La maturità ai Wasps, la nuova avventura alle Zebre e l’obiettivo azzurro: parla Carlo Festuccia

Abbiamo intervistato il tallonatore aquilano, rientrato in Italia dopo le stagioni in Inghilterra con le vespe

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Mr Ian 18 Luglio 2016, 08:42

    Bellissima intervista….poco da aggiungere sui contenuti, se non che il vero passo in avanti del rugby italiano sarà la professionalizzazione di tutti gli aspetti legati al rugby, soprattutto quelli fuori dal terreno di gioco. Purtroppo in una realtà molto federalizzata come la nostra questo sarà molto difficile. Spetterebbe ai club fare questo passo, speriamo nel più breve tempo possibile

  2. lucadiscepolo 18 Luglio 2016, 10:03

    Forza Carlo! Speriamo che con le Zebre continui sul livello che hai raggiunto ai wasps!! In bocca al lupo

  3. Hullalla 18 Luglio 2016, 10:52

    Strano che tutti parlino della differenza che c’e’ tra Italia e Estero per quanto riguarda l’organizzazione fuori dal campo e l’importanza delle dirigenze… chissa’ per quanto tempo continueremo a fare orecchie da mercante…

    • ginoconsorsio 18 Luglio 2016, 15:18

      Bella domanda. Perché nessuno lo chiede a mr. G.che vuol comandare anche in casa d’altri? Che non si venga a dire che lui mette i 4 milioni perché non sono suoi….

      • Hullalla 18 Luglio 2016, 15:55

        Effettivamente pero’ ne’ in FIR, ne’ alle franchigie mi pare che si brilli per quanto concerne la professionalita’ delle dirigenze.

        Magari anziche’ acquistare giocatori tutti a verificare dal Sudafrica a un tanto al kilo, si potrebbe ingaggiare qualche dirigente professionista ed esperto per dargli veramente il potere di migliorare le cose. Magari.

  4. malpensante 18 Luglio 2016, 11:38

    Ben tornato, a casa.

  5. Geddar 18 Luglio 2016, 11:38

    Assurdo che un giocatore di valore (figuriamoci quelli di non valore….) abbiano bisogno di giocare in Italia per essere presi in considerazione…..

  6. lupin 3 18 Luglio 2016, 11:44

    un grandissimo campione dentro e fuori dal campo … come tifoso dei Wasps ho seguito le partite di streaming ed ho ammirato un giocatore efficiente senza fronzoli perfetto in touche ma mi ha impressionato durante un DH di 2 anni fa quando cazziò tutta la squadra che aveva perso la partita all ultimo minuto con i Sarries subendo una meta dai 22 avversari con palla in loro possesso .un vero leader by example !!!!

  7. berton gianni 18 Luglio 2016, 12:25

    Festuccia si conferma persona in gamba, con la testa sulle spalle.
    Non si e’ sfogato vs. J.& B. ed e’ un altro punto a suo favore.
    Mi piace molto aver letto un concetto espresso da O’Scena : la carta d’identita’ non va in campo…

    AdG & Mez free.

  8. gsp 18 Luglio 2016, 13:24

    Cmq, c’e’ molta competizione tra i tallonatori e fa sempre benissimo. Ormai ce ne sono almeno 6, in una stima conservativa.

    O’S, il problema carta d’indentita’ non se la pone, chiedere a Nick Easter.

    bentornato Carletto, ti aspettiamo. forse con lui sarebbe stato un altro mondiale. Sempre arrabbattato, ma leggermente diverso.

    @redazione, questa modo di moderare non funziona, penso ormai si veda in modo abbastanza chiaro. ovviamente e’ una scelta vostra, pero’ cosi’ manca di logica e uniformita’ di applicazione.

    • try 18 Luglio 2016, 14:06

      che palle…

    • Hrothepert 18 Luglio 2016, 14:55

      In che senso gsp?
      Intendo circa il modo di moderare, cos’ altro mi sono perso?

      • gsp 18 Luglio 2016, 15:26

        bannato @Mez, per ragioni che puoi trovare sul post di Bacchin di alcuni giorni fa. sostanzialmente perche’ e’ un rompic….. Che non sorprende nessuno e lo sa anche lui, pero’ diventa tutto aleatorio come criterio. soprattutto conoscendoci un po’ tutti qui, il meno rompipalle da le paghe a Gabriele Paolini.

        • Hrothepert 18 Luglio 2016, 15:48

          Ah si, quello lo sapevo e mi sono già espresso, premesso che il blog è loro e ne possono disporre a loro piacimento, hanno bannato mez, che, magari alcune volte si lasciava andare a qualche ruvidezza di troppo con altri utenti, ma che tra OnRugby ed il Grillotalpa postava da anni ed anni, e vengono tollerati utenti che esprimono soltanto provocazioni urlate, oltranzismo, maleducazione e chi più ne ha più ne metta, effettivamente questo lo capisco poco anche io, ma ripeto alla fine è roba loro e ne dispongono a loro piacimento.

          • gsp 18 Luglio 2016, 16:46

            concordo.

        • vecchio cuore neroverde 19 Luglio 2016, 08:42

          scusa, non ho trovato il post
          rompo il silenzio solo per conoscere l’addebito

  9. vecchio cuore neroverde 18 Luglio 2016, 14:55

    Caro festuccia
    Se torni per una stagione ha un senso
    La partita della staffa no

  10. giobart 18 Luglio 2016, 15:16

    E’ verissimo se uno è forte a 32 o 35 anni perché non convocarlo? Pazzie del rugby, forza Carlo!

    • Hullalla 18 Luglio 2016, 15:58

      Basta che non lo convochi per poi lasciarlo in tribuna nonostante questo avesse dimostrato di essere fisicamente il piu’ in forma di tutti (come Mauro).

  11. And 18 Luglio 2016, 15:20

    Brunel si conferma un figlio di … tralasciando la cosa che finisco come Mez a me Festuccia è sempre sembrato superiore anche a Ghiraldini nel lancio, particolare non da poco…la sua esclusione dalla Nazionale è stata paradossale se pensiamo che la partita decisiva contro l’Irlanda ai Mondiali l’abbiamo persa x lo + lì, in touche! è grottesco presentarsi ai Mondiali con una fase così importante del gioco completamente allo sbaraglio! Vergogna Brunel!

  12. xnebiax 18 Luglio 2016, 17:58
  13. ermy 18 Luglio 2016, 22:50

    Solo un irresponsabile poteva convocare un Giazzon avendo a disposizione Festuccia, ma lo ha fatto anche con Cittadini e Rizzo!
    Un vero e proprio irresponsabile… che per fortuna non vedremo più in Italia.

  14. Airone valle Olona 19 Luglio 2016, 00:07

    Grande Carlo.
    Bella intervista parole chiare niente di banale.
    Ben tornato!

  15. Tia 20 Luglio 2016, 09:06

    Sono molto contento che Festuccia torna a Parma. Ma dall’altro lato è una notizia che mi preoccupa un po’… probabilmente sta a significare anche che Manici ha tempi di recupero più lunghi del dovuto. Che non ci sia qualche problema…?

    Boh…

Lascia un commento

item-thumbnail

Video: OnRugby Relive, la larga vittoria delle Zebre a Newport – Pro14 ’19/’20

Rivivi il brillante successo dei Multicolor contro i Dragons

5 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Il momento di Federico Mori, tra Nazionale, popolarità ed una famiglia di campionissimi

Abbiamo parlato con il giovane azzurro, nella cui crescita c'è anche lo zampino dello zio Fabrizio, fuoriclasse dell'atletica leggera

5 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre, Paolo Pescetto: “C’è competitività nel ruolo d’apertura. Vorrei acquisire leadership e ritmo”

L'ambientamento, gli obiettivi per il futuro e gli idoli di infanzia: il trequarti parla a cuore aperto

1 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Come funziona con i Permit Player delle Zebre Rugby?

Le differenze pratiche e semantiche rispetto ai Leoni

30 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

A che punto sono gli infortunati delle Zebre?

Ne abbiamo parlato con Rocco Ferrari, responsabile medico della franchigia ducale

29 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre, Alessandro Fusco: “Al lavoro su velocità, capacità decisionale e comprensione del gioco”

Il mediano di mischia ha voglia di misurarsi con la realtà del Pro14

25 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby