Azzurri grandissimi e a un passo dal sogno, ma l’Australia vince 19-22

Brutto primo tempo, grandissima prestazione nel secondo. Orquera fallisce al 78′ il calcio del pareggio

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Giovanni 24 Novembre 2012, 17:02

    Uff, difficile dare un giudizio equilibrato su un partita così…talmente diversi il primo ed il secondo tempo…e poi c’è quel piazzato di Orquera che mi galleggia ancora nell’esofago… 🙁

  2. berton gianni 24 Novembre 2012, 17:03
  3. Ma’aRhuffi 24 Novembre 2012, 17:03

    Complimenti a Brunel alla squadra e ad un grande Francesco Minto!!peccato due beffe in meno di 24 ore…un secondo tempo in cui abbiamo messo in ginocchio l’Australia che di certo non ci ha snobbato!!

    • Ma’aRhuffi 24 Novembre 2012, 17:16

      aggiungo bella l’immagine di Barnes che và da Orquera a congratularsi nel cerchio azzurro!!

    • Giancarlo 24 Novembre 2012, 19:44

      Hai ragione grande Minto!!
      Scatenerò ancora una volta le ire di qualcuno ma io continuo a dire che Gori non mi piace, ha delle qualità innate che ne potrebbero fare un grand mediano ma poi fa una confusione terribile, quante palle – uomo ha dato oggi? quante attese dannose nel ordinare la palla fuori dalle rack? forse stava ripassando il manuale? E’ veloce e sa cogliere bene i rari momenti in cui creare il buco ma per il resto è un peso. (a parte sabato scorso dove ha giocato bene..ma succede di rado)
      Un altra beffa come quella di Treviso il giorno prima e con le stesse modalità…fanno effettivamente un po’ rabbia perchè sono due vittorie che avevi costruito e non hai portato a casa
      Peccato!!

      • Andrea da Treviso 24 Novembre 2012, 22:28

        Concordo con te su Gori!!Io preferisco di gran lunga semenzato!!!

  4. william 24 Novembre 2012, 17:03

    vabbe sr invece di crederci i più forti del mondo nel primo tempo fossimo stati più umili e concentrati…chissà…

    ma comunque era orquera quel fenomeno con il 10 negli ultimi minuti????

  5. Izze 24 Novembre 2012, 17:06

    Al 78esimo, a -3… andiamo in touche, no? 🙁

    • And 24 Novembre 2012, 17:37

      Vosawai ne aveva appena xsa una

      • ivanot 24 Novembre 2012, 17:41

        Quando mai lanci una touche a Manoa?

      • Izze 24 Novembre 2012, 17:44

        E quindi? Dov’è scritto che ne perdevamo un’altra? Neanche poi fosse una posizione da cui dici “prendiamoci ‘sti 3 punti sicuri”…

        • mistral 24 Novembre 2012, 17:58

          la touche poteva anche starci, però con l’uomo in più e la mischia abbastanza dominante, vai a calciare per i tre punti?… ci si riempie tanto la bocca con i nostri avanti, e poi per una volta che ci si poteva provare veramente a fare il botto, si calcia…boh!… bella partita, comunque…

          • Antongiulio 25 Novembre 2012, 01:55

            Infatti! Dovevano fare quella follia che il galles ha avuto le palle di fare con gli allblacks pur di mettere a segno una meta che comunque nn li avrebbe portati alla vittoria con una rischiosissima megamaul e invece questi… al 78esimo vanno per il pareggio! Con l’australia!! E quando ci capita più? Con questa mentalità nn andremo mai da nessuna parte

        • Hullalla 24 Novembre 2012, 22:14

          centrale a quaranta metri dovrebbero essere punti sicuri…:-(

    • Lubix 24 Novembre 2012, 18:15

      concordo appieno!!
      a i minuto e mezzo dalla fine la scelta era: calciare per il pareggio (che come è già stato ci sarebbe stato stretto lo stesso) o andare per la gloria e calciare in touche…
      io credo che TUTTI avrebbero osannato gli azzurri anche solo per averci provato 🙂
      poi è chiaro che un pareggio sarebbe comunque stato storico, però….

    • Giancarlo 24 Novembre 2012, 19:52

      al 78° andiamo in touche? ..eri sicuro che daremmo andati in meta?
      Quel calcio era praticamente in cassa ..il suo esito è stato una vera sventura della quale non voglio incolpare Orquera, verso cui non ho grande considerazione ma che tra sabato scorso ed oggi ha fornito una buona prestazione (Sabato) ed una eccezionale da grande apertura oggi.
      Forse i grandi campioni portano a casa calcio e vittoria e non si fanno condizionare psicologicamente lui ha probabilmente sentito tutto il peso di quanto poteva fare..e non l’ha fatto, ma il calcio era assolutamente da provare e non buttare via l’ultima occasione in una touche abbandonando 3 punti che avevano tutte le prerogative per essere in saccoccia…è la vita!!

  6. Picco 24 Novembre 2012, 17:06

    Orquera come DiBernardo. Italia peggio dei Leoni. Che dire… sono proprio contento. Vado a togliere le fourx dal frigo. Buon weekend anche a voi.

    • gsp 24 Novembre 2012, 17:13

      Te la sei chiamata ieri.

      • Picco 24 Novembre 2012, 17:26

        E piú forte che potevo!
        Vuoi mettere la soddisfazione?

        • ginomonza 24 Novembre 2012, 19:19

          ma cosa vuoi dire?

          • Picco 24 Novembre 2012, 21:18

            “Ce lo sai…” 🙂

          • franzele 25 Novembre 2012, 06:30

            Che è laziale, vuole dire…. Cosa vuoi che voglia dire uno che esprime tutta sta soddisfazione acida, tra l’altro la birra australiana fa anche schifetto. Brindasse con del tavernello che si addice di più alla sua indole e al suo spirito.

  7. demon1981 24 Novembre 2012, 17:08

    Una brutta Italia perde contro un Australia inguardabile!!!
    A che serve calciare per un pareggio???
    E poi, i soliti errori nei momenti importanti…
    Nessuan rabbia, c’e’solo l’ennesima delusione di una squadra che ha ancora parecchi limiti.
    Bene come al solito, la mischia.

    • Hullalla 24 Novembre 2012, 22:18

      Quando l’Italia e’ vicina nel punteggio (o vince) o gli altri avevano mandato in campo la squadra B oppure avevano fatto la loro peggior partita delgi ultimi 450 anni (..e quando mail la ritroveremo una Australia-NZ-Inghilterra-Francia-Irlanda-Galles-etc. cosi’ brutta???).

      :-S

      • Unforgiven79 25 Novembre 2012, 12:05

        a) Non puoi chiamarle Squadre B: OK che mancavano 2/3 pezzi da novanta (anche includendo Quade Cooper, che probabilmente non vedranno mai più), ma questa è un tipo di scusante che potrebbe reggere con l’Italia, che ha pochi ricambi di talento ed esperienza, non con le Nazioni dell’emisfero Sud. Esempio: sabato scorso non c’era Dan Carter, ma Aaron Cruden che sarebbe apertura titolare ovunque in Europa; puoi citare come determinanate l’assenza di Carter solo in caso di partita tiratissima con l’esperta Inghilterra, per i punti decimali in più che dà. Ma per l’Italia, son sempre gli All-Blacks.

        b) “la loro peggior partita delgi ultimi 450 anni”… chiunque abbia praticato un minimo di sport sa che, quando tu alzi la tua performance, contemporaneamente fai calare quella dell’avversario che sembra andare in confusione e debito d’ossigeno (tipico esempio: la mischia AB a Milano nel 2009 sembrava debole e fallosa) – non confondiamo cause e conseguenze.

  8. Maxwell 24 Novembre 2012, 17:08

    il primo spettacolo è finito……

    ora peroni ghiacciata e frittatona di cipolle davanti al pc a sentire quelli che….

    -…..siamo realisti….. facciamo schifo
    – …..non riusciamo a battere la peggior Australia ( !!!!!! ) dal 1963……
    -…..po*** tr*** che polli !!!
    – Brunel e Mallett sono la stessa cosa ( AHAHAHAAAHAH!!!!!!!!!!)
    -il materiale tecnico è questo
    -non diamo mai il colpo del K.O.
    -la Scozia ogni tanto fa degli exploit!!!
    -basta sconfitte onorevoli

    ETC… ETC… ETC…..

    • berton gianni 24 Novembre 2012, 17:25

      Minchia, la Peroni in bottiglia non è proprio il massimo e se mangi cipolle mi sa che hai la nottata single 🙂 🙂 ….Cmq, gran parte dei punti da te elencati vanno a pennello con la realtà.

    • andreac 24 Novembre 2012, 17:58

      la peggior australia è quella che solo 7 giorni fa strapazzava senza particolari problemi l’inghilterra…bravi i nostri ragazzi con un po continuità e meno errori(soprattutto nel primo tempo) i risultati arriveranno. Italia nettamente migliorata grazie alla mano di brunello..
      15 Andrea Masi 6.5
      14 Giovambattista Venditti 6
      13 Tommaso Benvenuti 6.5
      12 Alberto Sgarbi 7
      11 Mirco Bergamasco 5.5
      10 Luciano Orquera 7.5
      9 Edoardo Gori 7
      8 Sergio Parisse 6
      7 Robert Barbieri 6
      6 Alessandro Zanni 7.5
      5 Francesco Minto 8
      4 Quintin Geldenhuys 6.5
      3 Martin Castrogiovanni 6.5
      2 Leonardo Ghiraldini 7
      1 Andrea Lo Cicero 6
      16 Davide Giazzon 6
      17 Michele Rizzo 6.5
      18 Lorenzo Cittadini 7
      19 Antonio Pavanello 6
      20 Simone Favaro 6.5
      21 Manoa Vosawai 6
      22 Tobias Botes 6
      23 Luke McLean 6

      • Lubix 24 Novembre 2012, 19:22

        la peggiore Australia che pochissimo tempo fa ha costretto al pareggio gli All Blacks sulla strada del record di vittorie..

        • andreac 24 Novembre 2012, 20:19

          esatto…appena finita la partita AB e galles…ancora una volta onore ai nostri per questi tms…la strada è quella giusta…bravi ancora!!!!

      • ginomonza 24 Novembre 2012, 20:20

        e che si trova al secondo posto nel ranking lì per caso.
        si sono svegliati una mattina e toh siamo secondi ne champoinship e nel Ranking: mamma che culo che abbiamo

        • franzele 25 Novembre 2012, 06:45

          Esatto… Sono perfettamente d’accordo.
          Potevamo vincere, non abbiamo vinto, il pareggio era ad un passo, ma la palla è andata fuori. Ma siamo lì e siamo cresciuti in modo significativo specialmente in difesa, abbiamo trovato spirito e uomini (quasi tutti italiani e convincenti).
          Chi ha giocato e amato questo sport non può non essere soddisfatto per come abbiamo giocato ieri e ieri c’era in campo l’australia vera, quelli non sono stupidi e sanno che non siamo più quelli di qualche anno fa.

      • Unforgiven79 25 Novembre 2012, 13:20

        E scopriamo di aver schifato per due settimane la vittoria (“brutta, brutta”) su Tonga, che è andata a sconfiggere gli Scozzesi a casa loro senza concedere una meta che fosse una!

  9. Giulio 24 Novembre 2012, 17:09

    15 Andrea Masi 7
    14 Giovambattista Venditti 6.5
    13 Tommaso Benvenuti 6.5
    12 Alberto Sgarbi 7
    11 Mirco Bergamasco 5.5
    10 Luciano Orquera 7.5
    9 Edoardo Gori 6.5
    8 Sergio Parisse 6
    7 Robert Barbieri 6.5
    6 Alessandro Zanni 7
    5 Francesco Minto 8.5
    4 Quintin Geldenhuys 6
    3 Martin Castrogiovanni 6.5
    2 Leonardo Ghiraldini 7
    1 Andrea Lo Cicero 6
    16 Davide Giazzon 6
    17 Michele Rizzo 6.5
    18 Lorenzo Cittadini 6.5
    19 Antonio Pavanello 6
    20 Simone Favaro 6.5
    21 Manoa Vosawai 6.5
    22 Tobias Botes 6
    23 Luke McLean 5.5

  10. Rabbidaniel 24 Novembre 2012, 17:10

    Occasione storica mancata. Non so se definirla irripetibile. Australia, almeno per me, ai minimi storici oggi.
    È difficile giudicare la prestazione dell’Italia e la partita in genere. Se consideriamo che l’Australia è ai vertici del ranking la partita è stata straordinaria. Se invece guardiamo la consistenza della squadra australiana scesa in campo oggi, forse si doveva conquistare a tutti i costi una vittoria storica.

    • ermy 24 Novembre 2012, 17:21

      Si, difficile da giudicare… però penso che oggi fossimo al nostro limite massimo… finire col calcio del possibile pareggio è comunque positivo, dai… Iniziare non al massimo dei giri non vuol dire regalare 22 punti!!! magari poteva voler dire tenere di più il gioco negli avanti senza sfidarli subito fuori… mah, che dire…

      • Rabbidaniel 24 Novembre 2012, 17:32

        Non fraintendermi, il risultato è positivo, però resta sempre il fatto che la Scozia, che non ci è superiore qualitativamente, partite come questa le porta a casa.
        Per me l’abbiamo persa nel primo tempo, con le troppe indiscipline, il giallo a Barbieri e la fase di “bambola”, coronata dalla topica di Parisse.

        • ermy 24 Novembre 2012, 17:57

          Si, concordo, ma oggi volevo essere buono! 🙂

        • Maxwell 24 Novembre 2012, 19:00

          ma se perde con Tonga!!!!!!!!!!!
          e piantiamola un po’ !!!

          • Rabbidaniel 24 Novembre 2012, 19:31

            Mi pare che la Scozia in estate abbia vinto in Australia. Quante volte lo abbiamo fatto noi? Ma basta cantarsela e suonarsela senza guardare all’aspetto complessivo delle cose.

          • frank 24 Novembre 2012, 20:25

            😉

        • ginomonza 24 Novembre 2012, 19:20

          come oggi con Tonga
          ma dai rabbi

          • Rabbidaniel 24 Novembre 2012, 19:37

            Ripeto, la Scozia perde partite del genere, ma vince partite che noi non portiamo a casa. Basta guardarsi l’ombelico, diamine.

    • duke 24 Novembre 2012, 17:29

      Di occasione irripetibile si parlava anche dopo la partita di Padova, invece si è ripresentata e, probabilmente, si ripresenterà.
      Certo che è una settimana da suicidio.
      Domenica 4 mete zebrate a 2 e vince l’Ulster perchè il loro calciatore centra i pali ed il nostro non da in una casa.
      Ieri una Benetton rimaneggiatissima si costruisce il calcio per vincere all’ultimo e Di Bernardo sbaglia un calcio on facile ma non impossibile.
      Oggi giochiamo contro una Australia ricca di assenze, ma che nelle ultime 3 partite vanta vittoria a Twichenam e pari con gli AB ed Orquera (CHE HA GIOCATO BENISSIMO) sbaglia il calcio del pareggio, lo stesso identico calcio sbagliato a Padova sul 20 pari a 9′ dalla fine.
      Quando una squadra italiana ha un penalty a favore decisivo si sa già da prima che verrà sbagliato.
      PS: chi è il genio che fa lanciare la touche più importante della partita su Manoa “mani di forbice” ???????

      • Rabbidaniel 24 Novembre 2012, 17:41

        Duke, ok sottoscrivo tutto, però, come ho detto a ermy, la Scozia partite simili le porta a casa, noi no.

      • ivanot 24 Novembre 2012, 17:47

        Quando ho visto Manoa in aria ho detto: in avanti!

      • Hullalla 24 Novembre 2012, 22:24

        Nessuno se la aspettava su Manoa e ha potuto fare una presa pulita pulita e senza opposizione…. eppure…:-((((

  11. gian 24 Novembre 2012, 17:11

    va beh, e allora ditelo!
    voti:
    tutti 6,5, hanno fatto il loro, gli unici fuori dal gruppone:
    barbieri 5,5: 6 punti per colpa sua si salva con la meta
    venditti 5: torni con i pulcini ad imparare i fondamentali, ci costa indirettamente la meta perchè non sa tirare su la palla
    parisse 5,5: quanti errorini, troppi
    masi 7: vorrei vederlo giocare con gli altri
    minto 7,5: l’unico che fa qualcosa in più, soprattutto nel primo tempo
    rizzo 7: entra, ma pare sia dentro dal primo minuto come testa, bravo
    ghiraldini 6: troppe touche perse, non è colpa solo sua, ma gli abbassa il voto

    l’unica nota lieta è che, tolta la fretta di metà primo tempo, si è vista un’italia con la stessa voglia (e limiti) di quella con gli ABs, contro squadre meno forti i risultati dovrebbero arrivare.

  12. gsp 24 Novembre 2012, 17:12

    E’ arrivato babbo natale ed ha la maglia azzurra. Cmq forza ragazzi tutti hanno dato tutto. Un po’ di cercello e calma e la si portava a casa. Lo sa soprattutto il capitano.

    • william 24 Novembre 2012, 17:15

      sì ma gsp, il cervello noi mai! sempre a subire e ad aver paura di vincere

      • gsp 24 Novembre 2012, 17:50

        Invece oggi hai subito molto poco pur troppo. E’ proprio per quello che oggi fa molto male.

    • Picco 24 Novembre 2012, 17:30

      parisse é FINITO.
      Ben gli sta a Brunello, Gavazzi e Dondolo.

  13. jazztrain 24 Novembre 2012, 17:12

    Forse bisognerebbe mettere i voti a metà: primo tempo e secondo tempo.
    Proverò a fare una sintesi

    15 Andrea Masi 6
    14 Giovambattista Venditti 6
    13 Tommaso Benvenuti 6
    12 Alberto Sgarbi 6,5
    11 Mirco Bergamasco 6
    10 Luciano Orquera 7 (8 se non avesse sbaglaito il calcio del pareggio) per il resto mi è piaciuto e alla fine stava piangendo.
    9 Edoardo Gori 7,5
    8 Sergio Parisse (capt) 6,5
    7 Robert Barbieri 6 perché si è riscattato dopo un pessimo primo tempo
    6 Alessandro Zanni 7,5
    5 Francesco Minto 7,5 Coraggio da vendere e grande carattere.
    4 Quintin Geldenhuys 6,5
    3 Martin Castrogiovanni 7.5
    2 Leonardo Ghiraldini 7
    1 Andrea Lo Cicero 6
    16 Davide Giazzon Deve migliorare nelle touche 5.5
    17 Michele Rizzo 6,5
    18 Lorenzo Cittadini 6,5
    19 Antonio Pavanello s.v.
    20 Simone Favaro 7 (l’arbitro doveva dare un rosso a chi gli ha fatto l’entrata assassina)
    21 Manoa Vosawai 5.5 (mani di burro si è lasciato sfuggire un pallone troppo importante)
    22 Tobias Botes 6
    23 Luke McLean s.v.

  14. stepisto 24 Novembre 2012, 17:13

    L’Italia meritava la vittoria…grande cuore e tenuta fisica nel secondo tempo dopo un primo tempo con tantissimi errori…a mio parere però l’arbitro deve arbitrare le mischie altrimenti ognuno fa quello che vuole, nel secondo tempo sono tutte crollate ma non ha mai fischiato…peccato ma la strada è quella giusta…
    15 Andrea Masi 8
    14 Giovambattista Venditti 6,5
    13 Tommaso Benvenuti 6,5
    12 Alberto Sgarbi 7
    11 Mirco Bergamasco 7
    10 Luciano Orquera 9
    9 Edoardo Gori 8
    8 Sergio Parisse 7,5
    7 Robert Barbieri 5
    6 Alessandro Zanni 7,5
    5 Francesco Minto 10
    4 Quintin Geldenhuys 6
    3 Martin Castrogiovanni 7,5
    2 Leonardo Ghiraldini 7
    1 Andrea Lo Cicero 7
    16 Davide Giazzon 6
    17 Michele Rizzo 7
    18 Lorenzo Cittadini 7
    19 Antonio Pavanello 6,5
    20 Simone Favaro 7,5
    21 Manoa Vosawai 6
    22 Tobias Botes s.v.
    23 Luke McLean 6

  15. ermy 24 Novembre 2012, 17:13

    Troppi punti presi nel primo tempo per i troppi errori… nel secondo altra partita! Bravi! Più che l’ultimo calcio, se resta in mano a Parisse quella palla sotto i pali… Finalmente anche un bell’ Orquera! e poi grande Minto!!!

  16. andpel72 24 Novembre 2012, 17:14

    Purtroppo ci manca un calciatore infallibile. L’Australia invece ne ha due. La differenza è tutta qui.

  17. And 24 Novembre 2012, 17:19

    Masi 6
    Venditti 4
    Benvenuti 5,5
    Sgarbi 5
    Mirco 5
    Orquera 5,5
    Gori 6,5
    Parisse 4
    Barbieri 5
    Zanni 6
    Minto 7
    Geldenhuys 5,5
    Castrogiovanni 6,5
    Ghiraldini 6,5
    Lo Cicero s.v Rizzo 6

    Cittadini 6,5
    Pavanello 5,5
    Giazzon 4,5
    Botes s.v
    McLean s.v
    Vosawai 5,5
    Favaro 6,5

    Australia: 15 Berrick Barnes 7, 14 Nick Cummins 6,5, 13 Adam Ashley-Cooper 6, 12 Ben Tapuai 6 , 11 Drew Mitchell 5,5, 10 Kurtley Beale 7, 9 Brett Sheehan sv, 8 Wycliff Palu 5,5, 7 Michael Hooper 7, 6 Scott Higginbotham 6,5, 5 Nathan Sharpe 7, 4 Sitaleki Timani 5,5, 3 Ben Alexander 6,5, 2 Stephen Moore 6,5, 1 Benn Robinson 6,5.
    Riserve: 16 James Hanson, 17 James Slipper 5, 18 Sekope Kepu, 19 Dave Dennis, 20 Liam Gill, 21 Nick Phipps 4,5, 22 Mike Harris, 23 Digby Ioane 5

  18. Katmandu 24 Novembre 2012, 17:24

    bah una partita persa di 3 punti…
    la differenza tra noi e loro è che noi siamo mancati gli ultimi 3 minuti loro hanno avuto culo che non abbiamo messo il calcio ma ci stava era lontanuccio
    i voti
    15 Andrea Masi 7,
    14 Giovambattista Venditti6.5,
    13 Tommaso Benvenuti 7,
    12 Alberto Sgarbi7,
    11 Mirco Bergamasco5,
    10 Luciano Orquera7,
    9 Edoardo Gori 8,
    8 Sergio Parisse (capt)6.5,
    7 Robert Barbieri7,
    6 Alessandro Zanni 6.5,
    5 Francesco Minto8.5,
    4 Quintin Geldenhuys6,
    3 Martin Castrogiovanni 7,
    2 Leonardo Ghiraldini7,
    1 Andrea Lo Cicero7.5.
    16 Davide Giazzon6.5,
    17 Michele Rizzo ng,
    18 Lorenzo Cittadini6,
    19 Antonio Pavanello6,
    20 Simone Favaro7,
    21 Manoa Vosawaing,
    22 Tobias Botes ng,
    23 Luke McLeanng.

  19. tux 24 Novembre 2012, 17:24

    Un dispiacere grandissimo, per un pelo potevo scrivere su questo blog:
    ”Caro Glenn Mclean che scrivi su Stuff.co.nz;
    CAGATI ADDOSSO!!!!!!!’
    😐

  20. Rabbidaniel 24 Novembre 2012, 17:27

    15 Andrea Masi 6.5, leone nei contrattacchi, non ha la sagacia tattica dell’estremo.
    14 Giovambattista Venditti 5, limiti nella lettura del gioco, anche se consistente negli impatti, qualche problema di handling di troppo.
    13 Tommaso Benvenuti 6, abbastanza bene la fase difensiva, non è troppo incisivo negli spazi che gli australiani concedono.
    12 Alberto Sgarbi 6.5, bene in difesa, consistente nel contatto.
    11 Mirco Bergamasco 5.5, oggi non mi è piaciuto, spero non si sia fatto troppo male.
    10 Luciano Orquera 7.5, dinamico e propositivo.
    9 Edoardo Gori 7, promosso all’ennesima prova.
    8 Sergio Parisse 5.5, primo tempo da dimenticare, si risolleva nella ripresa.
    7 Robert Barbieri 6.5, se prendesse meno gialli sarebbe devastante.
    6 Alessandro Zanni 7, solita prestazione consistente
    5 Francesco Minto 7.5, estremamente efficace, work rate da urlo.
    4 Quintin Geldenhuys 6.5, con lui la touche guadagna di efficacia.
    3 Martin Castrogiovanni 7, vince la sfida.
    2 Leonardo Ghiraldini 6.5, qualche errore in touche, buona prova nel complesso
    1 Andrea Lo Cicero 6, sente la fatica.
    16 Davide Giazzon 6
    17 Michele Rizzo 7, non fa rimpiangere Lo Cicero
    18 Lorenzo Cittadini 7, anche lui contribuisce al buon funzionamento della mischia.
    19 Antonio Pavanello 6
    20 Simone Favaro 6.5, buoni palloni giocati.
    21 Manoa Vosawai 5.5, buon lavoro, ma handling insufficiente a questi livelli.
    22 Tobias Botes 6, non mette la 5a
    23 Luke McLean 6, non è un’ala.

    • ginomonza 24 Novembre 2012, 19:24

      rabbi ci dai la pagella della scozia?

      • Rabbidaniel 24 Novembre 2012, 19:34

        Quando avremo metà dei risultati della Scozia potremmo parlare, forse. Quando avremo passato una fase di un mondiale potremmo guardare la Scozia dall’alto in basso. Quando avremo vinto un 6N potremo guardare le cose diversamente.
        Con le sconfitte di 3 punti non fai pedigree. Se per voi sono medagli da appuntarsi al petto ok, sbaglio io.

        • RockUp 24 Novembre 2012, 19:44

          Giustissimo..

        • ginomonza 24 Novembre 2012, 20:26

          ma qui non si tratta di guardare dall’alto in basso nessuno.
          La Scozia ha una storia che noi non abbiamo e allora?
          Noi tonga l’abbiamo battuta loro no
          Poi se guardi il 6N ( cioè da quando ci siamo noi) non è che abbiano fatto sfracelli solo un poco più di noi.

        • Fabio1977 24 Novembre 2012, 20:26

          Vero. Peccato che nessuno guardi la Scozia dall’alto in basso……forse ti confondi….

          • Fabio1977 24 Novembre 2012, 20:27

            Mi riferivo a Rabbidaniel

  21. HECTOR 24 Novembre 2012, 17:27

    a mio avviso da questa partita si possono trarre molti spunti : l’umiltà prima di tutto, le parole si perdono nel vento, bisogna dimostrare in campo il proprio valore; dare spazio ai giovani forti ed affamati(vedasi minto); quando un giocatore è stanco va sostituito anche se si chiama Parisse; credere nelle proprie capacità e fino alla fine; gli australiani non hanno sbagliato neanche un calcio noi quello decisivo; fanno ridere quelli che puntano alla vittoria con l’australia. umiltà, umiltà e rispetto dell’avversario dal più bravo al meno capace, i grandi insegnano. brunel sicuramente ha apportato cambiamenti e si inizia a vedere qualcosa. personalmente darei più spazio a favaro e a giocatori quali toniolatti. comunque, bisogna continuare a lavorare sui mediani che alla fine sono quelli che ti fanno concretizzare il lavoro di tutta la squadra

    • william 24 Novembre 2012, 17:34

      @hector
      quoto tutto!! mi Hai tolto le parole di bocca

    • gsp 24 Novembre 2012, 17:48

      Perche’, non puntando alla vittoria avresti vinto?

    • ermy 24 Novembre 2012, 18:01

      Quoto! Ma per favore Toniolati noooo!!! Alle ali devono giocare delle ali! Se non hai gente che fa il break non vincerà mai queste partite!!! Ti prego Toniolati no!

    • Giovanni 24 Novembre 2012, 20:22

      Non sono d’accordo, oggi il problema è stata la foga, quella che ci ha fatto commettere tanti errori nel primo tempo (e regalare 4 calci agli aussie). L’umiltà venne a mancare dopo la vittoria sulla Francia (6N del 2011), quando giocammo con spocchia contro gli scozzesi e venimmo giustamente castigati. Oggi il rispetto per l’avversario non è mancato, ma gli azzurri avvertivano di poter avere un’occasione, vuoi per il morale alto dopo la partita con gli AB, vuoi perchè i Wallabies non sono in un gran periodo. Ed il campo ha dato loro ragione: alla fine è mancato solo il risultato.

  22. william 24 Novembre 2012, 17:30

    Masi 7
    Venditti 5.5
    Benvenuti 5.5
    Sgarbi 5
    Mirco 5 nella meta australiana si è dimenticato di scivolare sull ultimo
    Orquera 7.5 da tempo non vedevo un 10 cosi propositivo ed efficace
    Gori 8.ottima prova
    Parisse 5.5 da lui mi aspetto altro. mezzo punto in più perché per una volta ha azzeccato le decisioni su punizione
    Barbieri 4.5 troppi falli
    Zanni 6.5
    Minto 7.5 placcatore nato
    Geldenhuys 5,5
    Castrogiovanni 7 buone mischie chiuse.
    Ghiraldini 6,5
    Lo Cicero s.v
    Rizzo 6.5
    Cittadini 7, perché è entrato dalla panca come un veterano
    Pavanello 6
    Giazzon 6
    Botes 6 ha giocato 10 minuti ma ha fatto un paio di numeri
    McLean s.v
    Vosawai 5,5
    Favaro 7

  23. Skafede 24 Novembre 2012, 17:31

    Maledizione.
    Bisogna dare atto alla squadra di non aver perso la fiducia quando al 30′ la partita aveva preso una brutta piega. Questa è il vero valore aggiunto rispetto a qualche tempo fa. Tra i singoli Minto sempre nell’azione, forse il migliore in campo. Buono Gori, ha gli 80′ nelle gambe e bisognava lasciarlo in campo, Botes non rende, il ricevitore deve sempre partire da fermo perchè i passaggi sono troppo imprecisi. Orquera croce e delizia, spesso brutti calci in touche e maledizione per quel piazzato sbagliato(ma poi perchè piazzare? sappiamo che i 40 mt sono tanti per Luciano, inutile sprecare), meglio alla mano e coraggioso in difesa. I veri rimpianti sono per il mancato controllo di Parisse sul calcetto a scavalcare di Orquera, e quello sciagurato calcio di Masi con Benvenuti in sostegno.
    In bocca al lupo a Mirco e al Barone per gli infortuni.
    15 Andrea Masi 7
    14 Giovanbattista Venditti 6,5
    13 Tommaso Benvenuti 6
    12 Alberto Sgarbi 7,5
    11 Mirco Bergamasco 6,5
    10 Luciano Orquera 7,5
    9 Edoardo Gori 8
    8 Sergio Parisse 7
    7 Robert Barbieri 6,5
    6 Alessandro Zanni 7
    5 Francesco Minto 8,5
    4 Quintin Geldenhuys 6,5
    3 Martin Castrogiovanni 7
    2 Leonardo Ghiraldini 7
    1 Andrea Lo Cicero 7
    16 Davide Giazzon 6,5
    17 Michele Rizzo 7,5
    18 Lorenzo Cittadini 7,5
    19 Antonio Pavanello 6,5
    20 Simone Favaro 7,5
    21 Manoa Vosawai 6,5
    22 Tobias Botes 5
    23 Luke McLean 6

  24. WinstonSmith 24 Novembre 2012, 17:32

    Non so davvero se questa sia stata la più brutta Australia dai tempi di James Cook, purtroppo ne capisco veramente troppo poco e soprattutto non passo il mio tempo libero a guardare in loop tutte le partite che i canguri hanno giocato nella loro breve vita ovale. Certamente pero’ oggi mi sono emozionato: il primo tempo perché gli azzurri erano inguardabili e non si poteva non tirare grossi porconi per il disappunto ed il secondo perché si sono dati un gran daffare e visto il risultato finale non si poteva non tirare grossi porconi per il disappunto. E quanto all’ultimo calcio: ma dico, stiamo scherzando? Ma davvero qualcuno che sia appena appena in se’ può pensare di non piazzarlo e di non provare ad ottenere per la prima volta un risultato positivo con una delle grandi?

  25. And 24 Novembre 2012, 17:34

    la partita, lasciando stare il 1° tempo scioccante, l’abbiamo persa non sul calcio di Orquera (che poi era “solo” x pareggiare) ma sulla touche mancata di Vosawai e l’avanti di Venditti. Orquera ha fatto quello che deve fare un’apertura, cioè infilarsi tra delle lente prime linee e creare un buco, ma per come siamo messi sembra che abbiamo visto la madonna. E il gioco tattico di Beale sul finale ha fatto la differenza, mentre noi in 3 partite avremo fatto si e no 1 calcio di questo tipo

    • Rabbidaniel 24 Novembre 2012, 18:35

      Concordo And, perché non abbiamo estremi di ruolo e un’ala come Venditti che ha un’intelligenza tattica pari a 0.

    • mezeena10 25 Novembre 2012, 14:32

      quoto entrambi!

  26. And 24 Novembre 2012, 17:36

    come al solito voti esageratamente alti e generosi per rugbisti professionisti

  27. vecio 24 Novembre 2012, 17:36

    bravo brunel! questa squadra finalmente ha una mentalita’ vincente e gioca a rugby anche facendo errori.. ma ci prova sempre..

  28. RockUp 24 Novembre 2012, 17:38

    Masi 6
    Venditti 5
    Benvenuti 5
    Sgarbi 5
    Bergamasco 4
    Orquera 7
    Parisse 6
    Barbieri 6,5
    Zanni 7
    Minto 7,5
    Geldenhuys 6,5
    Castrogiovanni 7
    Ghiraldini 7
    Lo Cicero 5

    Cittadini 7
    Rizzo 6,5
    Pavanello 6,5
    Giazzon 5
    Botes 6
    Mc Lean sv
    Vosawai 5
    Favaro 6

  29. Izze 24 Novembre 2012, 17:41

    15 Andrea Masi 7,5
    14 Giovambattista Venditti 5,5 – tutto potenziale
    13 Tommaso Benvenuti 6
    12 Alberto Sgarbi 6
    11 Mirco Bergamasco 5 – gli auguro di essere disponibile fisicamente per il 6N, mi auguro che le preferenze del CT vadano su altri giocatori.
    10 Luciano Orquera 7,5 – contro NZ e OZ ha fatto due ottime partite. Non sarà un fenomeno, ma ha dato tutto e anche di più. Non recrimino perché non ha messo il calcio del pareggio, ma per la scelta di non andare in touche.
    9 Edoardo Gori 8 – è probabilmente tutto ciò a cui penso quando penso che zitti zitti siamo quasi a metà strada tra il mondiale neozelandese e quello del 2015. Peccato a non avere un Gori anche per il 10.
    8 Sergio Parisse 6 – continuo a dire che se non fosse capitano giocherebbe probabilmente più serenamente e quindi meglio.
    7 Robert Barbieri 5,5
    6 Alessandro Zanni 7,5
    5 Francesco Minto 8,5 – un replay del match contro gli AB, grande carattere e in mezzo al campo si fa sentire eccome
    4 Quintin Geldenhuys 6,5
    3 Martin Castrogiovanni 7,5
    2 Leonardo Ghiraldini 7
    1 Andrea Lo Cicero s.v.

    16 Davide Giazzon 6
    17 Michele Rizzo 7
    18 Lorenzo Cittadini 7
    19 Antonio Pavanello 6,5
    20 Simone Favaro 7,5
    21 Manoa Vosawai 6
    22 Tobias Botes 6
    23 Luke McLean 6

  30. gian 24 Novembre 2012, 17:42

    giusto per curiosità, ma se andavamo in touche con l’ultimo calcio e per un motivo o per l’altro non entravamo, eravate tutti a dire “ma perchè non piazzare, accidenti” o no? siate sinceri! l’ultimo calcio ANDAVA piazzato (e lo dice uno che sarebbe sempre per andarsela a giocare), io sarei andato a giocarmela sul primo del secondo tempo, dove loro stavano soffrendo ovunque ed eravamo sotto di 9 (mi pare, sono al lavoro e non sono riuscito a seguire tutto con continuità), la scelta è stata giustissima, peccato!

    • Izze 24 Novembre 2012, 17:47

      Non era una posizione “comoda” (penso, per esempio, se non ricordo male, alla fine del primo tempo a Cardiff nell’ultimo 6N). Certo, a -2 o a -1 toccava andare inderogabilmente per i pali. Sul -3, forse, si poteva rischiare, secondo me.

      • gian 24 Novembre 2012, 17:54

        assolutamente corretta l’analisi, ma diciamo che tutti si lamentano perchè non è andata dritta, come se non fossimo entrati da touche, la mia critica è solo quella, ripeto: io non piazzerei mai se non a tempo scaduto…e anche anche!!! 😉

        • ginomonza 24 Novembre 2012, 21:18
          • ginomonza 24 Novembre 2012, 21:18

            anche : anche anche

  31. gattonero 24 Novembre 2012, 17:45

    15 Andrea Masi 7.5
    14 Giovambattista Venditti 6
    13 Tommaso Benvenuti 6
    12 Alberto Sgarbi 6.5
    11 Mirco Bergamasco 6 mi dispiace molto per l’infortunio,AUGURI!!!
    10 Luciano Orquera 8 (un punto in meno per il piazzato,si é guadagnato il rispetto australiano)
    9 Edoardo Gori 7,5 ottimo ancora una volta
    8 Sergio Parisse 7
    7 Robert Barbieri 5,5 (falli stupidi nel primo tempo + il giallo,secondo me insufficente)
    6 Alessandro Zanni 7
    5 Francesco Minto 8 GRANDE
    4 Quintin Geldenhuys 6,5
    3 Martin Castrogiovanni 7,5
    2 Leonardo Ghiraldini 6,5
    1 Andrea Lo Cicero 6,5 peccato per l’uscita preventiva
    16 Davide Giazzon 6
    17 Michele Rizzo 7,5
    18 Lorenzo Cittadini 7
    19 Antonio Pavanello 5,5
    20 Simone Favaro 6,5
    21 Manoa Vosawai 5,5
    22 Tobias Botes 6
    23 Luke McLean 6

  32. Katmandu 24 Novembre 2012, 17:46

    non do le pagelle australiane ma il migliore in campo loro barnes male la loro prima linea anche nel gioco aperto malissimo bale apertura (orquera gli ha mangiato in testa! tutto un dire) e menzione d’onore a quel’ignorante di ioane capisco la trace di una partita non chiusa ma veramente brutto gesto

  33. duke 24 Novembre 2012, 17:48

    Che dire, partita persa di 3, con Berrick Barnes che segnava anche calciando dal cesso di casa sua, mentre ad Orquera, per me il migliore dei nostri, ha tremato il piede sul calcio decisivo.
    Abbiamo regalato 13 dei loro 22 punti, per errori tecnici (Venditti deve tornare a imparare i fondamentali, visto che non è in grado di raccogliere un pallone da terra e non sa proprio calciare) e tattici (si ripartiva dai nostri 22 esponendoci alla loro controruck e facendo falli evitabili).
    Detto che l’arbitro nel secondo tempo ha rinunciato ad arbitrare mischie e maul, ed ha ignorato i tizi in maglia gialla che si tuffavano allegramente oltre il raggruppamento, devo dire che anche Brunello non mi ha convinto su alcune scelte. Provo ad elencarle di seguito.
    In questa partita un cacciatore di palloni come Favaro sarebbe stato molto più utile di un Barbieri fallosissimo .
    Parisse è un grande giocatore, ma non è giusto che debba giocare “per diritto divino” sempre (se proprio serviva un ball carrier poteva andare Barbieri a 8 con Favaro flanker).
    Zanni con le bombole ad ossigeno ed in sedia a rotelle è comunque preferibile a Possamai (ma chi ha chiamato la touche su di lui ??!!!!????).
    Per finire in una partita come oggi era meglio mettere ala uno come McLean, cioè intelligente, tattico e dotato di gioco al piede.
    In assenza di McLean io avrei considerato anche Toniolatti.
    Insomma, le squadre contro l’Australia uno grosso ma che “non sa giocare” (leggasi manca di fondamentali e di lettura tattica) è inutile, visto che loro sanno placare anche quelli grossi.
    Per finire Brunello è discutibile su alcune scelte, ma l’impostazione generale è commovente, anche oggi abbiamo provato a giocare (pure troppo) ed evidentemente sa farsi sentire in spogliatoio, visto il cambio dal primo al secondo tempo.
    Non disperate, prima o poi riusciremo a vincere anche queste partite.

    • gian 24 Novembre 2012, 17:58

      bellissima quella sul posizionamento dei piazzati che barnes sarebbe stato in grado di segnare oggi, un sorriso serve sempre!!! 🙂

    • gian 24 Novembre 2012, 17:59

      quoto moltissimo di quello che hai detto, solo qualche particolare mi lascia perplesso

    • scarlito 24 Novembre 2012, 22:00

      Quoto tutto soprattutto l’arbitro che pensava fosse una gara di tuffi 🙂

  34. lupo 24 Novembre 2012, 17:50

    ho aspettato una mezz’oretta a rifletterci guardando la rosa calciare sul -4 a 2 minuti dalla fine per poi perdere di uno contro i boks (l’avessimo fatto noi, o m g, visto che già c’è chi critica un calcio per il pari) e mi aspettavo decisamente più allegria nei commenti…a me sta cosa che vedo finalmente terze, quarte fasi e più piace un casino, al di la delle “sconfitte onorevoli” i progressi tecnici e soprattutto mentali li vedo tutti, che sia merito del mangiarane, suo e di mallett, di nessuno dei due non mi interessa più di tanto, ma vedere giocatori su cui ho sempre lanciato vagoni di rumenta (su tutti masi e orquera) provare ad andare oltre il compitino e farlo pure bene (piedi tombinati a parte, vedi delicato grubber :))e arrivare a mugugnare perchè si è sbagliato il calcio del pari con l’AUSTRALIA sono sensazioni che due mesi fa non avrei mai pensato di provare. MINTO GRAZIE DI ESISTERE

    • duke 24 Novembre 2012, 18:00

      A me fa curioso vedere quelli che avrebbero giocato in touche “perchè con il calcio al massimo si pareggiava”.
      Ma dico io, a voi un pareggio con l’Australia faceva schifo?
      Siamo l’Italia oppure siamo gli All-Blacks o la Francia che si possono permettere di incazzarsi per un pari contro i Wallabies?!?
      Bene la scelta di calciare, indipendentemente dall’esito.
      Benissimo il fatto di non essere crollati dopo i primi 35 minuti da film dell’orrore, bene il fatto di provare finalmente a giocare in 15 e non in 8 (cosa che potrebbe essere utile con squadre più scarse di NZ e Australia).
      Che poi diciamocela tutta, se lo stanco e negativo Parisse di oggi riesce ad incollarsi in mano il kick pass di Orquera, o se la palla schizza in mano ad uno in canotta azzurra invece che ad uno in canotta gialla, a quest’ora siamo tutti ubriachi a piangere di gioia.

  35. Skafede 24 Novembre 2012, 17:52

    Sono sensazioni che due mesi fa non avrei mai pensato di provare. grande Lupo.

    • lupo 24 Novembre 2012, 18:08

      🙂 che due mesi fa pensavo non avrei mai provato
      i beg your pardon, ma la consecutio temporum mi ha sempre ucciso fin da piccolo

  36. berton gianni 24 Novembre 2012, 17:56

    Quello che risalta, oltre a tutto quello che è stato scritto in questi post, è la nostra piu’ grande pecca : non abbiamo l’istinto del killer. Si dirà, mai avuto. Ecco, appunto !! Vosawai che non riesco ancora a capire come cazzo non abbia preso quella touche ; l’assurdo calcetto di Masi ; Parisse che in attacco non solo non ne combina una, ma non riesce MAI a guidare bene la mischia nei carrettini…

  37. M. 24 Novembre 2012, 17:57

    15 Andrea Masi 8
    14 Giovambattista Venditti 6
    13 Tommaso Benvenuti 6
    12 Alberto Sgarbi 6,5
    11 Mirco Bergamasco 5.5
    10 Luciano Orquera 8
    9 Edoardo Gori 6.5
    8 Sergio Parisse 5
    7 Robert Barbieri 5.5
    6 Alessandro Zanni 7
    5 Francesco Minto 8.5
    4 Quintin Geldenhuys 6
    3 Martin Castrogiovanni 6.5
    2 Leonardo Ghiraldini 7
    1 Andrea Lo Cicero 6
    16 Davide Giazzon 6
    17 Michele Rizzo 7
    18 Lorenzo Cittadini 7
    19 Antonio Pavanello 6
    20 Simone Favaro 7,5
    21 Manoa Vosawai 7
    22 Tobias Botes S.V.
    23 Luke McLean S.V.

  38. M. 24 Novembre 2012, 18:00

    TRoppe punizioni prese nel primo tempo e troppa foga nel gioco.
    Sealing loro mai puniti.
    Mischia loro negli ultimi 10 minuti che crolla sistematicamente e loro pilone sinistro che sistematicamente tira giù Citta mai punito.
    Touche decisiva giocata su VOSAWAI?!

    Se saltiamo questo grandissimo cuore e prestazione da incornicare.

  39. Emanuele 24 Novembre 2012, 18:04

    15 Andrea Masi 6.5
    14 Giovambattista Venditti 5.5
    13 Tommaso Benvenuti 7
    12 Alberto Sgarbi 6.5
    11 Mirco Bergamasco 5
    10 Luciano Orquera 7
    9 Edoardo Gori 7.5
    8 Sergio Parisse 6.5
    7 Robert Barbieri 5.5
    6 Alessandro Zanni 7
    5 Francesco Minto 7
    4 Quintin Geldenhuys 6
    3 Martin Castrogiovanni 6.5
    2 Leonardo Ghiraldini 6
    1 Andrea Lo Cicero 6
    16 Davide Giazzon 6
    17 Michele Rizzo 6.5
    18 Lorenzo Cittadini 6
    19 Antonio Pavanello 6.5
    20 Simone Favaro 6.5
    21 Manoa Vosawai 6
    22 Tobias Botes nd
    23 Luke McLean nd

  40. Giovanni 24 Novembre 2012, 18:12

    Una delle partite più assurde degli ultimi anni, costellata da un mare di errori: italiani nel primo tempo, aussie nel secondo. Alla fine, la sconfitta va ad ingrossare l’elenco recente delle occasioni mancate (insieme ad Italia-Irlanda 11-13, 6N-2011 e Italia-Inghilterra 15-19, 6N-2012). Peccato perchè un’Australia così povera di idee e gioco non ricordavo di averla mai vista, a memoria d’uomo (nessun punto nella ripresa). Primo tempo zeppo di errori nostri dettati dalla foga, scarsissima disciplina che ci è costata carissima (4 calci per 12 punti, che alla fine hanno pesato parecchio sul risultato), touches debolissima, letta facilmente dai Wallabies. Secondo tempo che ha evidenziato tutte le difficoltà attuali degli ospiti: una meta regalata, tante imprecisione nel gioco alla mano ed una mischia che è andata in sofferenza, grazie anche alla crescita del nostro pacchetto. Però, nonostante l’evidente crescita, non siamo riusciti a realizzare quella meta che avrebbe forse spaccato in due la partita. Questo a causa della foga, che siamo riusciti a controllare meglio, ma non del tutto (lo si è visto anche nelle scelte di gioco: a volte si è calciato quando era meglio tener palla, altre volte si è tenuto palla quando era meglio andare al piede). Poi c’è il piazzato di Orquera, uscito di poco, che è un discorso a parte (ma non sono d’accordo con chi sostiene che doveva andare in touche: con 1:30 dalla fine e 3 punti da recuperare, si calcia). Per il futuro prossimo c’è sicuramente da lavorare sui lineouts e sviluppare quel “killer instinct” che viene meno in occasioni come queste. Non dò voti, come già nei due precedenti TM: non mi sembra giusto. In definitiva, una possibile vittoria che rimpiangeremo a lungo.

  41. HECTOR 24 Novembre 2012, 18:27

    ma vi rendete conto che abbiamo giocato contro i wallabies (secondi nel ranking mondiale)e che 7 gg fa hanno battuto a londra una corazzata quale l’inghilterra? io non credo che l’italia abbia giocato un brutto primo tempo, piuttosto ho visto un’australia determinta e cattiva che spingeva da matti, che anticipava sempre l’ingaggio in mischia, cinica e piglia punti alla prima occasione. hanno imposto un ritmo infernale tant’è che già a inizio secondo tempo avevano certe facce ! per cui merito alla squdra italiana che ha saputo tenere duro e rispondere per le rime agli australiani. lavorare con umiltà e credere nelle proprie capacità e mezzi. questa è la strada

    • gian 24 Novembre 2012, 18:44

      ti faccio un esempio, barbieri: da terra smanaccia la palla in mano al MM, prende un calcio contro e vabbeh, 10 min dopo fa esattamente la stessa cosa davanti all’arbitro, altri 3 punti e giallo….. e secondo te nel primo tempo non abbiamo perso la testa??????? oppure parisse che sbaglia una presa al volo (ci stà), ma poi non riesce a prenderla peggio di un ragazzino di 14 anni? ne vuoi altri?

    • duke 24 Novembre 2012, 18:44

      Sul fatto che riuscire a fare paura ai Wallabies, anche questi Wallabies, sia gran cosa siamo d’accordo.
      Sul primo tempo proprio no.
      Loro, come avevo scritto due giorni fa, ci hanno bombardato di calci, mentre noi, non sapendo calciare nessuno dei 3 dietro, continuavamo a ripartire dai nostri 22, esponendoci alla loro aggressività ed esibendoci nella sagra del fallo stupido.
      Ad un certo punto perfino Casagrande lo ha capito ed ha arguito fosse meglio andare a giocare dall’altra parte, subito rimbeccato dal solito Cecio, che urlava enfaticamente “ma è scattata la sfida, il combattimento, giusto così”.E’ stato allora che ho levato l’audio.
      Nel secondo tempo invece di seguire il piano tattico del Cecio abbiamo seguito quello di Brunello (devono aver tremato i muri durante l’intervallo) e le cose mi sembra siano migliorate.

  42. fulvio 24 Novembre 2012, 18:51

    Masi 6,5
    Venditti 5,5
    Benvenuti 5,5
    Sgarbi 6,5
    Bergamasco 6
    Orquera 7,5
    Gori 7
    Parisse 5,5
    Barbieri 6
    Zanni 7
    Minto 8
    Geldenhuys 6
    Castrogiovanni 6,5
    Ghilardini 6,5
    Lo Cicero 6
    Rizzo 6,5
    Cittadini 6
    Pavanello 6,5
    Favaro 6,5
    Vosavai 6
    Mclean sv
    botes sv

  43. Emanuele 24 Novembre 2012, 19:01

    beh, sinceramente non mi son piaciute le decisioni prese in campo. Palle giocate veloci nella nostra metà campo nel primo tempo per prendere 10 metri, ma sopratutto, essere sotto di 12 punti e decidere di piazzare al posto di chiedere una mischia, grazie alla quale avevamo preso 2 calci a favore di fila nel 5 minuti precedenti, non sfruttando il momentum,

  44. Izze 24 Novembre 2012, 19:12

    E comunque, non è per infierire sul povero Cecio, ma a questo punto sarei curioso di sapere che rapporto c’è tra lui e il Gran Sasso.

    • Emanuele 24 Novembre 2012, 19:15
    • franky 24 Novembre 2012, 19:17

      hahahaha sto gran sasso l’ha tirato fuori in continuazione 🙂 oggi ho sicuramente capito che masi e venditti sono delle parti del gran sasso non potrò mai sbagliarmi

    • Katmandu 24 Novembre 2012, 20:23

      Chissà dove si trova il gran sasso….
      Mi immagino masi e venditti sulla cima che mangiano selvaggina cruda e quando devono giocare spostano tutto il gran sasso allo stadio
      😉

  45. franky 24 Novembre 2012, 19:15

    altra occasione persa, cerchiamo di vedere cose positive e negative
    innanzitutto primo tempo brutto in cui c’è stata indisciplina e scoramento forse si è esagerati con il gioco alla mano e abbiamo sofferto molto nelle ruck (mancanza di favaro ? è un ipotesi, magari con lui c’è un equilibrio migliore) nel secondo ci svegliamo, avanziamo
    note negative : touche !!! errori stupidi fatti purtroppo dai veterani in particolare (parisse o masi che calcia invece di passarla a benvenuti)
    note positive : orquera, il fisico non è dalla sua ma sa mettere bene in moto i trequarti, va un po’ a sprazzi ma è tutta la nazionale che lo fa
    gori sempre insidioso nelle vicinanze delle ruck, buoni anche i passaggi
    minto convince sempre più

    siamo anche riusciti a mettere in moto i nostri trequarti ogni tanto
    secondo me la più importante differenza da quando è arrivato brunel è l’intraprendenza e la capacità nel gioco rotto anche se spesso andiamo in crisi dopo un po’ di fasi confusionarie

    comunque non siamo assolutamente a livello delle altre squadre più forti, ce la giochiamo ma vincere è molto difficile, nel rugby è difficile sovvertire le gerarchie

  46. HECTOR 24 Novembre 2012, 19:35

    state vedendo che mazzate sta prendendo il galles a cardiff ? meditate gente, meditate

  47. steve 24 Novembre 2012, 19:42

    Una solo parola per tutti: BRAVISSIMMI!!!!!!!!!! anche a Brunel.

  48. balin 24 Novembre 2012, 19:46

    Il risultati di NZ contro Italia Scozia e Galles (1°T) son fatti non parole, così come la vittoria di Tonga in Scozia e quella degli Aussie in Inghilterra Brunel sta facendo un gran lavoro (come era capitato ad altri allenatori francesi da Coste a Berbizier che aveva portato a casa il ns miglior 6Nazioni) [con il materiale umano che si trova anche Gajan mi pare lavori bene] secondo me ci son troppe critiche gratuite ci sono invece molti miglioramenti l’importante è crederci e non credersi arrivati, se non ci saranno troppi infortuni (auguroni a Mirko) potremo vedere un bel 6N
    15 Andrea Masi 6.5
    14 Giovambattista Venditti 6
    13 Tommaso Benvenuti 6.5
    12 Alberto Sgarbi 6,5
    11 Mirco Bergamasco 6
    10 Luciano Orquera 7.5
    9 Edoardo Gori 7
    8 Sergio Parisse 6-
    7 Robert Barbieri 6 — (due meno per le due stupidaggini del 1°t)
    6 Alessandro Zanni 7.5
    5 Francesco Minto 8
    4 Quintin Geldenhuys 6.5
    3 Martin Castrogiovanni 6.5
    2 Leonardo Ghiraldini 7
    1 Andrea Lo Cicero 6
    16 Davide Giazzon 6
    17 Michele Rizzo 6.5
    18 Lorenzo Cittadini 7
    19 Antonio Pavanello 6
    20 Simone Favaro 6.5
    21 Manoa Vosawai 6
    22 Tobias Botes 6
    23 Luke McLean 6

  49. lukek27 24 Novembre 2012, 19:50

    15 Masi 7
    14 Venditti 5.5
    13 Benvenuti 6.5
    12 Sgarbi 7
    11 Bergamasco 5.5
    10 Orquera 7.5
    9 Gori 7.5
    8 Parisse 6
    7 Barbieri 6
    6 Zanni 7.5
    5 Minto 8
    4 Geldenhuys 5.5
    3 Castrogiovanni 7
    2 Ghiraldini 6.5
    1 Lo Cicero 6.5

    16 Giazzon 6.5
    17 Rizzo 7
    18 Cittadini 7
    19 Pavanello 6.5
    20 Favaro 7
    21 Vosawai 6
    22 Botes 6.5
    23 McLean 6

  50. leuz 24 Novembre 2012, 19:53

    15 Andrea Masi 6.5
    14 Giovambattista Venditti 6
    13 Tommaso Benvenuti 6.5
    12 Alberto Sgarbi 6,5
    11 Mirco Bergamasco 6
    10 Luciano Orquera 7
    9 Edoardo Gori 7.5
    8 Sergio Parisse 6.5
    7 Robert Barbieri 6.5
    6 Alessandro Zanni 7.5
    5 Francesco Minto 8
    4 Quintin Geldenhuys 6.5
    3 Martin Castrogiovanni 7.5
    2 Leonardo Ghiraldini 8
    1 Andrea Lo Cicero 8
    16 Davide Giazzon 6
    17 Michele Rizzo 7
    18 Lorenzo Cittadini 7
    19 Antonio Pavanello 6
    20 Simone Favaro 6.5
    21 Manoa Vosawai 6
    22 Tobias Botes 6
    23 Luke McLean 6

  51. william 24 Novembre 2012, 19:56

    no intendevo subire la pressione.. concordo sul fa male..abbiamo preso 22 punti

  52. gattonero 24 Novembre 2012, 20:07

    Che commenti faranno in Australia?
    cosa ne pensate?

  53. kingkong 24 Novembre 2012, 20:39

    Partiamo dal fatto che mi rode da morire e quindi sarò molto ma molto esagerato! Azzurri grandissimi?? Per me devono solo vergognarsi! Sono sicuramente d’accordo che ci sono stati dei progressi impressionanti nel gioco ma non nella mentalità! e non ditemi che quella era l’Australia seconda nel ranking mondiale e che una settimana fa ha vinto a Twickenham!!! Cercando di dimenticarmi di essere un tifoso italiano ho visto una partita dove una squadra nel primo tempo non ha fatto NULLA tranne mettere in mezzo ai pali le punizioni che l’altra squadra (rimasta all’albergo con la testa) le ha regalato! Nel secondo tempo la squadra in maglia azzurra si è svegliata un pò, ha provato a giocare ma resta il fatto che quelli in maglia gialla non hanno fatto assolutamente nulla!! So di essere esagerato ma mi sono veramente stufato di sconfitte onorevoli (e questa per me non è assolutamente onorevole), ci vuole UMILTA’, RISPETTO (imparare dagli AB che sono campioni anche in questo), TESTA e ancora TESTA TESTA TESTA!!! passo ai voti:
    15 Andrea Masi 5 (non usa MAI il piede e l’unica volta che doveva tenerla e sfondare o passarla ha calciato)
    14 Giovambattista Venditti 4 (i fondamentali gli mancano)
    13 Tommaso Benvenuti 4 (ha giocato?)
    12 Alberto Sgarbi 6
    11 Mirco Bergamasco 6
    10 Luciano Orquera 7 (una delle poche note positive, chi se ne frega del calcio sbagliato, finalmente vedo una discreta apertura)
    9 Edoardo Gori 8 (in mediana finalmente penso che possiamo aver trovato dei titolari)
    8 Sergio Parisse 4 (per come sta giocando per me non meriterebbe il posto titolare, è cotto nel giocare e nelle scelte da capitano!)
    7 Robert Barbieri 5 (un fallo veramente da imbecilli, te l’ha fischiato 2 minuti prima e tu che fai lo ripeti davanti l’arbitro?!)
    6 Alessandro Zanni 7 (gladiatore come sempre)
    5 Francesco Minto 8 (mamma che giocatore!!! veramente la cosa più bella della giornata! e per me cmq è una terza)
    4 Quintin Geldenhuys 5 (avreste mai detto oggi che quel giocatore ha indossato la maglia dei Barbarians?!)
    3 Martin Castrogiovanni 6 (senza lode e senza troppa infamia)
    2 Leonardo Ghiraldini 6
    1 Andrea Lo Cicero 6 (un pischelletto)
    16 Davide Giazzon 6 (per la prima linea “panchinara” un 6 solo per come li hanno fatti soffrire nelle mischie)
    17 Michele Rizzo 6
    18 Lorenzo Cittadini 6
    19 Antonio Pavanello 5
    20 Simone Favaro 6.5
    21 Manoa Vosawai 4 (avrei lasciato Zanni tutta la vita)
    22 Tobias Botes mah non saprei
    23 Luke McLean n.c.

    arbitro 4 (so che non si commenta l’arbitro infatti quel 4 non sta per i falli in mischia non fischiati, per la meta regalata o per qualsiasi cosa riguardante il gioco, ma semplicemente per il fallo su Favaro; non ci stanno ca*** almeno giallo diretto e penso che lui l’abbia dato solo su segnalazione).
    Nel complesso scusate per il papiro e per lo sfogo (ripeto sicuramente esagerato) ma ormai sono 11 anni che credo in questo gruppo e vedere come buttano nel cesso un’occasione più unica che rara perché non sono proprio scesi in campo mi fa rodere!!

  54. balin 24 Novembre 2012, 20:44

    dimenticavo il voto per il telecronista 1 – – – – ma che abbiamo fatto per dover sopportare certa gentaglia ?!

    • kingkong 24 Novembre 2012, 20:50

      ecco che m’ero dimenticato; premetto che io Cecinelli non l’ho mai sopportato, ma anche io sul Gran Sasso ho tolto il volume!!

  55. jazztrain 24 Novembre 2012, 21:26

    Forse Cecio voleva levarsi un Gran Sasso nella scarpa!
    🙂

  56. Rabbidaniel 24 Novembre 2012, 22:15

    Tanto per farmi odiare un po’ di più, la meta di Barbieri non c’era per fallo di Castro e per avanti di Benvenuti, due infrazioni nella stessa azione.

    • Pesso 25 Novembre 2012, 15:01

      Quale sarebbe il fallo di Castro?
      Benvenuti ha effettivamente smanacciato la palla, ma è caduta all’indietro, quindi niente avanti. A me anche dal TMO sembrava abbastanza chiara la cosa

      • Rabbidaniel 25 Novembre 2012, 17:00

        Castro ha bloccato senza palla un australiano.

        • Pesso 25 Novembre 2012, 17:49

          Non ci ho fatto caso, cercherò un video per vedere questa cosa

  57. RigolettoMSC 24 Novembre 2012, 23:32

    Un paio di considerazioni sparse:

    – direi di finirla con discorsi tipo: l’Australia scesa in campo oggi non è la vera Australia ecc., anche perché non mi pare che oggi schierassero riserve o ci abbiano riservato trattamenti di favore;
    – la meta dell’Italia: Castro fa un mezzo fallo ma apparentemente non c’è avanti perché Benvenuti tocca il braccio (e non la palla) del difensore australiano facendogli perdere il controllo dell’ovale con conseguente meta di Barbieri;
    – il Sig. Van der Merwe mi è parso palesemente impari al compito; per dire, nel primo tempo, su ingresso laterale dei gialli, ha fischiato una punizione che ha lasciato per un attimo perplessi gli stessi australiani; non arbitrava le maul, in mischia ha fatto fare alle prime linee quello che volevano, soprattutto asli Aussie, ma non è per questo che abbiamo perso, il destino era nelle nostre mani, peccato fossero quelle di Wosawai;
    – era dai tempi di Dominguez che non vedevo un’apertura della Nazionale giocare così bene, per me, senza nulla togliere a Minto che ha giocato un partitone, il MoM lo meritava Orquera, nonostante non sia riuscito a piazzare quel calcio, ma la stanchezza (ha corso senza mai fermarsi, e con efficacia, per tutto il secondo tempo difendendo e attaccando come un dannato) e la scarsa confidenza per i calci da lontano non l’hanno aiutato;
    – perché Barbieri, che è una forza della natura e se usasse la testa sarebbe un fuoriclasse, deve sempre farsi cacciare per delle str0nz@te?
    – la mano di Brunel si vede, finalmente, alla faccia di chi lo considera(va) un tecnico mediocre, un gioco alla Nazionale l’ha dato, ora deve inculcare una mentalità vincente, non dispero ci riesca in tempi non biblici, già fra tre mesi vedremo se questi progressi saranno duraturi o sono stati solo un fuoco di paglia;
    – gli Azzurri non devono affatto vergognarsi, ma rammaricarsi quello sì, soprattutto per quel primo tempo buttato nel cesso.

  58. malpensante 24 Novembre 2012, 23:56

    Masi 6
    Venditti 4
    Benvenuti 4
    Sgarbi 5
    Mirco 4
    Orquera 6
    Gori 6,5
    Parisse 5
    Barbieri 5
    Zanni 6
    Minto 7
    Geldenhuys 6
    Castrogiovanni 6,5
    Ghiraldini 6,5
    Lo Cicero –
    Rizzo 6,5

    Cittadini 6,5
    Pavanello 5
    Giazzon 4
    Botes –
    McLean –
    Vosawai 5
    Favaro 6,5

    15 Berrick Barnes 7
    14 Nick Cummins 6
    13 Adam Ashley-Cooper 6
    12 Ben Tapuai 5,5
    11 Drew Mitchell 4
    10 Kurtley Beale 6
    9 Brett Sheehan 6
    8 Wycliff Palu 5
    7 Michael Hooper 7
    6 Scott Higginbotham 5,5
    5 Nathan Sharpe 6
    4 Sitaleki Timani 5
    3 Ben Alexander 5,5
    2 Stephen Moore 5,5
    1 Benn Robinson 5,5.
    gli entrati sv, a parte:
    21 Nick Phipps 4
    23 Digby Ioane 1

    Arbitraggio 1

    Nota tecnica: lasciar fuori Favaro, ci vuole un genio.

  59. RigolettoMSC 24 Novembre 2012, 23:57

    15 Andrea Masi – 6 – peccato che una volta sfondata la linea avversaria non sappia che fare della palla, ditegli che l’ovale si può anche passare;
    14 Giovambattista Venditti – 5 – poco convincente;
    13 Tommaso Benvenuti – 5 – il fatto di aver segnato una meta agli AB deve avergli consumato tutte le energie e oggi si è visto poco;
    12 Alberto Sgarbi – 6,5 – fa il suo e poco più, uno dei pochi a non crollare nel primo tempo;
    11 Mirco Bergamasco – 6 – finché è stato in campo non ha demeritato, ma senza brillare;
    10 Luciano Orquera – 8 – il giocatore aveva bisogno di fiducia e lui l’ha ricambiata in pieno, finalmente un’apertura che gioca come un’apertura;
    9 Edoardo Gori – 7,5 – efficace, rapido, lucido, in un paio di occasioni un po’ frenetico ma molto molto positivo;
    8 Sergio Parisse – 5 – stato di forma che si direbbe molto scarso, poco incisivo fisicamente e poco lucido nelle decisioni, è un campione, troverà la forza per riprendersi;
    7 Robert Barbieri – 5 – se non avesse segnato la meta sarebbe da 4, ma come gli viene di fare due volte lo stesso fallo (stupido ed inutile, peraltro) in dieci minuti?
    6 Alessandro Zanni – 7 – fa la sua onestissima partita come ormai da tempo immemorabile, una certezza;
    5 Francesco Minto – 8 – partitone, di fisico e soprattutto di testa, un piacere vederlo giocare. Anche per me è una terza;
    4 Quintin Geldenhuys – 5 – abbastanza irriconoscibile, sembrava spaesato, non alla sua altezza (peraltro notevole 🙂 )
    3 Martin Castrogiovanni – 5,5 – fa la sua, ma ultimamente è troppo rissoso, si vede che non è in formissima;
    2 Leonardo Ghiraldini – 6 – troppe touche sbagliate, in mischia fa bene;
    1 Andrea Lo Cicero – s.v. – dee aver preso una botta niente male per farlo uscire prima del previsto;
    16 Davide Giazzon – 6 – non male, partire dalla panchina non è mai facile, ma il suo, insieme ai colleghi della prima linea, lo ha fatto, mezzo voto in meno per la scelta scellerata di giocare la touche decisiva su Wosavai;
    17 Michele Rizzo – 6,5 – leggi sopra;
    18 Lorenzo Cittadini – 6,5 – leggi sopra;
    19 Antonio Pavanello – 6 – l’ho visto fare meglio;
    20 Simone Favaro – 6.5 – avrebbe dovuto avere più spazio;
    21 Manoa Vosawai – 4 – l’impatto sulla gara è stato nullo, anzi dannoso;
    22 Tobias Botes – 6 – rispetto a Roma, nel poco tempo che ha giocato, è andato molto meglio, perlomeno non ha fatto errori stupidi;
    23 Luke McLean – s.v. – ingiudicabile.

    • gian 25 Novembre 2012, 00:46

      due nte al tuo cmento: 1la metacontro gli abs l’ha fatta sgarbi e non benvenuti che era stato uno dei più anonimi 2difficilmente le touche le chiamano i tallonatori

      • RigolettoMSC 25 Novembre 2012, 22:14

        Giusto, la meta l’ha fatta Sgarbi, mi sono sono confuso…

        Sul tallonatore: volevo dire che lanciare a quel modo su Wosavai non è stata la scelta migliore.

        Un saluto

  60. Katmandu 25 Novembre 2012, 00:12

    Una domanda per tutti quelli che oggi non é piaciuta l’italia ma scusate pensavate veramente di poter battere i secondi al mondo? Mi pare francamente esagerata posso essere daccordo sulla gestione degli ultimi minuti contro la NZ posso essere concorde nel dire che l’ultima touche lanciata su un giocatore appena entrato sull’ultimo blocco che non é uno specialista é stata una castroneria ma che vi aspettavate di più quanti prima della partita avrebbero messo la firma per sapere che a 2 minuti dalla fine orquera avrebbe avuto la palla del pareggio? Poi analizzando i soli numeri quante volte l’italia ha vinto il secondo tempo ai punti con una squadra più forte nel ranking? Quante squadre hanno tenuto i wallabies a zero punti segnati nei secondi quaranta minuti? Dai una partita che finisce con meno di 6 punti di differenza la decidono i singoli giocatori e per la precisione barnes l’unico che ha messo ordine alla squadra quando ballavano (perché ballavano di brutto loro) e che ha fatto quella magia su parisse in difesa
    Se una squadra segue nel ranking per battere una squadra che gli stà davanti deve fare il doppio degli avversari e poi sperare che il vento giri bene
    A meno che il tuo avversario si prenda una vacanza vera e propria

    • frank 25 Novembre 2012, 00:22

      a me l’Italia del 2° tempo è piaciuta. Vorrei tra non molto poter dire che mi è piaciuta una partita intera giocata dai nostri Azzurri.

  61. Luc@ 25 Novembre 2012, 00:19

    15 Andrea Masi 5.5 Troppo monocorde, in più fa quel calcetto, invece di passarla a Benve, da tagliargli le palle. Commette anche qualche tenuto di troppo.
    14 Giovambattista Venditti 5.5
    13 Tommaso Benvenuti 6 E’ effettivamente quello che ha più gambe di tutti. Si vede che sta cercando di migliorare la difesa e questo probabilmente lo penalizza in attacco.
    12 Alberto Sgarbi 6,5 Attualmente insostituibile, se solo avesse più off-load…
    11 Mirco Bergamasco 5.5 Spero si rimetta presto
    10 Luciano Orquera 7 Bella partita la sua
    9 Edoardo Gori 7 Bene ma ha giocato meglio contro la NZ
    8 Sergio Parisse 5.5 Insufficienza perchè lui sa dare mooolto di più. Brunel, volendo si può anche cambiare…
    7 Robert Barbieri 5.5 pesano i due falli con il relativo giallo
    6 Alessandro Zanni 7 Quanta sostanza
    5 Francesco Minto 7.5 Non avevo dubbi sulla sua qualità
    4 Quintin Geldenhuys 5.5 visibilmente fuori forma
    3 Martin Castrogiovanni 6.5 Non male ma anche lui può dare di più
    2 Leonardo Ghiraldini 7 Un leone in campo anche se sbaglia una lancio
    1 Andrea Lo Cicero 5.5 Gli anni pesano
    16 Davide Giazzon 5.5 Deve migliorare nei lanci
    17 Michele Rizzo 6.5 Bene sia in chiusa che nel gioco aperto
    18 Lorenzo Cittadini 6.5 Soffre le astuzie Aussie
    19 Antonio Pavanello 6
    20 Simone Favaro 6
    21 Manoa Vosawai 5.5 Pesa la touche persa
    22 Tobias Botes 6 Molto meglio che a Roma
    23 Luke McLean ng

  62. frank 25 Novembre 2012, 00:29

    15 Andrea Masi 5,5
    14 Giovambattista Venditti 5,5
    13 Tommaso Benvenuti 6
    12 Alberto Sgarbi 6
    11 Mirco Bergamasco 6
    10 Luciano Orquera 7,5
    9 Edoardo Gori 7.5
    8 Sergio Parisse 6
    7 Robert Barbieri 6
    6 Alessandro Zanni 7.
    5 Francesco Minto 8
    4 Quintin Geldenhuys 5,5
    3 Martin Castrogiovanni 7
    2 Leonardo Ghiraldini 7
    1 Andrea Lo Cicero 7
    16 Davide Giazzon 6,5
    17 Michele Rizzo 6,5
    18 Lorenzo Cittadini 6,5
    19 Antonio Pavanello 6,5
    20 Simone Favaro 6,5
    21 Manoa Vosawai 5
    22 Tobias Botes s.v.
    23 Luke McLean s.v.

  63. Calabria 1989 25 Novembre 2012, 02:10

    15 Andrea Masi 7.5
    14 Giovambattista Venditti 6
    13 Tommaso Benvenuti 6
    12 Alberto Sgarbi 6.5
    11 Mirco Bergamasco 5 mi dispiace molto per l’infortunio,AUGURI!!!
    10 Luciano Orquera 8 (un punto in meno per il piazzato,si é guadagnato il rispetto australiano), solo per come ha giocato il secondo tempo.
    9 Edoardo Gori 7,5 ottimo ancora una volta
    8 Sergio Parisse 5 giornato no per il capitano.
    7 Robert Barbieri 3 se oggi l’italia ha perso il merito è solo 6 punti regalati commetteno due falli che poteva evitare.
    6 Alessandro Zanni 7,5 non si può sostituire il migliore in touche
    5 Francesco Minto 9 GRANDE lui e pavanello seconde a vita
    4 Quintin Geldenhuys 6,5
    3 Martin Castrogiovanni 7,5
    2 Leonardo Ghiraldini 6,5
    1 Andrea Lo Cicero 6,5
    16 Davide Giazzon 5,5
    17 Michele Rizzo 7,5
    18 Lorenzo Cittadini 7
    19 Antonio Pavanello 7
    20 Simone Favaro 8
    21 Manoa Vosawai 5,5
    22 Tobias Botes 6
    23 Luke McLean s.v

  64. stefano 25 Novembre 2012, 05:59

    Soddisfatto ma non ho capito l’alzata di vosawai mai vista a Treviso!

  65. Luca da Monza 25 Novembre 2012, 08:52

    15 Andrea Masi 5
    14 Giovambattista Venditti 6
    13 Tommaso Benvenuti 6.5
    12 Alberto Sgarbi 7
    11 Mirco Bergamasco 5.5
    10 Luciano Orquera 8
    9 Edoardo Gori 6.5
    8 Sergio Parisse 6
    7 Robert Barbieri 5.5
    6 Alessandro Zanni 7
    5 Francesco Minto 8
    4 Quintin Geldenhuys 6.5
    3 Martin Castrogiovanni 6.5
    2 Leonardo Ghiraldini 7
    1 Andrea Lo Cicero 6
    16 Davide Giazzon 5.5
    17 Michele Rizzo 6.5
    18 Lorenzo Cittadini 7
    19 Antonio Pavanello 6
    20 Simone Favaro 6.5
    21 Manoa Vosawai 6
    22 Tobias Botes 6
    23 Luke McLean 6

  66. Luca da Monza 25 Novembre 2012, 08:58

    Masi non ha opzioni a parte calciare (male) e andar dentro a farsi rubar palla: da un trequarti di quel livello dovrebbe esser lecito aspettarsi qualcosa in più;
    mi dispiace per l’infortunio di Bergamasco, ma come ala è inguardabile;
    molto bene Orquera, non l’ho mai visto giocare due partite come settimana scorsa e ieri;
    mi aspettavo molto di più da Barbieri: un po’ di culo sulla meta, ma quei due falli nel primo tempo non sono “ingenuità”, sono ignoranza pura;
    bravo Minto, la mischia tiene ma sbaglia troppo: con quelle touche alla fine potevamo vincere, invece la banda Giazzon-Vosawai non ne ha azzeccata una..

  67. poros 25 Novembre 2012, 08:59

    15 Andrea Masi 6
    14 Giovambattista Venditti 5.5
    13 Tommaso Benvenuti 6
    12 Alberto Sgarbi 6.5
    11 Mirco Bergamasco 6
    10 Luciano Orquera 7.5
    9 Edoardo Gori 7.5
    8 Sergio Parisse 5.5
    7 Robert Barbieri 5
    6 Alessandro Zanni 7
    5 Francesco Minto 7.5
    4 Quintin Geldenhuys 6,5
    3 Martin Castrogiovanni 6,5
    2 Leonardo Ghiraldini 6,5
    1 Andrea Lo Cicero 6
    16 Davide Giazzon 5,5
    17 Michele Rizzo 7
    18 Lorenzo Cittadini 6
    19 Antonio Pavanello 6.5
    20 Simone Favaro 7
    21 Manoa Vosawai 6
    22 Tobias Botes s.v.
    23 Luke McLean s.v

  68. msbelli123 25 Novembre 2012, 09:14

    Masi 6,5
    Venditti 6
    Benvenuti 6,5 (molto meglio che con gli AB)
    Sgarbi 6,5 (solido, come sempre)
    Bergamasco 6 (Riprenditi presto)
    Orquera 7 (ogni altro commento e’ superfluo)
    Gori 7,5
    Parisse 6,5 (grande capitano)
    Zanni 7,5 (cloniamolo, se possibile)
    Barbieri 6 (giornata no, ma ha fato la meta)
    Geldenhyus 6,5
    Minto 8 (in terza linea prima possibile, grazie)
    Castro 6,5 (ha sofferto, ma ha vinto la sua battaglia)
    Ghiraldini 7,5
    Lo Ciccio 6 ( ha sofferto, ma a 37 anni ancora e’ una belva)
    Cittadini 6,5
    Rizzo 6,5
    Favaro 6,5
    Mc Lean 6 (gli giravano le …. e’ ancora il nostro miglior estremo)
    Botes 6,5 (puo’ essere la rivelazione del prossimo 6N. Ha quel qualcosa che gli altri non hanno. Credo molto in lui)

  69. Ma’aRhuffi 25 Novembre 2012, 09:23

    anche quando è entrato Pavanello le chiamate in touch le ha fatte Parisse e come visto nel passato non è il suo mestiere,molto meglio Pavanello con gli ABs,ma sono certo che Brunel darà ad ognuno le proprie competenze!!Sergio è un leader e un generoso questo lo porta spesso a strafare anche quando la condizione non è ottimale ma rimane un grande!!

    • Ma’aRhuffi 25 Novembre 2012, 09:37

      su Minto già tre anni fà appena arrivato a treviso aveva da subito impressionato per impegno e serietà,rimane un blindside flanker ma vista l’abbondanza di terze a treviso(e Zanni) Smith lo ha adattato a seconda ma rimane una terza!quello che ha stupito a treviso è la continuità di rendimento frutto di una preparazione fisica e mentale notevole!non sono stupito delle sue prestazioni in azzurro!!

  70. jazztrain 25 Novembre 2012, 09:36

    Allora è vero, quando Zanni c’è, non si vede, ma quando viene sostituito si vede. P.S. Mi è simpatico Vosawai, ma dove vai con Wosa?
    😉

  71. mezeena10 25 Novembre 2012, 09:59

    appena finito di vederla..che gran occasione gettata al vento!!! ma come si fa a piazzare al 79 con l’uomo in piu per un misero pareggio( seppure con l’australia) ??? era da vincere a tutti i costi per quel che si è visto nel 2 tempo..al millenium ieri i gallesi han marcato una meta d’altri tempi con una maxi megamaul..premiato il tentativo..sembra che non siamo mai capaci di osare! immagino la delusione di chi l’ha vista allo stadio, anche sul pc a un giorno di distanza è troppa! voto 2 per la gestione finale..voto 8 per il secondo tempo, 4 per il primo!!! menzione particolare per francesco minto, che gran giocatore, quanta personalità e cattiveria agonistica..nettamente il migliore ieri! ps chi è stato nominato uomo del match???

    • mezeena10 25 Novembre 2012, 10:06

      ok visto, minto..non era difficile immaginarlo in effetti!

  72. baffone 25 Novembre 2012, 10:14

    Faccio copia-incolla di una pagella trovata in rete sulla quale sono perfettamente daccordo:

    Andrea Masi, 7: per distacco il migliore nel disastroso primo tempo. In crescita nel gioco al piede, utilizzato da vero estremo. Un ariete nelle incursioni offensive, dove fa sentire la sua potenza.

    Giovanbattista Venditti, 5: l’ala delle Zebre palesa problemi di handling, un fondamentale ancora tutto da registrare. Tatticamente rivedibile.

    Tommaso Benvenuti, 5,5: continua a non convincere pienamente Tommy, anche se concede quasi nulla alle incursioni australiane. In attacco paga un fisico non propriamente statuario, che lo rende poco incisivo.

    Alberto Sgarbi, 6: prova a dare la scossa nel primo tempo con un qualche avanzata da dietro, ma senza molto successo. Bene in difesa.

    Mirco Bergamasco, 5: si dimentica di Cummins sulla meta australiana e non si rende quasi mai protagonista. Esce per un grave infortunio nella ripresa, gli auguriamo una pronta guarigione.

    Luciano Orquera, 8: da quanto tempo non si vedeva un numero 10 azzurro giocare così? Luciano è protagonista di una partita da urlo, dove prende per mano la nazionale e la guida verso la rimonta: passaggi puliti e precisi, gioco al piede praticamente perfetto e attacco della difesa avversaria nei momenti opportuni. Viene a mancare nel momento topico, ma il giudizio non può che essere positivo.

    Edoardo Gori, 7: possiamo dirlo, l’Italia ha trovato il mediano di mischia del futuro. Avrebbe anche gli 80′ nelle gambe, ma Brunel inspiegabilmente lo fa uscire.

    Sergio Parisse, 5: gioca perché è il capitano, perché si chiama Parisse e perché è il simbolo di questa squadra. Altrimenti un posto in panca non glielo toglierebbe nessuno. Confusionario e impreciso, non intercetta un pallone che garantirebbe la meta del sorpasso.

    Robert Barbieri, 5,5: mezzo voto in più per la meta realizzata, ma questa volta il flanker trevigiano fa cilecca. Si fa trascinare nell’indisciplina generale del primo tempo, rimediando anche un cartellino giallo.

    Alessandro Zanni, 6,5: meno incisivo rispetto ad altre uscite, ma è comunque un fattore in ogni azione.

    Francesco Minto, 8,5: il Man of the Match dell’incontro. Risponde presente anche quest’oggi, placcando l’impossibile. Solo il secondo cap in nazionale, ma sembra già il trascinatore assoluto.

    Quintin Geldenhuys, 6: partita diligente per Quintino, senza fronzoli e con pochi errori.

    Martin Castrogiovanni, 7: il migliore della prima linea: inizialmente in difficoltà ma in crescendo continuo. Il suo ruggito, alla fine, risuona sempre.

    Leonardo Ghiraldini, 6: le 4 touche rubate dagli australiani nel primo tempo non sono solo colpa sua, ma influenzano il giudizio. Per il resto, una buona prova.

    Andrea Lo Cicero, 6: prezioso il lavoro svolto fino all’uscita per infortunio.

    Michele Rizzo, 6,5: grande lavoro in mischia chiusa, non fa rimpiangere il Barone.

    Davide Giazzon, 6: buona prova, ma c’è ancora da lavorare sulle touche.

    Lorenzo Cittadini, 6,5: entra dalla panchina e dà il solito contributo al pacchetto italiano.

    Antonio Pavanello, 5,5: entra bene in campo e fa il suo, ma l’errore in ricezione al 80′, che quasi manda in meta Ashley-Cooper, nega agli azzurri l’ultimo tentativo di assalto.

    Manoa Vosawai, 5: la sua freschezza poteva essere determinante per sferrare il colpo decisivo agli Aussie, invece non incide come dovrebbe e si lascia sfuggire una comoda touche.

    Simone Favaro, 6,5: solita, grande prestazione del placcatore azzurro per eccellenza.

    Luke McLean e Tobias Botes, sv: pochi minuti per mettersi in luce.

  73. Oltremanica 25 Novembre 2012, 11:00

    15 Andrea Masi 6.5
    14 Giovambattista Venditti 6
    13 Tommaso Benvenuti 7
    12 Alberto Sgarbi 7
    11 Mirco Bergamasco 5
    10 Luciano Orquera 7
    9 Edoardo Gori 8
    8 Sergio Parisse 6
    7 Robert Barbieri 8
    6 Alessandro Zanni 9
    5 Francesco Minto 9
    4 Quintin Geldenhuys 6
    3 Martin Castrogiovanni 6
    2 Leonardo Ghiraldini 7.5
    1 Andrea Lo Cicero 6
    16 Davide Giazzon 6
    17 Michele Rizzo 7
    18 Lorenzo Cittadini 7
    19 Antonio Pavanello 7
    20 Simone Favaro 7
    21 Manoa Vosawai 7
    22 Tobias Botes 6
    23 Luke McLean 6

  74. teorub 25 Novembre 2012, 11:08

    Premetto non sono un grande intenditore ma quello che si è visto ieri pomeriggio a Firenze forse è veramente quello che il rugby italiano aspettava da tempo.
    Le tre partite di questo autunno 2012 sono unite da un comune minimo denominatore: prendere coscenza delle proprie capacità.
    Con Tonga effettivamente è stata una partita giocata male e con il freno tirato da parte degli Azzurri e piena di errori come se in panchina ci fosse stato un altro allenatore e che il ns Pippo Santanastaso (Brunell) fosse altrove. Attenzione quella con Tonga forse è quella più importante di quelle con AB e AUS perchè forse ha dato la scossa ai nostri e fatto capire che il gioco che vuole Brunell non è quello di Mallet, ovvero il gioco deve essere corale e non solo mischia e fisicità certo anche il pacchetto di mischia di Brunell è molto forte secondo me anche di più visto che ci sono anche dei sostituti finalmente all’altezza. Vedremo la prima partita del 6N se gli Azzurri giocheranno come l’ultima di novembre o come la prima altrimenti ci vuole veramente un lavaggio al cervello per far capire di quello che sono capaci.
    Adesso le pagelle:
    Masi 6,5 (fa quello che deve prima o poi becca il corridoio giusto e chi lo vede più)
    Venditti 6 (fisico)
    Benvenuti 6 (deve crescere ancora molto nervoso)
    Sgarbi 6,5 (bene così)
    Bergamasco 6 (forza vecio)
    Orquera 7 (la stretta di mano a fina partita con l’aussie dice tutto)
    Gori 7,5 (Mallet si sta mangiando le mani e credo anche qualcosa altro)
    Parisse 7 (a chi dice che la fascia da capitano gli fa male)
    Zanni 7,5 (immenso se c’è non lo si vede se non c’è lo si vede)
    Barbieri 6 (ha fatto la meta ma ha regalato 6 punti con due errori banali da rugbysta inesperto che non conosce le regole)
    Geldenhyus 6,5 (senza infamia e senza gloria lo aspettiamo ancora più forte)
    Minto 8 (la seconda o prima stella del rugby italiano)
    Castro 6,5 (il prossimo capitano lo vogliamo a Treviso o da qualche altra parte magari in Francia uno così più gioca meglio é per tutti)
    Ghiraldini 7,5 (tallonatore come pochi fa il suo sporco lavoro)
    Lo Ciccio 6/7 (37 anni ecco un giocatore che ci mancherà e non poco)
    Cittadini 6,5 (altro giovane solido e di futuro)
    Rizzo 6,5 (giovane anche lui e con molta esperianza ancora da fare)
    Favaro 6,5 (vederlo partire palla in mano e tentare di sfondare la difesa Aussi una cosa da pochi forse bisognava metterlo dentro prima)
    Mc Lean 6 (gli giravano le …. e’ ancora il nostro miglior estremo)
    Botes 6 (adesso con Gori e Orquera trovare posto sarà molto difficile vediamo cosa riuscirà a fare quando verrà chiamato a giocare)
    Brunell 9 (ha cambiato gioco alla squadra manca un risultato importante di quelli veri se si continua così e il movimento italiano lo sostiene in toto allora le soddisfazioni saranno parecchie in questi anni)

  75. xnebiax 25 Novembre 2012, 14:01

    15 Andrea Masi 7,5
    14 Giovambattista Venditti 5,5
    13 Tommaso Benvenuti 6
    12 Alberto Sgarbi 7
    11 Mirco Bergamasco 5,5
    10 Luciano Orquera 8
    9 Edoardo Gori 8
    8 Sergio Parisse 6
    7 Robert Barbieri 5,5
    6 Alessandro Zanni 8
    5 Francesco Minto 8,5
    4 Quintin Geldenhuys 6,5
    3 Martin Castrogiovanni 7,5
    2 Leonardo Ghiraldini 6
    1 Andrea Lo Cicero 7
    16 Davide Giazzon 6
    17 Michele Rizzo 7
    18 Lorenzo Cittadini 7
    19 Antonio Pavanello 6,5
    20 Simone Favaro 7,5
    21 Manoa Vosawai 5,5
    22 Tobias Botes 6
    23 Luke McLean s.v. (invisibile)

  76. madflyhalf 25 Novembre 2012, 14:54

    15 Andrea Masi 5
    14 Giovambattista Venditti 5
    13 Tommaso Benvenuti 7
    12 Alberto Sgarbi 6.5
    11 Mirco Bergamasco 4 (spiace perché s’è infortunato però è orrido)
    10 Luciano Orquera 8
    9 Edoardo Gori 7
    8 Sergio Parisse 7
    7 Robert Barbieri 5 (se avessi avuto un fucile gli avrei sparato al primo fallo, poi ne fa un altro: ste cose mi fanno imbestialire)
    6 Alessandro Zanni 7.5
    5 Francesco Minto 7.5
    4 Quintin Geldenhuys 6
    3 Martin Castrogiovanni 6.5
    2 Leonardo Ghiraldini 7
    1 Andrea Lo Cicero 6

    16 Davide Giazzon 6.5
    17 Michele Rizzo 6.5
    18 Lorenzo Cittadini 7
    19 Antonio Pavanello 6
    20 Simone Favaro 6.5
    21 Manoa Vosawai 5.5
    22 Tobias Botes 5
    23 Luke McLean n.v.

  77. HECTOR 25 Novembre 2012, 18:48

    qualcuno, forse da poco avvezzo al mondo del rugby, parla “solo di test match” ! per fortuna il rugby non è il calcio ! ditemi quale squadra conoscete che si lasci battere da chicchesia ? lo sport come tutte le espressioni sociali si evolve e il professionismo, dati alla mano, mostra chiaramente come il punto di rifermento attuale siano i sud equatoriali con le loro nazionali e le super franchigie. per cui se c’è qualcuno da imitare sono questi ultimi. piuttosto, quando la federazione si premurerà di formare dei tecnici italiani di alto livello e fare come l’argentina che non si affida a guru stranieri ? come in tutte le cose lo stimolo più efficace per ottenere il massimo rendimento è la competizione interna tra i giocatori. se io so che giocando male ci saranno altri 2 o 3 pronti a prendere il mio posto darò il 100×100 ogni volta che ne avrò l’opportunità. quindi largo ai giovani, creare competizione tra i giocatori in primis tra i senatori. ognuno deve dimostrare partita x partita di meritare la maglia che indossa, e mandiamo i nostri giovani allenatori ad imparare da quelli bravi dell’emisfero australe…….

    • Rabbidaniel 25 Novembre 2012, 22:16

      Perfettamente d’accordo, però il problema allenatori nasce già dalle giovanili, abbiamo una carenza di allenatori ben formati già dalla base. Non si può insegnare a passare a ragazzi di 17 anni.

      • WinstonSmith 25 Novembre 2012, 22:47

        D’accordissimo Axel! il giorno che inizieremo ad evitare di fare brutte figure ai mondiali U20 cominceremo anche a fare (con continuità) belle figure con la nazionale maggiore

  78. kinky 25 Novembre 2012, 22:04

    Masi 6
    Venditti 5,5 aveva a sufficienza piena ma troppo importante quel in avanti!
    Benvenuti 6
    Sgarbi 6,5
    Bergamasco 5,5
    Orquera 7 sua miglior partita in nazionale
    Gori 6,5
    Parisse 5 continuo ad essere convinto che se non facesse il capitano sarebbe molto più forte e sarebbe di conseguenza meglio per la nazionale…e io sono uno di quelli che lo vorrebbe sempre in campo!!!
    Barbieri 6
    Zanni 7,5
    Minto 8
    Geldenuhys 6,5
    Castrogiovanni 7
    Ghiraldini 6,5
    Lo Cicero 6,5
    Rizzo 7
    Giazzon 5,5
    Cittadini 6,5
    Pavanello 6,5
    Favaro 6,5
    Vosawai 5,5
    Botes s.v.
    Mc Lean 6

  79. Hrothepert 25 Novembre 2012, 23:25

    Masi 7
    Venditti 6
    Sgarbi 6
    Bergamasco 5
    Orquera 7 (voto che scaturisce dalla media tra il mediocre primo tempo e l’ esaltante seconda metà del secondo)
    Gori 6,5
    Parisse 6,5
    Barbieri 4,5 (prova incolore suggellata da due “perle” di rara ingenuità!!)
    Zanni 7
    Minto 7,5
    Castrogiovanni 7 (i piloni avversari, siano vestiti di nero giallo, verde o bianco sono tutti fenomeni finche non incontrano lui!!)
    Ghiraldini 6,5
    Lo cicero 6,5
    Rizzo 6.5
    Giazzon 5,5
    Cittadini 6,5
    Pavanello 5
    Favaro 6
    Voswwai 5
    Botes s.v.
    Mac Lean s.v (la dea fortuna a voluto che quando è entrato lui l’ Italia era costantemente in attacco e lui è stato chiamato in causa quasi…mai!!)

  80. Canino 26 Novembre 2012, 01:00

    Ero a Firenze, secondo tempo molto emozionante! Anche se dalla curva non ho colto molti particolari mi sono divertito. Sono rimasto impressionato positivamente dalla capacità di non lasciarsi andare e anzi prendere in mano la partita dopo i primi 40 minuti giocati molto male.
    L’Australia sta attraversando un momento difficile e nonostante abbia ottime individualità (pur mancandogli il giocatore più importante Genia) non ha un equilibrio tattico e un piano di gioco ben costruito che sfrutti i suoi talenti, e probabilmente anche la soilidità mentale e i punti di riferimento mancano con Deans che da l’impressione di aver perso il timone da un bel pezzo.
    Questo a mio avviso non toglie nulla all’ottima prestazione dell’Italia che come contro gli AB ha mostrato secondo me una crescita.
    Doppia soddisfazione per questa buona prestazione alla faccia del finto realismo di Munari e soprattutto dei suoi adoratori pappagalli: al di là delle solite ovvietà sul nostro movimento che è ad anni luce di distanza da quelli del Sud, Munari (e quelli che si reggono alle sue dande) era convinto che gli AB avessero tenuto il freno a mano tirato (addirittura tatticamente attendisti sulle ruck e volutamente arretranti nei contatti, ma per carità non sono al suo livello per capire) e che gli Oz ci avrebbero demolito e invece mi pare che abbia sbagliato su entrambi i piani. Le belle, sapienti e altrettanto ovvie parole sulla qualità e profondità del loro movimento (che non fanno una grinza!) ignorano, secondo me, quello che si è visto in campo.
    E poi questa storia del freno a mano tirato ha veramente rotto i maroni: possibile che se l’Italia fa un’ottima prestazione con una grande l’unica cosa che sappiamo dire è che loro giocavano al minimo? Non valutare i punti positivi, ma sminuirli o addirittura ignorarli mi sa tanto di provincialismo, che poi rimanga molta differenza fra noi e loro va bene, ma dalla mia umile esperienza mi pare di cogliere un cambio di atteggiamento e una crescita di competenze innegabile e non legata ad una prestazione fortuita che porta avversari come gli AB e gli Oz a doversi impegnare seriamente per poter vincere e non a fare comode passeggiate. Poi il 6 Nazioni sarà il banco di prova e magari dimostrerà che mi sbaglio, ma per ora i fatti stanno lì e le chiacchiere vanno dove gli pare.
    Per ora mi pare che stiamo iniziando a raccogliere i frutti della partecipazione al Pro12 e dell’ottimo lavoro Benetton (e in parte anche degli Aironi). Credo che come nazionale e alto livello stiamo crescendo soprattutto nelle competenze e nella mentalità e probabilmente anche Brunel ci sta mettendo del suo. Il problema è lo strapiombo che separa l’alto livello dal resto del rugby italiano, ma questa è un’altra storia, non è un’analsi, mi pare piuttosto suonare come il discorso che bisogna diminuire le tasse e aumentare il tasso di occupazione: un vestito buono per ogni occasione…Riconoscere i propri punti positivi non significa essere arroganti e non deve far gonfiare il petto, ma analizzare il positivo può far acquisire fiducia contrariamente a filosofeggiare sulle capacità marziane delle felci argentate.

    • mezeena10 26 Novembre 2012, 08:48

      questi i titolari assenti con l’italia: o franks, dagg, cory jane, sam whitelock, andrew hore, luke romano e last but not least sua maesta richie mccaw..tutti presenti col galles..le competenze a quell’età devono essere affinate non costruite! fiero di essere uno dei “pappagalli” di munari..

      • mezeena10 26 Novembre 2012, 08:53

        riguardati le situazioni di breakdown e quanti uomini impegnava l’italia per mantenere o contendere il possesso..priorità in difesa per gli ABs è il reload..solo successivamente si contende il pallone..è molto evidente, basta aprire un pochino gli occhi..non vuol dire affatto sminuire la prova degli azzurri, anzi..però giocando in quel modo la benzina è finita dopo un’ora..nel 2 tempo gli azzurri sono entrati 2 volte nei 22 ABs, una per il drop di orquera, l’altra per un touch su calcio di punizione poi rubato dai tuttineri..un po poco mi pare..basta favole, basta alibi..vogliamo piu disonorevoli vittorie!!!

        • Hrothepert 26 Novembre 2012, 09:14

          Ciao Mezeena, sono nel bel mezzo di un trasloco così sarò molto breve,Canino non ha tutti i torti in per quanto riguarda la situazione generale, sono abbastanza daccordo con te come analisi tecnica sullo specifico e pienamente sul fatto che sarebbe l’ora di cominciare a portare a casa qualche “disonorevole” vittoria in più, invece la delusione è enorme quando ti sento dire che sei fiero di essere un adepto dell’ onnisciente!!!
          Ora vado che mi aspettano gli scatoloni e il loro trasporto

          • mezeena10 26 Novembre 2012, 13:21

            ma mica lo dico io che è uno, se non il, dei massimi esperti di rugby in italia..c’è tutto un curriculum che lo dimostra..non voglio fare l’avvocato difensore, ma per me è stato, è e sarà sempre un punto di riferimento per il rugby italico..piccolo grande Uomo (con la U maiuscola!), vittorio munari, maestro!!!

          • mezeena10 26 Novembre 2012, 13:42

            roth per me la delusione è stata vedere buttare nel cesso un’altra probabile vittoria (vedi inghilterra)..ripeto con l’uomo in piu al 79 vai in touch e provi a giocartela..piazzare per un pari è accontentarsi, seppur con l’australia..loro han fatto quasi nulla in tutta la partita..l’80% dei loro punti glieli abbiamo gentilmente donati noi (vedi i 2 falli identici di barbieri, sciocchi peraltro)..

  81. pedro 27 Novembre 2012, 19:21

    Personalmente non sono adepto di nessuno, ma trovo molto snob l’ostracismo di alcuni “iniziati” nei confronti di Munari, che è uno strepitoso divulgatore e rappresenta senza ombra di dubbio un valore aggiunto per la crescita di popolarità della palla ovale. Parere di un ignorante: seduto sul divano con a fianco mio figlio, a 100 secondi dal termine ho esclamato “vai in touche!”, e non per eccesso di testosterone, ma perché avevamo un uomo in più e quella distanza (nonostante la posizione piuttosto centrale) mi sembrava fuori dalla gittata del piede di Orquera. Un boccone molto amaro da ingoiare, dopo il calcio di Masi intercettato con l’Inghilterra (ero all’Olimpico, sono rimasto di sasso: quello doveva essere un classico “finta e riparto”, tutta la vita!). Comunque, dopo la deludente prestazione con Tonga (ero a Brescia), con i tutti neri e gli aussies abbiamo giocato a rugby.

    • Canino 28 Novembre 2012, 12:35

      Il problema non mi pare l’ostracismo nei confronti di Munari, che anzi ha moltissimi seguaci, e che io ascolto sempre volentieri con senso critico e dal quale imparo quando c’è da imparare. Il problema è semmai l’inverso: essendo lui uno dei pochi divulgatori italiani con competenze in materia viene spesso preso alla stregua della bibbia. Questo mi da fastidio e mi sembra un regresso più che un progresso del tipo: ” se l’ha detto Munari allora sono d’accordo!”; invece credo sia giusto far crescere la nostra cultura rugbystica in maniera critica, senza avere come punto di riferimento un’ “illuminato”.

Lascia un commento

item-thumbnail

Marco Zanon verso le Summer Series: “Un privilegio giocare con l’Italia. Esperienza in Top 14 decisiva”

Terminata la stagione col Benetton e il primo raduno con la Nazionale, il centro guarda alle sfide con Samoa, Tonga e Giappone

item-thumbnail

Summer Series: i convocati della Francia per il tour sudamericano

Selezione decisa da coach Galthié ancor più larga e ricca di novità rispetto alla precedente

item-thumbnail

Test Match: i Barbarians battono le Fiji 45-32

A Twickenham la selezioni a inviti segna sette mete contro le quattro degli isolani

item-thumbnail

Test Match: a Twickenham il Sudafrica supera il Galles 41-13

Cinque mete per i campioni del mondo in carica che travolgono i dragoni nel secondo tempo

item-thumbnail

L’Inghilterra maltratta il Giappone di Eddie Jones

Gli uomini di Borthwick segnano otto mete e si impongono con un netto 17-52

item-thumbnail

Galles: un giocatore lascia il ritiro volontariamente e Warren Gatland finisce al centro delle polemiche

Il tallonatore Sam Parry è andato via dal camp di allenamento perchè si è sentito non rispettato