Aaron Cruden dice no all’avventura olimpica: “Voglio affrontare i Lions”

L’apertura ha ricevuto un invito formale ad aggregarsi alla squadra di Seven da parte di Gordon Tietjens, ma ha detto no

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Katmandu 12 Aprile 2015, 08:56

    Cruden , scolteme, se Teitjens te vol far zogar a Rio vai! I boccia che stan tirando su i te ‘ncua il posto già ora!

    • mezeena10 12 Aprile 2015, 15:31

      2017 ABs vs Lions..il meglio che il rugby mondiale puo proporre, anche piu di una medaglia olimpica!
      bravo AC!!!

      • ginomonza 12 Aprile 2015, 15:44

        Ehm ehm ehm!

      • Hrothepert 12 Aprile 2015, 19:04

        Io quoto mez, un conto è se alle olimpiadi ci fosse stato un torneo serio di XV ma saltare il Super Rugby le sfide contro i Lions per un torneo, seppur olimpico, di Seven penso anche io che non ne valga proprio la pena.

  2. Il Doge n1 12 Aprile 2015, 10:49

    Ha fatto bene !!!! Giocare contro i Lions capita una volta nella vita ed è un’ appuntamento importantissimo sotto tutti gli aspetti.
    Meglio i Lions che Rio, che in fondo è una medaglietta dal valore effimero. quella di Rio è una sorta di esperimento che attirerà poco. In fondo se anche il curling viene considerato sport olimpico, figuriamoci il rugby seven

    • frank 12 Aprile 2015, 15:18

      Wow Sri un gran sportivo complimenti

    • gsp 12 Aprile 2015, 16:27

      Ecco, abbiamo sminuito un evento mondiale con due millenni di storia, e.con un suo valore ben oltre lo sport, in una medaglietta.

      Poi AC é liberissimo di scegliere.

      • Hrothepert 12 Aprile 2015, 19:11

        Tralasciando il paragone con il Curling, che ha una sua dignità sportiva come gli altri sports, qui il discorso è paragonabile a proporre ad un calciatore di saltare la stagione di Champions League e la Confederations Cup per andare a giocare il torneo olimpico di calcio a cinque.

  3. Rabbidaniel 12 Aprile 2015, 12:21

    Sarò tradizionalista, ma anch’io avrei fatto la stessa scelta.

    • Katmandu 12 Aprile 2015, 12:39

      Rabbi fammi spiegare, Cruden non è la miglior apertura NZ, non lo è mai stata, nemmeno in stato di grazia, al momento almeno 2/3 aperture le vedo più complete di lui, IMHO ovvio, ti stendono un tappeto doratao che porta a Rio…. Io non son sicuro che dopo il mondiale voglion puntare su di lui e i Lions non son proprio dietro l’angolo

  4. berton gianni 12 Aprile 2015, 12:41

    Strana, molto strana questa news.
    La Traibuna lo dava gia’ firmato a Treviso…

  5. Jager 12 Aprile 2015, 12:55

    Chiaro che tra Lions e Olimpiadi la scelta sia per affrontare i primi . La cosa un po’ strana e questa sorta di out-out da parte della federazione , non si poteva propio riuscire a cocigliare le due cose ? Rio sarà anche un esperimento , ma se IRB ( io continuerò a chiamarlo così !) vuole cercare nuove ” mercati ” per il ” prodotto” deve sfruttare il palcoscenico che l’ Olimpiadi offre , insomm un opera di convincimento veso le federazioni per coinvolgerei nel progetto olimpico i grossi nomi sanerebbe auspicabile

  6. Shane McDriscoll 12 Aprile 2015, 13:11

    A me il rugby 7 alle olimpiadi non entusiasma granché. La cosa di England Wales e Scotland che giocano come un’unica squadra non piace, sono 3 delle squadre più forti e così se ne annullano 2. Preferivo i vecchi mondiali di 7, dove ci sono tutte le federazioni più forti e non esistono queste squadre ibride che secondo me non hanno nulla da dire al rugby internazionale

  7. Stefo 12 Aprile 2015, 13:50

    Secondo em fa bene, e non lo dico solo eprche’ a me il 7s non paice molto…i Lions sono un evento unico enlla vita di un’atelta, una volta ogni 12 anni hai la possibilita’ di affrontarli se sei nz, aus o saf…che poi abbia 2-3 giocatori davanti gia’ oggi non ne sono cosi’ convinto @kat

    • frank 12 Aprile 2015, 15:20

      Se fa un gran mondiale resta lui il primo nelle gerarchie AB

  8. ginomonza 12 Aprile 2015, 15:49

    Da quello che vedo dai commenti i rugbisty sono un po’ monomarca 🙂

    • Stefo 12 Aprile 2015, 15:52

      Ah gino, forse hai ragione e sicuramente io ammetto che il fatto che il sevens non mi pigli un granche’ m’influenzi…pero’ dall’altro lato c’e’ poco da fare i Lions sono ogni 12 anni per un giocatore di una delle 3 emsifero sud, le Olimpiadi volendo ogni 4 😉

  9. Alberto da Giussano 12 Aprile 2015, 16:45

    Mi sembra difficile dire da punti di vista diversi dal suo, se ha fatto bene o male. Secondo lui ha fatto benissimo. E siccome non deve rendere conto a nessuno, questo basta e avanza.
    Tuttalpiù potremmo dire, per quel che vale, cosa avremmo fatto noi al suo posto.
    Ciò detto il rugby a 7 non è il rugby a 15. Tanto è vero che il Portogallo batte abbastanza regolarmente l’Argentina.
    Ritengo sia difficile fare confronti tra le due manifestazioni.

    • gsp 12 Aprile 2015, 17:12

      Tutto vero AdG, per me la scelta non sarebbe tra 7 e 15, ma tra Lions ed olimpiadi. Ma rispetto la scelta di AC.

  10. echein 12 Aprile 2015, 17:00

    Le olimpiadi sono ad agosto del 2016,il tour credo si giochi tra giugno e luglio 2017,è vero che non prenderebbe parte né al superugby ne ai test match di giugno 2016 ma da gennaio 2017 avrebbe 6 mesi per riprendersi di nuovo la maglia all black e non credo che in un anno di 7s diventi così scarso per non ricordarsi più come si gioca a 15…..e poi se facesse un bel campionato olimpico forse potrebbero chiamarlo già dai test match autunnali 2016 ….se le regole lo permettono

    • Alberto da Giussano 12 Aprile 2015, 17:03

      Io credo che, di base, non gli interessi. Ed è più che legittimo. ( a mio parere)

      • ginomonza 12 Aprile 2015, 17:08

        Questo è vero AdG,e pure legittimo e penso anche io che non gli interessi, però ho un però…

        • Alberto da Giussano 12 Aprile 2015, 17:17

          @gino, sono due sport diversi. E’ come se tu chiedessi a Cancellara di fare l’inseguimento su pista.
          Certo, ci sono sportivi , a tutto tondo, che non hanno problemi a mettersi in gioco. Ma credo che si tratti di scelte personali non discutibili.

          • ginomonza 12 Aprile 2015, 17:24

            Per esempio Baldini,Coppi e il baronetto inglese 🙂
            Comunque ho detto che la sua scelta é legittima.
            Io avrei accettato e mi sarei giocato entrambe le carte se avessi avuto le sue capacità 🙁

          • Alberto da Giussano 12 Aprile 2015, 17:36

            Più che Coppi e Bartali, che hanno corso in epoca in cui si passava dalla pista alla strada con più facilità, l’esempio di Wiggins è perfetto, per sottolineare uno spirito autenticamente sportivo che lo pone su un piedestallo abbastanza alto.

          • Alberto da Giussano 12 Aprile 2015, 17:36

            Baldini non Bartali.

          • ginomonza 12 Aprile 2015, 17:39

            Baldini,non Bartali,campione del mondo e poi Riviere etc.etc.

Lascia un commento

item-thumbnail

La Francia di Dupont e l’Australia femminile vincono il SVNS 2024 a Madrid, prossima tappa Olimpiadi

A Madrid è andato in scena il Gran Finale del circuito mondiale di rugby Sevens: la Francia di Dupont e l'Australia femminile sul tetto del mondo. In ...

item-thumbnail

Madrid SVNS, tutto pronto per il gran finale del torneo mondiale 7s

Nel weekend si gioca a Madrid il gran finale del torneo SVNS 2024, ultimo atto prima delle Olimpiadi di Parigi. Dupont in campo con la Francia 7s

28 Maggio 2024 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

HSBC SVNS 2024: sorteggiati le pool del gran finale di Madrid

Ultimo atto per le migliori 16 squadre al mondo nella capitale spagnola

item-thumbnail

SVNS: Pumas e Black Ferns vincono la League 2024

Primi verdetti del circuito mondiale di rugby a sette, con gli argentini e le neozelandesi che vincono la SVNS League 2024, in vista della gran finale...

item-thumbnail

A Singapore si conclude la regular season del torneo SVNS 2024

A meno di 100 giorni dall'inizio delle Olimpiadi di Parigi, dal 3 al 5 maggio è in programma a Singapore il settimo turno del torneo SVNS 2024

30 Aprile 2024 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

Hong Kong SVNS 2024, doppietta per la Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda torna a fare la voce grossa nel rugby a sette, conquistando una doppia medaglia d'oro nella tappa di Hong Kong del torneo SVNS 2024