Sudafrica, Allister Coetzee non molla: non sono l’unico responsabile

Il ct degli Springboks si difende dagli attacchi ma è pronto anche a lasciare il posto. E sui giocatori overseas…

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

I numeri ormai sono ben noti: otto sconfitte su dodici partite, appena il 33% vittorie e, in generale, la sensazione di aver assistito alla stagione di uno dei peggiori Sudafrica della storia. In primis sul banco degli imputati c’è inevitabilmente Allister Coetzee, incapace di dare continuità all’ottimo lavoro svolto da Heyneke Meyer fino all’ottobre dello scoso anno e reo di aver compiuto diverse scelte discutibili sia in campo che fuori con le convocazioni. Anche dopo la sconfitta contro il Galles, tuttavia, il 53enne allenatore degli Springboks si è dimostrato piuttosto tranquillo davanti alla stampa: “Se mi giudicassero come l’unica ragione per la crisi della squadra, allora lascerò il mio posto – ha dichiarato – Non ho paura di nulla, ad essere onesto. Dobbiamo capire che non può essere soltanto una persona a prendersi le responsabilità per tutto ciò”.

 

“Dobbiamo elevare gli standard – ha continuato Coetzee – Springboks è sinonimo di eccellenza. Abbiamo bisogno di essere sicuri che, qualunque sistema mettiamo in piedi, i giocatori possano avere delle basi per raggiungere il massimo”. L’ex tecnico degli Stormers si è soffermato anche sulla questione dei sudafricani impegnati nei campionati esteri, per i quali secondo lui ci dovrebbe essere una migliore gestione. “Questo tour ci ha insegnato un paio di cose, ad esempio sul coinvolgimento dei giocatori overseas. Non sappiamo in che condizioni arrivino, ad una sola settimana dai test match. Sono degli ottimi giocatori, ma in qualche modo dobbiamo mettere a punto un sistema più efficiente per monitorarli, altrimenti dovremmo rivedere il loro impiego. Questa è tuttavia una decisione politica che è sta discutendo la Federazione”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

The Rugby Championship U20 2024: Junior All Blacks campioni

I neozelandesi vincono la prima edizione del torneo giovanile e chiudono senza sconfitte

12 Maggio 2024 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

The Rugby Championship Under 20 2024: i risultati della 2° giornata

Nuova Zelanda davanti a tutti in classifica, Sud Africa a secco di vittorie

7 Maggio 2024 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Il calendario, gli orari e la formula del Rugby Championship 2024

Ordine delle partite un po' particolare, ma Sudafrica, Argentina e Australia sono pronte a mettere in discussione il dominio degli All Blacks

16 Aprile 2024 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

The Rugby Championship Under 20 è realtà: il debutto a maggio 2024

La prima edizione si giocherà in Australia con la formula Round Robin e un torneo spalmato in 10 giorni

27 Marzo 2024 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Il Sudafrica pensa a un pilone di 150kg per i prossimi test match estivi

In vista dei prossimi test match estivi e del Rugby Championship i campioni del mondo hanno in serbo delle novità "giganti"

14 Febbraio 2024 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship: battaglia a Johannesburg, Sudafrica batte Argentina 22-21

Partita durissima all'Ellis Park, dove gli Springboks vincono di un solo punto

29 Luglio 2023 Emisfero Sud / Rugby Championship