Polemiche e arbitri di Eccellenza, parla Calvisano

Il numero uno Vaccari dopo le dichiarazioni di Cavinato: qui non ci sono poteri occulti

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Thunderstruck 30 Marzo 2016, 12:13

    Certo che una virgola tra “club” e “di arbitri” l’avrei messa, altrimenti sembra che Vaccari si sia tirato la zappa sui piedi da solo… 😀
    Beh, normale comunque che precisi una cosa che dovrebbe esser scontata, se non fosse stato per SimpatiaCavinato che, com’è suo stile, spala merda sul mondo quando gli gira male ma diventa improvvisamente un paladino se lo fa contro il Re del Male. Finchè lo fanno dei forumisti diventa quasi normale (quasi…), ma un tesserato…
    Se qualcuno teme o è convinto che ci siano verosimilmente due pesi e due misure o occhi di riguardo per qualcuno può tranquillamente fare un esposto ufficiale per togliere sta benedetta sede CNAR da Calvisano e spostarla magari nel cuore del Galles d’Italia, così ci leviamo questa tiritera stucchevole che emerge ogni volta che qualcuno “pensa” di subire qualche torto.
    E onestamente credo sarebbe la cosa migliore, anche se non risolverebbe certo ogni dubbio nelle obnubilate menti dei complottisti.
    Altra cosa è invece pretendere di avere sempre più uniformità nel metro di giudizio arbitrale, cercando (quello sì) di aumentare i minuti effettivi di gioco, altrimenti molte persone si allontaneranno da questo sport strapieno di regole e regolette e sempre meno intuitivo e comprensibile. Quindi poco godibile e televisivo.

    • Stefano S. 30 Marzo 2016, 12:17

      Concordo, però per la mischia servono regole più chiare per tutti (nessuna squadra esclusa). Spinte anticipate, impatti che non cercano la stabilità (come da regole delle nuove mischie) e spinte verso l interno sono all ordine del giorno, e nessun arbitro lo vede 🙁

      • Thunderstruck 30 Marzo 2016, 12:31

        Verissimo. Diciamo che servirebbe anche un pò di collaborazione da parte dei giocatori che, invece di cercare ciò che si tende a definire maldestramente come “mestiere” o “esperienza”, dovrebbero trovare una linea comune per non mettere in difficoltà un referee che onestamente c’ha il suo bel da fare. Magari coordinandosi con stage tra arbitri e associazione rugbisti.
        E come giustamente dicevi, uniformandoci velocemente alle nuove regole peraltro internazionali, altrimenti saremo sempre puniti quando ci si confronterà con club esteri e nazionali.

        • barbin cursari 30 Marzo 2016, 12:58

          concordo con te. costanzo un po’ meno. ma così si vincono le partite. quindi…

    • Heiniken Cup 30 Marzo 2016, 15:09

      Quello che mi colpisce caro Thunder è che quando altri parlano male del “tuo Re del Male” ti inalberi immediatamente, mentre tu cerchi di vederne solo i lati positivi.
      Io non avrei mai spostato la sede del CNAR a Calvisano e nemmeno nel “Galles Italiano”.
      Non la avrei mai spostata, punto e basta.
      Ma la domanda è : perché è stata spostata?
      …. Non siamo tesserati … Siamo appassionati ( vecchi) e ci fa male vedere dove è caduto il rugby italiano.
      Cordialità

      • Thunderstruck 30 Marzo 2016, 16:08

        Solo una cosa: quel “TUO” (riferito al Re del Male) ti prego di tenertelo strozzato in gola. Nessuno è MIO ed io non son di NESSUNO. Non ho servi o padroni e, a differenza tua, non sono avvelenato da ideologie. Se avessi letto il mio commento, invece di scrivere una fesseria, avresti capito che non solo non mi sono INALBERATO ma di quel personaggio vedo tutti i lati, positivi (pochi) e negativi (tanti) che siano. E sì che scriviamo in italiano entrambi, ma è tale il tuo odio verso Lui e la tua antipatia verso certi colori che ti viene comodo associare me a lui.
        Visto che hai evidentemente buon tempo, vai pure a ricercare i miei post dove lo difenderei. Ti do solo una notizia: nell’ambiente sono “rinomato” per essere uno dei suoi più aspri contestatori. Ti auguro buon lavoro, perchè non sarà affatto facile. Buona ricerca.

      • sentenza 30 Marzo 2016, 18:20

        Questa è la ragione principale, e sostanziale per cui un Gavazzi (leggasi qualcuno in generale dirigente o diretta espressione di una società) non dovrebbe essere eletto presidente fir. Perchè sposta “potere”, anche fisicamente, verso quella società. E guarda caso… chi vince?
        Tutte le altre questioni di stile e opportunità nelle dichiarazioni, seppur importanti per il ruolo, vengono dopo.

  2. Stefano S. 30 Marzo 2016, 12:14

    Polemiche davvero inutili, qualche pranzo alla c.house in allegria non è nulla.
    Fossi in F.I.R , per la sfida Rovigo Calvisano designerei un arbitro super partes straniero

    • barbin cursari 30 Marzo 2016, 13:01

      si, fossi in FIR io gli arbitri li porterei a roma e li renderei di fatto autonomi dalla federazione…

    • Maxwell 30 Marzo 2016, 17:24

      Non capisco il motivo per cui un arbitro straniero debba essere super partes ed un “itagliano” no…..
      Tu quando eri a Città del Capo ti sentivi protetto?

    • sentenza 30 Marzo 2016, 18:29

      No, invece i pranzi sono proprio la prima cosa da evitare. Perchè danno immediatamente l’idea di intrallazzo e ammanicamento. Ma del resto lo stile è quello: …”osteria numero mille…Glasgow non fa scintille…”
      Gavazzi è da cacciare per quello, non tanto per i risultati della nazionale.
      Il problema non cambia se si designa un arbitro straniero. Perchè il problema non è chi viene designato ma chi designa.

  3. barbin cursari 30 Marzo 2016, 12:59

    sig. vaccari stia sereno. almeno fino alle prossime elezioni. se va male, allora si potrà agitare. 😉

  4. Katmandu 30 Marzo 2016, 12:59

    Ma gente le regole in mischia son chiare il problema è la poca voglia degli arbitri nel prendere una decisione è far velocizzare il gioco, ma mi sorge un dubbio, come mai anche Mitrea fatica ad arbitrare in eccellenza? Non è che son le squadre per prime a cercare di mettere in croce l’arbitro?

  5. Antonio9 30 Marzo 2016, 14:55

    Peccato, speravo spiegasse l’improvviso malore che ha costretto l’estremo, a gioco fermo e senza alcun contatto ad uscire in Calvisano Petrarca…
    Una simulazione vergognosa che persino nel calcio sarebbe punita.

    Però, se un giocatore ha di questi problemi, o è pronto a qualsiasi porcheria gli chiede l’allenatore, o ha la salute in pericolo, ed in entrambi i casi va fermato.

  6. balin 30 Marzo 2016, 16:24

    Non sprecare fiato e concentrarsi sul Timisoara, vincere quello spareggio sarebbe utile più di tante polemicazze nostrane

  7. fracassosandona 30 Marzo 2016, 16:52

    facciano un bel ticket amore ed innocenti: avranno l’appoggio congiunto della LOVe e dei NPOdD… gli arbitri torneranno a roma, Mr 1,33% potrà faticosamente scalare il restante 98,67% e cesseranno tante evitabilissime polemiche…

Lascia un commento

item-thumbnail

Top 10: le formazioni di Colorno-Lyons e Viadana-Calvisano

Solo due partite nel quarto turno del massimo campionato, ma entrambe importanti e accese da una sana rivalità

27 Novembre 2020 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Top10: anche Fiamme Oro-Petrarca è stata rinviata

Terza sfida del quarto turno a saltare

25 Novembre 2020 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Top10: il programma della quarta giornata, rinviati due match

Saranno tre i match in agenda, con le relative designazioni arbitrali

24 Novembre 2020 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Top10: gli highlights della terza giornata

Le immagini salienti delle partite vinte da Calvisano, Mogliano e Lyons Piacenza

22 Novembre 2020 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Top10, terza giornata: l’analisi di coach e protagonisti

Soddisfazione per Calvisano e Mogliano, amarezza per il finale in casa Viadana

22 Novembre 2020 Campionati Italiani / TOP10