Italia e Pro12, il futuro è meno celtico: parola di Gavazzi

Una intervista che squarcia il velo sui dubbi e sui timori federale: “Il Pro12 costa troppo, o si cambia o ce ne andiamo”. E pensa a una Eccellenza a 8 squadre

ph. Sebastiano Pessina

OnRugby qualcosa aveva subodorato nelle ultime due settimane, ma le bocche erano cucitissime. Nessuna possibilità di scrivere nulla, ora però parla il presidente FIR Alfredo Gavazzi e la questione diventa palese: il futuro celtico italiano è a fortissimo rischio, ora anche la federazione pensa di mollare. In una intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport il numero uno del rugby italiano dice chairo e tondo: «Coi colleghi delle altre tre federazioni sono stato molto chiaro. Il 30 giugno scadrà il primo quadriennio di impegno: o cambieranno le condizioni o ci faremo da parte».
I problemi sono tutti economici: «La Fir investe annualmente un quarto del proprio bilancio, circa 11 milioni di euro, per la partecipazione di Treviso e Zebre. Tre di “tassa di iscrizione”, 2,725 di contributo al Benetton, 5 per la gestione delle Zebre. Troppo, non più sostenibile. (…) Non siamo i cugini di campagna, devono trattarci da soci paritetici. Non finanzieremo più i nostri competitors”.
Poi gli avvertimenti alle due franchigie: “Le Zebre devono dotarsi di un management capace di garantire introiti per 2-2,5 milioni: anche in momenti di crisi, non è impossibile. È quanto più o meno spende Rovigo per l’Eccellenza. Treviso deve capire che non può pretendere sempre più. Riceverà quanto la squadra federale».
Gavazzi si dice poi preoccupato per il movimento italiano e in caso di fuoriuscita celtica pensa ad una Eccellenza a 8 squadre. Il 20 a Londra un incontro con le altre Unions: sarà un incontro decisivo?

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

URC: un rinforzo in prima linea per le Zebre 2024/25

La mischia della franchigia ducale si arrichisce di un giocatore proveniente dalla Serie A Elite

item-thumbnail

Benetton Rugby: un giovane prospetto azzurro rinnova in biancoverde

Resta nutrita e di qualità la batteria dei centri a disposizione di coach Bortolami per la prossima stagione

item-thumbnail

Benetton Rugby, Riccardo Favretto: “Su di noi crescono le aspettative, ma abbiamo dimostrato di saperle reggere”

Il seconda/terza linea dei biancoverdi punta ad un 2024/25 da protagonista, per riprendersi anche la Nazionale

item-thumbnail

Benetton, Marco Bortolami: “La componente psicologica nel mio lavoro vale un buon 50%”

L'Head Coach dei Leoni ha spiegato il suo ruolo di tecnico e di comunicatore

item-thumbnail

Zebre Parma: programmata un’amichevole estiva il 22 agosto

I ducali preparano la nuova stagione di URC con una seconda amichevole di livello

item-thumbnail

La battuta di Jake White su Andrea Piardi: “Fa vincere sempre la squadra in trasferta. Spero ci arbitri fuori casa”

Il tecnico ha provato a stemperare la tensione e l'amarezza in conferenza stampa, con un'uscita che la stampa estera ha definito "bizzarra"