Sei Nazioni 2015: Inghilterra, in dubbio anche Farrell e Eastmond

I due potrebbero non farcela per la partita inaugurale del torneo contro il Galles

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Nella lista delle preoccupazioni di Stuart Lancaster per il debutto del Sei Nazioni 2015 (6 febbraio a Cardiff contro il Galles) ci sono ora due nomi in più: Owen Farrell e Kyle Eastmond. I due sono usciti malconci dai fine settimana di Champions Cup e potrebbero non essere disponibili per la partita del Millennium Stadium.
Il primo ha rimediato un infortunio a un ginocchio nella gara tra Saracens e Clermont, mentre Eastmond continua a lamentare un guaio a una spalla: entrambi hanno comunque raggiunto il ritiro della nazionale. A preoccupare lo staff tecnico e quello medico dell’Inghilterra anche le condizioni di Geoff Parling e Tom Wood.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Sei Nazioni: 100 giorni al via. Il calendario dell’edizione 2020

Il più antico e prestigioso torneo dell'Emisfero Nord inizia a scaldare i motori

24 Ottobre 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Perché Rory Best non canta mai gli inni irlandesi

Il capitano della nazionale irlandese, senza mancare d'ironia, ha spiegato il motivo per cui rimane sempre in silenzio

14 Agosto 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni è vicino ad un accordo da 500 milioni di sterline con CVC

la società d’investimento starebbe per acquisire una quota di minoranza (attorno al 15%)

13 Luglio 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

“La retrocessione al Sei Nazioni? Per ora è impraticabile”

Lo dice Bill Sweeney, il nuovo CEO della federazione inglese, al debriefing stagionale a Twickenham

14 Giugno 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali