Grinta e troppi errori per le Zebre, il Connacht vince 19 a 10

A Parma debutto di Heineken Cup: partita equilibrata ma gli irlandesi hanno le idee chiare in testa

ph. Enrico Mari

Le Zebre ci provano dal primo all’ultimo minuto, ma non c’è nulla da fare: il Connacht passa ancora una volta al XXV aprile. Dopo la gara di Pro12 gli irlandesi vincono anche il primo turno del girone eliminatorio di Heineken Cup.
Alla franchigia italiana sul piano della volontà, della grinta e della determinazione non si può dire davvero nulla, ma non sono qualità sufficienti per vincere le partite a questo livello. Un Connacht più ordinato, che sbaglia anche non poco e commette diversi errori ma con le idee ben chiare in testa, ha avuto buon gioco delle fiammate estemporanee dei padroni di casa. Che difendono piuttosto bene, che riescono anche a mettere in piedi azioni pericolose, ma quasi sempre frutto di spunti individuali. Nel primo tempo – ad esempio – Garcia rompe per ben due volte la difesa avversaria e penetra in profondità ma non trova mai nessun sostegno. Chiara poi l’inesperienza che esce tutta nell’episodio della meta di Muldoon che al 62′ mette la parola fine alla partita.
Tutto questo per dire che materiale su cui costruire c’è, ma che i lavori sono ancora molto all’inizio nel cantiere-Zebre. Se poi a tutto ciò aggiungiamo un Halangahu che per quanto positivo non è stato precisissimo al piede nei piazzati, un Tebaldi in decisa giornata-no e un Bergamasco che lotta su ogni pallone ma che un cartellino giallo a partita non sembra proprio volerlo evitare (forse fiscale quello preso alla fine del primo tempo, ma a termini di regolamento ci sta tutto)…
Il Connacht merita di vincere non tanto perché si è dimostrato superiore alle Zebre in campo, anzi, la partita è stata molto equilibrata. La squadra di Galway merita di vincere – e vince – perché più tranquilla e come dicevamo prima con le idee più chiare su cosa fare e come farlo. Frecce che oggi ancora le Zebre non hanno al loro arco. Così come ancora, e dispiace davvero dirlo, non possono ancora contare sull’affetto di Parma. Speriamo che arrivino presto le prime vittorie, anche per invertire questa tendenza. Quei ragazzi ne hanno bisogno.

 

Parma, Stadio “XXV Aprile” – sabato 13 ottobre

Heineken Cup, I giornata

Zebre v Connacht 10-19

Marcatori: p.t. 5′ cp. Parks (0-3); 7′ cp. Halangahu (3-3); 17′ cp. Parks (3-6); 40′ cp. Parks (3-9); s.t. 20′ cp. Parks (3-12); 22′ m. Muldoon tr. Parks (3-19); 33′ m. Ferrarini tr. Halangahu (10-19)

Zebre: Halangahu; Venditti, Pratichetti M., Garcia (cap), Sinoti (24’ st. Sarto); Orquera (25’ st. Trevisan), Tebaldi (25’ st. Martinelli); Van Schalkwyk, Bergamasco Ma., Belardo (11’ st. Ferrarini); Sole (30’ st. Van Vuren), Geldenhuys; Redolfini (11’ st. Fazzari), Giazzon (11’ st. Festuccia), Perugini (15’ st. Aguero)

all. Gajan

Connacht: Henshaw; O’Halloran, Griffin (31’ st. Fifita), McSharry, Vainikolo; Parks, Marmion (31’ st. Moore); Naoupu, Faloon (18’ st. O’Connor), Muldoon; McCarthy (31’ st. Loughney), Swift (31’ st. Gannon); White (cap), Reynecke, Buckley

all. Elwood

arb. Hodges (Galles)

g.d.l. Davis (Galles), Morgan (Galles)

TMO: Whitehouse (Galles)

Man of the match: Muldoon (Connacht)

Calciatori: Parks (Connacht) 5/6; Halangahu (Zebre) 2/4

Cartellini: 40’ pt. giallo Bergamasco (Zebre)

Note: giornata grigia, terreno bagnato ma in buone condizioni. 1500 spettatori circa. In tribuna il Presidente Onorario FIR Giancarlo Dondi e lo staff tecnico della Squadra Nazionale.

 

a questo link  trovate le immagini della partita

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

I gironi della Champions Cup 2019/2020

Il Benetton si prende il Leinster, Lione e i Northampton Saints nel girone 1. Girone di ferro per i Saracens

19 giugno 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Leinster: quei tre momenti sui quali recriminare

La finale di Champions Cup è andata meritatamente ai Saracens, ma gli irlandesi hanno sprecato qualche occasione di troppo

13 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Gregariato saraceno: come la Champions Cup è tornata a Londra

Da Barritt a Koch, da Lozowski a Wray. Una vittoria costruita sul lavoro operaio dei volti meno noti

13 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

La festa dei Saracens, i rimpianti del Leinster

Mark McCall elogia i suoi per la reazione nel corso del match. Leo Cullen: "Bisognava sfruttare le occasioni create"

12 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Alex Goode è il giocatore dell’anno per la Champions Cup 2018/2019

È il terzo giocatore dei Saracens a vincere il premio dopo Itoje e Farrell nel 2016 e nel 2017

12 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Champions Cup: I Saracens sono i migliori d’Europa e sono ancora campioni

Finisce 20-10, Sarries dominanti in ogni fase e che hanno saputo approfittare degli errori commessi da Leinster

11 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup