Caso Viadana/Pro12: la FIR risponde, ribatte e rilancia

Una nota ufficiale per ribadire le proprie ragioni e in parte spiegare alcune scelte. Una vicenda che non è ancora finita

Negli ultimi giorni gli strascichi del caso Aironi hanno rimesso in frizione la Federazione con chi della defunta franchigia federale era il presidente: Silvano Melegari. Il patron del Viadana ha presentato ricorso presso l’Alta Corte di Giustizia Sportiva del CONI contro la decisione FIR di escludere il club lombardo dal bando per la partecipazione al Pro12. In una intervista esclusiva rilasciata a OnRugby Melegari ha poi rilanciato, non escludendo il ricorso anche alla giustizia non sportiva (ha fatto esplicito accenno alla Corte dei Conti).
Ora arriva una nota della FIR che  risponde alle parole del numero uno del Viadana e che spiega (per vie inevitabilmente sommarie, si tratta solo di una nota) la decisione di escludere la società dal bando celtico.
Ora si aspetta la decisione dell’Alta Corte di Giustizia Sportiva del CONI, che metterà comunque un punto fermo nella vicenda. Che poi sia davvero l’ultimo è tutto da vedere. Questa la nota FIR:

 

In relazione al comunicato stampa diffuso dalla Società Rugby Viadana in data 26 novembre relativo al ritiro della licenza degli Aironi Rugby per la partecipazione a RaboDirect PRO12 da parte della FIR, al mancato accoglimento della candidatura della Società Rugby Viadana ed al successivo ricorso all’Alta Corte di Giustizia Sportiva del CONI da parte di quest’ultima, la FIR ritiene necessario ribadire quanto segue:

a)    il Consiglio Federale della FIR, in data 6 aprile 2012, è stato costretto a deliberare il ritiro della licenza di partecipazione degli Aironi Rugby alla luce di un’evidente insostenibilità economico-finanziaria. Tale insostenibilità è stata rilevata dalla commissione incaricata da FIR, sulla base dei documenti contabili di Aironi Rugby.

b)   La decisione del Consiglio Federale, in data 19 maggio 2012, di non accogliere la richiesta di assegnazione della licenza di partecipazione al RaboDirect 2012/13 presentata dalla Società Rugby Viadana si è basata sia sull’insostenibilità economico/finanziaria del progetto presentato sia sulla palese contiguità tra la gestione e la proprietà degli Aironi Rugby e Rugby Viadana, di cui Silvano Melegari era peraltro il medesimo presidente.

c)    La FIR non può, infine, che ritenere le proprie decisioni – sia per quanto riguarda la revoca della licenza ad Aironi Rugby sia per il non accoglimento della candidatura di Rugby Viadana – basate sull’oggettività dei documenti e dei bilanci ufficiali delle Società interessate ed assunte nell’esclusivo interesse dell’intero movimento.

FIR non rilascerà ulteriori dichiarazioni sull’argomento.

 

 

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il chiarimento della FIR sulle attività consentite dopo il nuovo DPCM

Proseguono regolarmente allenamenti e campionati delle squadre impegnate in tornei nazionali e regionali. Indicazioni anche su giovanili ed Old

19 Ottobre 2020 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

La FIR ha fatto chiarezza sull’ordinanza 620 della Regione Lombardia

Spiegato in dettaglio cosa va avanti e cosa, invece, si ferma fino al 6 novembre 2020

17 Ottobre 2020 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Gavazzi: “Definito l’accordo CVC-Sei Nazioni, ma ora la mia priorità è la ripartenza”

Il presidente federale parla a anche di Pro14, Mondiale U20, ricandidatura e biglietti per la partita con l'Inghilterra

28 Settembre 2020 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Consiglio federale: i contributi alle società del massimo campionato

E su come considerare conclusi o meno i campionati se ci dovesse essere una nuova interruzione nel 2020/2021

17 Settembre 2020 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Il protocollo FIR per l’attività agonistica nazionale

Le disposizioni federali relative alla ripartenza: ci sarà un contributo per i test medici

15 Settembre 2020 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Consiglio federale: approvato il bilancio consuntivo 2019. Termine iscrizioni ai campionati il 22 agosto

Approvata anche la prima nota di variazione del bilancio preventivo 2020

1 Agosto 2020 Rugby Azzurro / Vita federale