L’Eccellenza ritrova Dallan: sarà allenatore-giocatore per Prato

Dopo le indiscrezioni le firme: l’ex azzurro – fermo da 4 anni – torna a giocare nel massimo campionato italiano

COMMENTI DEI LETTORI
  1. crosby 19 Settembre 2014, 08:24

    Se convincono anche Corrado Pilat e Walter Pozzobon possono puntare ai play-off…

    • Sergio Martin 19 Settembre 2014, 10:36

      Entrambi grandi. A proposito di Pilat. Come mai non lo prende in considerazione nessuno come allenatore dei calciatori? Era un cecchino…

      • mezeena10 19 Settembre 2014, 11:13

        fa pure dei corsi itineranti per l’ italia per fa apprendere l’ arte del calcio della palla ovale ai nuovi virgulti!

        • Sergio Martin 19 Settembre 2014, 16:42

          Bene, così oltre a saper fare, sta facendo esperienza per insegnare (‘sta cosa del “fare”, “insegnare”, “…are”, mi ricorda qualcuno….Boh…)

      • Rabbidaniel 19 Settembre 2014, 12:36

        Eh Pilat, io me lo ricordo dall’U11 all’U19, si vedeva che aveva una gran classe. 3-4 anni fa ha fatto anche lui il giocatore-allenatore a Montebelluna.

      • San Isidro 19 Settembre 2014, 17:10

        Corrado Pilat era un bel giocatore di club, peccato che in nazionale non abbia fatto molte presenze…

  2. malpensante 19 Settembre 2014, 08:57
  3. nespo 19 Settembre 2014, 09:09

    Sicuramente più facile un “DO di petto”

    • malpensante 19 Settembre 2014, 09:24

      Fosse vero, guadagnerebbero da tenori e viceversa.

  4. Alberto da Giussano 19 Settembre 2014, 09:20

    E’ enormemente difficile commentare queste situazioni. Si ha come la percezione di uno spiacevole déjà vu.

  5. fracassosandona 19 Settembre 2014, 09:29

    il livello attuale dell’eccellenza consente tranquillamente ad un 40enne di dire la sua… (vedi Diego Bressan in campo sino all’anno scorso a San Donà)…

    Dallan è più o meno coetaneo di Bergamauro che tuttora gioca in pro12 e nazionale…
    certo che Dallan negli ultimi anni ha fatto il cantante i reality il modello…
    il problema non è certamente lui, ma l’iscrizione al campionato della Società pratese che sta mettendo insieme una “incredible armada”…

  6. Sport Pratese 19 Settembre 2014, 09:31

    Ringraziando la redazione di OnRugby per aver citato il sito di Sport Pratese, segnalo il link all’intervista completa http://www.sportpratese.it/home/rugby-ufficiale-dallan-firmato-i-cavalieri-intervista/

    Saluti!

  7. cassina 19 Settembre 2014, 09:55

    Con il cuore chiunque “tornerebbe” potendo a giocare a livello agonistico, poi c’è la realtà. Questi esperimenti difficilmente hanno un happy ending….
    comunque in bocca al lupo ai Cavalieri Prato che chiamerei “Cavalieri sfortunati”, purtroppo per loro e per il nostro rugby

  8. chetristezza 19 Settembre 2014, 10:46

    Direi più’ che Cavalieri sfortunati , Cavalieri in mano ad un folle…..va fermato !!!!! e comunque secondo me la federazione dovrebbe intervenire.
    Questa è una squadra (che poi non lo è) che prende tranquillamente 30 /40 punti da Capitolina e L’Aquila…..come fanno a fare un campionato??

    • Lorenzo70 19 Settembre 2014, 11:19

      Come fanno a fare un campionato? Beh, come tutti gli altri che hanno un titolo sportivo guadagnato sul campo ed hai quali la FIR riconosce la possibilità di iscriversi al proprio campionato!
      Si allenano, poi quando c’è il giorno della partita, si mettono scarpini, paradenti e caschetto (per chi lo usa) e scendono in campo cercando di dare il meglio di se!
      Ecco come fanno!
      Se poi prenderanno 40 punti a partita ed alla fine del campinato saranno retrocessi, il prossimo anno gioceranno in serie A.
      Questo è lo sport, se invece si vuol parlare d’altro ….. avanti c’è posto per tutti!
      Io spero solo che l’entusiamo e la voglia dei ragazzi e delle persone che si sono messe in gioco per questo progetto, e che certamente non lo hanno fatto per soldi visto che di soldi non ce ne sono, sia premiato almeno dall’affetto e dal sostegno della gente che ama e apprezza questo sport, con buona pace di chi invece continua solo a remare contro per una sorta di malevolo spirito di rivalsa.
      L’ho già detto altrove, di aziende che chiudono i battenti, che non riescono a stare sul mercato e per questo licenziano i loro lavoratori c’è ne sono talmente tante in Italia, il momento è quello che è ….. in questo panorama se qualcuno prova a ripartire che senso ha sparare a zero contro ogni iniziativa!

      • insidecenter 19 Settembre 2014, 11:28

        L’umiltà dei pratesi si contraddistingue sempre!! Non è questione di sparare o colpire ma se le vanno a cercare le situazioni ridicole!!
        Se volevano ripartire lo avrebbero dovuto fare dalle serie inferiori anzichè insistere sul campionato di eccellenza!!

        • Cannonball 19 Settembre 2014, 12:33

          Concordo, ma non puoi generalizzare. La follia di uno, non rappresenta l’umiltà di molti.

        • marco1958 19 Settembre 2014, 16:48

          Guarda che questa e’ umiltà …….prato ha il diritto di giocare questo campionato e lo gioca con le forze che ha consapevole che la salvezza e’quasi impossibile ma è’ la stessa situazione dello scorso campionato dove la vittima era già predestinata ……riguardo alla società…….vorrei che la cordata che la voleva rilevare chiarisse dove si sono arenate le trattative perché in tre mesi mai una volta e’trapelato niente e sono persone che sulla stampa ci sarebbero arrivati con molta facilita…….

      • Cannonball 19 Settembre 2014, 12:31

        Perchè un tifoso dovrebbe andare e sostenere un gruppo, una società, un management, che di pratese non ha assolutamente nulla?

        • mezeena10 19 Settembre 2014, 14:28

          per i giocatori che vanno in campo!

          • ginomonza 19 Settembre 2014, 14:44

            E per il rugby !

          • San Isidro 19 Settembre 2014, 16:53

            esatto @mez e @gino, inoltre secondo me bisognerebbe apprezzare chi viene da altre squadre e si mette in gioco con I Cavalieri per tentare di salvare sul campo la permanenza nella massima serie…

      • fracassosandona 19 Settembre 2014, 14:43

        caro Lorenzo…
        il problema è che a rugby ci si può fare anche male…
        il problema è che non stiamo parlando del campionato toscano under 12 ma del massimo campionato italiano…
        il rischio è quello del no contest…
        non è questione di rispettare i giocatori che scendono in campo ma anche gli avversari che per venire a giocare a Prato sostengono dei costi di trasferta, dei tifosi avversari che pagano il biglietto per vedere una partita di eccellenza e non un allenamento, della tv che (teoricamente) dovrebbe pagare i diritti per trasmettere quello spettacolo…
        mogliano aspetta 8000 euro dell’incasso della finale scudetto da un anno e mezzo, e non ho idea di quanto possano essere creditori gli ex giocatori di prato…
        il buon Patelli si è trasferito a San Donà: non mi lusingo lo abbia fatto per l’amenità dei luoghi o per il prestigio del blasone…
        piuttosto di azzoppare quello che purtroppo è il nostro massimo campionato ritengo che Prato avrebbe potuto chiedere più correttamente di disputare quello di serie A, dove avrebbe incontrato altre compagini munite solo di entusiasmo e voglia di giocare…

        • Lorenzo70 19 Settembre 2014, 17:15

          Carissimo Fracasso, come mi sembra di aver chiarito bene in quello che ho scritto a mio avviso la questione economica è secondaria, così la penso e continuo a sostenere che se il problema fossero 8000 euro di debito per una finale tutto quello di cui state parlando non ha alcun senso.
          Si parla di sport, di impegno, di voglia di giocare ….. adesso non veniteci anche a dire che la copertura televisiva ridicola che ha il nostro rugby è dovuta al fatto che i Cavalieri Prato forse perderanno tutte le partite, cosa ad esempio già successa lo scorso anno a quella fantastica società che è la Capitolina, esempio di club virtuoso e ben gestisto che ha deciso di affrontare l’Eccellenza con i mezzi che aveva a disposizione.
          Continuo poi dicendoti che gli avversari che giocano con te li rispetti se ti comporti con dignità ed impegno, non serve nient’altro, e questo vale nel rugby così come anche nella vita.
          Chiudo sulla sicurezza, tema sbandierato a mo di vessillo di lungimiranza e rettitudine …… se il problema esistesse e fosse legato alle condizioni atletiche, alla qualità ed al tasso tecnico dei giocatori dell’Eccellenza italiana coprobabilmente il 50% dei giocatori che vediamo in campo non dovrebbe mai alzarsi dalla panchina.
          Se sei giovane e determinato, o anziano (non me ne voglia Dallan) e cocciuto ed hai voglia di accetare una sfida come questa non puoi che avere la mia massima stima.
          Sicuramente per quanto mi riguarda quest’inverno farò volentieri 500 km per andare a verdermi almeno una partita dei Cavalieri a Prato, e mi sentirò preso per il culo solo e soltanto se vedrò dei giocatori che non si impegano.

          • luca doc 19 Settembre 2014, 20:39

            bravo Lorenzo,
            pos’ì ssasso e mang’ì bbào a chi dice che ‘un siam’ umili!!

  9. Katmandu 19 Settembre 2014, 12:27

    Sarei proprio curioso di vedere uno che ha fatto la storia del rugby in Italia e in Europa come giocherà in un campionato italiano non più competitivo come un tempo, credo che 4 anni son troppi, farà più fatica del previsto (almeno spero perchè se fosse vero il contrario sarebbe grave assai)

    • Cannonball 19 Settembre 2014, 12:34

      In arrivo anche Stoica, Ric Flair, Clubber Lang e Solange come addetto marketing

    • Hullalla 19 Settembre 2014, 17:48

      Il problema per lui saranno le condizioni fisiche. Passati i 35 il recupero e’ molto piu’ difficile (te lodico per eseprienza) e lui ha avuto molti infortuni nella sua carriera.
      Comunque in bocca al lupo!

  10. San Isidro 19 Settembre 2014, 17:04

    L’arrivo di Dallan era certo, ma pensavo venisse solo per fare il tecnico dei trequarti, non il giocatore-allenatore…per carità da tecnico darà sicuramente un buon contributo, ma, con tutto il rispetto, da giocatore non penso che farà la differenza…per quanto sia stato un grande atleta, rimettersi a giocare dopo 4 anni (che non sono bruscolini, sono 4 anni!) non è semplice, oltretutto in massima serie, un conto è tornare a giocare in Serie B, altro discorso è in Eccellenza…comunque lo ammiro per l’impegno che è si è preso e spero possa dare una mano alla causa de I Cavalieri, sia sul campo che sul piano tecnico…

    • Rabbidaniel 19 Settembre 2014, 19:44

      Non so se da tecnico darà un contributo buono, non lo so davvero. Ha esperienza e preparazione? Essere stato in nazionale non significa essere un buon tecnico.

  11. San Isidro 19 Settembre 2014, 17:08

    OT (ma sempre in tema Cavalieri): il pilone tucumano Emiliano Coria Marchetti, la passata stagione in forza al Prato, è stato ingaggiato dal Montpellier in Top 14, al momento, come joker medical…auguri!

  12. luca doc 19 Settembre 2014, 20:49

    per chi segue i Cavalieri avere Dallan e’ una buona notizia, e guardando la squadra non mi sembra che debba malfigurare in una eccellenza di dilettanti.
    Io andro’ a vedere i Cavalieri anche quest’anno e se faremo qualche figuraccia non importa, la mia birra l’avro’ bevuta e quattro chiacchere con amici le avro’ fatte.
    Vi ricordo che anche l’anno scorso dicevate che i Cavalieri sarebbero sicuramente retrocessi avendo la squadra allo “scatafascio”…

  13. Maury7 19 Settembre 2014, 22:01

    Far ritornare un giocator fermo da 4 anni fa capire come sia alla frutta il rugby italiano,non c’è mi fine al peggio

Lascia un commento

item-thumbnail

Serie A Elite: 18 giocatori in uscita dai Lyons

Il club di Piacenza saluta una parte consistente dell'organico 2023/24 e si concentra sulla valorizzazione dei giovani del vivaio

23 Luglio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: Matteo Minozzi riparte dal Petrarca

Nuova avventura per l'estremo ex Benetton, che torna in azione dopo l'annuncio del ritiro a febbraio 2024

23 Luglio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: un pilone italiano con esperienza internazionale per la prima linea del Petrarca 2024/25

Nuove energie in mischia per la formazione allenata da Griffen e Jimenez che ha reso noto un altro giocatore in entrata

23 Luglio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: una prima linea U20 per il Petrarca Rugby

Un nuovo innesto per il club padovano che pesca a Piacenza il suo rinforzo

22 Luglio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite maschile: Ian McKinley torna in Italia

L'ex mediano di apertura del Benetton e della Nazionale entra nello staff tecnico del Vicenza

22 Luglio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite