Quando il calcio cerca di placcare il rugby

L’allenatore del West Ham “attacca” il rugby. E si scatena subito il polemico dibattito

ph. Ina Fassbender/Action Images

“Il calcio sarà quello che è, però nessuno mette mai in luce che i giocatori di rugby si calpestano la testa, si mettono le dita negli occhi e altro. E tutti lo ritengono accettabile”. Parole di Sam Allardyce, boss del West Ham, club del massimo campionato inglese di calcio.
Siamo onesti, molti appassionati di calcio pensano queste cose del rugby o dei giocatori che si azzuffano per 80 minuti per il possesso della palla ovale. Il calcio – o meglio, i suoi rappresentanti a tutti i livelli: atleti, dirigenti, allenatori, giornalisti – spesso hanno qualcosa a che ridire dell’aurea di “inviolabilità morale” che il rugby sembra proporre nell’immaginario collettivo. A volte con un po’ troppo prosopopea, ma è inutile girarci attorno: magari non tutti gli appassionati ovali si sentono superiori ai loro colleghi pallatonda, ma diversi sì. E rimarcano spesso questa “diversità”.
C’è chi dice che i calciatori siano “gelosi” del successo del rugby e di come esso viene percepito, perché in qualche modo questa cosa andrebbe a mettere a rischio la superiorità numerica e di diffusone del calcio. Allardyce, rigira la questione, e sostiene che sono gli altri sport ad essere invidiosi del successo del pallone.
La questione è ovviamente dibattuta e difficilmente se ne potrebbe venire a capo. Allardyce comunque, per onestà inetllettuale, avrebbe dovuto anche dire che quegli atteggiamenti che lui sottolineava – i calcioni, gli stamping, i placcaggi alti – sono pesantemente sanzionati nel rugby: squalifiche sopra le cinque giornate sono invece piuttosto inusuali nel calcio. Bisognerebbe poi aggiungere che le sanzioni nel rugby valgono per qualsiasi tipo di manifestazione, non importa cioè se vieni squalificato per qualcosa che hai fatto nel campionato nazionale o in una coppa europea. Se ti fermano, stai fermo del tutto.
Insomma, la domanda alla fine non può che essere una: voi cosa ne pensate?

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Summer Series: 4 cambi nella formazione dell’Italia per l’ultimo test contro il Giappone

Ritorna Louis Lynagh dal primo minuto, mentre davanti sono 3 le modifiche operate dal tecnico azzurro. In panchina si rivede Zanon

19 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Serie A Elite, Petrarca Rugby: i veneti rinforzano la trequarti

I campioni d'Italia ritrovano un giocatore che aveva già fatto parte del roster padovano

18 Luglio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

U20 Women’s Summer Series: l’MVP del torneo viene vinto da una giocatrice italiana

Il riconoscimento premia una delle avanti della squadra di coach Saccà

18 Luglio 2024 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italia, Danilo Fischetti: “Contro il Giappone imporci fisicamente senza mai perdere la concentrazione”

Il pilone si proietta verso la sfida contro i nipponici: in programma domenica 21 luglio

18 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Summer Nations Series, Fiji: la formazione per gli All Blacks

Si gioca a San Diego la sfida tra la terza e la decima squadra del ranking mondiale

item-thumbnail

Il programma, gli orari e le dirette tv dei test match dell’ultimo weekend di Summer Series

Ben 10 le partite in programma, molte di queste trasmesse in tv, tra cui l'Italia: ecco il calendario completo