E’ l’ora di Giappone-Italia, azzurri alla ricerca della vittoria perduta

Sabato mattina alle 7 la Banda Brunel alle prese con una gara insidiosa: tanto da perdere e non molto da guadagnare

ph. Giampiero Sposito/Action Images

L’Italia ha perso 12 delle ultime 13 partite giocate con otto sconfitte nelle ultime otto gare, il Giappone viene da nove vittorie consecutive e sta vivendo quello che è probabilmente il momento migliore della sua storia rugbistica. Questo è il quadro generale che attende gli azzurri che sabato mattina (ore 7 italiane, le 14 a Tokyo, diretta tv su SportItalia) scendono in campo al Prince Chichibu Memorial Stadium della capitale nipponica per affrontare la squadra allenata dal ct Eddie Jones.
Rimanendo alle sole ultime settimana la Banda Brunel ha rimeduiato due brutte sconfitte con Fiji e Samoa mentre il Giiappone ha battuto proprio i samoani e gli USA.
Capitan Geldenhuys lancia la carica azzurra: “Veniamo da una serie di sconfitte difficili, da una stagione lunga e non semplice, ma sappiamo quanto sia importante finire questo 2014 con una vittoria per entrare con fiducia nella stagione che verrà. Giappone ed Italia sono cambiate molto in questi anni. Il Giappone è migliorato davvero molto in mischia, li abbiamo studiati molto questa settimana e sappiamo che là davanti ci attende un confronto serrato. Da parte di noi avanti italiani c’è, forte, il desiderio di riscattare la gara contro Samoa, in cui abbiamo sofferto molto”.
Una partita in cui l’Italia ha tantissimo da perdere e non molto da guadagnare. Una partita davvero difficile e che va vinta e basta.

 

Giappone: 15 Ayumu Goromaru, 14 Akihito Yamada, 13 Male Sa’u, 12 Yu Tamura, 11 Kenki Fukuoka, 10 Harumichi Tatekawa, 9 Fumiaki Tanaka, 8 Ryu Koliniasi Holani, 7 Michael Leitch, 6 Justin Ives, 5 Luke Thompson, 4 Shoji Ito, 3 Kensuke Hatakeyama, 2 Shota Horie, 1 Masataka Mikami.
Riserve: 16 Hisateru Hirashima, 17 Takeshi Kizu, 18 Hiroshi Yamashita, 19 Shinya Makabe, 20 Hitoshi Ono, 21 Hendrik Tui, 22 Atsushi Hiwasa, 23 Toshiaki Hirosi.

 

Italia: 15 Luke McLean, 14 Leonardo Sarto, 13 Michele Campagnaro, 12 Andrea Masi, 11 Giovambattista Venditti, 10 Luciano Orquera, 9 Tito Tebaldi, 8 Robert Barbieri, 7 Mauro Bergamasco, 6 Joshua Furno, 5 Marco Bortolami, 4 Quintin Geldenhuys (capitano), 3 Lorenzo Cittadini, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Alberto De Marchi.
Riserve: 16 Manici, 17 De Marchi An., 18 Chistolini, 19 Fuser, 20 Vosawai, 21 Palazzani, 22 Allan, 23 Garcia

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Kieran Crowley: “Italia hai ritrovato fiducia ma c’è ancora molto da fare”

Il tecnico degli azzurri parla di credibilità ritrovata, di capitan Michele Lamaro e di quanto ami il nostro paese

6 Dicembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

La stampa estera: “L’Italia ha dato segnali promettenti, diamole il tempo di crescere”

Dylan Coetzee, giornalista di Planet Rugby, ha tracciato un dettagliato bilancio della stagione azzurra

4 Dicembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

“Kieran, ti piace come gioca l’Italia?”

L'inconsueta domanda del presidente della Federazione Italiana Rugby Marzio Innocenti al Commissario Tecnico

2 Dicembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Ange Capuozzo è nel XV ideale di Planet Rugby per le Autumn Nation Series 2022

Menzioni d'onore anche per Michele Lamaro e Ignacio Brex

29 Novembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Lorenzo Cannone: “Con l’Italia è stato un novembre positivo. Ora testa alle gare col Benetton”

L'avanti ripensa al mese internazionale appena concluso proiettandosi verso il futuro

item-thumbnail

Grazie Italrugby, e adesso al lavoro verso il Sei Nazioni 2023

Qualche riflessione su cosa ci lascia il novembre azzurro

21 Novembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale