La corsa all’assegnazione della RWC 2023: l’Irlanda è ottimista

Il presidente del board organizzatore di Dublino dice di avere già oggi il 40% dei voti necessari

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Sudafrica, Francia, Irlanda e Italia sono le federazioni che hanno annunciato essere interessate all’organizzazione dei Mondiali del 2023. Argentina e – forse – USA le seguiranno. L’iter burocratico è iniziato ufficialmente qualche giorno fa e il primo passo per tutti sarà quello di presentare una dichiarazioni d’intenti entro il mese di giugno.
L’IRFU ha chiamato Richard “Dick” Spring a fare da presidente del board del comitato organizzatore che sostiene la candidatura irlandese. Spring è stato leader del partito laburista del suo paese tra il 1982 e il 1997, più volte ministro e uomo di sport: ha giocato a foorball gaelico, hurling e rugby vestendo la maglia del Munster, dei London Irish e per tre volte anche quella della nazionale alla fine degli anni ’70.
Intervenuto a RTÉ Radio 1, Spring si è detto molto ottimista sull’assegnazione del torneo: “In questo momento credo che possiamo contare su circa il 40% dei voti”.
Spring ha spiegato che ci saranno novità nel numero degli elettori: “Oggi i voti nel board sono in tutto 27, ma saliranno a 35 o 40. Ne sapremo qualcosa di più preciso in autunno. Quello che comunque è certo è che abbiamo costruito ottime relazioni con tanti partner e che il nostro dossier è completo”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019 – Le squadre: Australia

I Wallabies si portano al Mondiale tante incognite, ma anche una grossa quantità di talenti. Cosa emergerà in Giappone?

25 agosto 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Michael Leitch suona la carica per il Giappone

I Giappone e il suo capitano non si nascondono: gli obiettivi per il mondiale casalingo sono davvero ambiziosi

25 agosto 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Aphiwe Dyantyi è risultato positivo a un test antidoping

Il giocatore ha saputo la notizia il 14 agosto e ha chiesto le controanalisi, dichiarandosi innocente

24 agosto 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Scozia: Jim Mallinder sarà il nuovo Director of Performance della Federazione

L'incarico dovrebbe concretizzarsi in tempo già per la prossima Rugby World Cup

23 agosto 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: i 31 convocati dell’Australia

Nessuna esclusione eccellente. C'è David Pocock nel roster, così come la giovane novità rappresentata da Jordan Petaia

23 agosto 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Irlanda, World Cup 2019: il punto sugli infortunati. Non preoccupa Sexton, Carbery in dubbio

Dal ritiro portoghese, i Verdi fanno il punto della situazione sulla situazione medica

21 agosto 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019