Road to Rugby Championship 2015: i Pumas alla caccia di conferme

L’Argentina di coach Hourcade cerca nuove vittorie. E i risultati ottenuti dimostrano che laggiù stanno lavorando molto bene..

© Andrea Porcu per OnRugby.it

© Andrea Porcu per OnRugby.it

Venerdì 17 luglio, ore 9:35 italiane, Ellis Park. Queste le coordinate d’inizio del Rugby Championship 2015, il torneo dedicato alle quattro regine dell’Emisfero Sud. Nell’anno della Rugby World Cup, un banco di prova certamente stressante per tutti quei giocatori che hanno appena finito il Super Rugby ma anche l’opportunità di mettersi in luce proprio in vista dell’appuntamento iridato, mentre per staff e tecnici un appuntamento ideale per rodare la propria squadra e per arrivare preparati al meglio al kick off londinese del 18 settembre. Il format ridotto prevede la metà delle partite (in stile Sei Nazioni), ma il dato tecnico e lo spettacolo sono assicurati. Come arrivano all’importante appuntamento le quattro squadre protagoniste? In rigoroso ordine alfabetico, iniziamo con l’Argentina.

 

Il 5 ottobre 2014 i Pumas hanno scritto un’altra pagina di storia ovale, centrando dopo tanti tentativi la prima, storica, vittoria nel torneo. A Mendoza, nell’ultima giornata del Championship 2014 e dopo aver accarezzato più e più volte il traguardo, l’Australia usciva sconfitta 21-17.  Il risultato fu il coronamento di un processo iniziato il 18 agosto 2012 con la prima partita di sempre nel Quattro Nazioni per l’Argentina, la cui performance nel torneo testimonia la crescita fatta, con i record di sempre raggiunti la scorsa stagione: più punti in classifica (7), più punti segnati (105) e meno punti subiti (157). Ma, soprattutto, una crescita nel gioco, sia palla in mano che in difesa, e nei singoli, con giovani giocatori divenuti ormai punti di riferimento nell’orbita Pumas, da Tuculet a Montero passando per i vari Lavanini e Montero. Una squadra che ha compiuto nel modo migliore il necessario ricambio generazionale, trovando dopo i vari Roncero, Albacete, Guinazu, Contepomi e via dicendo, i nuovi giocatori su cui costruire le squadra (e i successi) del futuro. Ma torniamo al presente e al torneo che aspetta Creevy e compagni.

 

Coach Hourcade dovrà fare i conti con i diversi e importanti infortunati di breve o lungo termine, che certamente non saranno disponibili per la partita contro la Nuova Zelanda (Hernández, Camacho, Lavanini, Lezana, Valdez, Ezcurra, Matera, Senatore, Montero e Figallo). Ma al di là del risultato finale delle tre partite, per l’Argentina sarà importante trovare buona continuità ma soprattutto non evidenziare certa indisciplina sotto pressione e certi errori difensivi non forzati che la squadra non ha ancora eliminato del tutto, e per lo staff trovare valide alternative in chiave Mondiale. Questo sarà anche l’ultimo Championship prima dell’esordio nel Super Rugby, momento spartiacque nella storia del rugby argentino, e passato il quale i risultati della nazionale dipenderanno quasi esclusivamente dallo stato di forma e dal gioco dei giocatori della franchigia.

Di Roberto Avesani

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Wallabies: Dave Rennie e il dilemma terza linea

Così simile eppur diverso da quello che attanaglia Ian Foster dall'altra parte del mare di Tasman

24 Settembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship 2020: All Blacks, neri di rabbia. Natale in isolamento per loro?

I neozelandesi critici col calendario del torneo, ma la SAANZAR risponde per le rime

24 Settembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship 2020: il calendario del torneo

Si parte il 7 novembre per concludere il 12 dicembre: nel mezzo sfide ad alta tensione ovale

24 Settembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Argentina, verso il Rugby Championship 2020: i convocati

Mario Ledesma compie la prima scrematura riducendo il gruppo a 33 unità

22 Settembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship 2020: Argentina, la marcia d’avvicinamento

Lo staff tecnico dei Pumas ha fatto il punto della situazione dal ritiro di Buenos Aires

18 Settembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Sudafrica: infortuni gravi per un paio di stelle Springboks

Nel post sosta forzata, anche RG Snyman aveva già riportato un problema piuttosto serio al ginocchio

14 Settembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship