Benetton, Braam Steyn: “Fisicamente sono a posto, tolto il risultato il mio rientro è andato bene”

Oggi saranno valutati gli infortuni di Edoardo Padovani e Carl Wegner usciti malconci da Edimburgo

Benetton, Braam Steyn: "Fisicamente sono a posto, tolto il risultato il mio rientro è andato bene" (ph. Ettore Griffoni)

Benetton, Braam Steyn: “Fisicamente sono a posto, tolto il risultato il mio rientro è andato bene” (ph. Ettore Griffoni)

La dura sconfitta del Benetton a Edimburgo ha quantomeno visto, a livello di note positive, il rientro del terza linea Braam Steyn dopo una lunga assenza. È proprio il giocatore azzurro di origine sudafricana a commentare al “Gazzettino” la prestazione dei Leoni in Scozia, travolti da otto mete in una sfida dove nel secondo tempo c’è stata una sola squadra in campo.

Leggi anche: Bortolami analizza la dura sconfitta di Edimburgo

Analizzando il match, Steyn sottolinea come secondo lui nel primo tempo il sistema di gioco del Benetton abbia funzionato abbastanza bene, con il 12 a 5 sul tabellone sintomo di una gara aperta, poi sono mancati molte cose a partire dai dettagli. Durante il secondo tempo i biancoverdi non sono stati in grado di tamponare situazioni d’emergenza ed ecco spiegato, secondo Steyn, il brutto risultato.

Il terza linea sottolinea come secondo lui il calo non sia stato mentale, visto che i giocatori impegnati hanno dato tutto quello che avevano pur non avendo giocato molto nella prima parte di stagione. Steyn nega però come possa esistere un Benetton dei titolari e un Benetton delle riserve, con tutto il gruppo che si sente sullo stesso piano e sa di poter contribuire ai successi della squadra.

Braam Steyn era fuori praticamente da marzo, dunque dopo sette mesi è tornato a calcare i campi dello URC. Come analizza il suo rientro? “A parte il risultato, tutto è andato abbastanza bene. Fisicamente mi sentivo a posto. Ho solo bisogno di giocare con maggiore costanza: andare in campo è per me un aspetto fondamentale, per trovare il ritmo mi serve la partita, l’avversario vero”.

Leggi anche: URC: risultati e classifiche dopo la quinta giornata

Da segnalare infine, relativamente sempre alla trasferta di Edimburgo, i possibili infortuni di Padovani e Wegner. Il primo è stato costretto a uscire dopo mezz’ora, il secondo ha giocato tutto il match ma al pari dell’azzurro ha un problema alla caviglia: oggi saranno effettuate le analisi per accertare la valutazione dei loro problemi fisici.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Ratuva Tavuyara lascia il Benetton: farà parte del Rovigo fino a fine anno

L'ala figiana farà parte della rosa dei Bersaglieri

item-thumbnail

Minozzi: “L’espulsione? Un errore dovuto agli infortuni, non avevo confidenza col mio corpo”

L'estremo biancoverde e della Nazionale ha raccontato alla Gazzetta dello Sport i suoi due anni di calvario tra i tanti infortuni

item-thumbnail

Benetton, Menoncello: “Non possiamo andare oltre i 10 calci contro a partita”

Il trequarti biancoverde analizza la sfida di Galway e si concentra sulle prossime partite di Challenge Cup

item-thumbnail

Benetton, Bortolami: “L’arbitro avrebbe potuto fischiare diversamente. Menoncello ha grandi doti”

Il tecnico ha analizzato il match di Galway: "Delusi dal risultato, dovevamo fare di più in mischia e touche"

item-thumbnail

URC: Galway amara per il Benetton, Connacht vince 38-19

Leoni battuti in Irlanda. Decisivi i 10 punti subiti a cavallo dell'intervallo. Rosso per Scrafton nel finale

item-thumbnail

URC, Benetton a Galway: con Connacht per rovesciare il tabù trasferte

Biancoverdi in cerca di punti nell'ultimo turno prima delle coppe europee