Top14: Castres batte Tolosa e vola in finale

Prima semifinale tiratissima e successo per i biancazzurri che superano il gigante Tolosa. Tra una settimana Bouclier de Brennus in palio

Top14: il piccolo-grande Castres batte Tolosa e vola in finale

Top14: il piccolo-grande Castres batte Tolosa e vola in finale

40.000 abitanti e una passione ovale infinita: Castres batte il gigante Tolosa nella semifinale di Top14 e tra una settimana sarà a Parigi per giocarsi il titolo, vinto l’ultima volta nel 2018.

Leggi anche: Le formazioni di Montpellier-Bordeaux con Garbisi e Mori

Al 2’ Tolosa in meta dopo una stupenda azione personale di Lebel che parte da fuori i 22 e incenerisce la difesa di Castres con uno slalom che finisce sotto i pali. La facile trasformazione di Ramos vale il 7-0, quindi al 17’ lo stesso estremo fa 10-0. Nella seconda metà di primo tempo però Castres riesce a imporsi sul piano del gioco, conquistandosi tre calci di punizione che Urdapilleta mette in mezzo ai pali per 9-10 della pausa lunga.

In mezzo ci sono anche 20’ di inferiorità per Tolosa che perde Rory Arnold per un contatto alla testa e Marchand per un fallo vicino alla linea di meta, ma i campioni di Francia riescono comunque a resistere (salvandosi anche in occasione di una meta non data a Palis dal TMO in chiusura).

Leggi anche: Come e dove guardare in diretta streaming Montpellier-Bordeaux

Il “conto” sportivamente parlando per Tolosa arriva però in apertura di ripresa: con l’uomo in più Castres trova una lunga e aggressiva azione nei 22 avversari, con mille cariche chiuse dall’allungo vincente di Santiago Arata, mediano di mischia che nonostante il tentativo di placcaggio riesce a schiacciare. Urdapilleta trasforma ed è 16-10, ma poteva non essere protagonista Ntamack? Assolutamente no, e infatti al 47’ il mediano francese sfugge sulla sinistra e vola a schiacciare la seconda segnatura rossonera, al termine di un’azione che ha stretchato la difesa di Castres lungo tutta la larghezza del campo.

Ramos non trasforma, ma al 60’ mette in mezzo ai pali il piazzato del 16-18, riportando avanti Tolosa. Castres una volta di più dimostra di non volerci stare, e dopo 10 minuti di duro lavoro si guadagna dalla piazzola il calcio che Urdapilleta non sbaglia per il nuovo +1 biancazzurro. Tutto aperto negli ultimi minuti, con Castres che a tre dalla fine trova l’allungo definitivo: lunga azione sui 22, poi un geniale calcio di Urdapilleta libera Nakosi sulla sinistra, riciclo veloce per Dumora e meta del 24 a 18. Finisce così, Castres venerdì prossimo giocherà la finale del Top14. La terza (di cui 2 vinte) negli ultimi dieci anni.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Top14: Cameron Woki passa dal Bordeaux al Racing 92

Il nazionale francese, a riposo dalle fatiche estive, ha cambiato club a sorpresa

4 Luglio 2022 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Guilhem Guirado si ritira dal rugby giocato

Il tallonatore pone fine alla carriera dopo aver vinto il Top14 col suo Montpellier

27 Giugno 2022 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14: il Montpellier di Paolo Garbisi è campione di Francia

Per la prima volta nella storia del club

25 Giugno 2022 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Paolo Garbisi verso la finale del Top14: “Stagione migliore di quanto potessi immaginare”

Il numero 10 azzurro rilegge il suo percorso fino a oggi e racconta come la difesa non sia l'aspetto preferito del suo modo di intendere il rugby

24 Giugno 2022 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14: le formazioni della finale Castres-Montpellier e dove vederla in streaming

Sarà rivincita dopo il 2018 quando Castres vinse la finale con i diretti rivali? Oppure arriverà il primo successo nella storia di Montpellier?

24 Giugno 2022 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Paolo Garbisi prolunga con Montpellier fino al 2025. Il presidente: “È una pepita”

L'apertura azzurra resterà in Francia almeno altri 3 anni, e il numero 1 della società Mohed Altad lo ha elogiato sul Midi Olympique

21 Giugno 2022 Emisfero Nord / Top 14