Colorno mantiene l’imbattibilità vincendo a Rubano

Nonostante la fisicità degli avversari il Colorno vince 19-8

Rubano (PD) – 27 Ottobre 2013
Campionato nazionale Serie A girone 1, Turno 4

Roccia Rubano Vs HBS Colorno  8-19 (P.t. 3-6)

Marcatori: 14‘ cp Dusi (0-3);  20‘ cp Mercanzin (3-3);  40‘ cp Dusi (3-6);  s.t. 13‘ m Canni (3-11);  22‘ cp Dusi (3-14);  33‘ m Casotto  (8-14); 39‘ m Citi (8-19).
Roccia Rubano: Borsetto; Sattin, Prati, Belluco, Nardacchione (1’ s.t. Casotto); Mercanzin, Sandonà (5’s.t. Ragazzi); Negriolli (26’ s.t. Palandrani), Ricardi (17’ s.t. Fiorita), Caldon; Cucchio, Babetto; Canova, Giovanni Marchetto (8’-12’ s.t. Marchetto Gregorio, 21’ s.t. Marchetto Gregorio) Bortoletti (23’ s.t. Franceschetto). (Non entrati: Crozzoletto, Meneghel) All.Cauvy
HBS Colorno: Corso (40’ s.t. Padovani), Canni (25’ s.t. Balocchi), Torri, Citi, Terzi, Torri (34’ s.t.Bronzini), Dusi, Barbieri D.; Da Lisca (cap), Modoni, Rollo (25’ s.t. Pop), Borsi, Lopez (17’ s.t. Barbieri P.), Tripodi (8’ s.t. Palma), Silva M.(32’ Sanfelici), Goegan (34’s.t. Zanacca). All.Mordacci-Falzone
Arbitro: Navarra (Federazione Italiana Rugby)
Calciatori: Dusi (HBS Colorno) 3/7, Mercanzin (Roccia Rubano) 1/3
Cartellini: 30’ giallo a Canni (HBS Colorno), al 7’ s.t. giallo a Ricardi (Roccia Rubano)
Note: Cielo coperto. Temperatura 18° .Terreno in buone condizioni.  350 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Roccia Rubano 0, HBS Colorno 4

Commento: Partita equilibrata nei primi dicei minuti con Rubano a giocare quattro touche in attacco ma senza impensierire troppo la difesa bianco-rossa. Il Colorno fatica ad essere pericoloso subendo un po’ la pressione iniziale dei padroni di casa ma riesce a sbloccare il tabellino. Molta aggressività iniziale da parte del Roccia che usa bene il gioco al piede mentre Colorno, col passare del tempo, continua ad acquistare predominio in mischia chiusa. La formazione di Cauvy imposta un buon ritmo alla mano guadagnando una buona parte del possesso nei primi 30 minuti. Indisciplina colornese sui punti d’incontro con tanti falli fischiati contro dal direttore di gara. Un piazzato di Dusi ottenuto da una maul porta avanti l’HBS a pochi secondi dall’intervallo. Canni rientra dopo i dieci minuti spesi a vedere i compagni fuori dal terreno di gioco e dimostra grande duttilità e doti atletiche in tre ottime azioni personali: al 53esimo l’ala trova la meta al largo finalizzando un ottimo passaggio di Dusi. Rubano non riesce a segnare con l’uomo in più a fine primo tempo mentre Colorno sfrutta la superiorità numerica allungando il parziale ad inizio ripresa in una gara che comunque rimane equilibrata grazie al basso ritmo della ripresa ed alle poche azioni alla mano. E’ la maul dei padroni di casa con una meta a 7 dal termine a tenere viva la contesa fino alla seconda segnatura colornese con Citi che chiude praticamente la sfida. Positivo esordio assoluto in Serie A per Padovani e per i due giovani della Under 18 colornese: il terza linea Pop e l’utility back Bronzini.

Cronaca:  Forfait di Federico Silva nel riscaldamento, in panchina prima convocazione per Bronzini. Colorno entra nei 22 dei padroni di casa già al 2° minuto ma Citi perde il possesso placcato dalla linea difensiva dei rosso-verdi. Fuorigioco della difesa di Mordacci e subito Rubano in touche nei 22: vantaggio per gli uomini di Cauvy e Navarra comanda il secondo fallo nuovamente calciato in touche: parte la maul patavina ma è brava la difesa ad ottenere un turnover. Dusi si auto innesca al piede ma viene poi placcato appena fuori dai 22: Goegan da nuova linfa all’attacco prima che Dusi calci al largo per Canni. Sulla ruck fallo contro il sostegno ospite. Dopo una buona mischia nella propria metà campo è bravo Torri al piede a liberare trovando l’estremo ospite a controllare maldestramente l’ovale concedendo la prima rimessa colornese nei 22 avversari al 13esimo. Parte il drive dell’HBS, la mediana decide poi di aprire sul lato aperto dove la difesa del Roccia è pescata in fuorigioco. Dusi al piede sblocca il tabellino. Rubano entra alla mano nei 22 colornesi ma non riesce a conquistare metri, ancora ottima la difesa biancorossa che ottiene una mischia a favore. Sugli sviluppi dell’azione perde il possesso il Colorno, con Navarra a fischiare un fallo al placcatore Canni: l’apertura del Roccia pareggia centrando i pali. Dusi potrebbe riportare in avanti i suoi con un piazzato da metà campo ottenuto in mischia chiusa ma la sua pedata va larga sulla destra. Fallo contro Tripodi in ruck sulla metà campo al 28esimo e Rubano spedisce l’ovale fuori dal campo: l’azione si sposta alla mano dal lato opposto dove Canni nel tentativo di intercetto commette in avanti. Numero 14 ancora protagonista ma in negativo, sanzionato dal direttore di gara col giallo per non aver rilasciato l’avversario placcato. Mercanzin sbaglia il piazzato del potenziale vantaggio. Bella touche colornese al 36esimo, intelligente Dusi con un grabber a conquistare terreno ma l’azione sfuma con Terzi sanzionato in ruck sulla linea dei 22 avversari. L’azione si ripete ma stavolta ai 10 metri rosso-verdi: avanza il Colorno spostando l’ovale dalla parte opposta e ancora Terzi sanzionato sul punto d’incontro. Lopez ruba un lancio di Marchetto al 40esimo e Colorno avanza col proprio drive che ottiene un fallo a favore. Dusi da 30 metri porta avanti gli ospiti allo scadere.

La ripresa comincia con Canni che riparte alla mano dai propri 22 seminando 3 avversari con uno splendido gioco di finte prima di ottenere un fallo a favore sul placcaggio. La touche ospite conquista il lancio ma i trequarti non riescono a trovare il varco nella linea difensiva del Roccia. Corso al piede respinge il calcio dell’estremo Borsetto costringendo Rubano ad una rimessa sui propri 22 che viene poi rubata dai saltatori di Mordacci. Goegan suona la carica ai suoi andando oltre la linea del vantaggio, gli ospiti sono in superiorità al largo ma Navarra ferma il gioco sventolando un giallo a Ricardi reo di gioco antisportivo: Dusi da metà campo fallisce nuovamente. Prati sanzionato in ruck e Dusi trova una splendida touche al piede ai 5 metri ma il pack colornese non riesce ad avanzare. E’ Canni a trovare la prima meta di giornata al 53esimo. Dopo una touche sulla sinistra in attacco è bravo Dusi a far fruttare l’ottimo lavoro di Palma alimentando l’azione con velocità con un bellissimo passaggio alla mano che salta due compagni, trovando sulla destra Canni. Ancora attivo Dusi che tenta un drop da molto lontano, il suo calcio va però corto al 57esimo. Spunta nervosismo nei padroni di casa con il direttore di gara a sanzionare con un fallo una protesta plateale del Roccia: Dusi sfrutta l’omaggio centrando i pali. Al 64esimo il Rubano riesce ad entrare nei 22 colornesi ma l’ingaggio rosso-verde viene sanzionato. Ottimo impatto sulla gara del giovane terza linea Pop molto aggressivo nella sua gara d’esordio nella competizione. Borsetto prova a dare vigore alla fase offensiva del Roccia con un bell’offload che innesca un compagno; la difesa del Colorno è però pescata in fuorigioco su un calcio a liberare. La touche del Roccia innesca la maul che riesce a trovare la meta  sulla bandierina con l’ala Casotto. Dusi ancora ottimo al piede al 35esimo a spedire un fallo in touche sui 10 metri ma i biancorossi perdono il possesso a causa di un velo. Terzi strappa l’ovale ad un avversario ed innesca Citi sull’out destro, il centro toscano viene placcato vicino alla linea prima che l’ovale raggiunga Sanfelici che commette in avanti. Rubano prova a risalire il campo sfruttando un up & under che viene controllato da Corso: sulla ricaduta l’estremo rimane a terra e viene portato fuori dal campo. Il gioco riprende con una touche del Colorno che innesca una maul avanzante: scambio veloce tra i centri con il pallone in cassaforte nelle mani di Citi che s’invola in meta.

Le interviste ai protagonisti della sfida di Colorno tra Roccia Rubano e HBS Colorno:

L’head coach dell’HBS Colorno Michele Mordacci :”Risultato importante che ci permette di rimanere in alta classifica. Abbiamo sofferto il loro possesso soprattutto nel primo tempo. Ancora non riusciamo ad imporre le nostre caratteristiche di ritmo e velocità: scarsi i risultati oggi nei tentativi di muovere l’ovale uniti da scelte tattiche da rivedere. Per la formazione di oggi –età media 22 anni- penso sia un risultato importante. Nessun avversario va sottovalutato. Oggi 2 o 3 episodi in attacco ci hanno favorito, bravi noi  sfruttarli. Sono contento per Citi che sta ritrovando via via la forma dopo l’infortunio e contento per i nostri giovani, anche i due Under 18: vedendo la qualità di questi ragazzi sono convinto che non tutti hanno il posto assicurato. Anche questa situazione di emergenza ci ha lasciato buoni spunti per il futuro.“

Rammaricato l’allenatore di casa, il francese Christian Cauvy:”Oggi possiamo uscire a testa alta perché ci siamo confrontati alla pari coi primi in classifica. Stiamo crescendo partita dopo partita dopo un avvio di campionato difficile. Oggi abbiamo giocato bene in difesa mentre la fase offensiva deve ancora migliorare: oggi ci è costata la partita ma ci lavoreremo per preparare al meglio la sfida con Firenze. E’ stata la nostra migliore gara finora: abbiamo speso tanto per mettere pressione e tenere lontano il Colorno. Questo sforzo l’abbiamo pagato nella difficoltà di costruire gioco e di segnare dovuta anche alla nostra difficoltà nella trasmissione dell’ovale. Ottimi i primi dieci minuti dove però non siamo riusciti a segnare.”.

Soddisfazione doppia per l’assistente allenatore Marco Falzone, coach della Under 18 Arca di Gualerzi :”Soddisfazione enorme per i più giovani che sono stati all’altezza giocando alla pari con gli altri: questo è l’obiettivo della società. Il programma stagionale prevede che, nelle finestre di stop del campionato Under 18, alcuni giovani si allenino con la prima squadra per essere pronti il prima possibile a giocare con la Serie A in caso di necessità, come successo oggi”.

Contento per i punti e per l’aspetto esperienziale di questo tipo di gare il capitano dei biancorossi Alessandro Da Lisca:”Portiamo a Colorno questi quattro punti consci che ci sia tanto da lavorare in mischia e sulle maul avversarie. Ci aspettano CUS Verona e Valpolicella che sfruttano molto questo fondamentale. Speriamo di recuperare qualcuno dei tanti infortunati. Essere i primi in classifica ti porta ad affrontare avversari che danno il 110% contro di te facendo la partita della vita, per questo questi punti sono importanti. Sono contento per i più giovani che possono crescere ed imparare da gare come queste che non hanno mai giocato prima. La classifica la guarderemo solo a Marzo.“.

Concorde nel plauso ai più giovani anche la terza linea ducale Rocco Rollo: ”Partita dura oggi sul lato fisico portata a casa con fatica. I giovani hanno aiutato molto con una gran prova in campo dove molti non erano al 100%. Nel futuro dovremo alzare il livello e la concentrazione per accrescere il nostro gioco corale risultando più compatti in attacco”.

Soddisfazione anche personale per il centro Lorenzo Citi autore della meta che ha chiuso il match nel finale :”Il Rubano è stato un avversario duro, soprattutto sui punti d’incontro. La nostra pecca è stata fare il loro gioco facendoci coinvolgere troppo in una strategia che però ci ha visto preparati. In attacco la loro difesa pressava parecchio ma siamo stati bravi ad attaccare la loro linea trovando alcuni varchi come nelle due mete. Non sono ancora al 100% ma giocare 80 minuti in gare di questo livello mi serve per ritrovare prima la forma migliore”.

Domenica prossima 3 Novembre 2013 per la quinta giornata del campionato di Serie A girone 1 l’HBS Colorno ospiterà il CUS Verona allo stadio Maini di Colorno: calcio d’inizio alle ore 14.30

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Una giovane atleta della Partenope Rugby scelta come mascotte di Land Rover Italia alla RWC 2015

Giusy Ambrosio il prossimo 4 ottobre volerà a Londra per assistere a Italia-Irlanda

6 Luglio 2015 Club
item-thumbnail

A scuola di rugby e di valori con un maestro d’eccezione: Diego Dominguez

Concluso il Gruppo Mediobanca Rugby Camp, lunedì inizia il Diego Dominguez Rugby Camp

4 Luglio 2015 Club
item-thumbnail

Land Rover Cup: Domenica 21 a Roma seconda tappa del torneo Under 12

Dopo il successo di Padova nuovo appuntamento sul campo della Capitolina

16 Giugno 2015 Club
item-thumbnail

ASD Rugby Sambuceto 2008 cerca tecnici per la stagione 2015/2016

La società abruzzese attende candidature

28 Maggio 2015 Club
item-thumbnail

Land Rover Cup: domenica a Padova in campo le under-12 venete

Si replica domenica 21 giugno a Roma alla Capitolina

27 Maggio 2015 Club
item-thumbnail

Torneo old Maledetti Toscani: scendono in campo agonismo e goliardia

Appuntamento sabato 16 allo stadio Chersoni di Iolo

12 Maggio 2015 Club