Sei Nazioni 2015: Ghiraldini e Biagi tra i migliori, parola di statistiche

I numeri non mentono: il tallonatore e il seconda linea sono i migliori nei loro ruoli. Bene anche Gori, Parisse e McLean

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Al di là della Manica si dice che stats don’t lie, le statische non dicono bugie. E il board del Sei Nazioni di dati e numeri sulle tre giornate del torneo finora giocato ne fornisce parecchie. Spulciandole si scopre che se volessimo stilare un XV ideale dovremmo “convocare” sette inglesi, tre scozzesi, due irlandesi, altrettanti italiani e nessun francese.

 

Eccola la formazione: 15 Stuart Hogg, 14 Liam Williams, 13 Robbie Henshaw, 12 Jonathan Joseph, 11 Anthony Watson, 10 George Ford, 9 Conor Murray, 8 Billy Vunipola, 7 Chris Robshaw, 6 James Haskell, 5 Jonny Gray, 4 George Biagi, 3 Alasdair Dickinson, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Joe Marler.
Nomi che saltano fuori da un algoritmo che tiene conto di una serie di parametri positivi e negativi – qualche esempio: punti segnati, metri percorsi palla in mano, precisione nei piazzati, numero dei placcaggi, palle perse e/o guadagnate, eccetera… – e che poi incrocia i risultati calcolando un punteggio (se vi interessa ad oggi il giocatore con il risultato personale più alto è George Ford con 1.250 punti).

 

Come sono messi gli italiani? Bene, ma quasi solo nel pacchetto di mischia: come abbiamo visto Ghirladini e Biagi sono titolari, ma nel novero dei migliori ci sono anche Edoardo Gori (quinto mediano di mischia del torneo) e Sergio Parisse, secondo numero 8 in assoluto. Unico trequarti presente è invece Luke McLean, che si piazza quarto tra gli estremi.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Perché Rory Best non canta mai gli inni irlandesi

Il capitano della nazionale irlandese, senza mancare d'ironia, ha spiegato il motivo per cui rimane sempre in silenzio

14 Agosto 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni è vicino ad un accordo da 500 milioni di sterline con CVC

la società d’investimento starebbe per acquisire una quota di minoranza (attorno al 15%)

13 Luglio 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

“La retrocessione al Sei Nazioni? Per ora è impraticabile”

Lo dice Bill Sweeney, il nuovo CEO della federazione inglese, al debriefing stagionale a Twickenham

14 Giugno 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento