Sudafrica: le porte per la RWC 2023 non sono chiuse, parola di Jurie Roux

Il Ceo della SARU ha commentato il blocco indetto dal ministro dello sport

ph. Reuters / Eddie Keogh

ph. Reuters / Eddie Keogh

Il numero uno della SARU, Jurie Roux, è intervenuto in merito al ‘blocco’ istituito dal ministro dello sport Fikile Mbalula per l’organizzazione di eventi internazionali in Sudafrica, causato dal mancato raggiungimento di alcuni obiettivi da parte della federazione rugbistica, di atletica, di netball e cricket. “Abbiamo senz’altro tanto lavoro da fare e dovremmo farlo più rapidamente, ma negli ultimi anni abbiamo comunque compiuto grandi progressi” ha dichiarato Roux in un comunicato, in cui ha chiarito come l’annuncio del ministro non riguardi eventi come i test match contro l’Irlanda o le sfide del Rugby Championship. Il Ceo della federazione, inoltre, si è detto ancora fiducioso per la candidatura alla Coppa del Mondo 2023, per la quale è in programma un incontro con Mbalula per valutare le possibili implicazioni nella vicenda. La decisione del ministro, in ogni caso, non sarà riconsiderata prima di novembre.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Eddie Jones sulla finale mondiale: “Nella mia testa la rivedo ogni giorno”

Il CT dell'Inghilterra è tornato sulla partita persa contro gli Springboks, ammettendo che "mi sembra di vedere la Coppa davanti a me"

12 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La multa per la risposta inglese all’haka è “colpa” di Joe Marler

Il pilone inglese ha raccontato - con la consueta grande personalità - di aver mal interpretato il piano studiato la sera prima del match

9 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup: Scozia multata di 70mila sterline per la vicenda Hagibis

La federazione minacciò di intentare causa alla federazione internazionale se non si fosse disputata la gara del girone A

7 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Slow Motion – Speciale RWC: la meta più bella della fase finale

I 90 abbaglianti secondi che sono serviti all'Inghilterra per prendere la testa della semifinale, raccontati nel dettaglio

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Springboks, Tendai Mtawarira saluta la nazionale

Il pilone si ritira dal rugby internazionale dopo la vittoria da protagonista del trofeo più importante

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La storia unica di Makazole Mapimpi, campione del mondo

Cresciuto molto lontano dal rugby che conta, a 27 anni non aveva mai avuto un contratto professionistico. È diventato titolare e protagonista negli Sp...

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
  1. mistral 26 Aprile 2016, 15:18

    si attendono con impazienza prese di posizione della comunità internazionale contro le regole razziste ed antimeritocratiche messe in atto dal governo sudafricano nei confronti della minoranza bianche… scherzi a parte, se questa situazione persiste da una chance in più per ri-vedere la RWC del ’23 in europa da un lato, e per incrementare la colonia sudafricana a Montpellier (e non solo) dall’altro… peccato, il SAF a maggioranza diversamente nera è stata l’unica squadra capace di interrompere la ormai tediosa egemonia neozelandese nel ranking mondiale, e almeno in quello i “tuttineri” continueranno a primeggiare! 😉

  2. Fabio75 26 Aprile 2016, 19:33

    Razziste anche verso coloured e asiatici..
    Gli unici che vanno bene sono i neri (che pero’ non giocano a Rugby.. tranne nell’eastern provence)

Lascia un commento