Eccellenza: Petrarca si sbarazza di Rovigo e fa suo il derby (33 a 9)

I padroni di casa prendono per mano la gara sin dall’inizio e non la lasciano più. Rovigo deve recriminare sulla sua indisciplina

COMMENTI DEI LETTORI
  1. ermy 7 Ottobre 2012, 17:06

    Bel Petrarca giovane! Menniti Ippolito,se continua così, può essere la macchinetta da punti che da tempo mancava al rugby italiano… speriamo qualcuno non decida di rovinarlo in qualche modo… la creativitá in Italia per queste cose non manca! 🙂

    • mezeena10 7 Ottobre 2012, 17:13

      quoto!!! anche a me piace un sacco..l’ho seguito l’anno scorso, è stato miglior marcatore superando marco anversa dell’ alghero..è un 92 mi pare..di quella generazione pare il piu completo ed è un bravo ragazzo..la cosa assurda è che pare esser gia tagliato in favore dei vari apperley e gli altri del mondiale u20, mi sfuggono i nomi..anche buscema non è male! menniti una spanna su per me!!!

      • MarkElla 7 Ottobre 2012, 17:22
      • ermy 7 Ottobre 2012, 18:03

        Si, forse deve lavorare un pò sul fisico e alternare un pò di più attaccando lui la linea, ma insomma le basi mi pare ci siano tutte per un lavoro graduale e ponderato sui vari aspetti… secondo me dovrebbero essere istituiti dei tutors per queste categorie di giocatori… dovrebbero esserci stage di specializzazione per ruolo, quindi le 3/4 migliori aperture italiane si trovano e lavorano assieme a uno specialista su un tema e poi si ritrovano e via un’altro, etc… questo lo faceva negli anni ’80 Roy Bish, metteva assieme per ruolo le aperture o gli estremi dall’u.17 alla prima squadra lavorava solo con loro in una sessione extra, poi se vedeva che meritavi via in seconda o prima squadra! così c’era gente che a 17 anni esordiva in serie A e poi tornava in under con l’esperienza maturata e ci lavorava sopra… Ecco io estenderei il concetto a livello nazionale con un tutor alla Dominguez o altro pari livello…

        • ermy 7 Ottobre 2012, 18:11

          P.S. Anche perchè invece che spendere i soldi per creare nuovi posti di “lavoro” la nostra ricchissima federazione potrebbe permettersi anche un tutor alla Wayne Smith a gettone, se libero, ok, ma insomma gente di livello… Allora lo vedresti il Menniti nel giro di un paio d’anni….

      • kinky 7 Ottobre 2012, 23:05

        Quoto anch’io Menniti, però sono convinto che senza la regola del n10 italiano il ragazzo ad oggi non starebbe diostrando il suo valore….vuoi vedere che per una vota le regole FIR sono buone?!? Comunque con un po’ di palestra il ragazzo crescerà bene, gran gestione al piede!!

        • ermy 7 Ottobre 2012, 23:37

          Quoto! Senza obbligo sarebbe in panca dietro allo straniero di turno che li sbaglia da in mezzo ai pali!

  2. aristofane 7 Ottobre 2012, 17:13

    Il fallo di Mahoney nel finale è stato assurdo, la partita era già finita e ora rischia di prendersi delle meritate giornate di squalifica! Per il resto il Petrarca è stato superiore, soprattutto nel gioco al largo e ne punti di incontro, deve necessariamente, però, mettere a posto la mischia. Buone impressioni dai giovani in campo, speriamo confermino nel corso del campionato le loro prestazioni.

  3. Rabbidaniel 7 Ottobre 2012, 17:13

    Menniti Ippolito mi ha colpito non solo per il piede, ma anche per come ha gestito la linea arretrata. Mahoney criminale sull’ultimo placaggio, anzi non era un placcaggio.

    • xnebiax 7 Ottobre 2012, 17:29

      tentato omicidio?… vabé… per fortuna senza conseguenze per il giocatore.

  4. xnebiax 7 Ottobre 2012, 17:35

    Gran Petrarca e un Menniti-Ippolito mi é sembrato un giocatore abbastanza completo… meritava forse il MOM.
    E soprattutto un Petrarca molto piú unito, organizzato e fisico di quello che mi aspettavo da una squadra giovane che si é affidata non poco sul vivaio.
    Rovigo non so… da rivedere sui punti d’incontro direi… .

  5. Gio 7 Ottobre 2012, 17:38

    Bella partita. Mi sono divertito, oltretutto diversi giovani in evidenza, Menniti su tutti. Buon pubblico, penso sui 3800/4000, dalla tv la tribuna era piena all’80%.

  6. franky 7 Ottobre 2012, 17:56

    menniti mi pare abbia sicuramente un buon piede e anche che sappia gestire bene linea arretrata con buoni passaggi e buon timing; in difesa non è stato molto testato mentre vorrei vederlo più attaccare la linea ma comunque c’è tempo per migliorare tutti gli aspetti
    aspetto di vedere anche della rossa e ragusi a prato dove per ora sta giocando vezzosi, solo dall’anno scorso provato ad apertura, comunque mi sembra piuttosto frizzante nel ruolo visti i suoi passati all’ala

    • Rabbidaniel 7 Ottobre 2012, 18:00

      Vezzosi non mi dà affidamento come apertura, si vede da 20km che è un’ala adattata. Penso si aspetti Della Rossa, che è un’apertura di ruolo.

      • franky 7 Ottobre 2012, 18:34

        sisi è anche il mio pensiero, sarebbe interessante vederlo con continuità e oltre a lui vorrei vedere ragusi che abbiamo avuto ancora meno possibilità di osservare

  7. Ricc RO 7 Ottobre 2012, 18:04

    Da rodigino, compliimenti ai neri. Menniti veramente un bel giocatore e un cecchino! Noi male..con meta’ titolari infortunati o indisponibili come scusante: gerber, elvis, reato, mountariol, maran, van niekerk…comunque gravissima l’indisciplina di Luke: gia’ con una prima linea in affanno, bisognera’ inventarsi qualcosa per le prossime: prato, viadana e calvisano! O si torna sul mercato o perderemo punti preziosi..

  8. Katmandu 7 Ottobre 2012, 18:39

    Bel derby da esterno è stato giocato bene da tutte e due le squadre ma spoegatemi mahoney che gli è preso e quanto può rischiare? E la sanzione vale anche per le coppe? Discorso ippolito è forte veramente in più ha la personalità giusta per dargli in mano le chiavi dei 3/4 e mi pare inoltre che lo seguano. Sembra più forte di apperley più preciso e con più personalità ma penso che per l’altissimo livello CL sia ancora “leggerino” in più vorrei vederlo un pó più impegnato a livello difensivo (anche se le po he volte che sono venuti da lui si è fatto trovare pronto) comunque che bello vedere più pubblico in campionato come in cl vero? 😉

  9. Giovanni 7 Ottobre 2012, 19:28

    Bella partita e buona vittoria per Padova…e quel ragazzo classe ’92 al 10 ha un piedino niente male 😉

  10. paolo pd1 7 Ottobre 2012, 20:13

    Sono un petrarchino di vecchia data, 1960.- Ho rivisto una squadra in tutti i sensi, ben allenata con un comportamento in campo impeccabile senza personalismi e con un autentico gioco di squadra lineare, efficace con una grande unità di intenti. Grazie ragazzi a Voi e allo staff tecnico se andrete avanti con questo spirito non vi e precluso nessun risultato.
    Forza petrarca

  11. davide p. 7 Ottobre 2012, 21:08

    mi aggrego ai commenti positivi per Ippolito. C’è da puntarci su…e non poco.

  12. Antonio64 7 Ottobre 2012, 21:16

    Bella partita del Petrarca giocata con cuore e cervello, mi sembra cha la scelta di puntare sui giovani si stia dimostrando giusta, per quanto riguarda il Rovigo oggi invece i complimenti li merita solo il suo pubblico che segue sempre numeroso la sua squadra

    • steve 7 Ottobre 2012, 21:57

      Grazie per il pubblico (anche voi non siete male). Comunque complimenti al Petrarca che ha impostato la partita sulla giusta direzione: agrressività sui punti d’incontro, ottima difesa e piede fatato di un futuro campione, mischia però così-così. Rovigo: impostazione più attendista, è caduta nelle provocazioni padovane in mischia (alla prima mischia il fallo era padovano ma la punizione alla fine è stata contro il Rovigo), pur essendo superiore e lì poi è partita la testa. Oggi (spero solo oggi) 3/4 del Petrarca superiori a quelli del Rovigo. Ci rifaremo…spero 😉

      • malpensante 8 Ottobre 2012, 10:57

        Da osservatore neutrale non condivido che la mischia di Rovigo sia superiore, anzi. Ho avuto il dubbio guardandola con i Crociati che, al momento, mi avevano stupito nel reggere più o meno il confronto in chiusa. Salvo poi venire letteralmente asfaltati il sabato successivo a Viadana. Bella partita, e bel pubblico.

  13. bersagliere74 8 Ottobre 2012, 12:33

    complimenti al Petrarca: se questi sono i risultati dell’esclusione dai playoff, spero che Rovigo quest’anno arrivi sesto! scherzi a parte, rossoblù inguardabili e senza gioco, forse qualcuno della dirigenza dovrebbe pensare al successore di Polla Roux. sono due anni che vediamo una squadra che alterna belle prestazioni a giornate in black-out. e forse sarebbe anche da mettere in discussione il preparatore atletico: continuiamo a perdere pezzi importanti sempre per gli stessi infortuni. Forza Rovigo.

  14. fracassosandona 8 Ottobre 2012, 12:55

    Credo che se andrete a vedere qualche mio vecchio post sul grillotalpa o su rugby1823 troverete qualche mio commento circa il fatto che Andrea Menniti Ippolito (allora nel Rubano) stesse facendo ottimi risultati sia da MA sia da estremo…
    non so se il ragazzo (e la famiglia!) stiano considerando la carriera rugbistica (che andrebbe necessariamente a scapito di una tempestiva formazione universitaria) ma non mi stupirei se alla fine preferissero la seconda alla prima…
    una cosa è giocare nel cortile di casa ed allenarsi al livello richiesto dalla nostra eccellenza “dopolavoristica”… altra cosa mettersi a disposizione del c.d. “alto livello”
    Sinceramente auguro ad Andrea di trovare la forza e il coraggio di saper abbinare le due cose: ci sono ex nazionali pluriscudettati che appese le scarpe al chiodo sono ora titolari dei propri studi professionali: è logico che non si possa pretendere di raggiungere tutto e subito…
    resta il fatto che l’italia è piena di brillanti neolaureati che fanno la fame mentre è sicuramente priva di mediani di apertura di livello, a cui si potrebbero aprire chissa quali strade, anche dopo la carriera rugbistica…

  15. Ricc RO 8 Ottobre 2012, 14:12

    Quoto Fracasso!

  16. gian 8 Ottobre 2012, 20:22

    a parte che nel rovigo non butterei via tutta la partita, e sono di padova, in realtà per almeno una mezzoretta l’ho vista bruttina per il petrarca (circa metà del primo tempo fino alla prima espulsione di luke), sono mancati principalmente i giocatori che dovevano tenere rovigo in partita (basson inqualificabile, nei calci in primis, ma anche sulla prima meta, ad es, bastava allungasse le braccia per almeno rallentare innocenti) e la differenza non era così ampia come sembra dal punteggio; sono stati fatti complimenti ai ragazzini del petrarca, ma anche nel rovigo i più combattivi sono stati i ragazzi del vivaio, chissà che qualcuno si renda conto che se si dà la possibilità di giocare ai ragazzi si ha della gente che ha meno bisogno di stimoli di altri e che ci tengono alla maglia che indossano.
    di menniti ippolito è già stato detto molto, ma un paio di note vorrei mettercele anch’io: bellissimo prospetto; limiti: non attacca tantissimo la linea, fisico acerbo, sotto pressione non è ancora in grado di fare la differenza; punti di forza: fisico acerbo, ma non è piccolino, piedino fatato, mani buone se non ottime, buona visione di gioco, ha 20 anni. ultima nota: non è un fenomeno federale, ma è un ragazzo che si è fatto il mazzo nei piccoli club, in particolare a rubano credo con uno zampino del petrarca ma su questo non ne sono sicuro, tanto per dimostrare che se le società vogliono i buoni elementi li tiriamo fuori lo stesso senza bisogno di accademie o altro, spero faccia almeno un altro anno, se non due, in eccellenza, magari seguito dai “forti” e solo dopo gli venga data la possibilità di fare il salto di livello, si rischia di bruciarlo, ora come ora non è ancora pronto. poi se vuole fare il dopolavorista ben venga lo stesso, con dopolavoristi di questo calibro l’eccellenza farebbe comunque un gran salto qualitativo in avanti e creerebbe delle alternative!

  17. nonno1 16 Ottobre 2012, 13:13

    Menniti Ippolito è cresciuto ed ha sempre giocato nel Rubano, tranne 5 mesi in prestito al petrarca under 17 (campione d’Italia). Ha esordito in serie A a 18 anni ed ha fatto 2 stagioni senza saltare una partita, quasi sempre titolare e per tutti gli 80 minuti.
    Forse come conseguenza dei mesi passati al petrarca, è stato selezionato per la nazionale under 18 dove ha fatto, da apertura titolare, 6 nazioni (man of the match, nella partita contro l’Inghilterra) e Europeo FIRA. Tornato a Rubano, nonostante sia stato il miglior marcatore della A2, è stato nuovamente dimenticato.
    Ora dopo solo tre partite di eccellenza con il petrarca, è stato convocato con la nazionale emergenti. Che voglia dire qualcosa?

Lascia un commento

item-thumbnail

I Lyons hanno ingaggiato il trequarti Pietro Rodina

La squadra piacentina ha completato il reparto arretrato con l'innesto del giocatore classe 2002

21 Settembre 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Rugbymercato: come cambiano le rose del Top10 2022/2023 (in aggiornamento)

Tutti gli ingaggi e gli addii per la stagione 2022/2023, man mano che arrivano le notizie

20 Settembre 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10: Mogliano rinforza il pack con una seconda linea namibiana

Il 21enne Tiaan De Klerk sbarca in Veneto per la sua prima avventura in un club italiano

20 Settembre 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10, Mogliano: sette rinforzi annunciati per la rosa della formazione veneta

Salvatore Costanzo avrà a disposizione diversi giovani per aggiungere profondità alla squadra biancoblù

16 Settembre 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10, Colorno: infortunio e lungo stop per Giulio Bisegni

La stagione del centro e capitano degli emiliani potrebbe essere già conclusa dopo un problema capitato nell'amichevole interna

16 Settembre 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Calvisano, Guglielmo Palazzani: “Qui mi sento a casa, non vedo l’ora di scendere in campo”

Il mediano di mischia esprime concetti da capitano del club lombardo

15 Settembre 2022 Campionati Italiani / TOP 10