Luke Cowan-Dickie: dopo il grave errore arrivano le scuse

L’episodio avvento nell’ultimo quarto della partita tra Scozia Inghilterra è costato un giallo al giocatore e una meta di punizione al XV della Rosa

Luke Cowan-Dickie ph. S. Pessina

Luke Cowan-Dickie dopo il grave errore arrivano le scuse ph. S. Pessina

Il match tra Scozia e Inghilterra della prima giornata del Sei Nazioni 2022 che ha permesso ai padroni di casa di conquistare la Calcutta Cup per il secondo anno consecutivo è stato segnato dall’episodio che al 65′ minuto ha visto protagonista il tallonatore inglese Luke Cowan-Dickie.

Sul risultato di 17-10 per l’Inghilterra Cowan-Dickie ha infatti volontariamente messo in touche il cross-kick di Finn Russell per Darcy Graham a ridosso della linea meta, con conseguente ammonizione e assegnazione da parte dell’arbitro di un meta di punizione ai danni del XV della Rosa.

Il video dell’episodio costa il giallo a Luke Cowan-Dickie e la meta di punizione all’Inghilterra

Nonostante il coach inglese Eddie Jones, nelle dichiarazioni di fine partita abbia preso le difese del giocatore giustificando almeno in parte il suo errore, in serata, il tallonatore ha voluto scusarsi pubblicamente attraverso il suo account Twitter.

Jones ha infatti detto alla BBC: “Non attribuiamo alcuna colpa a Luke. Stava contestando una palla in un’area diversa (da dove gioca abitualmente) e l’arbitro ha stabilito che era un intervento da giallo, quindi accettiamo la decisione e andiamo avanti. Luke ha giocato eccezionalmente bene ed è molto deluso, ma tutti i ragazzi lo stanno sostenendo”.

Questo invece il tweet di Cowan-Dickie, 29enne giocatore degli Exeter Chiefs, della nazionale inglese (con cui vanta 31 presenze) e dei British and Irish Lions (3): “Voglio solo scusarmi con tutti voi sostenitori per oggi. Ho deluso me e voi. Ogni volta che gioco per il mio paese non voglio far altro che rendervi orgogliosi. Grazie per tutto il supporto. Non vedo l’ora di tornare la prossima settimana!”

 

 

Leggi anche: Sei Nazioni 2022: le analisi di allenatori e capitani dopo Irlanda-Galles

Cowan-Dickie ha anche risposto alla domanda di un follower sul motivo per cui stesse ridendo mentre usciva dal campo: “Ridevo del raccattapalle che mi insultava. Non stavo ridendo per quello che avevo fatto”.

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

L’inglese Henry Pollock eletto Miglior giocatore del Sei Nazioni U20

Il terza linea inglese è un giovane di grande prospettiva

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Inghilterra ancora rullo compressore, l’Irlanda si rialza

Red Roses mai in difficoltà contro la Scozia malgrado un altro cartellino rosso, il Galles cade a Cork

14 Aprile 2024 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Due Azzurri nel XV ideale del Sei Nazioni 2024

Reso noto il Team of the Championship, dove l'Irlanda la fa da padrona e l'Italia ha più giocatori dell'Inghilterra

item-thumbnail

Scozia: fiducia in Gregor Townsend, nonostante tutto

Il capo allenatore rimane al suo posto, ma la federazione ha fatto intendere di non essere troppo soddisfatta dell'ultimo Sei Nazioni