Pro12: il XV di Treviso che proverà a fermare i Warriors

Sei i cambi decisi da Franco Smith per una trasferta che potrebbe rivelarsi fondamentale

COMMENTI DEI LETTORI
  1. kinky 3 Gennaio 2013, 13:14

    A quanto pare Smith ha messo quella che lui oggi considera la “sua” squadra titolare considerando la non forma di Williams e Benvenuti. Penso che la scelta di partire con Vosawai fin dall’inizio sia giusta, che magari se per caso siamo in vantaggio nel secondo tempo entra Favaro il quale mi dicono si è ancora dimenticato di fare la comunione a natale!!!! Mi sembra poi che anche il Glasgow abbia messo il meglio a disposizione….in poche parole si prevede una gran bella partita dove gli allenatori non hanno risparmiato nessuno!! Speriamo nel bel tempo e buone condizioni del campo. P.S. speriamo in una buona giornata di Burton (io personalmente sarei partito con Di Bernardo).

    • carlo s 3 Gennaio 2013, 21:27

      se si va avanti così Benvenuti si gioca (nel senso che lo perde!) il posto in Nazionale per il prossimo 6 nazioni

  2. Katmandu 3 Gennaio 2013, 13:16

    Ma nessuna partita di CL trasmessa nemmeno in streaming? Vorrà dire che guarderò il top xiv 🙂
    Gli scozzesi mi sembrano abbastanza quadrati non credo verrà fuori una partita spettacolare ma spero di sbagliare

  3. Gianangelo 3 Gennaio 2013, 13:27

    Oh adesso sì che ci siamo, questa è una squadra messa in campo per cercare di vincerla, non sarà facile visto che sono quarti ma con un pò di culo…

  4. Luc@ 3 Gennaio 2013, 13:41

    Forza Leoni

  5. gsp 3 Gennaio 2013, 13:49

    La Benetton giochera’ a fare la Benetton e speriamo si vinca, forza ragazzi. Mi aspetto pochissimi fronzoli e Burton a a prendere punti appena puo’. C’e’ poco da girarci intorno, questa e’ la quadra tecnica della squadra ed e’ giusto che si lavori per questa strada continuando a migliorarla.

    il 4′ posto di Glasgow e’ ormai abitudine, quindi si parla di una squadra abituata a tenere questi livelli per tutta la stagione.

  6. Rabbidaniel 3 Gennaio 2013, 13:54

    Formazione “scontata” e logica, con Burton a concretizzare il più possibile e il Luamaro che spero si convinca partita dopo partita che in questa squadra serve come centro. Sarà durissima, ovviamente.

  7. M. 3 Gennaio 2013, 14:40

    Loamanu è una ala forte forte e un bel giocatore, ma a secondo centro nun se po’ proprio vedè. Opinione personale.

    • Rabbidaniel 3 Gennaio 2013, 14:47

      Il Luamaro è di fatto un’ala ma, opinione altrettanto personale, a Treviso io credo serva più come centro. L’ho sempre affermato in tempi non sospetti, ancora quando non aveva giocato un minuto. Per quella che è la struttura di squadra e il game plane di Treviso all’ala non serve molto. Vedremo quando e se rientrerà l’oggetto misterioso LeGrange come andranno le cose, soprattutto nel periodo del 6N.

      • kinky 3 Gennaio 2013, 16:51

        E’ vero me lo ricordo bene e io ti dissi…aspetta iniziamo a vederlo giocare all’ala e poi ne riparliamo. Oggi dico che concordo con te anche perchè così finalmente utilizziamo Benvenuti nel suo vero ruolo…perchè tanto a breve ritonerà anche lui in forma come due anni fa!!

  8. And 3 Gennaio 2013, 14:45

    serve una delle prestazioni scandalose che Ruaridh Jackson a volte fa x vincere questa partita

    • Luc@ 3 Gennaio 2013, 15:49

      Quì a treviso ha fatto vincere la squadra, e a me sinceramente ha dato una bella impressione.
      E comunque in panchina hanno Duncan Weir.
      Sono tosti specie in casa

      • And 3 Gennaio 2013, 16:29

        l’ultima partita in casa contro Glasgow è successo il contrario: uscito lui che giocava malissimo è entrata un’altra apertura che ha propiziato 2-3 mete e Glasgow ha vinto, ma nn era Weir

        • Luc@ 3 Gennaio 2013, 16:43

          si hai ragione la partita è cambiata quando è entrato Wight.

  9. And 3 Gennaio 2013, 14:45

    “nessuna copertura tv”

  10. luis 3 Gennaio 2013, 15:50

    E’ una formazione logica per giocare contro una squadra ostica, Loamanu si vede che è un’ala da come si muove in campo, ma può benissimo giocare centro, basta che si ricordi di andare qualche volta di più drittoperdritto. Speriamo bene !

    • kinky 3 Gennaio 2013, 16:57

      Mi pare che per una partita, mezza giocata male abbiate già crocifisso Loamanu a centro. Ma guardate che Loamanu ha giocato solo una partita (l’ultima) non bene facendo le scorribande di lato. Tutte le altre volte ha fatto il suo dovere..e alla grande!!

      • boh 3 Gennaio 2013, 18:24

        E ti credo, non ci passava neanche uno spillo in verticale.

        • gsp 4 Gennaio 2013, 21:20

          daccordissimo con te boh. per molti la corsa in orizzontale e’ inutile.

          ma in una situazione come quella, dove per tutta la partita hai cercato di fare sempre la corsa diritta, esplorare ha senso. anche perche’ le difese vannp testate. quelle delle zebre andavav bene e pronta all’attacco diretto. ma se corri di lato inizia ad allargare le maglie, oppure costringi i giocatori a seguirti. se la comuniczione tra i giocatori non funziona, o uno scivola, o uno non segue riesci a creare un’occasione. oppure basta un cambio di nuovo verso l’interno di un corridore e becchi il difensore piantato per terra.

          non dico che va fatto sempre, pero’ come vriante si puo’ provare per cercare spazio. ed e’ uno di quei cambi che puo’ mettere dubbi alla difesa.

  11. fracassosandona 3 Gennaio 2013, 16:29

    peccato non poterla vedere…
    in ogni caso glasgow è una squadraccia orribile che fa della concretezza il suo punto di forza…
    all’andata non hanno combinato un cavolo ed hanno vinto 24 a 13…
    spero che ai Leoni riesca il miracolo dell’anno scorso e vincere in Scozia, diversamente ci si dovrà rassegnare a giocare per il settimo posto, piangendo sulle due sconfitte di misura con Leinster ed Ulster (sei punti che in classifica vorrebbero dire aperta lotta play off)
    con tutto l’affetto e la gratitudine che ho per Franco Smith mi piacerebbe vedere la rosa del Benetton (mai un club più forte nella storia del rugby italiano, con quasi tutta la nazionale a disposizione) in mano ad un tecnico più scafato sul piano internazionale…
    lancio una provocazione: sarei molto curioso di vedere cosa potrebbe combinare Brunel con il doppio incarico Treviso – Nazionale…

    • crosby 3 Gennaio 2013, 21:39

      Più facile vedere Smith con il doppio incarico, ti pare?
      Tra Benetton Treviso e Nazionale Italiana mi pare che il bilancio vittorie-sconfitte sia nettamente a favore di Treviso.
      Se i giocatori hanno una mentalità vincente lo hanno appreso a Treviso, giocando contro i più forti d’Europa e vincendo con una certa frequenza.
      Brunel ci ha lasciato le penne a Treviso quando con il suo Perpignan ha perso in Heineken 3 stagioni fa e Treviso non faceva ancora la Celtic e giocava ancora contro la Capitolina…
      Smith ha piu’ di 20 anni in meno di Brunel e per quanto fatto vedere finora, non credo abbia poi cosi’ tanto da invidiare al francese…

  12. marcoV 3 Gennaio 2013, 20:57

    Non per sminuire il loro triangolo allargato, ma Maitland?

  13. gsp 3 Gennaio 2013, 22:31

    @crosby, le percentuali vittorie/sconfitte tra treviso ed italia non sono cosi’ diverse, dopo l’entrata in CL. E’ innegabile il beneficio delle vittorie di treviso sull’italia.

Lascia un commento

item-thumbnail

Benetton, Tomas Albornoz: “Bene la prima vittoria, carichi per Edimburgo”

Tutta la soddisfazione del numero 10 argentino premiato come miglior giocatore della partita nel successo sugli Stormers

item-thumbnail

URC: un Benetton quasi pronto, delle Zebre acerbe

La prima giornata del nuovo torneo ha visto dei Leoni imperfetti ma intensi, mentre i ducali hanno peccato a livello attitudinale

item-thumbnail

Benetton: le condizioni di Manuel Zuliani

Per la terza linea dei leoni, uscito malconcio dal match contro gli Stormers, potrebbe trattarsi di uno stiramento

item-thumbnail

Video: gli highlights della vittoria del Benetton sugli Stormers

Ecco le immagini del successo dei leoni nella prima giornata di United Rugby Championship

item-thumbnail

Benetton, Favretto pensa già ad Edimburgo: «Dobbiamo concedere meno penalità»

Il classe 2001, protagonista del successo contro gli Stormers, si concentra già sulla partita della settimana prossima

item-thumbnail

URC, Benetton: l’analisi di Marco Bortolami post vittoria sugli Stormers

Capo allenatore e Michele Lamaro, terza linea (co-capitano) biancoverde, hanno parlato in conferenza stampa