Verso il Sei Nazioni: Brunel e Parisse, voci azzurre dal lancio ufficiale di Londra

Il tecnico chiede da subito competitività. Il capitano guarda avanti: bene tre potenziali dieci per il futuro

COMMENTI DEI LETTORI
  1. mamo 27 Gennaio 2016, 17:12

    Ecco, noi riusciamo ad avvicinarci ai trofei o alle coppe solo nelle Fotografie Ufficiali di presentazione 🙁

    • mamo 27 Gennaio 2016, 17:12

      .. noi, non Parisse

      • ginomonza 27 Gennaio 2016, 17:17

        Ed è pure un fotomontaggio! 🙂 🙂

        • mamo 27 Gennaio 2016, 17:21

          Beh, una cosa è certa: l’Irlanda non lo vincerà quest’anno .. mai toccare una coppa prima di vincerla ! (è scienza: porta sfiga).

          https://scontent.xx.fbcdn.net/hphotos-xap1/v/t1.0-9/12651284_461669810690722_849544041957000279_n.jpg?oh=8f7fcf71a78dcca2eed274f3f5890001&oe=573E2BFA

          • mamo 27 Gennaio 2016, 17:53

            In ogni caso i nostri due capitani sono in assoluto i più belli:

            https://scontent.xx.fbcdn.net/hphotos-xpt1/v/t1.0-9/12645022_461669840690719_7274284392231124966_n.jpg?oh=e4ef4a98b83a166e0083f0cb3bdb1761&oe=56FBC7B3

            Ma anche la capitana inglese …

          • socceria 27 Gennaio 2016, 18:07

            E vabbè dai….sono i detentori…non credo in questo caso valga il discorso…! 😀 😀

          • mamo 27 Gennaio 2016, 18:14

            Forse, @socceria, forse. Io fossi stato in loro non avrei comunque sfidato la scienza 😉

          • try 27 Gennaio 2016, 18:41

            perchè la francese e quella irlandese ti fanno schifo…

            bbbrrrrr
            rabbrividiamo

          • Thunderstruck 27 Gennaio 2016, 18:46

            mamo, ti ringrazio per il secondo link.
            Sarà per una mia idiosincrasia di base ma fino ad oggi non avevo mai e poi mai fatto caso a quanto bella potesse essere, nella sua banalità, la maglietta inglese…

          • mamo 27 Gennaio 2016, 19:03

            😀 😀 😀

          • Thunderstruck 27 Gennaio 2016, 19:12

            La francese, try? Stai parlando di quell’incrocio tra Depardieu, Vanzina e Drupi?

          • mamo 27 Gennaio 2016, 19:14

            X @Try.
            Ti do qualche elemento in più sulla capitana francese:
            – Naissance 26 février 1987 (28 ans) à Périgueux
            – Taille 1,56 m
            – Surnom Truffe2
            – Position Talonneur

          • mamo 27 Gennaio 2016, 19:17

            … dimenticavo la cosa più importante, il nome:
            Gaelle MIGNOT.

          • mamo 27 Gennaio 2016, 19:17

            .. e che nessuno osi bannarmi visto che non è colpa mia se si chiama proprio così !

          • minettobia 27 Gennaio 2016, 19:26

            Da donna non posso che confermare che se si vincesse basandosi sulla prestanza fisica, saremmo a posto… 😀

          • socceria 27 Gennaio 2016, 21:48

            @mamo, a questo punto spero proprio che la tua teoria sia falsa, guardando il video di presentazione ho visto che anche Sergione ha fatto le foto di rito con il trofeo….non che speri di vincerlo….però…..

  2. Thunderstruck 27 Gennaio 2016, 18:01

    “…è evidente a chiunque che questa Nazionale è cresciuta molto dal 2000 ad oggi”(cit.)
    A chiunque? Sarà. Secondo me è perchè è cresciuto il rugby in generale. Ma per tutti, soprattutto per quelle del tier2. Altrimenti, proprio come 16 anni fa, non saremmo qui a sperare di piegare la solita Scozia per evitare il cucchiaio. Da allora, nella scala dei valori, non ci siamo mossi di un millimetro se non nel fatto che non prendiamo più cappotti stratosferici. Ma anche quello va al di là della crescita di squadra. I cappotti infatti li rifilano solo a nazioni del terzo mondo, oggi.
    Riguardo il resto delle dichiarazioni direi che la prima preoccupazione è parsa quella di metter le mani avanti riguardo gli infortunati. Ci sono. Si sapeva. Punto.
    Lo spirito può far miracoli. Vedasi il Galles nell’ultimo RWC…

    • mkenny 27 Gennaio 2016, 18:43

      io non sarei così sicuro sulla Scozia che per me farà un buon torneo! mi sembra più alla nostra portata la Francia attualmente…poi magari mi sbaglio!
      dal 2000 ad oggi abbiamo fatto progressi con gli avanti, indietro con la mediana e nessuno con i trequarti! mia personale e umile opinione!

      • Thunderstruck 27 Gennaio 2016, 19:07

        Ci sto riflettendo…
        Andando oltre gli Eroi di Grenoble di pochissimi anni prima dell’esordio al 6N (che a mio avviso erano migliori in tutto rispetto ad oggi, non solo nei reparti ma anche nei singoli), l’Italrugby del 2000 (vincente sulla Scozia) fu piuttosto cambiata. Però la mediana era Troncon-Dominguez. Sicuro che con Gori-Allan(o chicchessia) abbiamo fatto progressi? Sul resto se ne può parlare, in effetti. Però i valori tra noi e gli altri continuano a non spostarsi.

        • pesopiuma 27 Gennaio 2016, 20:06

          Secondo me oggi sul rugby italiano ci sono due diverse valutazioni da fare.
          Una è positiva. Probabilmente rispetto al passato c’è un bacino di giocatori un po’ più largo a cui attingere. Ci sono più giocatori che hanno quantomeno un po’ d’esperienza di alto livello.
          L’altra è negativa: i giocatori di livello davvero alto sono di meno. Infatti quando vanno all’estero difficilmente sono titolari, mentre la generazione di Parisse, dei fratelli Bergamasco, di Canale, di Masi, Castro etc,…da questo punto di vista era più avanti (e fra l’altro si parla di giocatori che a 20-21 anni erano già nel giro della nazionale).
          In soldoni c’è un bacino più ampio di giocatori di livello, ma con meno eccellenze.

        • mkenny 27 Gennaio 2016, 21:03

          di fatto la distanza tra le tier 1 e noi è grossomodo quella!
          sulla mediana sono stato frainteso…troncon e dominguez sono inarrivabili, erano di livello internazionale! invece sul pack siamo più competitivi di prima e penso sia innegabile!
          la nota dolente sono i 3/4…dove le eccellenze sono quasi un miraggio!

    • enricalvisano 27 Gennaio 2016, 20:57

      Mi spiace Thunder ma non concordo
      16 anni fa la Scozia era campione in carica, non sono così convinto fossimo sicuri di batterla (anche se ci siamo riusciti in quell’anno e come sunto totale siamo 9-7 per loro, abbastanza in equilibrio ma solo grave alle tante vittorie negli ultimi 10 anni.
      I cappotti non li prendiamo più? Sei sicuro? Io ricordo Italia-Francia 0-29 e Italia-Galles 17(?) a 62. Io queste le chiamo scoppole, di certo non sono punteggi risicati come potevano essere quelli delle ere Berbizier e Mallett (qualche scoppola la prendevano pure loro, questo va detto). Secondo me c’è stato un sostanziale miglioramento che ha avuto i suoi culmini nel 2007, permettendoci di dimostrare che potevamo giocarcela, e nel 2013, confermandolo. Il problema è che dopo questa conferma ci siamo eclissati, involuti in una maniera pazzesca. Non è solo il rugby attorno a noi che va avanti, siamo anche noi che andiamo indietro. Il 2014 cosa ci ha portato? Il 2015? Le uniche note positive dello scorso anno sono state Murrayfield (la prima volta, non certo la seconda), la buona prova al Millennium nel pre-mondiale e la partita con l’Irlanda. Se vuoi, possiamo metterci anche i primi 60 minuti della Romania, però sinceramente preferirei prendere le partite nella loro interezza, e quella di Exeter ha dimostrato tanti limiti.
      Chiudo dicendo che a me fa morire dal ridere la frase di Brunel “E’ una sfida e la affronto con grande entusiasmo, come ho sempre fatto”! Brunel mi è sempre sembrato entusiasta quanto un soldato mandato in Russia con gli stivali di cartone.

      • mkenny 27 Gennaio 2016, 21:14

        voglio essere ancora piu tragico se possbile. la seconda di Murrayfield ha appannato la prima!
        nel premondiale col Galles loro hanno giocato con la paura di non farsi male e ci hanno rimessi pure halfpenny.
        irlanda e romania no comment..uno scatto d’orgoglio una tantum, che se fosse più frequente renderebbe tutti più felici 🙂

      • boh 28 Gennaio 2016, 07:30

        enri, grazie alla retorica del “gran capo”, molti con gli scarponi di cartone, ci andavano cantando….Non so se hai capito….

      • mezeena10 28 Gennaio 2016, 11:49

        Studia la storia..quella vera! evita di sparare ste cazzate!

        • Redazione 28 Gennaio 2016, 12:29

          @mezeena10 la invitiamo ad esprimere il suo parere/dissenso usando dei toni (e dei termini) diversi.

          La redazione

          • mezeena10 28 Gennaio 2016, 14:18

            Chiedo scusa..mi son fatto prendere la mano..
            non succederà più 🙂

  3. Giovanni 27 Gennaio 2016, 19:07

    Visti gli esiti dei due tornei dello scorso anno, la Barattin avrebbe dovuto avere lo spazio di Brunel e Parisse e loro due quello della capitana azzurra.

    • fabiogenova 27 Gennaio 2016, 19:15

      Stavo pensando la stessa cosa. Il Baffo dice che ha sempre mostrato entusiasmo. A me non è parso negli ultimi due Sei Nazioni, forse un po’ di più ai mondiali

      • mamo 27 Gennaio 2016, 21:52

        A dire la veritá se Brunel al mondiale era entusiasta é riuscito perfettamente a nasconderlo al punto di apparire persino vittima non so di chi o di cosa, forse di se stesso.

  4. minettobia 27 Gennaio 2016, 19:27

    Questo sarà il mio primo sei nazioni che vedrò dal vivo! E non vedo l’ora 🙂
    Saluto le persone che scrivono su onrugby. Leggo da tempo gli articoli e i commenti ma non avevo mai commentato.

  5. fracassosandona 27 Gennaio 2016, 19:42

    non vedo l’ora che finisca questo 6N…

    • ginomonza 27 Gennaio 2016, 20:26

      🙂 🙂 🙂

    • xnebiax 27 Gennaio 2016, 21:06

      😀
      … si può saltare quest’anno? con l’Italia decimata soffro troppo.

    • jock 27 Gennaio 2016, 22:18

      ‘Fettivamente, saranno problemi grossi; sono già agitato e preoccupato. @fracasso; sarai contento per Zanusso, ovviamente; benvenuta a @minettobia, chissà che porti gran fortuna, sarà l’ inizio, senza dubbio, di una passione travolgente. Se posso permettermi, metti insieme una buona compagnia, bevi diverse birre, (@hrothepert è ferratissimo in materia e prodigo di suggerimenti), fuma diversi toscani, tutte cose necessarie. Buon divertimento.

  6. gian 27 Gennaio 2016, 20:38

    certo che se,per caso, viene fuori che l’italia fa una bella figura con 10 esordienti e gente lasciata a casa al mondiale per motivi fumosi, vedi biagi, c’é da chiedersi con che criterio siano state fatte le squadre fino ad oggi

  7. delipe 27 Gennaio 2016, 21:04

    Buonasera,
    Sfrutto questo spazio per fare un grandissimo in bocca al lupo alle ragazze italiane. Ho avuto il grande piacere di assistere alla bellisdima vittoria a Badia Polesine contro le francesi. Grandissima prestazione e battaglia vinta all ultimo minuto. In uno stadio colmo di entusiadmo.
    Brave ragazze.
    Quest anno sara piu dura perche giocheremo tre partite in esterna.
    In ogni caso invito tutti gli appassionati a vivere le partite in tribuna per sostenere questo ottimo gruppo.
    Il 12 febbraio ad Ivrea Italia-Inghilterra
    Il 28 febbraio a Bologna Italia-Scozia.
    FORZA ITALIA DEL RUGBY !
    Cordialità

  8. F.A.L 28 Gennaio 2016, 08:02

    Bah con tutto il rispetto che posso avere verso Sergio e la sua professionalità indiscussa..non mi trovo per niente d’accordo sulle ultime 2 righe.
    Bello vedere giovani che si affacciano alla Nazionale percarità.
    Finiamo sto ciclo con il baffo vah..

  9. 6nazioni 28 Gennaio 2016, 21:44

    gia’ dimenticato il mondiale e le convocazioni del sig. brunel?
    siete veloci nel dimenticare:
    la non convocazione di cedaro,festuccia
    la convocazione in ritardo di favaro
    la mancanza di riconoscenza verso bergamasco,
    la gestione dei ritiri,
    la vittoria del VI regioni.
    quando finisce questo strazio x il ns rugby?

Lascia un commento

item-thumbnail

Italia: missione compiuta a Tonga, ora la prova più difficile

Il successo di Nuku'alofa lancia gli Azzurri verso la sfida contro il Giappone, la più dura del trittico estivo

13 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Le reazioni della stampa estera alla vittoria dell’Italia con Tonga. E i giornali “sbagliano” i fratelli Garbisi

Nonostante la copertura mediatica ridotta, i commenti sulla prestazione degli Azzurri sono positivi, con un piccolo particolare: in molti hanno confus...

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Gonzalo Quesada: “Soddisfatto della partita. Contro il Giappone ci aspetta una grande sfida”

Il capo allenatore analizza la prestazione azzurra contro Tonga e guarda già avanti alla sfida contro i nipponici. Problema fisico per Federico Ruzza

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Come cambia il World Rugby Ranking dell’Italia dopo la vittoria su Tonga

Gli Azzurri ottengono un salto nella classifica per nazionali grazie al successo di Nuku'alofa

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Summer Series 2024: le pagelle di Tonga-Italia

Azzurri non brillantissimi e penalizzati da tanti errori di handling, ma dominanti in mischia e nel punto d'incontro: ne viene fuori comunque una vitt...

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

A Tonga l’Italia non brilla, ma vince senza patemi: finisce 36-14

Ikale Tahi battute dagli Azzurri grazie a una partita dominata nel possesso e nel territorio

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale