Sudafrica, un 2016 da dimenticare: la peggior stagione negli ultimi dieci anni

Intanto Coetzee difende le scelte operate contro l’Inghilterra. Per la sfida all’Italia ritorna in gruppo Bryan Habana

ph. Action Images/Toby Melville

ph. Action Images/Toby Melville

La sconfitta contro l’Inghilterra non ha fatto altro che alimentare ulteriormente le polemiche intorno al Sudafrica, atteso sabato a risposte importanti all’Artemio Franchi di Firenze contro l’Italia di O’Shea. Le scelte operate da Allister Coetzee per quanto riguarda la formazione iniziale e il gameplan da seguire a Twickenham sono state aspramente criticate in patria, anche perché hanno portato gli Springboks al sesto ko del 2016 su dieci partite giocate (pareggio con i Barbarians escluso), che in termini percentuali pone già l’annata attuale come la peggiore dell’ultima decade nonostante i due test ancora da disputare (oltre all’Italia ci sarà anche il Galles). Al momento, i Boks hanno vinto appena il 40% delle sfide e, nella migliore delle ipotesi, raggiungerebbero soltanto il 50% di successi stagionali, il dato più basso dal 2006 (allora fu del 41,66% sotto la guida di Jake White).

 

A protezione della squadra si è posto coach Coetzee, che ha commentato la prestazione dei suoi contro gli inglesi difendendo la sua strategia di gioco, in cui a suo modo di vedere non ci sarebbe nulla di sbagliato. “Le cose non cambieranno semplicemente solo con dei cambi. È possibile modificare la formazione ma si creerebbero situazioni in cui i giocatori commetterebbero gli stessi errori. Non è la prima volta che mi trovo a dover affrontare momenti difficili, bisogna affrontarli nella maniera giusta – ha dichiarato l’ex ct degli Stormers in conferenza stampa – Siamo dispiaciuti del fatto che la squadra non ha mantenuto la performance dei primi trenta minuti. Gli avversari non apparivano pericolosi in quel periodo. Abbiamo fatto un errore e la gara è cambiata, ci siamo deconcentrati una seconda volta e l’Inghilterra ha segnato ancora. Un errore non forzato ci ha messo nella posizione di dover rincorrere”.

 

Intanto, nel gruppo di convocati in vista del match contro gli azzurri si rivede Bryan Habana, assente a Twickenham ma abile e arruolabile per la sfida di Firenze. La formazione degli Springboks verrà annunciata giovedì.

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Sam Whitelock non ha ancora finito: l’ultima è con i Barbarians

Il seconda linea chiude la propria carriera con il test match del club a inviti contro le Fiji

item-thumbnail

Summer Series 2024: Tommaso Boni convocato con gli USA

Dopo l'esordio dello scorso anno, ecco la conferma nel gruppo delle Eagles per il trequarti centro ex Zebre

item-thumbnail

Summer Series 2024, Sudafrica: 9 giocatori sono al momento fuori per infortunio

Rassie Erasmus deve fare i conti con un'infermeria pienissima

item-thumbnail

De Allende già carico per Sudafrica-Irlanda: “I media irlandesi ci mancarono di rispetto, ce lo riprenderemo”

Il centro sudafricano rievoca brutti ricordi del passato e avverte: "Sembrerà una guerra"

item-thumbnail

La Georgia under 20 ha demolito l’Inghilterra in un test pre-Mondiale

Sconfitta clamorosa per i detentori del Sei Nazioni di categoria, che affondano 45-17 contro i Junior Lelos

item-thumbnail

Summer Series 2024: i 37 convocati della Scozia

Gregor Townsend affronta il tour nelle Americhe con 10 esordienti