Test Match: ostacoli Giappone e Fiji per Galles e Inghilterra

Qualche esperimento nei due XV di casa che non vogliono però lasciare nulla al caso

giappone galles test match

ph. Toru Hanai/Action Images

Al Principlaity di Cardiff si affrontano Galles e Giappone. Una sfida che vede i padroni di casa partire con i favori del pronostico, anche se i nipponici sono reduci dalla convincente vittoria di Tbilisi. I Dragoni vanno in campo con Williams e Anscombe in mediana, Roberts e Davies ai centri e Halfpenny all’ala con Liam Williams estremo. Capitan Warburton torna al lato aperto, completano il reparto delle terze linee Lydiate e King. Nei nove precedenti otto vittorie del Galles e una del Giappone, l’ultima in ordine di tempo il 15 giugno 2013 a Tokyo (23-8). A Cardiff kick off alle 15:30.

 

Galles: 15 Liam Williams, 14 Leigh Halfpenny, 13 Jonathan Davies, 12 Jamie Roberts, 11 Alex Cuthbert, 10 Gareth Anscombe, 9 Lloyd Williams, 8 James King, 7 Sam Warburton (c), 6 Dan Lydiate, 5 Alun Wyn Jones, 4 Cory Hill, 3 Samson Lee, 2 Scott Baldwin, 1 Nicky Smith
A disposizione: 16 Kristian Dacey, 17 Rhys Gill, 18 Scott Andrews, 19 Jake Ball, 20 Ross Moriarty, 21 Gareth Davies, 22 Sam Davies, 23 Keelan Giles

Giappone: 15 Kotaro Matsushima, 14 Akihito Yamada, 13 Timothy Lafaele, 12 Harumichi Tatekawa, 11 Kenki Fukuoka, 10 Yu Tamura, 9 Fumiaki Tanaka, 8 Amanaki Mafi, 7 Shunsuke Nunomaki, 6 Malgene Ilaua, 5 Samuela Anise, 4 Kyosuke Kajikawa, 3 Kensuke Hatakeyama, 2 Shota Horie, 1 Satoshi Nakatani
A disposizione: 16 Takeshi Hino, 17 Koki Yamamoto, 18 Heiichiro Ito, 19 Uwe Helu, 20 Shuhei Matsuhashi, 21 Yuhimaru Mimura, 22 Keisuke Uchida, 23 Amanaki Lotoahea

 

 

A Twickenham alla stessa ora va invece in scena il remake della partita che ha inaugurato la Rugby World Cup 2015. Quel giorno finì 35-11, ma da allora le cose sono ben cambiate soprattutto per gli inglese galvanizzati dalla cura Jones. Per la prima volta della nuova gestione vanno in campo Goode e Rokoduguni, in una formazione con alcune novità (Harrison in terza) ma in cui l’ossatura forte è presente al completo: Youngs-Ford-Farrell cerniera di distribuzione, Vunipola numero otto e Hartley a tallonatore. Gli isolani cambiano Volavola in regia sostituito da Matavesi. A Twickenham arbitra Marius Mitrea.

 

Inghilterra: 15 Alex Goode, 14 Semesa Rokoduguni, 13 Jonathan Joseph, 12 Owen Farrell, 11 Elliot Daly, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Billy Vunipola, 7 Teimana Harrison, 6 Chris Robshaw, 5 Courtney Lawes, 4 Joe Launchbury, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley, 1 Mako Vunipola
A disposizione: 16 Jamie George, 17 Joe Marler, 18 Kyle Sinckler, 19 Charlie Ewels, 20 Nathan Hughes, 21 Danny Care, 22 Ben Te’o, 23 Henry Slade

Fiji: 15 Metuisela Talebula, 14 Benito Masilevu, 13 Asaeli Tikoirotuma, 12 Albert Vulivuli, 11 Nemani Nadolo, 10 Josh Matavesi, 9 Seru Vularika, 8 Akapusi Qera, 7 Peceli Yato, 6 Dominiko Waqaniburotu, 5 Leone Nakarawa, 4 Api Ratuniyawara, 3 Manasa Saulo, 2 Sunia Koto, 1 Campese Ma’afu
A disposizione: 16 Tuapati Talemaitoga, 17 Peni Ravai, 18 Leeroy Atalifo, 19 Nemia Soqeta, 20 Naulia Dawai, 21 Eremasi Radrodro, 22 Nikola Matawalu, 23 Kini Murimurivalu

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sudafrica: il programma di preparazione degli Springboks in vista del 2021 internazionale

I campioni del mondo iniziano a mettere nel mirino i British & Irish Lions

item-thumbnail

All Blacks: lungo stop per Sam Cane

Per il capitano dei 'tuttineri', Super Rugby Aotearoa finito ed impegni estivi con gli azzurri a fortissimo rischio

item-thumbnail

British & Irish Lions, parla O’Driscoll: “Farrell? In questo momento lo terrei fuori”

La leggenda irlandese esprime il suo parere sulle possibili convocazioni del reparto trequarti della selezione d'oltremanica

item-thumbnail

Galles, Josh Navidi: orgoglio, analisi e rammarico al termine della partita contro la Francia

Il terza linea dei Dragoni fotografa il momento della sua squadra e della ricostruzione firmata da Wayne Pivac

item-thumbnail

Manu Tuilagi vuole rientrare…ballando la salsa!

Il trequarti inglese ha scelto un modo molto particolare per recuperare dall'infortunio che lo tiene fuori dallo scorso settembre