Challenge Cup: Bath sommerge Calvisano con 10 mete (67-11)

Ennesimo pesante ko per una squadra italiana: i campioni dell’Eccellenza reggono un tempo, poi è festival di mete inglesi

ph. Ian Smith/Action Images

Un primo tempo equilibrato, chiuso sul 15 a 8 per gli inglesi. Una seconda frazione senza storia, con i campioni d’Italia che incassano cinque mete nei primi 17 minuti.

 

Bath: 15 Jack Cuthbert, 14 Kyle Eastmond, 13 Horacio Agulla, 12 Sam Vesty, 11 Olly Woodburn, 10 Tom Heathcote, 9 Mark McMillan, 8 Nick Koster, 7 Guy Mercer (c), 6 Josh Ovens, 5 Ryan Caldwell, 4 Dominic Day, 3 David Wilson, 2 Brett Sharman, 1 Charlie Beech.
Riserve: 16 Tom Dunn, 17 Anthony Perenise, 18 Kane Palma-Newport, 19 Will Spencer, 20 Will Skuse, 21 Chris Cook, 22 Ollie Devoto, 23 Ben Williams.

 

Calvisano: 15 Shaun Berne, 14 Pablo Canavosio, 13 Andy Vilk, 12 Tommy Castello, 11 Ben De Jager, 10 Paul Griffen, 9 Gullo Palazzani, 8 Samu Vunisa, 7 Stefano Scanferla, 6 Giacomo Brancoli, 5 Paino Hehea, 4 Jaco Erasmus, 3 Salvatore Costanzo, 2 Luigi Ferraro, 1 Andrea Lovotti.
Riserve: 16 Andrea Gavazzi, 17 Luca Scarsini, 18 Elia Violi, 19 Luca Beccaris, 20 Gabriele Cicchinelli, 21 Simon Picone, 22 Michele Visentin, 23 Alberto Bergamo.

 

Marcatori, per Bath
Mete: Koster (25), Day (39), Ovens (42), Mercer (46), Agulla (48, 57), McMillan (53), Penalty try (66), Palma-Newport (71), Attwood (80)
Conversioni: Heathcote (39, 43, 49, 54, 58, 67, 80)
Punizioni: Heathcote (3)

 

Per Calvisano
Mete: Castello (17)
Conversioni:
Punizioni: Griffen (31, 42)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Challenge Cup 2019/2020: il calendario di Zebre e Calvisano

Come lo scorso anno, i ducali inizieranno in Inghilterra contro Bristol. A dicembre doppio confronto con Leicester per Calvisano

23 agosto 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: sorteggiati gli avversari di Zebre e Calvisano

Per le Zebre ci sono di nuovo i Bristol Bears, per Calvisano ci sono i Leicester Tigers

19 giugno 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: Calvisano parteciperà alla competizione nel 2019/2020

Il club lombardo si iscriverà al torneo dopo la vittoria dello spareggio playoff in Continental Shield

11 giugno 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: il Clermont batte La Rochelle 36-16 e trionfa per la terza volta

A Newcastle i jaunards sono sempre in controllo del match, soffrendo solo in parte i rochelais

10 maggio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Champions Cup: la formazione del Leinster per la sfida ai Saracens

Tadhg Furlong taglia il traguardo dei 100 caps

10 maggio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: La Rochelle prova a essere David contro il gigante Clermont

Nella finale della coppa cadetta i pronostici sono tutti per i gialloblu, ma occhio a dare per battuta la squadra di Jono Gibbes

10 maggio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
  1. aristofane 8 dicembre 2012, 17:36

    Anche ovviamente diferenza di cilindrata, ma credo che il Calvisano non abbia dato proprio l’anima per questa partita, appena hanno preso meta in inferiorità numerica hanno smesso di giocare, o almeno a questo fa pensare una differenza così grande tra primo e secondo tempo (15-8/52-0).

  2. steve 8 dicembre 2012, 23:17

    Non ho capito perchè qui ci sia solo 1 commento (quello sopra) e per la sconfitta del Rovigo 17! Calvisano è sempre la campione d’Italia in carica, o no? Ha preso oggi 10 mete, o no? Come mai qui non ci si straccia le vesti come per altre sconfitte di oggi in CC? Forse Calvisano d’avvero rappresenta solo un elemento passeggero nella storia del rugby italiano…

  3. Gianangelo 9 dicembre 2012, 09:48

    Caro “d’avvero” steve: forse non sai che “l’elemento passeggero” ha vinto un paio di titoli negli ultimi anni, anche quando c’era il Benetton, un paio di anni fà Rovigo il titolo lo ha perso senza il Benetton, Viadana e “l’elemento passeggero.
    Detto ciò prendere 10 mete non fà certo onore al Calvisano, viste anche le dichiarazioni d’intenti di Cavinato, se permetti però avere nel girone la squadra Spagnola e perdere la partita è un “tantinello” più grave che perdere a Bath, non credì.

Lascia un commento