Serenità, staff allargato e Eddie Jones: ecco la nuova Benetton

Il Presidente Zatta e il DS Pavanello illustrano alla stampa le novità fuori e dentro il campo. Dove vedremo McLean con il dieci…

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Il Presidente della Benetton Amerino Zatta ha invitato la stampa ad un pranzo/conferenza stampa in cui, assieme al Direttore Sportivo Antonio Pavanello, ha presentato la nuova stagione di Treviso e illustrato alcuni cambiamenti avvenuti a livello societario, presentando l’organigramma e facendo luce sui ruoli dei componenti. Ecco le sue parole, punto per punto:

 

Presente e passato: l’obiettivo è riappropriarci del nostro spirito e il desiderio dimostrare che la Benetton non è quella degli ultimi due anni ma piuttosto quella delle prime stagioni celtiche. Negli anni abbiamo dovuto far fronte a delle problematiche anche non volute, che hanno tolto serenità e tranquillità all’ambiente. Di conseguenza, molti giocatori sono andati via e i risultati sportivi ne hanno risentito. Arrivare davanti alle Zebre non è certo un traguardo, perché dobbiamo fissare più in alto l’asticella. Parliamo dell’ottavo posto, ma la realtà è che vogliamo traguardi importanti. Da tempo, comunque, non si vedeva una simile serenità, se le basi sono stabili le cose non possono che girare meglio: lo dimostra anche il ritorno di molti giocatori.

 

Sul nuovo management: abbiamo capito che a questi livelli serve una struttura profonda con determinati ruoli e posizioni, e che la qualità dell’organizzazione a livello di club si riflette anche nei risultati in campo. Pavanello è una grande risorsa: dopo tante stagioni e tanti anni anche da capitano, abbiamo ritenuto giusto valorizzare la sua figura con il ruolo di Direttore Sportivo. Goosen ha invece il ruolo di Director of Rugby: serviva una figura di raccordo e coordinamento, come quello necessario tra prerparatore atletico, fisioterapista e medico. Non può essere tutto nelle mani del capo allenatore, che deve essere liberato da certe pressioni e incombenze. E il ruolo di Marius è proprio quello di coordinare e informare chi poi deve prendere le decisioni, in modo che abbia un quadro completo per poter prendere quelle migliori.

 

Sulle nuove strutture: abbiamo costruito un campo sintetico per l’allenamento con il freddo, sempre per mettere i giocatori nelle migliori condizioni. La spesa complessiva è stata di 500.000 Euro, dei quali 80.000 Euro arrivati di contributi.

 

Su Eddie Jones: è stato con noi una settimana, ci siamo confrontati molto e mi auspico che possa ritornare in futuro. Treviso gli piace molto, e ha dato disponibilità per altre “capatine”.

 

Queste invece le parole di Antonio Pavanello: l’idea è quella di mettere i giocatori nelle condizioni migliori, perché diano il massimo e possano esprimersi in condizioni ideali. Si sente che l’ambiente è cambiato, c’è serenità e cura del dettaglio: e la differenza con squadre come Connacht sta proprio nell’attenzione per tutti questi minimi aspetti, che riguardano non solo l’allenamento ma anche, per esempio, l’organizzazione più ottimale e meno stancante delle trasferte. Poter contare su uno staff più profondo non può che arricchirci, e a disposizione avremo anche un video analyst: riprenderemo non solo le partite ma a volte anche gli allenamenti. Tra me, Mariug Goosen e Casellato c’è un continuo e quotidiano dialogo. Per quanto riguarda i giocatori, Hayward è il nostro primo calciatore, mentre Luke McLean è tornato anche per provarsi a numero dieci: non è tanto un discorso di giocare apertura, quanto piuttosto di saper amministrare la partita.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Benetton, Michele Lamaro: “Contro Edimburgo è un ottavo di finale”

Il flanker invita a non fare calcoli: "Mettere in campo la miglior versione di noi stessi"

item-thumbnail

Benetton, Menoncello: “Con Edimburgo match da dentro o fuori, conterà molto l’aspetto mentale”

Testa, disciplina e la spinta del pubblico del Monigo: questi i fattori chiave nella partita del 1° giugno

item-thumbnail

Benetton Rugby: il calendario delle amichevoli estive dei veneti

I biancoverdi mettono due test in agenda: uno contro una squadra inglese e l'altro contro una irlandese

item-thumbnail

Benetton, Marco Bortolami: “In Sudafrica abbiamo fatto il nostro. Ora pensiamo a Edimburgo”

Il punto di vista del tecnico all'inizio di una settimana fondamentale per i Leoni

item-thumbnail

Benetton Rugby, Calum McRae: “È la settimana più importante della stagione”

L'allenatore della difesa ha parlato dei temi tecnici in vista dello scontro con Edimburgo