Porte chiuse del Sei Nazioni e porte aperte Lions: parla John Feehan

Il boss del torneo e della selezione chiude ad un allargamento. Per la panchina dei rossi, invece, non esclude nessuno…

ph. Andrew Boyers/Action Images

ph. Andrew Boyers/Action Images

John Feehan è Chief Executive sia del Sei Nazioni che dei British&Irish Lions. Da Londra, dove si è tenuta la presentazione dell’edizione 2016 del torneo più antico, ha parlato sia del futuro del Sei Nazioni che dell’allenatore che guiderà i Lions in Nuova Zelanda.

 

Allargamento Sei Nazioni: “Il Sei Nazioni è una competizione chiusa – ha dichiarato Feehan nel corso della conferenza stampa – e continuerà ad esserlo. Noi non abbiamo un ruolo per quanto riguarda lo sviluppo del rugby in altri paesi, anche se lavoriamo per are una mano a tutti. ma il nostro obiettivo è organizzare un torneo di successo. Al momento le squadre che vi partecipano hanno degli standard che le altre squadre europee non hanno, non abbiamo intenzione di cambiare nulla. Poi certo, mai dire mai, ma al momento nessun orizzonte prevede un’apertura”.

 

Allenatore Lions: “Al momento ha potenzialmente tutte le carte in regola per essere un allenatore dei Lions. Ma per ora dobbiamo aspettare e vedere il Sei Nazioni e i Test Match di giugno, ma ora come ora non escludiamo nessuno”. Così ha parlato Feehan a proposito di Stuart Lancaster alle pagine del Times, sottolineando che al momento anche l’ex tecnico dell’Inghilterra resta tra i potenziali candidati a guidare la panchina nel tour del 2017 in Nuova Zelanda. Su stuff.co.nz si legge che in pole, al momento, resterebbe il tecnico dei Dragoni Gatland, che già ha guidato trionfalmente la selezione in Australia.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Perché Rory Best non canta mai gli inni irlandesi

Il capitano della nazionale irlandese, senza mancare d'ironia, ha spiegato il motivo per cui rimane sempre in silenzio

14 Agosto 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni è vicino ad un accordo da 500 milioni di sterline con CVC

la società d’investimento starebbe per acquisire una quota di minoranza (attorno al 15%)

13 Luglio 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

“La retrocessione al Sei Nazioni? Per ora è impraticabile”

Lo dice Bill Sweeney, il nuovo CEO della federazione inglese, al debriefing stagionale a Twickenham

14 Giugno 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento