Gli All Blacks e la RWC 2015: rivincere il titolo per almeno 150mila motivi

La NZRU ha siglato un nuovo accordo sui contratti dei giocatori. Grosso impulso al Seven e decisi i premi per il Mondiale

ph. Sebastiano Pessina

Soldi, soldi e soldi. Inutile fare gli schizzinosi, quando si parla di sport professionistico sono una parte importantissima. A maggior ragione se il soggetto in questione sono poi gli All Blacks, una delle massime espressioni agonistiche ed economiche di quel mondo.
La federazione neozelandese ha firmato un accordo con la New Zealand Rugby Players’ Association che stabilisce il nuovo contratto collettivo per i giocatori della terra dei Maori. L’intesa ha validità fino a tutto il 2015.
Gli atleti di ogni livello riceveranno complessivamente 121,2 milioni di dollari neozelandesi e quelli che miglioreranno maggiormente la loro posizione, se facciamo il confronto con l’accordo che precede quello siglato nelle ultime ore, sono i giocatori del Seven: gli ingaggi del settore maschile passeranno da un “cumulo” di 1,6 a 3,5 milioni di dollari (sempre neozelandesi), quelli del settore femminile ammonteranno invece a 1,9 milioni per “almeno” 16 giocatrici. Un impegno economico che sottolinea la centralità dell’appuntamento di Rio 2016 per la NZRU.
Capitolo Super Rugby: le franchigie potranno mettere sotto contratto 32 giocatori ognuna con un tetto di ingaggio da 180mila dollari per l’anno in corso, cifra che salirà a 190mila entro il 2015. Inoltre per il Rugby Championship, che si disputa in contemporanea con l’ITM Cup, la NZRU verserà 50mila dollari a ognuna delle Unions, cifra però che può diminuire se i giocatori convocati dagli All Blacks verranno rilasciati e potranno quindi scendere in campo con i loro club.
L’accordo (a questo link potete trovare tutti i dettagli) si occupa anche del Mondiale 2015: in Inghilterra, in caso di vittoria, ogni giocatore potrà arrivare a guadagnare 150mila dollari, un terzo in più dei 100mila prevista per la RWC 2011. In caso di medaglia d’argento si scende a 115mila dollari cadauno.

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

La curiosa storia di Byron McGuigan, avversario dell’Italia con la Scozia e la Namibia

Le nuove regole sull'eleggibilità consentiranno al giocatore di iniziare la sua nuova carriera internazionale in modo singolare

24 Gennaio 2023 Rugby Mondiale / Rugby World Cup
item-thumbnail

Rugby World Cup 2023: una seconda opportunità per ottenere i biglietti

Aprirà il 24 gennaio la piattaforma di rivendita ufficiale dei tagliandi

19 Gennaio 2023 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2023
item-thumbnail

Brodie Retallick lascerà gli All Blacks dopo la Coppa del Mondo 2023

La leggenda neozelandese, che ha raggiunto i 100 caps a novembre, ha firmato con i giapponesi Kobelco Kobe Steelers

18 Gennaio 2023 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2023
item-thumbnail

Eddie Jones è il nuovo allenatore dell’Australia, esonerato Rennie

Il contratto entrerà in vigore dal 29 gennaio e arriverà fino al 2027. Il tecnico avrà anche un ruolo di supervisione del rugby femminile australiano ...

16 Gennaio 2023 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2023
item-thumbnail

Rugby World Cup 2023: il mondiale francese avrà diverse novità

Rose più ampie e più giorni di recupero per i giocatori, il torneo durerà una settimana in più

13 Gennaio 2023 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2023
item-thumbnail

Rugby World Cup 2023: nell’inchiesta per corruzione ci vanno di mezzo anche i biglietti

Centinaia di tagliandi tolti dal circuito normale d'acquisto per essere ceduti a un dirigente della federazione francese

9 Gennaio 2023 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2023