Pro12: Benetton, la prima arriva dal derby. A Parma Zebre battute 26-16

Partita spezzettata e sempre in equilibrio, ci pensa Minto a spaccarla a sette minuti dal termine

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

PARMA – Parte il match e Treviso potrebbe già allungare dalla piazzola, ma Seniloli batte veloce e l’azione svanisce. Sul ribaltamento insistita azione dei padroni di casa,  che portano avanti l’ovale con Manici e Bergamasco, strecciano bene la difesa e giocano intelligentemente il lato corto con Leonard: Venditti deve solo schiacciare, Haimona è fortunato dopo il palo e il tabellino dice 7-0 Zebre dopo quattro minuti. Nei minuti successivi il tabellino si muove quattro volte per altrettanti falli piazzabili: il punteggio aumenta,il gap rimane (13-6). Al ventesimo Bacchin forza un riciclo, sulla tournover ball i federali aprono bene ma il successivo cross kick di Haimona è affrettato e mal eseguito. Nei minuti successivi Treviso confeziona la prima loro azione efficace del match, con ricicli e profondità, ma per un in avanti la manovra sfuma. Alla mezzora arriva improvvisa la meta Benetton: maul delle Zebre, palla rubata e Seniloli si invola in solitaria lungo l’out destro per schiacciare sotto i pali e impattare a quota 13. Il mediano figiano protagonista anche dopo il restart, ma il revers pass non va a buon fine. Alla terza mischia del match i federali alzano la voce, ma Haimona impatta male dalla piazzola. La squadra di Cavinato resta però nei 22, grazie ad una bella percussione sull’asse,ma dopo tre ottimi offload il quarto, forzato, si spegne in touche. In finale di prima frazione Hayward dalla piazzola regalail primo vantaggio ai veneti, e i primi quaranta si chiudono sul 16-13 Benetton.

 

In avvio di ripresa insistita azione delle Zebre, che con l’efficacia Leonard-carrier si portano a cinque dalla meta; Treviso difende molto bene, concedendo però un penalty che Haimona converte in un nuovo pareggio. Di nuovo sono le Zebre a tenere il possesso, Sarto si cerca spesso lavoro da ricevitore ma Treviso placca bene. Triplo cambio al minuto ’50: entrano Favaro, Fuser ed esordisce Rae. Le Zebre restano poi con l’uomo in meno per il giallo a Van Schalkwyk, che vale altri tre punti per Hayward. Cambia le carte anche Cavinato: Orquera va in regia e Haimona si sposta in mezzo al campo. Al minuto ’56 la partita potrebbe prendere una brutta piega per Treviso, quando Ragusi invece di tentare di andare via di gambe prova un improbabile chip travolgendo Pratichetti: il giocatore se la cava con il giallo, ma sfuma una buonissima chance. La partita vive ancora di folate e ripartenze da prima fase, Leonard cerca di alzare il ritmo ma in un paio di occasioni Treviso scala appoggiandosi all’out. Haimona avrebbe un’ottima occasione dalla piazzola dopo fallo della mischia ordinata veneta ma chiude troppo. Le Zebre sprecano un’altra occasione offensiva con la pulizia al collo di Geldenhuys, e Treviso ne approfitta. Touche, ovale allargato due volte nella larghezza, mismatch Biagi-Bacchin, riciclo per Campagnaro che va oltre ed alza a Minto lanciato in meta. Hayward converte e fissa il tabellino sul 26-16.

Di Roberto Avesani

 

Zebre: Hendrik Daniller, Giovanbattista Venditti, Giulio Bisegni, Matteo Pratichetti, Leonardo Sarto, Kelly Haimona, Brendon Leonard, Samuela Vunisa, Andries Van Schalkwyk, Mauro Bergamasco, George Biagi, Quintin Geldenhuys (cap), Dario Chistolini, Andrea Manici, Andrea Lovotti.
Riserve: Oliviero Fabiani,  Andrea De Marchi, Luca Redolfini, Marco Bortolami, Valerio Bernabò, Luciano Orquera, Giulio Toniolatti, Guglielmo Palazzani

Marcatori Zebre
Mete: Venditti (4)
Conversioni: Haimona (4)
Punizioni: Haimona (12, 17, 45)

 

Treviso: Jayden Hayward, Simone Ragusi, Michele Campagnaro, Enrico Bacchin, Ludovico Nitoglia, Sam Christie, Seniloli, Dean Budd, Francesco Minto, Marco Barbini, Corniel Van Zyl, Antonio Pavanello (capitano), Matteo Muccignat, Davide Giazzon, Matteo Zanusso.
Riserve: Albert Anae, Josè Novak, D’arcy Rae, Marco Fuser, Meyer Swanepoel, Simone Favaro, A. Pratichetti, James Ambrosini.

Marcatori Treviso
Mete: Senioli (26), Minto (72)
Conversioni: Hayward (26, 72)
Punizioni: Hayward (9, 15, 40, 50)

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

URC: gli highlights di Zebre-Scarlets

Tutte le azioni principali della sfida del diciassettesimo turno

item-thumbnail

URC: Zebre imprecise e Scarlets concreti, a Parma vincono i gallesi

L'ultimo match casalingo della franchigia ducale finisce con una sconfitta senza bonus

item-thumbnail

URC: la preview di Zebre-Scarlets

Gara da vincere a tutti i costi per Giovanni Licata e soci nell'ultima gara casalinga della stagione

item-thumbnail

URC: la formazione delle Zebre per la partita con gli Scarlets

Roselli ritrova Luca Morisi per l'ultima partita in casa. In mediana tocca a Garcia e Montemauri

item-thumbnail

Le Zebre annunciano l’addio di 9 giocatori

Sei avanti e tre trequarti non faranno parte delle franchigia nella prossima stagione

item-thumbnail

URC: le Zebre non passano in Scozia. Edinburgh vince 40-14

I ducali escono sconfitti dalla trasferta scozzese. Mete di Prisciantelli e Trulla