutto un pò troppo gameplanizzificato! 🙂

    • carlo s 2 Febbraio 2017, 22:15

      speriamo di non vedere un’altra partita come quella contro gli all blacks

  19. Gio Cavo 2 Febbraio 2017, 09:04

    Buondì a tutti. Scrivo per la prima volta ma vi leggo da tempo con piacere. Appartengo al gruppo dei fiduciosi. Mi sembra che il clima di grande fiducia e rispetto che si è instaurato fra giocatori e nuovo staff prometta bene. Domenica vado allo stadio, porto il mio pargolo e spero di uscirne col sorriso. Sostegno.

  20. panda 2 Febbraio 2017, 12:33

    Speriamo bene.
    Dati gli infortuni sono scelte abbastanza logiche.
    Quella che proprio non capisco è l’ esclusione di Campagnaro.
    La cosa che più innervosisce dell’ intervista sono le solite stupidaggini sulla importanza degli esclusi con conseguente tutti bravi e tutti meritevoli.
    Chiunque abbia giocato, a tutti i livelli sa benissimo che gli esclusi non la prendono mai bene, sopratutto quando si ritengono pari o superiori a chi è stato scelto.
    Sono inquietanti queste interviste scontate, rugbysticamente corrette.
    In ogni squadra abbiamo sempre chi è scontento e chi litiga e solo i risultati cementano lo spirito.

Lascia un commento

item-thumbnail

Italia: Monty Ioane, i primi passi in azzurro. Bisegni e Riccioni segnano la strada

Sta nascendo la "nuova" nazionale di Franco Smith

8 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Opportunità è responsabilità: inizia il nuovo ciclo degli Azzurri

A Parma incomincia il primo raduno della nuova stagione: un'Italia di giovani con l'occasione di prendere in mano il proprio futuro

6 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Dean Budd si è ritirato

Il seconda linea ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo, lo ha annunciato tramite i suoi profili social

4 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Nazionale italiana rugby: i convocati per il raduno di Parma

Franco Smith chiama 28 giocatori. Prima da invitati per Monty Ioane, Paolo Garbisi e Michele Lamaro

2 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Rugby e allenamento: la FIR propone sessioni virtuali in compagnia degli azzurri

Sedute di allenamento nella palestra all'aria aperta delle montagne del Trentino

22 Giugno 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Alessandro Zanni, 350 ore in campo

Meritata celebrazione di un giocatore il cui rugby ha parlato per lui

17 Giugno 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale