World Rugby Ranking: ecco come viene calcolata la classifica mondiale

Come si calcolano le variazioni di punteggio nella classifica delle nazionali operata dalla federazione internazionale

World Rugby

Il ranking mondiale, ufficialmente World Rugby Ranking, è la classifica ufficiale stilata dalla federazione internazionale ogni lunedì dell’anno per monitorare lo stato dell’arte di tutte le squadre nazionali. Esistono due classifiche separate, una per il rugby maschile e una per il rugby femminile.

Nel rugby maschile il ranking mondiale compirà il proprio 20esimo compleanno nel giorno dell’apertura della Rugby World Cup 2023, il prossimo 8 settembre. Sono invece 8 anni che esiste il ranking per il rugby femminile.

Nel momento della sua introduzione, il sistema di classificazione delle squadre è nato tenendo conto di tutti i dati storici dalla prima gara internazionale (1871 per il rugby maschile, 1987 per il rugby femminile) fino al momento della sua introduzione. Da lì la classifica si è sviluppata di settimana in settimana, seguendo l’evoluzione dei risultati e fotografando i rapporti di forza tra le varie nazionali in un dato momento.

La classifica mondiale viene calcolata in base ai risultati degli incontri internazionali riconosciuti da World Rugby fra le nazionali maggiori delle federazioni aderenti, 109 per il rugby maschile e 61 per quello femminile. Ad ogni incontro corrisponde uno scambio di punti uguale e di segno opposto tra la squadra vincitrice e quella sconfitta. In termini di ranking ci sono cinque possibili risultati: una vittoria con più di 15 punti di scarto, una vittoria con 15 o meno punti di scarto, un pareggio, una sconfitta con 15 o meno punti di scarto, una sconfitta con più di 15 punti di scarto.

A seconda del gap nel ranking fra due avversarie, una vittoria può consentire di ottenere tra 0 e 2 punti nel ranking, un pareggio può farne vincere 1 o perderne 1, una sconfitta implica di perdere tra 0 e 2 punti. Le vittorie e le sconfitte con più di 15 punti di scarto implicano un moltiplicatore di 1.5 al punteggio ranking ottenuto.

Per rendere il ranking credibile esiste un limite massimo (che è di 3 punti) oltre il quale, qualunque si la differenza di ranking tra le squadre e lo scarto nel risultato, non si può andare.

Leggi anche: World Rugby Ranking: l’Italia stacca il Giappone. Tonfo Inghilterra e All Blacks

Un esempio concreto di calcolo

Prendiamo ad esempio Italia-Giappone, la partita dello scorso weekend. Prima della gara, l’Italia era tredicesima nel ranking con 74.63 punti, mentre il Giappone era immediatamente dietro con 74.29. Fra le due squadre c’era quindi un gap di 0.34 punti.

La squadra che gioca in casa, però, riceve sempre un bonus di 3 punti, per bilanciare il vantaggio di giocare in casa. L’Italia veniva quindi considerata con un punteggio ranking di 77.63 e il gap nel ranking era di 3.34 punti a suo favore.

Per conoscere le possibili variazioni di ranking corrispondenti alla partita, è necessario applicare una semplice formula, come indicato nella maschera sottostante.

  • Vittoria del Giappone con più di 15 punti di scarto: (10+gap ranking dell’Italia) x 0.15= (10+3.34) x 0.15=2; +2 punti per il Giappone, -2 punti per l’Italia.
  • Vittoria del Giappone con 15 o meno punti di scarto: (10+gap ranking dell’Italia) x 0.1= (10+3.34) x 0.1=1.33; +1.33 punti per il Giappone, -1.33 punti per l’Italia.
  • Pareggio: gap ranking x 0.1= 3.34 x 0.1= 0.33; +0.33 punti per il Giappone, -0.33 punti per l’Italia (il pareggio va sempre in favore della squadra che ha meno punti nel ranking)
  • Vittoria dell’Italia con 15 o meno punti di scarto: (10+gap ranking del Giappone) x 0.1= (10+(-3.34)) x 0.1= 0.67; +0.67 punti per l’Italia; -0.67 punti per il Giappone.
  • Vittoria dell’Italia con più di 15 punti di scarto: (10+gap ranking del Giappone) x 0.15= (10+(-3.34)) x 0.15= 1; +1 punti per l’Italia; -1 punti per il Giappone.

Avendo l’Italia battuto il Giappone per 42-21, quindi con 21 punti di scarto, la modifica al puntegigo del ranking ha poi visto gli Azzurri guadagnare un punto e il Giappone perderne uno.

Leggi anche: Rugby World Cup 2023: l’Inghilterra aggiorna la lista dei 33 convocati al Mondiale

La Rugby World Cup è speciale

Durante la Rugby World Cup le variazioni del ranking per ogni risultato ottenuto sono raddoppiate, per sottolineare l’eccezionale importanza dell’evento.

Pertanto si potranno guadagnare fino a 6 punti per una vittoria con più di 15 punti di scarto o, parimenti, perderne altrettanti. In più, tranne che per la Francia, tutte le squadre giocheranno in campo neutro. Non verranno pertanto assegnati i normali bonus per il fattore campo.

Un esempio, anche in questo caso: Scozia-Sudafrica del prossimo 10 settembre è una delle partite chiave del girone B. Se la Scozia dovesse vincere con più di 15 punti di scarto otterrebbe +5.12 punti nel ranking mondiale (e il Sudafrica perderne altrettanti), dato che:

(10+(91.08-84.01)) x 0.15=2.56 x 2=5.12

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Eden Park: la fortezza inespugnabile che alimenta il mito degli All Blacks

La vittoria nel test con l'Inghilterra disputato nello stadio di Auckland irrobustisce un record che resiste da 30 anni

16 Luglio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

World Rugby Ranking: cosa cambia dopo due round di Summer Series

Sudafrica e Irlanda mantengono le prime due piazze, bene Italia e Georgia, perde posizioni il Giappone

14 Luglio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Italia, come alimentarsi dall’altra parte del mondo? Il nutrizionista spiega cosa mangiano gli Azzurri

Ai microfoni di Sky con Moreno Molla, il dottor Alessio Montagnoli ha spiegato come gli Azzurri hanno dovuto adattarsi anche da questo punto di vista

8 Luglio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

OnRugby Ranking: Tolosa sul tetto d’Europa, Leinster fuori dal podio. Benetton fra i primi 20

Tutte le posizioni definitive: dalla 1 alla 40, con anche Benetton e Zebre

8 Luglio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

World Rugby Ranking: Italia superata dall’Australia. La classifica dopo il primo weekend di Summer Series

Tanti sorpassi dopo il primo weekend di Summer Series: gli Azzurri pagano la sconfitta con Samoa

7 Luglio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Quando i “vecchietti” non mollano: il XV tutto “Over 33” di Planet Rugby

La nota testata internazionale ha proposto una formazione di giocatori dai 33 ai 37 anni che potrebbe vincere ovunque

6 Luglio 2024 Terzo tempo