Il CONI apre un procedimento: indagati Gavazzi e il Consiglio FIR

Sotto inchiesta gestione e contabilizzazione del Fondo di Solidarietà. La FIR: nessuna violazione, contestazioni infondate

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

La Procura Nazionale dello Sport ha notificato un avviso di fine indagini preliminari e “intenzione di procedere al deferimento” nei confronti del Presidente della FIr Alfredo Gavazzi e di altre dieci persone (Stefano Cantoni, Fabrizio Gaetaniello, Antonio Luisi, Michele Manzo, Franz Von Degerfeld Mauthe, Andrea Nicotra, Antonio Saccà, Paolo Vaccari, Susanna Vecchi, Maurizio Zaffiri). Le indagini sono partite dopo l’esposto di Gianni Amore circa le presunte irregolarità nella gestione e contabilizzazione del Fondo di Solidarietà, istituito nel 2000 per il sostegno economico a favore degli atleti tesserati vittime di gravi infortuni di gioco. “Dalla complessiva attività di indagine e dalla acquisizione degli atti e documenti appaiono emergere condotte in violazione delle seguenti disposizioni regolamentari”, si legge su Repubblica che riporta la notizia (che OnRugby può confermare) e parti del documento (da cui sono presi i virgolettati). La Procura ha pertanto deciso di “non dovere, allo stato, disporre l’archiviazione del procedimento”, predisponendo “l’intenzione di procedere al deferimento”. Questi gli illeciti oggetto di indagine: “per avere gestito alla stregua di ricavi e costi tipici della gestione federale le risorse finanziarie versate dalle società affiliate e destinate ad alimentare il Fondo di Solidarietà”; “per avere alterato e/o falsificato i documenti richiesti dal Collegio dei revisori dei conti e allo stesso prodotti e nella specie i bilanci federali annuali per gli anni dal 2007 al 2014 (quest’ultimo approvato il 29 aprile 2015), in particolare avendo alterato il risultato dell’esercizio includendo tra i componenti positivi di reddito i versamenti effettuati dalle società di cui sopra destinati ad alimentare il Fondo di solidarietà che per previsione regolamentare avrebbe dovuto essere autonomo rispetto al bilancio federale”.

 

OnRugby ha contattato la FIR che prende una posizione attendista: quello del CONI è un atto dovuto e attendiamo lo svolgimento del normale iter del percorso giudiziale, fanno sapere a questo sito dalla Federazione.

 

Update ore 21.46: in merito alla vicenda la Federazione ha diffuso un comunicato che riportiamo di seguito.

In relazione a quanto pubblicato da alcuni organi di stampa circa l’avviso di conclusione delle indagini preliminari da parte della Procura Generale dello Sport, la FIR, consapevole di non aver commesso alcuna violazione, precisa che risponderà presso le sedi competenti per dimostrare l’insussistenza e l’assoluta infondatezza di quanto le viene contestato. 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Parla Marzio Innocenti: “Nessun Pronti al Cambiamento 2. Rispetto Gavazzi, ma abbiamo idee diverse”

Il presidente del Comitato Veneto conferma la propria candidatura e chiarisce le ragioni della frattura con Palc

3 dicembre 2018 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

La FIR ha approvato il bilancio consuntivo 2017

L'anno contabile, come da previsione del bilancio preventivo, si chiude in attivo.

11 ottobre 2018 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Marzio Innocenti ha lasciato Pronti al Cambiamento

Innocenti era il leader del principale movimento di opposizione politica ovale. La decisione presa durante l'ultima assemblea

10 settembre 2018 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Gli staff tecnici di nazionali e Accademie per la stagione 2018/2019

Un nuovo allenatore per la nazionale femminile di rugby seven. Confermati gli altri head coach

23 luglio 2018 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

FIR e Credito Sportivo firmano la convenzione per l’impiantistica

Siglato l'accordo che riguarda riqualificazioni di strutture e acquisti di attrezzature per l'alto livello

18 luglio 2018 Rugby Azzurro / Vita federale