Guinness Pro12: il Munster doma l’Ulster, corrono gli Scarlets

A Thomond Park la Red Army supera i “cugini” di Belfast 32 a 28, i capoclassifica battono Newport

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Rabbidaniel 30 Ottobre 2015, 20:54

    Che finale! Comunque un CJ monumentale, un Conway che ha sbracato un po’, ma con Saili che comincia a essere un fattore e il recupero dei nazionali si può essere ottimisti, con un Amorosino in più. G’wan Munster!

  2. Mr Ian 30 Ottobre 2015, 20:55

    Il debutto Father and son c’è stato, ma il ragazzo ha toccato pochissimi palloni, ingiudicabile.
    Dominio totale per tutto il match, ma rimane l amaro in bocca per le troppe occasioni sprecate, due mete a testa per l immenso Phil John e per Cubby Davies, per lui ormai non ci sono aggettivi, attacca, contende, recupera praticamente è ovunque e continua a collezionare premi come mvp.
    Partita tra alti e bassi, dove 4 mete sono anche poche per le occasioni create.
    Continuiamo così, primi in classifica finchè va bene…

  3. Stefo 31 Ottobre 2015, 00:18

    Purtroppo mi sa che dovro’ mettermela via e l’Ulster restera’ un’eterna incompiuta…peccato perche’ sarebbero veramente una bella squadra e che saprebbe giocare bene.

    Munster sempre gran carattere e rabbia agonistica incredibile, con fiammate di gioco niente male anche. Devo dire che O’Leary non mi piaceva 10 anni fa, mi piace ancor meno oggi ma sa fare il suo mestiere, CJ Stander sempre piu’ leader invece, con POC andato ed in assenza di O’Mahony giusto sia lui il capitano…cazzuto come pochi incarna lo spirito Munster alla perfezione.

    • Rabbidaniel 31 Ottobre 2015, 12:50

      Stefo ti voglio bene quando tessi le lodi della Red Army 😀

  4. malpensante 31 Ottobre 2015, 09:48

    Ieri sera visto niente, CJS di sicuro è uno dei pilastri del Munster che sta arrivando, con O’Mahony e Murray. Tornerà Tommy O’Donnell, e ho fiducia nella covata dei ventenni che è quasi pronta. Foley è quello che serviva per rimettere insieme l’armata, dalle basi della piramide: identità ed emulazione. Poi c’è quel che ha scritto con lucidità GDA, e la strada è lunga ma la struttura c’è e le competenze si acquisiscono. siamo messi ancora non bene, ma molto meglio. Nel breve periodo mancherà Felix più di quanto ci manchi POC, Conway è andato malino?

    • Rabbidaniel 31 Ottobre 2015, 11:49

      Conway non un disastro, ma comunica poca sicurezza. La concorrenza con Amorosino potrebbe fargli bene.

  5. pagliacciodighiaccio 31 Ottobre 2015, 19:48

    partita discreta – più per il 4+1 che per il resto.di sicuro non per le difese…

    panzerdivision stander commuovente come al solito. si sta calando bene nei panni del capitano perchè ha il profilo giusto e dimostra grandissimo attaccamento alla maglia e dedizione totale.

    frankie saili sta lentamente crescendo di livello – ora con i nazionali a disposizione iniziano settimane impegnative.

    speriamo in bene

Lascia un commento

item-thumbnail

URC: la formazione di Edimburgo per la sfida con Benetton Rugby

La squadra di Mike Blair, che nelle prime sei giornate ha perso solo a Treviso, ritrova i suoi internazionali

item-thumbnail

URC: con il ritorno degli Springboks, un saggio di come potrebbe essere il torneo

Finora le sudafricane hanno giocato depotenziate. Ora, nonostante le difficoltà, un'anticipazione di quello che ci aspetta

item-thumbnail

URC: un aggiornamento sul calendario del torneo

Le squadre sudafricane anticiperanno i derby previsti inizialmente a febbraio 2022

30 Novembre 2021 United Rugby Championship / Altri club
item-thumbnail

URC: nel quinto turno cadono Ulster e Munster

I risultati delle altre: Leinster ancora imbattuto, Cardiff batte i Dragons nel derby gallese, a riposo le sudafricane

item-thumbnail

URC: si va in Sudafrica, alla fine

I turni 6 e 7 del campionato, originariamente spostati in Italia, saranno giocati nella Rainbow Nation

item-thumbnail

URC, Benetton e Zebre: le formazioni delle rivali Ospreys e Glasgow

I XV di gallesi e scozzesi per le sfide del weekend alle franchigie italiane