Brasile: arbitro accusato di aver divulgato immagini intime di alcune giocatrici

La vicenda che risale alla fine del 2021 è emersa dopo una sospensione di 30 giorni resa nota solo qualche giorno fa

Brasile: arbitro accusato di aver divulgato immagini intime di alcune giocatrici

Una storia che c’entra poco col rugby, e molto con la quotidianità – purtroppo – che comincia tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022, quando arriva alla Conferedazione Brasiliana Rugby union (CBRu) una denuncia nei confronti di un arbitro, accusato di aver diffuso foto intime di alcune rugbiste con le quali aveva avuto una relazione.

La CBRu aveva inizialmente optato per una sospensione interna di soli 30 giorni, resa pubblica soltanto il 15 giugno (quindi molto tempo dopo aver scontato la “pena”) con un comunicato stampa, nella quale veniva confermata la condotta del direttore di gara.

Cosa è successo però tra l’inizio del 2022 e l’annuncio ufficiale della Federazione? Una compagna di squadra di una delle vittime, che ha chiesto di rimanere anonima, ha raccontato a OnRugby che la voce di quanto commesso da questo arbitro si era diffusa tramite Instagram.

Infatti, un profilo falso aveva inviato a vari club di rugby brasiliani le stesse informazioni che stiamo pubblicando in questo articolo, insieme ad alcuni screenshot che attestavano la diffusione di queste foto. In una delle quali, addirittura, ci sarebbe l’arbitro intento a scattare un selfie con una ragazza distesa di spalle dietro di lui, che quindi non poteva vedere il partner mentre scattava la foto.

Inoltre, sempre stando a quanto appreso da fonti vicine a OnRugby, il direttore di gara in questione è stato impegnato il 10 e 11 giugno nel campionato sudamericano di rugby, svoltosi a Saquarema, Rio de Janerio. Una competizione durante la quale sarebbe stata presente anche una delle vittime: ciò sarebbe confermato da una foto pubblicata dalla stessa Federazione, nella quale si vede l’intera squadra arbitrale impegnata nell’evento.

Non è dato sapere se effettivamente questo direttore di gara abbia poi arbitrato una delle sue vittime, ma quel che è certo è che dopo la sospensione di 30 giorni è tornato a dirigere dei match femminili, alcuni dei quali nello stesso campionato in cui una di queste ragazze era presente.

Le vittime, che finora sono rimaste anonime, stanno cercando di intraprendere delle azioni sia civili che penali, affinché possa essere fatta giustizia.

Francesco Palma

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: la classifica definitiva per il 21/22

Chiusi i campionati, si chiude anche la nostra speciale graduatoria: appuntamento al 22/23

6 Luglio 2022 Terzo tempo
item-thumbnail

L’irlandese Loughman non sarebbe dovuto rientrare dopo il colpo alla testa subito coi Maori

Mancanza di chiarezza nelle comunicazioni tra gli staff medici e giocatore rientrato nonostante una situazione delicata

1 Luglio 2022 Terzo tempo
item-thumbnail

World Rugby Ranking: l’Italia avvicina Samoa e Georgia, ma lascia punti per strada

La vittoria contro il Portogallo porta un buon bottino di punti, che però poteva essere ancora maggiore

27 Giugno 2022 Terzo tempo
item-thumbnail

Alberto Sgarbi si ritira ufficialmente: “Grazie rugby, è stato bellissimo”

Lo ha annunciato in un'intervista alla Tribuna di Treviso

23 Giugno 2022 Terzo tempo
item-thumbnail

Il “Grillotalpa” spiegato da Sam Warburton: ecco il video-tutorial

La "mossa chirurgica" del gallese, maestro nel fondamentale

22 Giugno 2022 Terzo tempo