Cus Ad Maiora, il punto sulle giovanili

Il responsabile Matteo Mazzantini fa il punto sul settore giovanile del CUS Ad Maiora

cus torino under 12La prima squadra rappresenta una vetrina importante per una società ambiziosa, ma è partendo dal basso che si possono porre le basi per strutturarsi in modo solido e durare nel tempo. Il CUS Ad Maiora Rugby 1951 punta molto sulle sue nuove leve e cerca di farle crescere giorno dopo giorno in modo sano e responsabile. Si parte dal Settore Propaganda, che abbraccia le età dai 6 ai 12 anni, per passare alle due compagini Under 14 e alle altrettante delle categorie Under 16 e Under 18. Responsabile del movimento è Matteo Mazzantini, che, in collaborazione con coach Andre Bester, coordina uno staff di oltre venti tecnici.
Nell’ambito della Propaganda Vincenzo Listone, Elena Pugliaro, Bianca Montalcini e Angela Camerlengo si occupano degli Under 6, Andrea Scrofani, Michael Sanseverino e Gianmarco Perrone degli Under 8, Vittorio Rossi, Wei Wei Hu e Jacopo Giraudo degli Under 10 e Michele Listone, Fabio Gariglio e Alberto Carbone degli Under 12. Ci si allena sia al centro sportivo Angelo Albonico sia alla Colletta, dove il lavoro è seguito da Vincenzo Listone ed Elena Pugliaro. «Abbiamo operato – spiega Mazzantini – un cambio totale degli allenatori, non è stato facile, ma ci siamo rimboccati le maniche e ce l’abbiamo fatta con esiti soddisfacenti. Io e Benedetto Pasqua giriamo per i campi e settimanalmente incontriamo tutti i tecnici in un progetto rivolto a monitorare i progressi e a programmare nuovi lavori. Abbiamo 100 bambini che si divertono a giocare a rugby e s’impegnano per migliorare. Nei concentramenti che hanno disputato finora ci hanno dimostrato di essere competitivi. Il 12 aprile si svolgerà al Parco Ruffini o al Valentino “Rugby nei Parchi” e noi ci saremo, per far conoscere meglio il nostro sport. Speriamo che il numero di piccoli praticanti possa aumentare ancora».
Le Under 14 sono seguite sul campo da Vittorino Tosatto, Manuel Musso, Paolo Martina e Roberto Modonutto. «Si tratta – afferma il responsabile cussino – della categoria più difficile, nella quale i ragazzi arrivano dal minirugby e sono abituati a giocare in metà campo. Si trovano a dover fronteggiare molte differenze e abbiamo pensato di affidarli a un tecnico di esperienza e a tre atleti in gamba. Il gruppo di giocatori è numeroso e le due squadre si sono finora comportate molto bene nelle partite che le hanno viste impegnate in ambito piemontese. La prossima sfida sarà vedere come riusciranno a sostenere il confronto con le società di tutta Italia, che affronteranno nei numerosi tornei ai quali parteciperanno da marzo in poi». Le Under 16 sono allenate da Dragos Bavinschi, Sebastiano Lo Greco e Marco Monfrino. Per Mazzantini «siamo partiti sulla carta con numeri alti, ma alla resa dei conti parecchi ragazzi non hanno garantito la frequenza agli allenamenti che avevamo auspicato e il mettere in campo due team, uno nel campionato Elite e l’altro nel territoriale, è diventato sempre più difficile, complici anche gli infortuni e i malanni di stagione. L’Elite, sta comunque disputando un’ottima stagione ed è quinta e dunque a ridosso delle prime posizioni. Mancano ancora molte partite alla fine e ci sono tutte le possibilità per concludere ancora meglio».
Le Under 18 sono seguite da Vitale Gattuso, Filippo Bianco e Sergiu Ursache e, se la territoriale nel suo girone occupa il secondo posto alle spalle dell’Amatori Verbania, l’Elite sta soffrendo. «Parecchi ragazzi – sottolinea Mazzantini – sono saliti in prima squadra e questo ha forzatamente ridotto il potenziale della compagine giovanile. Il fatto che gli esordienti in serie A stiamo reggendo bene l’impatto con un palcoscenico così impegnativo conferma comunque la qualità del lavoro svolto in questi anni. Sappiamo tutti che una categoria Under 18 di valore è fondamentale per garantire ricambi ai seniores e dunque bisognerà concentrare gli sforzi per invertire la tendenza del momento, tornare a ottenere risultati e continuare a produrre atleti che siano pronti al grande salto quando arriverà il loro turno».

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Una giovane atleta della Partenope Rugby scelta come mascotte di Land Rover Italia alla RWC 2015

Giusy Ambrosio il prossimo 4 ottobre volerà a Londra per assistere a Italia-Irlanda

6 Luglio 2015 Club
item-thumbnail

A scuola di rugby e di valori con un maestro d’eccezione: Diego Dominguez

Concluso il Gruppo Mediobanca Rugby Camp, lunedì inizia il Diego Dominguez Rugby Camp

4 Luglio 2015 Club
item-thumbnail

Land Rover Cup: Domenica 21 a Roma seconda tappa del torneo Under 12

Dopo il successo di Padova nuovo appuntamento sul campo della Capitolina

16 Giugno 2015 Club
item-thumbnail

ASD Rugby Sambuceto 2008 cerca tecnici per la stagione 2015/2016

La società abruzzese attende candidature

28 Maggio 2015 Club
item-thumbnail

Land Rover Cup: domenica a Padova in campo le under-12 venete

Si replica domenica 21 giugno a Roma alla Capitolina

27 Maggio 2015 Club
item-thumbnail

Torneo old Maledetti Toscani: scendono in campo agonismo e goliardia

Appuntamento sabato 16 allo stadio Chersoni di Iolo

12 Maggio 2015 Club