Una tv per la Guinness Pro12, ma ancora una volta è solo per un anno

Qualche riflessione dopo l’annuncio dell’accordo tra FIR e LT Media (canale Nuvolari) per la trasmissione del torneo celtico

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Alberto da Giussano 26 Settembre 2014, 08:23

    Sempre per valutare se il bicchiere sia mezzo pieno o mezzo vuoto, sarebbe indispensabile sapere se il contratto è a costo zero per la FIR o se , per esempio, la produzione dei filmati è a suo carico. Secondo me, la produzione è carico Fir e il compenso di LT alla Fir sarà in funzione dell’audience. Su queste basi sperimentali il contratto non potrebbe che essere annuale.

    • mezeena10 26 Settembre 2014, 10:15

      sulla falsariga di quello firmato da mediaset lo scorso anno quindi..
      certo è un investimento a perdere, normale chiedano garanzie (copertura economica e produzione partite a carico FIR immagino)..
      chiedi delucidazioni al boss AdG 😉

    • Joest 27 Settembre 2014, 08:47

      convinto che ci sia un compendo della LT aòla FIR ?

      Ci credo solo se vedo il contratto.

      • Joest 27 Settembre 2014, 09:03

        Oltretutto poi la situazione paradossale è che una TV dovrebbe pagarfe per trasmettere NON le partitie di vertice di un campionato (Leister-Munster) ma quelle giocate dalle ultime due….

        QUindi nuvolari NOn trasemtte il pro-12, trasmette le aprtite delle due squadre più scarse del pro-12 2013-14….

        Quando le squadre italiane lotterano per vincere… le TV importanti arriveranno….

  2. Giov 26 Settembre 2014, 08:30

    “Chiedersi se Nuvolari sia o meno la tv più “adatta” è una domanda che lascia il tempo che trova”: Giusto. Sono convinto che gli ascolti non saranno molto diversi da quando il pro12 era trasmesso da canali con una posizione piu’ “comoda”. Bisognerebbe venisse trasmesso diciamo per 3 anni per creare l’abitudine nel telespettatore ( Sai che quel giorno a quell’ora “c’è il Rugby”); non si faranno 600k spettatori ma qualcosa in piu’ dei soliti 50k magari si.

    • try 26 Settembre 2014, 08:48

      hai perfettamente ragione.
      Se per 3 anni sai che va in onda una partita casalinga di una delle due squadre italiane anche in un canale 224 (ma ricordiamo che si trova al 60…) alle 14:30 dei ogni sabato, faresti numeri più importanti.
      C’è da dire che il calendario della Pro12 è una farsa e non aiuta di certo.

      Comunque ricordo che la pubblicità è l’anima del commercio. Se nuvolari facesse delle pubblicità nei canali mediaset piuttosto che rai piuttosto che sky non sarebbe una cosa malvagia a mio modo di vedere.

      • soa 26 Settembre 2014, 09:48

        Concordo sulla pubblicità: 10-15 secondi per per l’ora che va dalle 4 alle 5 o quando fanno i cartoni animati. Bisogna che convinciamo i bocia! Ai bocia piace vedere gente che prende botte assurde, ricordatevi del wrestling!

        • robrossi 26 Settembre 2014, 10:50

          … a proposito: sulla Guida TV di Nuvolari (http://www.nuvolari.tv/guida-tv/), per le 15:30 di sabato pomeriggio (fino alle 17:30) è previsto il Wrestling… “Il fenomeno Jeff Hardy”!
          Speriamo bene…

          • soa 26 Settembre 2014, 10:55

            a posto allora!

      • Giov 26 Settembre 2014, 10:34

        Ecco, il Wrestling, come detto da SOA, è l’esempio “abitudine” che intendevo. Sia negli anni 80 che dal 2004 al 2007 trasmesso il tal giorno alla tal ora e si sono creati gli ascolti, e negli anni 80 non era certo il massimo come prodotto,( quasi tutti squash matches, vecchi di mesi peraltro. nel 2004 è stato venduto come prodotto per bambini cosa che negli USA non era, va be , non è questo il luogo per discuterne, mi scuso per la divagazione). Eppure c’erano ascolti assurdi.
        Quotone sul discorso della pubblicita: a me sembra di averla vista su sky, ma era generica dei 4 canali, non solo Nuvolari.

        • soa 26 Settembre 2014, 10:57

          Io ricordo che facevo la prima superiore e lo guardavamo tutti: noi perchè era spettacolare a suo modo, le femmine perchè erano tutti grossi e palestrati. Poi il fenomeno si è sgonfiato da solo perchè alla lunga diventa ripetitivo ed è romanzato, ma per il rugby potrebbe funzionare. Basta che uno si appassioni e poi lo si segue come una normale squadra di calcio.

          • gsp 26 Settembre 2014, 11:04

            Dovrei valutare bene, ma quello é anche il risultato delle pay-tv, tanti soldi all’inizio e poi declino.

            Il prossimo sport a subire secondo me sara’ la F1 se rimane solo su sky (parlo di Ing). Le federazioni dovrebbero guardare di più al lungo periodo.

          • Giov 26 Settembre 2014, 11:44

            Si, io seconda media ma siamo li. Poi era passato su tele+ e poi il buio per 10 anni (perdendo il periodo piu bello, la monday night war tra le 2 fed…sto di nuovo divagando come San sull’Argentina 😉 ). Il rischio ,se si crea una platea di affezionati che si sgonfi tutto è minore. Il Rugby è uno sport, è un po grossolano come esempio ma gli ascolti per il 6n nei vari passaggi la7,Sky+ la7,Dmax non si sono decimati.

          • soa 26 Settembre 2014, 11:50

            @giov, io parlo del 2004! Già nel 2005, in seconda superiore, era diventata una cosa normale e cominciava già a perdere affezionati.

          • Giov 26 Settembre 2014, 12:28

            scusa mi viene da ridere perchè io parlavo del 1986/87. magari avessi fatto le superiori nel 2004… 🙂

    • Giov 26 Settembre 2014, 09:29

      …..( Sai che quel giorno a quell’ora “c’è il Rugby”, non importa piu di tanto se in diretta o in differita, tanto il telespettatore occasionale non ci baderebbe piu di tanto)….

  3. Gigi da Dolo – Ve 26 Settembre 2014, 09:04

    Era ora. Devo dire che il marketing è gestito male.
    E’ vero che nelle celtiche non tutte vedono le partite (Scozia), quindi non siamo sempre gli ultimi.
    Gestendo meglio l’immagine rugby si potrebbe a casa qualche soldino in più.
    Sono d’accordo che non avendo risultati positivi, l’immagine non è tanto appetibile, ma gestendo anche il rugby internazionale, si potrebbe avere qualche margine.

    • LoScozzeseMilanese 26 Settembre 2014, 09:47

      Si che le vediamo le partite! Su Bbc alba.

      • gsp 26 Settembre 2014, 10:03

        Fino all’anno scorso non si vedevano tutte, non so quest’anno.

        É vero che altri hanno 4 squadre, ma un contratto che trasmette tutte le partite in casa rimane una raritá, anche per squadre di vertice (l’anno scorso ad esempio solo Leinster e Ulster).

        • mezeena10 26 Settembre 2014, 10:16

          e Munster e Ospreys gsp..

          • mezeena10 26 Settembre 2014, 10:17

            tranne forse quelle con le italiche..

          • gsp 26 Settembre 2014, 10:20

            Appunto mez, ma non sono ‘tutte’ le partite in casa.

  4. malpensante 26 Settembre 2014, 09:05

    Nicchia il rugby, nicchia il canale. Ma Italia 2 sapevo neanche che ci fosse, e anche sportitalia non è che radunasse granché. Appena meglio i raisport, ma tutti ben lontani da promuovere presso pubblici generalisti. Un discorso a parte D Max, vedremo quest’anno al 6N se ha fatto tradizione. Riflesso negativo: meno gente allo stadio ma, se continuano così, sarà difficile dar la colpa alla tv.

  5. Burroughs 26 Settembre 2014, 09:07

    Segnalo il commento di Duccio Fumero, amaro ma alquanto equilibrato nel valutare questo accordo televisivo come l’ennesima riprova (se ancora ce ne fosso bisogno) dello stato comatoso in cui -ahimè- versa il nostro rugby.

    • Alberto da Giussano 26 Settembre 2014, 09:12

      Beh, la pallanuoto, medaglia d’oro,olimpica campione mondiale a più riprese non è che stia molto meglio a visibibilità tv. Le partite di coppa campioni non vengono nemme riprese.

      • Burroughs 26 Settembre 2014, 09:25

        Se per questo, nemmeno la carabina o il canottaggio.
        Il problema, però, è ben altro, ovverosia l’invendibilità del prodotto rugby che tale rimarrà in assenza di programmazione, strategia, risultati, coinvolgimento popolare che vada al di là degli impegni della nazionale.
        L’obiettivo, detto in soldoni, non è riempire l’Olimpico quando gioca la nazionale (cosa fin troppo facile), ma riempire gli stadi delle due franchigie federali (beh, più che altro il XXV Aprile), delle squadre che militano in Eccellenza, in serie A etc., portare il rugby nelle scuole, valorizzare quel che il movimento è in grado di offrire anche nel sud Italia.
        Si vivacchia, si accampano scuse, si tira a campare, in attesa delle pignatte che ci tireranno addosso ai Mondiali, quando, forse, finalmente, capiremo a che punto ci siamo ridotti.

        • Alberto da Giussano 26 Settembre 2014, 09:33

          Paragonare la pallanuoto alla carabina o al cannottaggio mi sembra decisamente fuori luogo.
          Direi che la pallanuoto è ben paragonabile al rugby. Con la differenza che nel ranking mondiale ne abbiamo pochi davanti.
          Mi sembra che tu faccia un bel minestrone, mescolando un po’ tutto. Il prodotto è quello che è, quello che le società riescono a produrre. Gli spettatori sono quelli che le società riescono a portare allo stadio.
          Dopo di chè si può credere che un giorno arriverà il messia e ci salverà. ( però questo è terreno per @san)

          • Burroughs 26 Settembre 2014, 09:42

            No, parlo di assenza di risultati, assenza di prestazioni, assenza di strategia etc., noncuranza assoluta per quello che il rugby di club, specie qui al sud, riesce a produrre, fra immensi sacrifici.
            Posso anche sposare il tuo punto di vista (la situazione è quel che è), ma non lamentiamoci allora che tutto vada male e che il rugby resti un prodotto di nicchia più vicino, in certe aree territoriali, alla carabina che alla pallanuoto.

          • western-province 26 Settembre 2014, 12:05

            l’unico difetto televisivo della pallanuoto è che i giocatori sono sott’acqua e l’arbitro fischia in continuazione, indi per cui non lo paragonerei alla carabina ma neanche al rugby, che televisivamente parlando è spettacolare

        • Hullalla 26 Settembre 2014, 09:50

          ADESSO riempire l’Olimpico quando gioca la Nazionale e’ “fin troppo facile”… ma ti ricordi il Flaminio ai primi anni di Sei Nazioni?
          Anziche’ voler partire come base da quello che si ha (NON cullarsi sugli allori, come fanno altri), lo si disprezza.
          Non e’ cosi’ che si costruisce.

          • Stefo 26 Settembre 2014, 10:29

            Hullala vero che non e’ facile ma se lo si usa come tappeto sotto cui nascondere tutta la polvere…non e’ neanche cosi’ che si costruisce qualcosa.

          • Hullalla 26 Settembre 2014, 10:38

            Se rileggi quello che ho scritto sopra, vedrai che ho scritto che NON va bene cullarsi sugli allori, ma nemmeno disprezzare quello che si e’ ottenuto.

        • gsp 26 Settembre 2014, 09:58

          Ma perché riempire l:olimpico non sarebbe un buon risultato? É una idea assurda che si sente spesso.

          E non é neanche facile e scontato. Giá l’anno scorso i numeri di pubblico sono scesi in realtá, mascherati ad esempio dalla massiccia presenza inglese nell’ultima partita. É tutt’alltro che un risultato acquisito se non si rende la squadra competitiva. Dopo non so quanto, l’anno scorso la banda Brunel é riuscita a fallire il min sindacale contro la scozia.

          É ovvio che ci vuole più base. Per le celtiche invece se si vuole sostenibilitá finanziaria e pubblico ci vogliono cambiamenti drastici.

          • mezeena10 26 Settembre 2014, 10:25

            il problema gsp è che riempiendo l’ olimpico, in fir, credono di avere la panacea per tutti i mali..
            è vendere fumo dai!
            il problema è strutturale, di stato! occorre una vera riforma sportiva che coinvolga le scuole!
            io la mia idea l’ ho data varie volte:
            sport gratis per tutti il pomeriggio a scuola con tempo prolungato, al mattino le materie tradizionali al pomeriggio attività extra che possono riguardare lo sport, l’ arte, la musica etc..
            risolvi in un sol colpo 3 problemi: 1° babysitteraggio a gratis (lo metto per primo perche è quel che piu conta per i “nuovi genitori”); 2° salute (obesita); 3° formazione!
            a grandi linee questo, poi se vuoi ti mando la lettera che ho mandato al ministero col programma dettagliato!

          • gsp 26 Settembre 2014, 10:34

            Mez sono daccordo al 100% con la tua proposta.

            Però c’é una idea strana che una nazionale che fa 40000 é meglio di una che fa 60000. Non ha nessun senso. O che c’é un trade off (la parola in italiano non mi viene) tra nazionale e club celtici.

          • gsp 26 Settembre 2014, 10:42

            Anzi, se trovi il modo di farlo fammelo sapere. Sarebbe una esempio ad esportare come si fa a svegliare milioni di menti totalmente assuefatte alle cazzate dei tagli di bilancio, che c’é troppo stato e minchiate varie. Ma se si crede alle stupidate forse un pò stupido lo sei.

          • conteoliver 26 Settembre 2014, 10:44

            Riguardo a riempire l’Olimpico, dipende anche da come lo riempi.
            Io l’anno scorso avevo l’abbonamento 6 nazioni più test match in curva e al TM con l’Argentina a novembre sono andato in tribuna perché un amico di amico di amico conosceva un allenatore di società che aveva biglietti gratis a centinaia.
            Al 6 nazioni questo fenomeno è minore e ci dovrebbero essere più paganti.

            In ogni caso quest’anno ho deciso di vedermelo da casa su DMax, essere circondato da gente che pensa solo a fare l’ola mentre l’Italia ne prendeva 40 era un po’ deprimente.

          • gsp 26 Settembre 2014, 10:46

            Tornando all’olimpico. Il problema é che vendono fumo, non che riempiono l’olimpico che bisogna tornare a riempire prima possibile.

          • mezeena10 26 Settembre 2014, 10:54

            su quello concordo in pieno..certo che è meglio averli e averne sempre di piu, ma quel che contesto è il termine di paragone assoluto: stadio pieno al 6 nazioni uguale movimento in crescita ed in salute!
            tralasciando persone competenti, biglietti omaggio etc che voglion dire poco..

          • Hullalla 26 Settembre 2014, 10:55

            @ mez
            Vendere fumo? Non sono d’accordo: e’ una cosa importante, che e’ stata conquistata con fatica, nel tempo, che vorrei venisse mantenut (cosa non facile)a e sulla quale vorrei si costruisse.
            Non capisco quale sia il problema.
            Non e’ che riempire l’Olimpico impedisca di lavorare sul rugby di base. Anzi.
            Il problema sorge quando si vogliono nascondere i tanti problemi dietro all’Olimpico pieno, ma l’Olimpico pieno e pur sempre una cosa bellissima e difficile: non disprezzioamolo!

          • Hullalla 26 Settembre 2014, 11:01

            @ conteoliver
            I primi anni del Sei Nazioni il Flaminio non lo riempivamoneanche con i biglietti omaggio: ricordi?
            Non capisco poi quale sia il problema se gli altri spettatori fanno la ola: disturbano la tua depressione per la sconfitta? Non sono abbastanza tristi e arrabbiati per i tuoi standard?
            Standotene a casa a brontolare anziche’ andare allo stadio sicuramente contribuirai di piu’ al rugby italaino… sono sempre “gli altri” che devono fare, noi dobbiamo solo giudicare e brontolare…

          • gsp 26 Settembre 2014, 11:12

            Cmq non é detto che i biglietti omaggio vanno presi per forza, anche se te li offrono. Io ed i miei amici paghiamo per appoggiare anche il rugby italiano, e perché i biglietti per due ore di intrattenimento, piú quello che c’é fuori, costano un prezzo molto molto ragionevole. Se non pagano é un problema, se pagano fanno la ola, é un problema anche quello. Ma che volete?

            Senza poi parlare dei vantaggi dei biglietti ridotti a scuole e club.

          • Stefo 26 Settembre 2014, 11:19

            Hai ragione hulla sul discorso dei tiosi della ola, allargare il bacino significa portare gente nuova allo stadio…il problema semmai e’ fidelizzarli e cioe’ far si che non si limitino alla puntatina all’Olimpico per il 6N o il TM di richiamo ma che passino a seguire il rugby anche di club sia esso Pro12 o Eccellenza.

          • Hullalla 26 Settembre 2014, 11:42

            @Stefo
            metti conto che qualcuno di quelli che fanno la ola all’Olimpico (anche quando si perde male – benemeriti!) vadano al XXV Aprile: tutti incazzati, tutti brontoloni… se hanno voglia di fare la ola al XXV Aprile gli dicono che sono dei pagliacci e che invece dovrebbero essere permanentemente depressi perche’ si perde sempre, cosi’ non disturbano i vicini… ma chi glielo fa fare?!?!
            La FIR e’ una banda di cialtroni?
            Va bene… ma cosa fanno le franchigie per portare la gente allo stadio? fanno pubblicita? ci sono almeno le indicazioni stradali per raggiungere i campi?
            Mi sembra che qui si aspetti la manna dal cielo (o il savatore della patria) indicando la FIR come colpevole di tutti i mali della Terra… mamma mia se ci sono problemi in FIR! Ma dobbiamo anche muovere il culo come societa’ e appassionati e non dare solo aria alla bocca per brontolare e basta. In fatti, se guardi a quali societa’ fanno meglio, in Italia, sono quelle poche parole e molti fatti.

          • Stefo 26 Settembre 2014, 11:51

            Hulla mi hai frainteso mi sa, non parlavo solo di Fir parlavo come movimento che deve insieme far si che gli “occasionali” del 6N o TM diventino anche frequentatori di partite di club e son d’accordissimo la ola a qualcuno dara’ fastidio ma se si vuole che il movimento cresca i nuovi li devi accogliere coi loro pro e contro se no resterai nicchia per sempre.
            Sicuramente non spetta tutto alla Fir, nessun dubbio al riguardo, nessun dubbio che Benetton abbia fallito in questi anni nel portare nuova e piu’ gente alle sue partite, i numeri son li’ a dirlo al quarto anno 16% (se ricordo bene) di spettatori in meno rispetto al primo anno di Pro12 (non entro nel merito delle Zebre perche’ li’ si ritornerebbe alla Fir viso che son federali).

          • gsp 26 Settembre 2014, 11:58

            Hulla sono daccordo. A Treviso si doveva fare di più, e non cambierá se la squadra non diventa una squadra di tutta la regione, con una operazione simpatia. E li Si sono perse molte occasioni, anche quando la squadra sul campo il suo lo faceva e molto bene. C’é una idea strana, che fare narketibg sia segno di debolezza. L’ha fatto il Leinster con l’operazione simpatia.

            A Parma é diverso. Non so quanto spazio reale ci sia per crescere. Ci provano, anxhe facendo errori, ma ci provano. Se si vogliono numeri importanti ci sarebbe da spostarsi. Ovvio che spero di sbagliarmi, se le zebre arrivano a fare 5000 ed ad essere finanziariamente più solide, é un problema in meno e siamo tutti contenti. Ma ad oggi non capisco come possa succedere.

          • mezeena10 26 Settembre 2014, 12:13

            hulla credo tu abbia frainteso anche me..
            ho detto meglio averne e averne sempre di piu a prescindere dai biglietti omaggio etc..diciamo la stessa cosa..
            ma non deve essere questo il metro di paragone per valutare un movimento intero!
            con questo intendevo vendono fumo!

        • Joest 27 Settembre 2014, 08:48

          non offendiamo la carabina

  6. Hullalla 26 Settembre 2014, 09:46

    Boh, che dire: sicuramente per quest’anno i risultati sul campo saranno spessissimo amari (e gli Italiani guardano solo i vincenti), lo spettacolo (a detta di Munari) e’ di quelli che piu’ che il biglietto d’ingresso richiederebbe agli spettatori di fare la carita’, gli appaggionati in Italia sono pochi e pure brontoloni e schizzinosi…. ma perche’ qualche TV Italiana dovrebbe trasmettere il Pro12?
    Gia’ questo e’ grasso che cola. Per ora.

    • fracassosandona 26 Settembre 2014, 10:07

      Come non quotare?

      Ognuno ha quello che si merita.
      Se il nostro campionato fosse come il Top14, con squadre competitive che giocano in stadi da 10-15.000 spettatori pieni, state tranquilli che anche noi porteremmo a casa bei soldi per i diritti televisivi e ci sarebbe un’asta tra le TV…

      per ottenere un risultato del genere occorre una programmazione intelligente, lungimiranza e soprattutto soldi a perdere per almeno dieci anni: vedete le condizioni voi?

      quindi grazie Nuvolari… a casa mia hai guadagnato un paio di spettatori (e le maledizioni di mia moglie)…

    • Rabbidaniel 26 Settembre 2014, 12:33

      Io credo che nessuna persona onesta possa criticare i dirigenti di Nuvolari, anche se hanno preso un prodotto a costo 0 (com’è probabile). Scommettono, vedono come va e poi faranno le valutazioni del caso.
      C’è da fare solo una constatazione rispetto alle magnifiche sorti e progressive di chi, qualche anno fa, vedeva il rugby italiano come un razzo sparato nell’empireo della palla ovale.

  7. Il Doge n1 26 Settembre 2014, 09:50

    “….. tanto più a un Pro12 finora davvero poco vincente per i nostri colori. Quella penetrazione può farla solo la Nazionale.”

    Nazionale che è nota soprattutto per le sue vittorie !!!!!!! e che caz..o!!!!

    • Paolo 26 Settembre 2014, 10:40

      vero, ma oggi è solo il XV azzurro che può smuovere le acque, non le Zebre o il Benetton. Oh, mi piacerebbe che non fosse così, però…

  8. soa 26 Settembre 2014, 09:51

    Come si diceva sopra sarebbe interessante provare a fare un po’ di pubblicità sulle reti principali e vedere come va!

    • Hullalla 26 Settembre 2014, 10:48

      “Fare un po’ di pubblicita’ sulle reti principali” costa milioni di euro… li abbiamo a budget? Non sono bruscolini.

      • soa 26 Settembre 2014, 11:09

        Sinceramente non ho idea di quanto costino 15 secondi per ogni fascia pubblicitaria per l’ora che va dalle 4 alle 5. Non intendendomene di pubblicità ed analisi di mercato, non so se il costo da sopportare valga in termini di aumento di bambini che si approccino al rugby. Era un’idea come un’altra.

  9. gsp 26 Settembre 2014, 10:00

    Cmq é anche cambiato il contesto televisivo, e per certi versi in peggio. Ma la prova del budino per me sta nelle cifre.

  10. Stefo 26 Settembre 2014, 10:14

    Avevo posto 3 domande al momento dell’annuncio ieri ed una ha una risposta, un anno di durata, quindi il solito cerottino di un anno sull’ennesimo canale diverso (e tolta Dhalia fallita sono 3 TV di fila che dopo un anno lasciano il prodotto).
    Restano le altre due doimande: quanto paga e chi paga la produzione, domande chiave per avere un’idea se il bicchiere possa essere mezzo pieno.

    • Paolo 26 Settembre 2014, 10:41

      Penso che rimarranno senza risposta. Purtroppo.

    • Emy 26 Settembre 2014, 11:59

      Tirando a indovinare, mi pare un filino improbabile che una tv non sportiva che si prende un prodotto per niente appetibile da trasmettere ci metta i soldi per farne la produzione: già tanta grazia che ha messo a disposizione il canale, a campionato già iniziato e per un torneo finora al buio.

  11. ginomonza 26 Settembre 2014, 12:27

    Non so se sia già stato detto perché non ho letto tutti i post ma fino a che il nostro rugby non sarà un po’ vincente saranno cavoli amari.
    Comincino le due Celtiche a portare risultati per intanto.
    gsp : Anthony Minicello come lo pronunciano laggiù ha segnato una meta da favola per i roosters contro i coniglietti

    • gsp 26 Settembre 2014, 12:39

      Lo sto guardando Gino. Bella roba quella meta, ma rabbitohs pareggiano adesso.

      • gsp 26 Settembre 2014, 12:48

        Doppio knock on! Sfiga, ma ci stava.

      • Stefo 26 Settembre 2014, 12:50

        Ne ho guardata un po’ per visionare Te’o…direi che ha delle qualita’ per fare bene in union ma mi sa che ci vorra’ tempo

        • ginomonza 26 Settembre 2014, 13:15

          Si è bravo ed ha appena segnato una meta.
          gsp cosa pensi di SBW?

          • gsp 26 Settembre 2014, 13:32

            Oggi secondo me risente della botta nel primo tempo. Ma adesso che sibentra la stanchezza, una magia gli esce.

  12. Stefo 26 Settembre 2014, 12:58

    Formazione Ulster per partita con le zebre:

    15. Craig Gilroy

    14. Tommy Bowe

    13. Darren Cave

    12. Stuart McCIoskey

    11. Michael Allen

    10. Paddy Jackson

    9. Michael Heaney

    1. Callum Black

    2. Rob Herring

    3. Declan Fitzpatrick

    4. Neil McComb

    5. Franco van der Merwe

    6. Roger Wilson (Captain)

    7. Clive Ross

    8. Nick Williams

    Replacements

    16. Rory Best

    17. Ruaidhri Murphy

    18. Wiehahn Herbst

    19. Lewis Stevenson

    20. Mike McComish

    21. Paul Marshall

    22. Ian Humphreys

    23. Andrew Trimble

  13. Carnielito 26 Settembre 2014, 16:34

    …..insomma, decine, decine e decine di post, quando bastava dire…..: Agli Italiani, o almeno alla stragrande maggioranza, del rugby non frega niente! Hanno avuto 15 anni per appassionarsi e seguire il nostro bellissimo sport, ma nessuno se lo è cagato più di tanto.
    Possiamo anche mandarlo in onda alle 20:30 su Italia uno il mercoledì, per due anni consecutivamente, non credo che le cose cambierebbero. Amano la palla rotonda, amano il gossip televisivo sportivo, amano tutto ciò che il rugby non è!
    Come esempio porto Treviso, 4 anni di Celtic, il primo anno ottimo pubblico (era la novità), secondo così così, terzo (il miglior anno) crescita minima del pubblico! Lo scorso anno, demoralizzazione totale a gennaio e pubblico non presentissimo a Monigo…! Insomma, sempre gli stessi 2/4mila gatti! Cavolo, Treviso da solo fa 80000 abitanti, vuoi non riuscire a fare sempre il pienoneo a Monigo?
    Io ho capito, anche parlando con i miei amici, gente che viene con me a vedere la Nazionale, che viene a Monigo, che fino a 10 anni fa non sapeva neppure cos’era il Rugby, che tutto sommato, del rugby, del gioco in se, non gliene frega niente! Vengono allo stadio perché il tutto è divertente, si passa una bella serata con 10 euro di ingresso! Ma niente più……
    Mettiamocela via ragazzi, io credo che il massimo sviluppo del nostro rugby sia questo, almeno a livello di seguito popolare, poi i risultati potranno anche migliorare, ma saremo sempre poco più del niente…!

  14. giocogio 26 Settembre 2014, 18:14

    SEMBRA CHE PER LA STAGIONE PROSSIMA CI SIA L’OFFERTA DI RAI YOYO!

  15. Giov 26 Settembre 2014, 20:25

    Tarda è l’ora e sul sito di Nuvolari hanno finalmente messo in programmazione le partite. Zebre 15.50 (Telecronaca di Visentin e Gritti) e Treviso Domenica 16.50 (Amodeo e Macor).

  16. Joest 26 Settembre 2014, 22:02

    Intanto Sky riempe i canali con lsa Ruder Cup.. mi sembra un po triste la situazione, visto che se trasmetti su due canali (sport 2 e sport 3) lo stesso evento al posto di altro….vuol dire che non ha più cartuccie da sparare

Lascia un commento

item-thumbnail

Benetton, Marco Zanon: “Torniamo dal Sudafrica con in tasca qualcosa di importante”

Il centro della franchigia biancoverde fa il bilancio della tournée e della gara di sabato con i Bulls

item-thumbnail

Benetton, la situazione a una giornata dalla fine: il punto coi Bulls può essere decisivo?

Le 5 mete di Pretoria permettono ai biancoverdi di restare in zona playoff e di essere padroni del proprio destino

item-thumbnail

URC: Benetton sbriciolato dai Bulls, ma c’è il bonus che serviva

Partita mai in discussione che finisce 56-35, ma le cinque mete dei biancoverdi sono preziosissime per la classifica

item-thumbnail

URC, due squadre a caccia di punti pesanti: la preview di Bulls-Benetton

Ad una settimana dalla vittoria di Durban, un nuovo impegnativo banco di prova per i biancoverdi

item-thumbnail

URC: Munster vince e frena la corsa ai play-off di Edimburgo

Il Benetton Rugby in attesa della sfida di Pretoria con i Bulls è distante un punto dalla squadra scozzese, che affronterà sabato 1 giugno

item-thumbnail

URC: gli highlights di Zebre-Scarlets

Tutte le azioni principali della sfida del diciassettesimo turno