Benetton Treviso: Acosta si scusa, Casellato guarda avanti

Lettera pubblica del giocatore che verrà squalificato, l’head coach cerca di ripartire dopo il tremendo doppio ko

ph. Alfio Guarise

ph. Alfio Guarise

Ciao a tutti. Volevo manifestarvi il mio dispiacere per ciò a cui avete assistito nella partita di venerdi contro Edinburgh. Prima di tutto, voglio chiedere scusa alla Società Benetton Rugby Treviso, a tutti i miei compagni di squadra, a tutti voi tifosi ed appassionati, per la mia reazione in campo, assolutamente non giustificabile e non consona alla mia persona. Ho avuto una reazione esagerata alle provocazioni e insulti ricevuti sin dal mio ingresso in campo”.

 

Così recita una lettera pubblica di scuse di Romulo Acosta, il pilone del Benetton Treviso che venerdì sera a Edimburgo ha rimediato un meritatissimo cartellino rosso diretto per una serie di pugni diretti a un paio di giocatori avversari. Nei prossimi giorni il board celtico lo convocherà e prenderà la sua decisione su una squalifica che oltre che certa sarà probabilmente anche piuttosto pesante e che metterà in ulteriore difficoltà una prima linea già bersagliata dagli infortuni.

 

Intanto Umberto Casellato cerca di guardare avanti dopo due pesantisime sconfitte che hanno inflitto ai biancoverdi 115 punti a 0. Una battuta d’arresto inattesa per dimensioni e profondità visto che il Benetton stava dando una impressione di crescita (probabilmente l’addio molto rumoroso di Franco Sbaraglini – che stava lavorando bene – alla Ghirada è stato un colpo piuttosto forte). Da oggi nello staff tecnico c’è anche Manuel Ferrari, nuovo allenatore della mischia, e l’head coach dei veneti ne parla così dalle pagine de La Tribuna: “È una scelta mia, con Ferrari avevo lavorato ai tempi delle Zebre, ha esperienze anche con Australia ed Irlanda: per la mischia chiusa è uno dei più qualificati”
Casellato affronta poi il difficile momento dei suoi: “Abbiamo sei partite in casa, io sono e voglio restare positivo: dobbiamo ritrovare un po’ di quella confidenza che avevamo mostrato con Racing, Leinster e Cardiff. Non voglio credere che in due gare non siamo riusciti a fare una azione d’attacco, non eravamo dei fenomeni prima e non siamo brocchi ora. Vero è che ci manca un gruppo forte a cui affidarsi nei momenti delicati, ma sono cose che si costruiscono col tempo. E ci manca anche un pilone destro: in settima- na ne dovrebbe arrivare uno, l’argentino che avevamo scelto è andato a Lione, peccato”. Il giocatore a cui si riferisce Casellato è Nahuel Tetaz Chaparro.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

URC: la formazione del Benetton per la trasferta di Edimburgo

Quattro cambi rispetto alla formazione che ha battuto i Glasgow Warriors la scorsa settimana

item-thumbnail

Benetton Rugby: arriva il rinnovo di un veterano biancoverde

L'avanti continuerà a fare parte del club per diverse stagioni

item-thumbnail

Benetton Rugby, Rhyno Smith: “A Treviso mi sento a casa. Ruolo? Apertura, estremo o ala”

Il sudafricano fa il punto della situazione in vista della partita contro Edimburgo parlando anche del suo inserimento in Italia

item-thumbnail

Benetton Rugby, le parole di Lamaro e Lucchesi dopo la vittoria su Glasgow

I due giocatori del Benetton commentano il successo ottenuto contro Glasgow

item-thumbnail

URC, Leonardo Marin di nuovo a tempo scaduto: Benetton batte Glasgow 19-18

Dopo il drop allo scadere con Edimburgo il numero 10 decide a tempo scaduto anche la gara contro l'altra formazione scozzese

item-thumbnail

URC: la presentazione di Benetton-Glasgow Warriors

Gara importante per i Leoni, che puntano al sorpasso in classifica e a difendere il loro campo contro dei Warriors infarciti di nazionali scozzesi