Sei Nazioni femminile: la preview della quarta giornata

Il Galles prova a sorprendere la Francia, Azzurre attese da una prova di riscatto contro la Scozia

Scozia e Francia in campo allo Scotstoun Stadium – ph. Matteo Mangiarotti

È in arrivo la quarta giornata del Sei Nazioni femminile, spalmata su tutto il weekend: si comincia da Galles-Francia di venerdì 22 aprile, si prosegue con Italia-Scozia di sabato 23 e si chiude con Inghilterra-Irlanda di domenica 24.

Galles-Francia

Nella prima partita del turno il Galles sorpresa del Torneo ospita la Francia, sulla carta una squadra decisamente più forte, per provare l’assalto al secondo posto.

Leggi anche: Rugby in diretta: il palinsesto tv e streaming dal 22 al 24 aprile

Dopo un inizio pieno di entusiasmo, la squadra gallese ha avuto un brusco ritorno alla realtà nella partita della terza giornata contro l’Inghilterra, ma, visto il valore delle Red Roses, la sconfitta non dovrebbe aver lasciato troppe scorie.

Cinque i cambi voluti dall’head coach Ioan Cunningham: Cerys Hale rientra in prima linea, Natalia John riprende il posto di Sisilia Tuipulotu e in terza linea Bethan Lewis consente alla capitana Siwan Lillicrap di ritornare nel ruolo preferito di numero 8; fra i trequarti cambio totale in cabina di regia con Keira Bevan e Elinor Snowsill a dirigere la linea e Robyn Wilkins che si sposta a numero 12.

“La Francia è una delle tre migliori squadre al mondo, con atlete potenti e tante opzioni offensive in giro per il campo, ci metteranno certamente alla prova. Abbiamo bisogno di poter sfruttare ogni opportunità in attacco e le nostre scelte nel pacchetto di mischia riflettono questa necessità” ha detto Cunningham.

Il suo omologo francese Thomas Darracq può invece bearsi del ritorno di una delle stelle della squadra transalpina, Caroline Boujard. L’imponente ala partirà dal primo minuto al fianco di Chloé Jacquet e della giocatrice sevens Marine Menager.

Confermata la coppia mediana composta da Laure Sansus e l’esperta Jessy Tremouliere. Si gioca alle 21:00 italiane, diretta TV su Sky Sport Arena.

Galles: 15 Kayleigh Powell, 14 Lisa Neumann, 13 Hannah Jones, 12 Robyn Wilkins, 11 Jasmine Joyce, 10 Elinor Snowsill, 9 Keira Bevan, 8 Siwan Lillicrap (c), 7 Bethan Lewis, 6 Alisha Butchers, 5 Gwen Crabb, 4 Natalia John, 3 Cerys Hale, 2 Carys Phillips, 1 Gwenllian Pyrs
A disposizione: 16 Kelsey Jones, 17 Cara Hope, 18 Donna Rose, 19 Alex Callender, 20 Sioned Harries, 21 Ffion Lewis, 22 Kerin Lake, 23 Niamh Terry

Francia: 15 Chloé Jacquet, 14 Caroline Boujard, 13 Maëlle Filopon, 12 Gabrielle Vernier, 11 Marine Ménager, 10 Jessy Trémoulière, 9 Laure Sansus, 8 Romane Ménager, 7 Gaëlle Hermet (c), 6 Julie Annery, 5 Madoussou Fall, 4 Céline Ferer, 3 Clara Joyeaux, 2 Agathe Sochat,  1 Annaëlle Deshaye
A disposizione: 16 Laure Touyé, 17 Coco Lindelauf, 18 Assia Khalfaoui, 19 Audrey Forlani, 20 Emeline Gros, 21 Alexandra Chambon, 22 Morgane Peyronnet, 23 Emilie Boulard

Leggi anche: Il calendario del Sei Nazioni maschile 2023

Italia-Scozia

Azzurre in cerca di riscatto sul rettangolo verde del Lanfranchi di Parma. Dopo 3 sconfitte consecutive e soprattutto un calo nelle prestazioni dopo la discreta prima uscita in Francia, Manuela Furlan e compagne sono costrette all’affermazione contro le avversarie battute più volte.

La Scozia ha perso tutte e tre le partite disputate finora, al pari dell’Italia, ma ha ottenuto un punto di bonus contro il Galles. E’ una squadra superiore alle precedenti formazioni affrontate negli anni scorsi dalle ragazze italiane, ma comunque abbordabile per le Azzurre di Di Giandomenico.

Il tecnico azzurro si è affidato a quelle che considera le proprie certezze in questa edizione del Torneo, ma può rallegrarsi per il ritorno di due veterane di valore come Ilaria Arrighetti, in campo dal primo minuto, e Silvia Turani, che partirà dalla panchina.

La Scozia ha invece perso per infortunio il proprio talismano, la numero 8 Jade Konkel. La squadra di Bryan Easson arriva in Italia con una mediana tutta nuova e si affida alla classe di Chloe Rollie e Rhona Lloyd nella linea arretrata e alla solidità delle due flanker Rachel Malcolm e Rachel McLachlan per fare fare la differenza.

Si gioca nel prime time (ore 20:20, diretta TV su Sky Sport Arena).

Italia: 15 Manuela Furlan (C), 14 Aura Muzzo, 13 Michela Sillari, 12 Beatrice Rigoni, 11 Maria Magatti, 10 Veronica Madia, 9 Sofia Stefan, 8 Elisa Giordano, 7 Ilaria Arrighetti, 6 Beatrice Veronese, 5 Giordana Duca, 4 Valeria Fedrighi, 3 Lucia Gai, 2 Vittoria Vecchini, 1 Melissa Bettoni
A disposizione: 16 Michela Merlo, 17 Gaia Maris, 18 Silvia Turani, 19 Sara Tounesi, 20 Isabella Locatelli, 21 Sara Barattin, 22 Alyssa d’Incà, 23 Vittoria Ostuni Minuzzi

Scozia: 15 Chloe Rollie, 14 Rhona Lloyd, 13 Lisa Thomson, 12 Helen Nelson, 11 Shona Campbell, 10 Sarah Law, 9 Caity Mattinson, 8 Evie Gallagher, 7 Rachel McLachlan, 6 Rachel Malcolm (C), 5 Sarah Bonar, 4 Emma Wassell, 3 Christine Belisle, 2 Lana Skeldon, 1 Molly Wright
A disposizione: 16 Jodie Retty, 17 Leah Bartlett, 18 Katie Dougan, 19 Louise McMillan, 20 Anne Young, 21 Jenny Maxwell, 22 Hannah Smith, 23 Megan Gaffney

Inghilterra-Irlanda

Continua la marcia dell’Inghilterra verso il gran finale della quinta ed ultima giornata contro la Francia. L’Irlanda sembra essere un avversario abbordabile, tutt’al più che alcune delle migliori giocatrici della squadra in verde hanno lasciato il ritiro per aggregarsi alla squadra Sevens in preparazione alla tappa di Langford (Canada) delle World Series.

Non saranno quindi della partita Beibhinn Parsons, Stacey Flood, Lucy Mulhall, Eve Higgins, Amee-Leigh Murphy Crowe, Anna McGann e Brittany Hogan.

La priorità data al Sevens rispetto al Sei Nazioni, in questo caso, sarebbe dovuta al fatto che è prevista una contrattualizzazione federale per le atlete inserite nel programma Sevens, al contrario del rugby a XV.

Leggi anche: World Rugby vuole inserire la regola del cartellino rosso da 20 minuti

All’Irlanda mancheranno anche Sam Monaghan e Aoife Wafer per infortunio e sono state richiamate in gruppo Laura Feely, Laura Sheehan, Mary Healy, Shannon Touhy, Niamh Byrne, Alice O’Dowd e l’esperta Sene Naoupu, 38 anni.

Il pronostico della vigilia non può che andare totalmente in favore dell’Inghilterra, che con la vittoria in casa contro le irlandesi potrebbe così presentarsi a punteggio pieno all’ultima gara del Torneo: il match decisivo contro la Francia al Jean Dauger di Bayonne.

Le formazioni per questa partita saranno annunciate nel corso della giornata di venerdì. La gara sarà in diretta TV su Sky Sport Arena dalle 13:00 di domenica.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui per restare aggiornato sul regolamento del rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sei Nazioni: la Francia potrebbe “abbandonare” lo Stade de France

Una trattativa, in comune col calcio, e all'orizzonte una potenziale sede alternativa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2023: in vendita i biglietti per le partite in casa dell’Italia

Tre i match in agenda: contro Francia, Irlanda e Galles

26 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

6 Nazioni femminile: gli highlights della quarta giornata

Successo straripante dell'Inghilterra, la Francia insegue e vince in Galles senza brillare particolarmente

25 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni Femminile: i risultati del quarto turno e la classifica aggiornata

Prosegue il testa a testa tra Francia e Inghilterra

24 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

6 Nazioni femminile: un cambio dell’ultima ora nell’Italia che sfida la Scozia

Terza linea azzurra rivista a causa dell'assenza di Elisa Giordano. Entra nelle 23 Alessandra Frangipani, pronta a sfidare le scozzesi

23 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: la formazione dell’Italia per ospitare la Scozia

Torna Ilaria Arrighetti nel XV titolare, si rivede Silvia Turani in panchina

21 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni