All Blacks, un “lodo Sonny Bill Williams” per averlo a novembre

Una decisione “ad personam” della NZRU spalanca le porte dei campioni del mondo per SBW in vista dei test-match europei

ph. Jason O’Brien/Action Images

La regola prevede che per poter vestire la maglia della nazionale neozelandese un giocatore debba aver disputato almeno una manciata di partite con la maglia di una squadra che prende parte a un torneo che si svolge da quelle parti, che si tratti di Super Rugby o del National Championship poco conta ma è quanto chiede la NZRU anche per chi è già stato con gli All Blacks.
A meno che tu non ti chiami Sonny Bill Williams: la federazione neozelandese ha infatti reso noto che ha predisposto una “exemption”, ovvero una vera e propria dispensa grazie alla quale il giocatore potrà essere convocato dal ct Steve Hansen per il tour di novembre che prevede una gara negli USA e tre in Europa (Inghilterra, Scozia e Galles) anche se non giocherà prima con nessuna squadra affiliata alla stessa NZRU.

 

Il trequarti campione del mondo nel 2011 da due stagioni giochi in Australia con i Sydney Roosters nella NRL (rugby a 13) ma ha già firmato il contratto che lo riporterà in patria per indossare nuovamente la divisa dei Chiefs e quindi della nazionale. Il più importante torneo di League del mondo finirà a inizio ottobre e la finestra per poter giocare in Nuova Zelanda era piuttosto limitata per Sonny Bill Williams, soprattutto se i suoi Roosters dovessero andare molto avanti.
A metà luglio il ct All Blacks Steve Hansen aveva fatto sapere che se il giocatore verrà preso in considerazione se sarà in buone condizioni ma c’era il problema del regolamento. Ora non più grazie ad una dispensa ad hoc.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Mamuka Gorgodze: “Il rugby sta diventando sempre più popolare in Georgia”

La leggenda del rugby georgiano ha commentato anche la vittoria sull'Italia e le nuove tendenze nel rugby nel suo Paese

item-thumbnail

La Francia perde Demba Bamba: lungo periodo di stop per il pilone

Il pilone dei Bleus e di Lione ha chiuso con largo anticipo il suo 2022 sportivo e si rivedrà solo l'anno prossimo

item-thumbnail

Il Rugby Europe Championship sarà a otto squadre dal 2023

Un importante cambiamento per il principale torneo europeo di seconda fascia

item-thumbnail

Dall’Inghilterra si spara a zero su All Blacks e Sam Cane, tirando in ballo Michele Lamaro

Dalle colonne del Times, Stuart Barnes si scaglia contro il capitano degli All Blacks

item-thumbnail

Inghilterra: confermata la fiducia a Eddie Jones, ma il futuro va verso Andy Farrell

La federazione vicecampione del mondo pensa alla Rugby World Cup 2023 ma anche a quella del 2027

item-thumbnail

Samoa pronta a schierare due ex All Blacks contro l’Italia

A novembre l'apertura Lima Sopoaga e il terza linea Steven Luatua potrebbero rafforzare la rosa che ha vinto la Pacific Nations Cup