Sei Nazioni: Doussain beffa la Scozia allo scadere, vince la Francia 17-19

Parte bene la Scozia, i bleus la riacciuffano e la superano. Weir regala un vantaggio che pare definitivo, ma la 78’…

ph. Lee Smith/Action Images

Parte meglio la Scozia, che tiene maggiormente l’ovale e cerca di impostare manovre, spesso però penalizzate da errori di handling e controllo. I primi punti del match sono però della Francia, che quando entra nei ventidue ospiti sfrutta l’indisciplina degli scozzesi con Machenaud dalla piazzola. Il miglior avvio degli Highlanders dà i suoi frutti con la meta di Hogg, che schiaccia dopo un calcio alto in area di meta che Huget e Dulin non riescono a sventare. Machenaud riporta in vantaggio i suoi, ma la Scozia gioca con maggiore tranquillità, mette a posto gli errori e passa di nuovo. Questa volta è Seymour a schiacciare, dopo un bell offload di Matt Scott che ricorda quanto visto a Roma. La Francia ci prova ma mancano i palloni da rimessa laterale, in cui i galletti faticano molto. La partita è piacevole, e in finale di tempo arriva una bella azione, con l’ovale che cambia più volte possesso. Nessuno però segna più e il primo tempo si chiude sul 14-9 Scozia.
A inizio della seconda frazione è Huget a ribaltare il risultato e a portare i  galletti avanti di due. Si combatte a lungo su un campo davvero non all’altezza del Sei Nazioni. Al 61′ Weir con un piazzato da 42 metri riporta in vantaggio i padroni di casa ma il colpo di reni lo dà Doussain che regala alla Francia la seconda vittoria (importantissima) ottenuta sul filo di lana in questo torneo. A Murrayfield finisce 17-19.

 

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Tommy Seymour, 13 Alex Dunbar, 12 Matt Scott, 11 Sean Lamont, 10 Duncan Weir, 9 Greig Laidlaw, 8 Dave Denton, 7 Kelly Brown (c), 6 Johnnie Beattie, 5 Jim Hamilton, 4 Richie Gray, 3 Geoff Cross, 2 Scott Lawson, 1 Ryan Grant.
Riserve: 16 Ross Ford, 17 Moray Low, 18 Euan Murray, 19 Tim Swinson, 20 Ryan Wilson, 21 Chris Cusiter, 22 Duncan Taylor, 23 Max Evans

Marcatori Scozia

Mete: Hogg (12), Seymour (21)
Conversioni: Laidlaw (13, 22
Punizioni: Weir (61)

 

Francia: 15 Brice Dulin, 14 Yoann Huget, 13 Mathieu Bastareaud, 12 Maxime Mermoz, 11 Maxime Médard, 10 Jules Plisson, 9 Maxime Machenaud, 8 Damien Chouly, 7 Alexandre Lapandry, 6 Sébastien Vahaamahina, 5 Yoann Maestri, 4 Pascal Papé, 3 Nicolas Mas, 2 Brice Mach, 1 Thomas Domingo
Riserve: 18 Guilhem Guirado, 17 Vincent Debaty, 18 Rabah Slimani, 19 Alexandre Flanquart, 20 Antoine Claassen, 21 Jean-Marc Doussain, 22 Remi Tálès, 23 Gaël Fickou

Marcatori Francia

Mete: Huget (45)
Marcatori: Machenaud (46)
Punizioni: Machenaud (1, 10, 16),  Doussain (78)

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

L’inglese Henry Pollock eletto Miglior giocatore del Sei Nazioni U20

Il terza linea inglese è un giovane di grande prospettiva

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Inghilterra ancora rullo compressore, l’Irlanda si rialza

Red Roses mai in difficoltà contro la Scozia malgrado un altro cartellino rosso, il Galles cade a Cork

14 Aprile 2024 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Due Azzurri nel XV ideale del Sei Nazioni 2024

Reso noto il Team of the Championship, dove l'Irlanda la fa da padrona e l'Italia ha più giocatori dell'Inghilterra

item-thumbnail

Scozia: fiducia in Gregor Townsend, nonostante tutto

Il capo allenatore rimane al suo posto, ma la federazione ha fatto intendere di non essere troppo soddisfatta dell'ultimo Sei Nazioni