Rugbymercato: ufficiale, Dan Carter giocherà al Racing di Parigi

L’annuncio nella notte. Tre anni di contratto (un milione di euro abbondanti a stagione, pare) a partire da dopo la RWC

ph. Paul Harding /Action Images

ph. Paul Harding /Action Images

Negli ultimi giorni le voci si sono inseguite, così come le conferme da parte di fonti e media autorevoli. Infine, è arrivata l’ufficialità: al termine dei Mondiali 2015 Dan Carter si fermerà in Europa per giocare con il Racing Metro. L’annuncio è arrivato nella notte direttamente dalla Nuova Zelanda, nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato il giocatore e il CEO della NZRU Steve Tew. Alle 8 e 30 di questo giovedì mattina è previsto l’annuncio del club francese.
Cifre ufficiali non si conoscono ma secondo indiscrezioni il proprietario del Racing Jacky Lorenzetti avrebbe staccato un assegno a sei zeri (1 milione di Euro) a stagione. Secondo fonti neozelandesi l’apertura arriverebbe a guadagnare 1,8 milioni di dollari (statunitensi) all’anno. Ben tre gli anni di contratto a partire dal dopo RWC 2015. Una cosa è certa: Dan Carter diventa il giocatore di rugby più pagato di sempre.
Non solo, in riva alla Senna dovrebbe arrivare pure Remi Tales da Castres. A livello tecnico, per il Racing non sarà comunque facile: le ultime stagioni hanno dimostrato che senza un’identità di squadra nemmeno i più forti fanno la differenza. Ma, intanto, Les ciels et blancs possono sognare.

 

Classe 1982, Carter ha collezionato in carriera 102 caps con gli All Blacks partendo titolare 96 volte. La percentuale di vittorie è mostruosa (più dell’88%), mentre i punti messi a segno con la maglia più prestigiosa sono 1457, frutto di 29 mete, 260 conversioni, 258 calci di punizione e 6 drop. A livello di club, dal 2002 ha vestito quasi esclusivamente la maglia dei Crusaders, con una piccola parentesi europea a Perpignan tra il 2008 e il 2009. Nel suo palmares, una Rugby World Cup (2011), una serie vinta contro i British&Irish Lions (2005), nove tra Tri Nations e Championship (2003, 2005, 2006, 2007, 2008, 2010, 2012 e 2013) e quattro titoli Super Rugby (2005, 2006, 2007 e 2008). Cifre impressionanti, ma perfette per uno dei più grandi interpreti del ruolo di apertura, giocatore in grado di adattarsi perfettamente ai cambiamenti che il rugby ha vissuto nell’ultima decade, e punto di riferimento per una generazione di numeri deici che da Cruden fino a Barrett passando per Slade è cresciuta alla sua luce.

 

http://youtu.be/2indO6QvCjo

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Cosa aspettarsi da Federico Mori a Bordeaux

Quali saranno i "rivali" dell'azzurro per indossare una maglia da titolare nei girondini? Scopriamo chi sono gli altri centri dei francesi

30 Luglio 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Federico Mori subito protagonista nel Top14 2021/22?

Ecco la prima giornata del massimo campionato francese: Bordeaux subito in campo, per Garbisi esordio da brivido contro Parisse?

29 Luglio 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Federico Mori a Bordeaux per due stagioni

L'ala/centro della nazionale azzurra ha firmato un biennale che lo legherà al Bordeaux fino al 2023

27 Luglio 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Ange Capuozzo nella formazione tipo del ProD2

L'Italo-Francese è stato inserito nel Top XV del ProD2, dopo una grande stagione disputata a Grenoble

26 Luglio 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Cosa aspettarsi da Paolo Garbisi al Montpellier

Un tentativo di risposta ad alcune delle domande più calde degli ultimi giorni

11 Luglio 2021 Emisfero Nord / Top 14