Ventidue partite e un primo bilancio: le franchigie al giro di boa

Situazione opposta in casa Benetton e Zebre. Così come il calendario del prossimo mese…

benetton treviso

ph. Benetton Treviso

La stagione del Pro12 è arrivata al giro di boa di fine anno, con le partite dello scorso weekend a rappresentare l’ideale spaccatura in due dell’annata celtica. Dopo le dodici partite disputate (dieci per le Zebre, che dovranno recuperare contro Connacht e Ulster rinviate entrambe per cause legate al meteo), è possibile fare un primo bilancio sullo stato di salute delle nostre due franchigie. E la situazione non potrebbe essere più diversa.

 

 

Benetton Treviso

Allora era veramente un problema di testa. Viene da pensarlo, guardando alle prestazioni della Benetton post vittoria contro Bayonne. Era il 9 dicembre e da allora la squadra di coach Crowley ha collezionato altre due vittorie consecutive e una sconfitta a testa più che alta contro Glasgow. Sabato contro i Warriors, i Leoni sono stati bravi a reagire alle situazioni negative e potenzialmente taglia gambe che si sono verificate nel corso della sfida, ribattendo colpo su colpo e peccando di cattiva gestione del gioco nel finale dopo aver agguantato il pari a quota 28 a sei minuti dal termine. Una partita che qualche settimana fa Treviso avrebbe perso con un divario certamente maggiore: la sensazione è che il mese di dicembre abbia realmente rappresentato una svolta nella stagione dei veneti. Per tanto tempo staff tecnico e giocatori hanno predicato pazienza e finalmente il primo passo del nuovo corso tecnico sembra sia stato assimilato dai giocatori, nella testa e nelle gambe. E per Sgarbi e compagni il prossimo impegno, tra pochi giorni, è a Newport contro i Dragons, avversario a questo punto alla portata. Poi tocca a Gloucester e La Rochelle in Challenge, sfide difficili ma non impossibili. Tornare con punti importanti da almeno una di queste partite darebbe ancora più fiducia alla squadra, in attesa del ritorno di qualche infortunato e sperando bene per Morisi (ginocchio), anche se tutto lascia presagire un periodo di stop per uno dei più talentuosi centri italiani.

 

 

Zebre Rugby

In casa Zebre la situazione è invece diametralmente opposta. Dopo la doppia più che preventivabile sconfitta di Champions Cup nel back to back con Tolosa, i ducali erano attesi da due sfide entrambe alla portata contro Treviso nel derby di andata ed Edimburgo davanti al pubblico amico del Lanfranchi. Ma più che i due risultati negativi, che sempre ci può stare, è come questi sono maturati che suona come un campanello d’allarme del brutto momento che Biagi e compagni stanno attraversando. Il seconda linea bianconero l’ha detto chiaramente a fine match contro i Gunners, senza usare mezze parole: “Sono molto deluso dalla nostra prestazione, una gara dove dovevamo portare a casa il risultato – ha dichiarato nel post Edimburgo – Prima di tutto dobbiamo noi giocatori fare un’analisi al nostro interno per capire cosa voler ottenere in questa stagione”. E la stagione dei ducali prevede ora un trittico di fuoco: sfida in casa Leinster, poi Champions Cup contro Connacht e Wasps alla ricerca di punti qualificazione. Poi inizia il periodo Sei Nazioni, quando i bianconeri verosimilmente con molti permit affronteranno nell’ordine Ospreys, Scarlets e Ulster, attualmente seconda, quarta e sesta forza del Pro12. Ottenere anche solo una vittoria sarà durissima, uscire a testa alta da gennaio e febbraio è l’obiettivo concreto. La sensazione è che per sempre più motivi questa sia progressivamente divenuta una stagione di transizione, in cui assimilare i tanti nuovi arrivati gettando le basi per la prossima.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Champions Cup: il Benetton Rugby in diretta su DAZN

Si parte sabato 16 novembre, con la trasferta di Dublino contro Leintser

15 Novembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Zebre: Johan Meyer squalificato per due settimane dopo l’espulsione contro i Warriors

Il terza linea tornerà disponibile dal 30 novembre in poi

14 Novembre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: Petrarca Padova al posto delle Zebre? Un’eventualità da non scartare

La squadra veneta potrebbe diventare la seconda franchigia italiana nel torneo celtico al posto del club con base a Parma

13 Novembre 2019 Pro 14
item-thumbnail

Benetton Rugby, il monito di Tebaldi: “Leinster in Champions Cup è un’altra squadra”

Il mediano di mischia non vede l'ora di scendere in campo e dare il suo contributo alla causa biancoverde

13 Novembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Galles: Jonathan Davies e Rhys Patchell salteranno il Sei Nazioni 2020

Grave infortunio al ginocchio per il centro, mentre il mediano d'apertura è stato operato alla spalla

12 Novembre 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Quanto hanno giocato i permit player finora?

Nella prima parte sono stati molto utilizzati da Benetton e Zebre. Intanto, comincia a svilupparsi anche il meccanismo inverso

12 Novembre 2019 Pro 14
  1. tunga 3 Gennaio 2017, 09:18

    ci sarebbero tante cose da dire.
    le fondamenta della franchigia zebre sono solide?
    management………..società staff tecnico dirigenziale.
    fichetti non sarà così non ci sarà la dovuta serenità e piacere da poter trasmettere ai giocatori e al campo.

    • ginomonza 3 Gennaio 2017, 12:07

      solide sarebbero solo che sono state fatte nelle sabbie mobili ! 🙂

  2. onit52 3 Gennaio 2017, 09:19

    Per Treviso e’ fondamentale recuperare gli infortunati ,non ho la più’ pallida idea come possano scendere in campo durante il periodo del 6 Nazioni.
    Sarebbe poi anche dal punto di vista del morale di tutta la squadra ,sapere che Morisi non si e’ fatto tanto male…

  3. Katmandu 3 Gennaio 2017, 09:23

    Per le zebre il problema son i 3/4 cioè la poca qualità che han dietro condiziona parecchio il gioco togliendo le partite di HC sinceramente fuori portata per molte squadre le zebre danno la sensazione di esserci ma di non aver quella capacità di riuscire a concretizzare l’avanzamento preso con gli omoni
    Discorso per TV é leggermente differente, TV per me gioca bene ma manca un Piazzatore affidabile, contro i Warriors allan ha sbagliato tutto e di piú, ma alla mano e in difesa le decisioni che prende son quasi sempre corrette, vero mi si potrebbe opinare che la meta che ha dato il la agli scozzesi é partita da TV avanzante dentro i 22 scoti ma alla fine palla in mano rimane il migliore. Quello che manca a TV, e lo si é visto bene contro Glasgow, é il riuscire a navigare coi sostegni nel gioco rotto. E poi non si può avere una predominanza di gioco e tattica del genere per poi perdere di 7, comunque alla fine stanno mettendo in mostra bei giovani e anche al primo anno di CL rispondono molto bene, penso a Buondonno Sperandio Pasquali Zani
    Ps ma Morisi? Rotto ancora? Si sa qualcosa? Lui si un vero fuoriclasse
    Pps ma on rugby può andare da Zatta e dirgli “hou ma Banks rivelo o no?”

  4. Hullalla 3 Gennaio 2017, 10:21

    Il punto e’ che in tutto il girone di andata di Pro12 le nostre franchigie hanno vinto solamente una partita a testa, o sbaglio?
    Fosse un anno particolarmente brutto si potrebbe anche storgere la bocca e sperare per il meglio, ma questo tipo di risultati e’ ormai diventato la norma… al prezzo di distruggere tutto, ma proprio tutto quello che in Italia sta sotto a queto livello.
    Di parole ne abbiamo sentite tantissime, ma di cambiamenti (in meglio) non ne abbiamo visti e non credo piu’ che possano venire, perche se li si voleva li avremmo gia’.
    Che senso ha continuare cosi’? Solo per mettere quattro soldi in tasca ad una decina di figuri?

    • Katmandu 3 Gennaio 2017, 10:33

      Sbagliato tv ne ha vinte due…… comunque nessuna delle due ha la squadra per arrivare ai PO, ma almeno nella marca i pare stia veramente cambiando qualcosa

      • Hullalla 3 Gennaio 2017, 10:46

        Comunque continuando cosi’ si arriva di nuovo agli ultimi due posti… 🙁 e discuteremo se veramente qualcosa e’ cambiato quando saranno cambiati i risultati, che non e’ la prima volta che “pare” che qualcosa sia cambiato… 🙁

  5. frank 3 Gennaio 2017, 10:31

    Ragazzi ma Morisi….mi piange il cuore.

    Da quel giorno a Cremona pare essere perseguitato dalla malasorte.

    🙁

    • Katmandu 3 Gennaio 2017, 10:34

      Non ti dico che male e che dispiacere quando li a pochi metri l’ho visto saltare da solo e andare a terra…….

    • Hullalla 3 Gennaio 2017, 10:46

      Ci sono notizie piu’ precise sulle sue condizioni fisiche?

  6. leo64 3 Gennaio 2017, 11:07

    Secondo me a Treviso è mancato un centro e una Seconda Linea Ma da inizio stagione e troppi infortuni.Avrebbe potuto vincere una qualche partita in più. Le Zebre le ho viste più di una volta giocare è mancato un po tutto. Forse con il samoano e Beker riusciranno a raddrizzare un po le cose . Ma niente miracoli. Anche quest’anno ultima e penultima .

  7. malpensante 3 Gennaio 2017, 11:28

    Ventidue partite, quarantatre in due, vinte 3 di cui una tra loro. Ma non c’è da preoccuparsi: Treviso ha fatto lo shampoo alla testa e adesso è libera&bella, e le Zebre sono in “una stagione di transizione”, “amalgamano i nuovi” e “gettano le basi”. L’umorismo non manca.

    • malpensante 3 Gennaio 2017, 11:52

      Fato male i conti sull’anno solare, ma cambia niente.

    • mamo 3 Gennaio 2017, 12:09

      Buon anno Mal,
      a mio parere sei troppo severo.
      Se da un lato è incontrovertibile che di vittorie se ne siano raggiunte poche, dall’altro ho (ovviamente mia opinione) la netta sensazione che al Benetton sia cambiato veramente qualcosa rispetto agli ultimi anni; un qualcosa che, se vuoi lentamente, sta pian piano trasformando 15/20 giocatori in una squadra, una vera squadra dove per tale si deve intendere un gruppo che è capace di interagire per un obbiettivo.
      Le Zebre le ho viste dal vivo solo nel derby e sinceramente non credo che quella partita possa far testo. Alla tv, per quanto si possa capire di una partita vista sullo schermo, mi erano sembrate pure loro qualcosa di meglio degli scorsi anni, quantomeno per la voglia di giocare la palla.
      Del resto i giocatori che abbiamo sono quelli e da quelli, dai più quantomeno, non possiamo pretendere sfracelli ma solo, credo, una crescita via via sempre più veloce.
      Non credo che il mio sia ottuso buonismo (sull’ottuso non metto la mano sul fuoco) ma sano realismo (idem sul sano) perché ho l’impressione che Crowley sia partito dall’ABC per poi passare ai “pensierini”, ai “riassunti” e, speriamo, ai “temi”.

      • malpensante 3 Gennaio 2017, 12:32

        Buon anno anche a te.

      • ginomonza 3 Gennaio 2017, 12:56

        .azzaruola mamo, mal è l’ottimismo fatto persona 🙂 🙂

      • Hullalla 3 Gennaio 2017, 13:01

        Io spero con te, ma bisogna sottolineare che al primo anno di Celtic League, con una squadra di Eccellenza, Treviso ha fatto molto meglio che negli ultimi anni, lasciandosi alle spalle squadre che oggi come oggi possono fare paura a tutti in Europa (nonostante dei paletti federali sui giocatori impiegabili nei vari ruoli mica da ridere e finanziamenti federali nettamente inferiori).

    • alfieri75 3 Gennaio 2017, 17:04

      Alle Zebre manca una societa’ per cui tutto rende al 50%. Anche i giocatori. Visto che la “gestione” federale non e’ all’altezza da anni (senza entrare nel tecnico o nel finanziario, basterebbe contare il numero di bagni aperti nell’intero stadio) si spera che si possa passare la mano a qualcuno al piu’ presto. Esiste qualcuno? Mal?
      Comunque nonostante tutto (sconfitte…e bagni) mi pare che il pubblico sia cresciuto rispetto agli anni scorsi e qualche partita la potevano anche portare a casa. Insomma, c’e’ sempre speranza…. quindi speriamo.

    • Giovanni 3 Gennaio 2017, 21:45
  8. Jock 3 Gennaio 2017, 14:41

    Treviso ha l’ organizzazione e alcune persone giuste nei posti giusti, per far segnare miglioramenti visibili; una panchina ancora corta e da sistemare, una campagna più ricca da lanciare. Se Gilberto e Luciano intendono tirar fuori soldi. Il problema veramente grave sono le Zebre, perché la
    Società è veramente messa male, gli stipendi sono incerti, e questo peserà inevitabilmente sul rendimento. Ed è una grave questione per tutti. E non c’è cicoria.

  9. fracassosandona 3 Gennaio 2017, 15:09

    Treviso ha la invidiabile media di 35 punti subiti a partita.
    Purtroppo ne segna molti meno di metà.
    Mezza squadra perennemente rotta.
    In effetti sono il solito gufo che non riesce a intravedere il trend positivo.

    • mamo 3 Gennaio 2017, 15:24

      vabbé, che sia comunque un buon anno anche per te, Gufo Piavoto

      • fracassosandona 3 Gennaio 2017, 17:02

        auguronzi di cuore anche a te…
        Gloucester il 14?
        tanto per confermare l’assioma “vado allo stadio per vedere gli avversari della mia squadra”…

        • mamo 3 Gennaio 2017, 17:50

          Certo che si, sarebbe da pazzi non assistere a una partita di Coppa visto che lí abbiamo una striscia vincente 😉

  10. arali 3 Gennaio 2017, 18:39

    Come dire? spero di sbagliarmi e che la redazione ci veda più lungo di me, ma io dopo la partita TV/Glasgow non è che fossi proprio entusiasta di quanto visto. Forse vedo il bicchiere mezzo vuoto, ma la sconfitta onorevole mi è sembrata più o meno in linea con le prestazioni precedenti, appena sale il livello degli avversari

Lascia un commento