Champions Cup: 160 minuti dal termine e un’inversione di tendenza?

Molte le celtiche in corsa per un posto ai quarti. A discapito di alcune corazzate inglesi e francesi…

munster duncan williams leicester rugby champions cup

ph. Reuters

Si apre questa sera, con il derby tra Bayonne e La Rochelle di Challenge Cup, l’ultima finestra dedicata alla fase regolare delle Coppe Europee. A 160 minuti dal termine, nella coppa regina la situazione è ancora apertissima e per diverse squadre le sfide del weekend rappresentano già l’ultima spiaggia per sperare nel passaggio del turno. Il turno si prevede inoltre spettacolare, con ben quattro incroci al vertice su cinque gironi. E rispetto alle scorse stagioni, possiamo già registrare una tendenza: la crescita delle squadre celtiche a discapito delle compagini francesi e inglesi.

 

Girone 1

Dopo la vittoria di Munster in casa Racing92, nel recupero del match originalmente in calendario alla prima giornata ma rinviato per la scomparsa di coach Foley, è in programma il big match di fuoco tra Glasgow e Red Army. I Warriors sono secondi in classifica a tre punti dalla squadra di Limerick e in caso di sconfitta darebbero agli ospiti di giornata la vittoria matematica della Poule. Ma non solo. Una contemporanea vittoria dei Tigers rimescolerebbe le carte anche in chiave miglior secondo posto. Ad ogni modo, quella che si giocherà sabato in terra scozzese sarà una partita estremamente fisica e dall’altissimo contenuto tecnico. Il gioco lineare ed efficace di Munster basterà per battere Glasgow davanti al pubblico amico?

 

Girone 2

La Poule delle Zebre si presenta, a 160 minuti dal termine della fase regolare, con una rarissima situazione di tre squadre appaiate a 13 punti. Il turno agevole questa volta torna a Connacht, che a Galway contro i ducali va in campo con l’obiettivo dichiarato dei cinque punti e di mettere quanti più segnati in cassaforte possibile. Alla Ricoh Arena di Coventry va invece in scena il big match tra Wasps e Tolosa: le Vespe, che all’andata hanno pareggiato in terra francese, hanno tutte le carte in regola per battere lo Stade e prenotare i quarti di finali (l’ultimo turno per gli inglesi è la prossima settimana al Lanfranchi contro le Zebre). Per il primo posto, Connacht dovrebbe andare a vincere nell’ultima giornata all’Ernest Wallon, impresa tutt’altro che facile per la squadra di Pat Lam. Ad ogni modo, con tre squadre già a quota 13 punti, verosimilmente e nuovamente dal Girone con una squadra italiana uscirà una migliore seconda (potrebbe addirittura esserci il caso di una migliore terza non qualificata nonostante più punti della quarta migliore seconda).

 

Girone 3

Match point per i Saracens, unica squadra che ha fin qui raccolto sole vittorie e che è di scena sabato a Llanelli. Vero che la qualità degli Scarlets non si discute, ma il club inglese ha la solidità per riuscire ad espugnare il campo gallese. In caso di vittoria di Tolone senza punto di bonus, per essere certi della qualificazione ad un turno dal termine basterebbero ai Sarries anche due soli punti (pareggio o doppio bonus). Ma considerando che l’ultimo turno prevede il derby inglese contro Sale, terzultimo in Premiership, la qualificazione della squadra di McCall non è certo in discussione. A tenere banco è quindi la sfida per passare come una delle tre migliori seconde: nonostante i problemi avuti questa stagione, Tolone porterà a casa la vittoria contro Sale domenica (davanti al pubblico amico) per giocarsi il tutto per tutto la prossima settimana all’Allianz Park dei Saracens verosimilmente già qualificati ma probabilmente non ancora certi del quarto di finale casalingo.

 

Girone 4

La sfida casalinga contro Montpellier potrebbe valere la qualificazione e il primo posto a Leinster, ritornato a grandi livelli in Europa dopo l’infelice parentesi di un anno fa, quando finì ultimo con soli 6 punti nel proprio girone. Quest’annno la musica è sensibilmente cambiata: a due giornate dal termine gli uomini di Leo Cullen viaggiano a vele spiegate verso i quarti di finale, forti di 16 punti e del pronostico a proprio favore nella sfida contro il club francese, finora mai del tutto convincente in stagione. Anche con una sconfitta, Montpellier potrebbe puntare ugualmente a passare come una delle migliori seconde, a patto di battere Northampton nell’ultima giornata. Proprio i Saints (ultimi con 4 punti) non sembrano destare una grande minaccia in questa campagna europea, ma al Franklin’s Garden potrebbero ugualmente mettere i bastoni fra le ruote a Castres nella sua rincorsa ad un difficile secondo posto.

 

Girone 5

Al momento si tratta dell’unico girone in cui la seconda classificata (Bordeaux e Ulster) non ha raggiunto la doppia cifra, a testimonianza del grande equilibrio che regna alle spalle dell’inarrivabile Clermont. I francesi, a 17 punti e con otto lunghezze di vantaggio sugli inseguitori, hanno praticamente in cassaforte il quarto di finale in casa e faranno visita proprio a Bordeaux; ne può approfittare Ulster, sebbene i nordirlandesi dovranno sfidare i Chiefs. fanalino di coda a sei punti ma potenzialmente pericolosi per Pienaar&co. Dal canto loro, in caso di vittoria al Sandy Park di Exeter e di successo di Clermont, la franchigia di Belfast si giocherebbe il tutto per tutto per lo spot di migliore seconda in casa contro Bordeaux.

 

 

Inversione di tendenza?

L’edizione 2016/17 della Champions Cup potrebbe essere quella del riscatto delle squadre celtiche. Nelle ultime quattro edizioni, il torneo celtico è stato quello rappresentato da meno squadre ai quarti di finale della coppa regina: una sola nelle ultime due edizioni, tre (come le francesi) nel 2014 e due nel 2013, dopo l’exploit dell’anno prima (2012) con ben cinque celtiche ad occupare gli otto posti disponibili per i quarti di finale (si era ancora nell’era Heineken Cup). Dal 2013 ad oggi (ultime quattro edizioni) la Francia ha sempre qualificato tre squadre, mentre a farla da padrona nelle ultime due edizioni sono state le inglesi con quattro qualificate ai quarti: emblematico lo scorso anno, quando Racing92 a parte le semifinali furono un affare tra inglesi.
Oggi però lo scenario sembra in parte diverso e la bilancia pende più dalla parte celtica, grazie al buon momento delle irlandesi (Munster, Leinster e Connacht tutte in corsa per un posto ai quarti) e alla solidità di Glasgow. Per quanto riguarda le inglesi, a parte le corazzate Wasps e Saracens, difficilmente vedremo club di Premiership ai quarti: non Sale, Northampton ed Exeter (ad oggi ultime dei rispettive gironi), ma probabilmente nemmeno i Tigers. La Francia fa la voce grossa con Clermont e forse Tolosa, mentre per Tolone e Montpellier tutto è ancora da scrivere. Senza contare la delusione Racing92, ancora a secco di punti e vittorie.

 

 

Il palinsesto televisivo

Venerdì 13 gennaio: Leinster v Montpellier (20:45, diretta Sky Sport 3 e Sky Sport Mix)
Sabato 14 gennaio: Connacht v Zebre (14.00, diretta Sky Sport 1)
Sabato 14 gennaio: Wasps v Tolosa (16.15, diretta Sky Sport t 2)
Domenica 15 gennaio: Tolone v Sharks (16.15, diretta diretta Sky Sport 2)

 

 

Classifica Champions cup

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

16 anni fa, “la mano di Rob Howley” per quella leggendaria meta nella finale di Heineken Cup

Uno dei momenti più incredibili nella storia della massima competizione europea

23 Maggio 2020 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Rivoluzione in vista per la Champions Cup?

Aumenterebbero le squadre in corsa e sarebbe stravolta la formula. Per ora arrivano segnali positivi

15 Maggio 2020 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Champions Cup: come funzionerà la prossima edizione?

Mentre i club di Top 14 decidono le norme per la qualificazione, la coppa regina potrebbe cambiare format

6 Maggio 2020 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Undici anni fa il Bloodgate, uno degli scandali più clamorosi nella storia di Ovalia

Una delle pagine più buie, in tempi recenti, dello sport ovale

12 Aprile 2020 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Coppe europee: rimandate anche semifinali e finali

Sarebbero andate in scena il primo ed il quarto weekend di maggio

24 Marzo 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Champions Cup: Saracens, abbiamo un problema (ma non è il monte salari)

L'EPCR ha convocato un'udienza disciplinare a causa di un permesso di lavoro nel Regno Unito scaduto ad un giocatore degli inglesi

7 Febbraio 2020 Coppe Europee / Champions Cup