Bene le giovanili del CUS Ad Maiora

Weekend di vittorie per le Under 16 e le Under 14 del CUS Ad Maiora

Cus Torino Under 16 EliteCinque vittorie su cinque partite disputate. Il Settore Giovanile del CUS Ad Maiora Rugby 1951 conferma tutto il suo valore e non lascia spazio alle rivali in un weekend ricco di soddisfazioni, nonostante terreni di gioco tutt’altro che favorevoli. Al centro sportivo Angelo Albonico, l’Under 16 Elite di Dragos Bavinschi batte l’Asr Milano per 7-0, in un match controllato per lunghi tratti. I padroni di casa schierano Bartoletti estremo, Morando e Denunzio ali, Cherubin e Bussolino centri, Mastrodonato apertura, Sigot mediano di mischia, Brum Dutra, Ghezzo e Ilucas terze linee, Eschoyez e Testaquatra seconde linee, Stecco (16′ st Grimaldi) e Gurlan piloni e Chini tallonatore. Coach Elio Tascone dà fiducia a Cecero estremo, Biscardi (16′ st Pomati) e Magri alle ali, Pettinaroli e Tolot ai centri, Massari e Gambarini in mediana, Corvi, Sangiorgi e Bertoni (12′ st Garufi) in terza linea, Duse e Anotniazzi in seconda e Campanelli, Torchio e Lasteros Cuestas in prima. A disposizione Reverberi, D’Antonio e Senape. Arbitra Francesco Bucci di Torino.
I biancorossi entrano meglio nel match e occupano subito la metà campo locale. Al 6′ hanno anche un piazzato a loro disposizione, ma lo falliscono. Si fatica a giocare per il campo fangoso e per i troppi fischi del direttore di gara, che spezzettano a dismisura le azioni. I cussini si rendono pericolosi con la velocità di Bartoletti e Denunzio, che al 21′ viene stoppato proprio all’altezza della bandierina, quando sta per schiacciare in meta. Si riparte da mischia e i meneghini liberano. Al 24′ Sigot calcia a seguire e subito dopo anche Cherubin si affida al piede, ma colpisce troppo forte e rende l’ovale irraggiungibile. Mastrodonato viene ammonito al 27′ per fallo ripetuto e anche in inferiorità numerica il CUS non soffre. Anzi un minuto dopo va vicino alla meta con un’intesa fra Bussolino e Bartoletti. L’estremo macina metri e viene fermato dal fango e dalla difesa all’interno dei 22 avversari. Prima dello scadere Brum Dutra scatta di prepotenza e a un metro dalla linea è costretto a cercare un compagno per lo scarico. Basterebbe un sostegno per andare in meta, ma non arriva.
Si va all’intervallo sullo 0-0 e al 5′ della ripresa l’Asr rimane in 14 per l’ammonizione a Torchio. I biancoblù sfruttano subito la situazione e una bella azione larga alla mano manda in meta Bartoletti. Matrodonato da posizione non agevole trasforma per il 7-0. Una palla persa da Denunzio in difesa innesca i milanesi, che per due volte in pochi secondi vanno vicini alla meta. Il CUS si salva per il rotto della cuffia e all’8 subisce il cartellino giallo a Bussolino. Il prosieguo regala poche emozioni, con i torinesi bravi nelle fasi di possesso palla ad allontanare le minacce. In chiusura ci sarebbe spazio anche per la meta della sicurezza, ma sugli sviluppi di una mischia vinta ai 5 metri, la palla passa dalle mani di Sigot e quelle di Mastrodonato e poi di Bartoletti, che ne perde il controllo. Il fischio conclusivo sancisce un successo importante e quattro punti che tengono viva la speranza di centrare il quarto posto.
«Ci siamo espressi abbastanza bene – spiega coach Bavinschi – ma nel complesso abbiamo sbagliato troppo, perché era una gara da vincere con il bonus. Sono uscite più le individualità che il gioco di squadra. A livello disciplinare i ragazzi mi sono piaciuti, a dispetto dei due cartellini. In touche e in mischia non siamo andati come mi sarei aspettato. I trequarti sono stati belli incisivi, anche se non hanno ancora la maturità per operare le scelte più giuste nelle situazioni di attacco in superiorità numerica. È stato comunque un bel fine settimana, segnato per noi anche dal primo successo della territoriale. Si tratta di una squadra composta in gran parte da atleti con poca esperienza rugbystica. Tutti hanno offerto una prestazione di carattere, superando le Tre Rose per 24-12, con due mete di Gallo, una di Zanini e Bernardinello e una trasformazione a testa di Bernardinello e Bellazzo. C’è un bel potenziale da sfruttare e sono certo che questo risultato positivo aiuterà il gruppo a crescere ancora». Ottime anche le Under 14. Una sconfigge a Grugliasco per 15-7 le Tre Rose e l’altra si aggiudica il triangolare di Asti, rifilando un 17-7 al team locale e un 34-12 al Novara.

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Una giovane atleta della Partenope Rugby scelta come mascotte di Land Rover Italia alla RWC 2015

Giusy Ambrosio il prossimo 4 ottobre volerà a Londra per assistere a Italia-Irlanda

6 Luglio 2015 Club
item-thumbnail

A scuola di rugby e di valori con un maestro d’eccezione: Diego Dominguez

Concluso il Gruppo Mediobanca Rugby Camp, lunedì inizia il Diego Dominguez Rugby Camp

4 Luglio 2015 Club
item-thumbnail

Land Rover Cup: Domenica 21 a Roma seconda tappa del torneo Under 12

Dopo il successo di Padova nuovo appuntamento sul campo della Capitolina

16 Giugno 2015 Club
item-thumbnail

ASD Rugby Sambuceto 2008 cerca tecnici per la stagione 2015/2016

La società abruzzese attende candidature

28 Maggio 2015 Club
item-thumbnail

Land Rover Cup: domenica a Padova in campo le under-12 venete

Si replica domenica 21 giugno a Roma alla Capitolina

27 Maggio 2015 Club
item-thumbnail

Torneo old Maledetti Toscani: scendono in campo agonismo e goliardia

Appuntamento sabato 16 allo stadio Chersoni di Iolo

12 Maggio 2015 Club