Road to Six Nations 2014, gli avversari nel mirino/3: l’Irlanda

Prosegue la rassegna degli avversari nel Sei Nazioni. Oggi tocca all’Irlanda, dove saranno protagonisti giovani e senatori

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Andria 22 Gennaio 2014, 15:45

    Per me sono un’incognita, pero` li ritengo inferiori a Galles e Inghilterra, potenzialmente anche alla Francia, che pero` se continua cosi’ si sogna di battere l’Irlanda.
    La probabilita` che vincano il 6 Nazioni c’e` comunque.

  2. moro0 22 Gennaio 2014, 15:49

    Leinster, munster e ulster hanno vinto i propri gironi di HC, e con molti irlandesi in campo, non è un risultato di cui non si può tenere conto, secondo me il torneo sarà loro!

  3. Stefo 22 Gennaio 2014, 16:22

    Personalmente non do loro grandi chances di vittoria del torneo, 3 partite fino ad ora giocate con il nuovo tecnico sono molto poche perche’ sia stato assimilato un nuovo sistema.
    La qualita’ c’e’ e tanta in quasi tutti i ruoli ma penso sara’ un torneo in costruzione piu’ che altro.

  4. Mr Ian 22 Gennaio 2014, 17:23

    Mediaticamene sono la squadra che meno ha attratto l attenzione, nel bene e nel male, staff e giocatori hanno preparato la loro stagione in assoluta tranquillità, ed i risultati sul campo si vedono sia a livello di clubs che di nazionale, se ripetessero la stessa prestazione contro gli AB’ s, chi in Europa potrebbe mai fermarli?

  5. xnebiax 22 Gennaio 2014, 17:32

    È sicuramente la squadra che meno si presta a pronostici. La mancanza di O’Brian secondo me si farà sentire. Secondo me faranno bene. Le loro prestazioni però sono state un po’ altalenanti nel 2013, partita fiacca contro l’Australia, partitone enorme contro gli All Blacks. Un loro quarto o addirittura quinto posto mi stupirebbe più di un loro primo posto.

    (OT: il mio nuovo passatempo rugbyuniontaklessinkingin.tumblr.com )

  6. ernesto 22 Gennaio 2014, 17:58

    Rodaggio e infortuni…. contro.
    3 in casa e un po’ di credito con la fortuna… a favore.

  7. Giovanni 22 Gennaio 2014, 18:03

    Probabile torneo di transizione per i verdi: migliore di quello negativo dello scorso anno, ma non al punto da poterlo vincere. Diciamo 2-3 vittorie dovrebbe essere il target realistico della squadra di Schmidt. Il ricambio generazionale è in corso già da alcuni anni e la qualità non manca di certo, non solo in prospettiva RWC2015, ma anche in vista del quadriennio successivo. Tuttavia l’Irlanda non può ancora permettersi di rinunciare all’esperienza ed al carisma dei “dioscuri” O’Connell-O’Driscoll: il primo sta attraversando un ottimo periodo di forma, il secondo – ci scommettiamo? – riceverà “inviti” a proseguire di un altro anno, dopo che già ha allungato la propria carriera alla stagione presente. Come detto da @Stefo, molto dipenderà anche dalla capacità e dai tempi di assimilazione delle nuove linee guida di Schmidt. Cmq sono parecchi i punti di forza nel team: dal trio in prima linea (Best-Cronin-Healy), ad Heaslip in terza, alla mediana dalle molteplici soluzioni, ai trequarti (occhio agli emergenti Fitzgerald e Madden). I dubbi sono legati al peso delle assenze dei vari O’Brien, Ferris, Zebo e Bowe.

    • Stefo 22 Gennaio 2014, 18:19

      Zebo c’e’ e’ stato recuperato con Gilroy ed entrambi sono stati aggregati al gruppo lunedi’ visto che Earls ora sembra incerto.
      Fitzgerald emrgente?

      • Giovanni 22 Gennaio 2014, 20:41

        Ah si? Non ci sto capendo molto ultimamente con la lista infortunati irlandese: 15 giorni fa ho letto che Heaslip era infortunato ed invece sabato ha giocato ed anche piuttosto bene. Meglio così per lui, per l’Irlanda e per il torneo.

      • Giovanni 22 Gennaio 2014, 20:57

        Ah ecco, ora è Earls quello in dubbio…una girandola praticamente 🙂

    • mezeena10 22 Gennaio 2014, 19:59

      zebo discreta forma, pienamente recuperato, mediana sicura: murray sexton, poche chiacchiere..
      fitzgerald uno sbarbatello eheheh..
      e hai messo 2 tallonatori in prima linea!
      per me dal prossimo anno saranno da temere..per tutti..

      • Giovanni 22 Gennaio 2014, 20:55

        Hai ragione Best-Cronin sono entrambi hooker (a proposito, chi sarà il titolare?): si vede che lavorare troppo mi fa male, eheh. Murray-Sexton sicuri? Cmq, quantità ce ne è: Reddan, Keatley e Jackson. Secondo me pure quest’anno si leveranno qualche soddisfazione, considerando anche un calendario più favorevole dello scorso anno (Sco, Ita, Wal in casa, Eng, Fra fuori).

        • Stefo 22 Gennaio 2014, 22:08

          Mah se si va su quanto fatto vedere Cronin dovrebbe essere titolare fisso ed aggiungo Herring in panchina…ma mi sa che un po’ di lanci di Best ce li dovremo sorbire.
          Mediana: se stanno bene Murray-Sexton sicuri, in panca mi piacerebbe vedere Marmion piu’ di Reddan come MM per l’apertura se fa come a Novembre porta Madigan che gli copre anche altri ruoli.

  8. ernesto 22 Gennaio 2014, 18:07

    Ma Zebo in HC non l’ho visto malissimo!

    • Giovanni 22 Gennaio 2014, 20:57

      Già, è andato in meta. Quindi è stato recuperato, buon per lui e per l’Irlanda.

  9. Rabbidaniel 22 Gennaio 2014, 18:35

    La sconfitta contro gli AB è stato un bel segnale, ovviamente il target mi pare il mondiale più che questo 6N. Può essere la classica mina vagante, nel torneo la vedo 3a con eventuali sorprese.

  10. Katmandu 22 Gennaio 2014, 19:26

    potenzialmente sono una mina vagante….non riesco ad inquadrarli, son una bella squadra ma penso che la mano di schidt inizierà a vedersi dalla seconda metà del torneo

  11. San Isidro 22 Gennaio 2014, 19:34

    Anch’io come @kat non riesco ad inquadrarli, ma se devo ipotizzare le favorite di questo torneo dico in ordine casuale Francia, Inghilterra e Galles…ad ogni modo l’Irlanda potrà anche ben figurare al 6N, ma tanto quest’estate farà visita ai Pumas e allora lì si che saranno dolori per i verdi…

Lascia un commento

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: eletta la miglior giocatrice del Torneo

È Poppy Cleall, numero 8 dell'Inghilterra, che ha fatto registrare numeri sensazionali

30 Aprile 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Importanti novità sul Sei Nazioni Under 20

Vanno definendosi luoghi e formula dell'attesa competizione giovanile

29 Aprile 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni: un’azzurra nella formazione ideale del torneo

L'Inghilterra campione è la squadra più rappresentata, con quattro atlete

28 Aprile 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Stagione finita per George North

Niente tour dei Lions per il fuoriclasse gallese

28 Aprile 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni: il calendario dell’edizione 2022

Debutto in Francia per gli azzurri, attesi da 3 trasferte ed altrettanti impegni domenicali

28 Aprile 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: c’è chi lo vuole mantenere tra aprile e maggio

Si valuta se tenere la competizione delle ragazze spostata in calendario rispetto a quella maschile che come sempre si giocherà da febbraio

28 Aprile 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni